ste_6962


Chi sono

Sono un amante della montagna che ama muoversi in ogni periodo dell'anno. Non sono uno che rincorre il prestigio e gradi alti delle difficoltà, ma solo la mia soddisfazione personale, capire dove posso arrivare e godermi le mie salite dall'inizio alla fine, guardandomi intorno, ammirando ambiente e panorami, facendo foto, e, non da ultimo, possibilmente in buona compagnia ! le mie attività preferite sono l'alpinismo classico su neve-ghiaccio e misto (ma quando capita anche qualche bella salita su roccia) su difficoltà che vanno dal grado F al D. Mi piacciono parecchio anche le uscite escursionistiche, con racchette da neve e vie ferrate. Prediligo l'alpinismo classico d'alta quota, e mi piace molto viaggiare, i viaggi d'avventura come sono le spedizioni alpinistiche. Ho avuto la fortuna e il piacere di viaggiare molto, con puntate in Nepal, Cina, Pakistan, India in Asia Centrale, mentre in Sud-America sono stato in Bolivia, Perù, Cile e Argentina. Nel corso dei miei viaggi ho salito 11 cime oltre i 6000 metri e un 7000. Mi piace divulgare e descrivere le gite che faccio, e su Gulliver ho descritto oltre 150 nuovi itinerari suddivisi tra alpinismo, uscite con ciaspole, escursioni e vie ferrate. Non sono un "abitudinario" o uno "stanziale" ma uno che gira molto e mi piace sempre salire cime inedite, scoprire zone nuove e ripeto malvolentieri gite già fatte. Sono anche un grande appassionato di fotografia e mi piace documentare bene tutte le uscite fatte. Per quanto mi riguarda, mi reputo uno dei tanti alpinisti della domenica, di capacità medie, che girano e/o vagano per le Alpi e...per le montagne del mondo!

Le mie gite su gulliver

Giudizio Complessivo :: ***** / ***** stelle
note su accesso stradale :: nessun problema per arrivare a San Giacomo
partiti dal parcheggio di San Giacomo (oggi solamente 4 auto in tutto) che si raggiunge senza alcun problema. Siamo saliti per un tratto lungo la stradina e poi su sentiero per accorciare il percorso, risalendo il bosco e toccando in alcuni punti il tracciato della stradina. Fino all'Alpe Pinalba solo qualche chiazza di neve e terreno generalmente pulito. La neve in copertura continua si trova solamente dai 1600 metri in su. Fin dal primo tratto neve molto dura e in qualche tratto ghiacciata, saliti quindi con i ramponi ai piedi. Risalito il bel Vallone del Viona superando un'altro alpeggio prima di volgere a sinistra e superare alcuni avallamenti e poi una bella rampa-canale che porta nella parte alta del vallone di salita. Saliti seguendo una ottima traccia presente (sono passate parecchie persone nei giorni scorsi) lungo tutto i percorso. Una volta raggiunta la Bocchetta di Quarn siamo saliti direttamente per la ripida cresta, con alcune roccette scoperte e un breve tratto di facile misto raggiungendo prima il Rifugio del Mombarone e da qui in breve per cresta siamo saliti in cima alla Colma, dove si trova la grande statua del redentore. Salita piacevole e divertente, neve in ottime condizioni, noi abbiamo impiegato 3.30 ore dal parcheggio alla cima. Sia in salita che in discesa, abbiamo utilizzato i ramponi, la piccozza si è rivelata utile nel tratto finale del percorso, dalla bocchetta alla cima. Giornata decisamente favorevole, cielo sereno, poco vento, visibilità perfetta e panorama vastissimo! Nelle condizioni attuali, salendo in presenza di neve questo è un itinerario da considerare EE/F. Sicuramente consigliabile e meritevole di essere preso in considerazione. Essendo un itinerario interamente esposto a Sud spesso si trova la neve in buone condizioni di tenuta ed assestamento, come è capitato pure a noi. Una ampia sosta tra cima e Rifugio del Mombarone poi siamo scesi seguendo a ritroso lo stesso percorso di salita, tenendo i ramponi fino all’Alpe Pinalba, neve che ha retto ottimamente, rimanendo dura e compatta! Magari fosse sempre così!! Discesa che si è svolta senza problemi, nel giro di circa 2.30 ore siamo rientrati a San Giacomo.
Davvero una bella scoperta questa montagna, dove non avevo mai messo piede prima d’ora, devo dire che i suggerimenti di Giorgio e le indicazioni di Corrado si sono rivelate preziose e pienamente affidabili! Dopo aver salito il Monte Camino a fine dicembre ecco che si è presentata l’occasione giusta per tornare sulle Prealpi Biellesi e salire un’altra bella montagna per me inedita! Avevamo al seguito anche le ciaspole, ma potevano tranquillamente rimanere in macchina. Date le condizioni attuali non servono affatto. Oggi su questa montagna sono salite oltre 50 persone, quasi tutti escursionisti con i ramponi ai piedi. Grande frequentazione come del resto era lecito attendersi! Peccato per il vento e la temperatura abbastanza rigida in vetta, ma oggi, complessivamente, non avrei potuto chiedere di meglio. Il meteo è rimasto sempre ottimale! Una piacevolissima trasferta e una gran bella giornata, oggi in compagnia di Giuliana e Alberto, anche loro ben felici di essere venuti quassù!
Giudizio Complessivo :: ***** / ***** stelle
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: Crosta da rigelo portante
neve (parte inferiore gita) :: Crosta da rigelo portante
note su accesso stradale :: strada pulita fino a Pellegrino Superiore
quota neve m :: 1700
saliti dalla borgata Pellegrino Superiore, punto dove attualmente è possibile arrivare con le auto. Seguita inizialmente la stradina (la neve in copertura discontinua è presente da quota 1700 m circa). Neve fin da subito molto compatta, dura e portante. Una parte del gruppo ha deciso di utilizzare subito le ciaspole, altri sono saliti senza, data l'ottima consistenza del manto nevoso. Saliti lungo la stradina fino a raggiungere Campiglione, poi ci siamo inerpicati direttamente sul pendio che con piacevole salita, supera il ripido pendio e porta al grande pianoro dove si trovano le Grange Chiotti. Superate le grange, ci siamo portati nel vallone che conduce al Colle di Chiosso, che abbiamo risalito per un buon tratto, per volgere quindi a destra fino a raggiungere l'ampio costolone che porta direttamente verso la cima. Seguita la dorsale, oltrepassata un'ampia conca ci siamo trovati in facile pendio terminale che ci ha condotti sul vastissimo cupolone sommitale ed in cima. Cima raggiunta con le ciaspole ai piedi, anche nella parte superiore neve compatta, dura e ottimamente portante, la salita non è mai stata faticosa, ma piacevole ed interessante. Saliti in poco più di 2.30 ore, escludendo alcune pause. Giornata splendida, cielo sereno, assenza di vento (finalmente!!) e ampia sosta in cima. In discesa, abbiamo proseguito lungo la facile cresta nevosa mai problematica fino a raggiungere la cima della Punta Ciarmetta (circa 30 minuti di cammino dalla Punta dei Sarsassi). In discesa abbiamo seguito il crestone (Costa Gerarda) che scende direttamente fino a raggiungere la stradina che porta nelle vicinanze della borgata Campiglione, nei pressi di un bivio. Seguita inizialmente la stradina e poi con alcune scorciatoie siamo rientrati al parcheggio di Pellegrino Superiore, compiendo così un piacevole e interessante anello. Uscita che ha pienamente soddisfatto tutti noi. Anche in discesa la neve ha retto ottimamente, il sottoscritto e Alessandro T. sono scesi ciaspole ai piedi dalla Punta Ciarmetta fino in fondo, gli altri con i ramponi ai piedi! Oggi tutto il percorso era quasi completamente tracciato da scialpinisti e ciaspolatori passati sia oggi che nei giorni precedenti. In discesa sulla Costa Gerarda trovata solo una traccia fatta da scialpinisti in discesa.
Prima gita del nuovo anno 2020, un ottimo inizio direi! Due cime salite nel corso della stessa uscita, ottime condizioni del manto nevoso, panorama spettacolare dalla cima e ottima compagnia (aspetto mai secondario, che rende tutto ancora più piacevole). Oggi in compagnia di Laura, Alessandro D., Graziella, Guido, Enrica, Alessandro T., Giorgio, Jagoda e il cane Teo. ! Un bel gruppo di 9 persone, quasi da gita sociale! Oltre a noi oggi sono saliti una decina di scialpinisti e altri 4 ciaspolatori. Meta piuttosto gettonata oggi! Frequentazione decisamente meritata! In conclusione, mi piace lasciare un saluto ed un ringraziamento allo staff dell’Agriturismo “al Chersogno” della Borgata Allemandi dove abbiamo pernottato per il trattamento, accoglienza e cena davvero di ottimo livello! E’ stato un vero piacere per tutto il gruppo!
Giudizio Complessivo :: ***** / ***** stelle
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: Crosta da rigelo portante
neve (parte inferiore gita) :: Crosta da rigelo portante
note su accesso stradale :: nessun problema per arrivare ad Oropa
quota neve m :: 1400
partiti alle 8.30 dal grande parcheggio appena sopra il grande santuario di Oropa con una giornata da favola! fatti circa 150 m di dislivello nel tratto iniziale della ex-pista Busancano, e intorno ai 1430 m di quota trovata la neve in copertura continua. Neve compatta, gelata e dura come il marmo! Data la notevole consistenza del manto nevoso abbiamo deciso di fare ricorso fin da subito ai ramponi. Saliti molto bene lungo la Busancano, ormai "fresata" dai numerosi passaggi odierni e da quelli dei giorni precedenti. Da queste parti sembra veramente passato un intero "esercito" tra scialpinisti e ciaspolatori….come era logico attendersi data l'alta e giustificata frequentazione dei luoghi! Raggiunta la stazione di arrivo della funivia Oropa - Camino, ci siamo concessi una breve pausa per ammirare lo splendido paesaggio circostante, poi abbiamo ripreso la marcia verso la cima, seguendo la pista ottimamente tracciata dai numerosi passaggi e dal gatto delle nevi, arrivati nella conca terminale, data l'ottima consistenza del manto nevoso (sempre neve dura e da ramponi) abbiamo scelto di salire con percorso abbastanza diretto ed evitare le varie serpentine della pista. nella parte alta invece abbiamo seguito la ripida rampa finale che porta prima alla capanna Renata e in breve alla cima. Dalla stazione di arrivo della funivia alla cima abbiamo preso una gran botta di caldo (fin troppo elevata la temperatura per essere a fine dicembre). Tenuti i ramponi fino in cima. I nostri tempi di percorrenza : 3.15 ore dal parcheggio alla cima con passo normale e qualche sosta, in discesa circa 2.15 ore dalla cima al parcheggio. In discesa, dopo la stazione di arrivo della funivia e i Rifugi Savoia e Rosazza, abbiamo calzato le ciaspole per scrupolo (nel timore che il gran caldo avesse allentato il manto nevoso), ma si poteva tranquillamente farne a meno, neve sempre dura e compatta fino in fondo...una goduria oggi!
Come mi immaginavo e leggendo anche i post precedenti...confermo che è proprio una bella gita e meritevole di essere presa in considerazione! Pienamente ripagati della scelta fatta in questa trasferta biellese! Oggi, oltre a noi due, sono saliti in cima almeno 40 scialpinisti e una decina di ciaspolatori, però quasi tutti sono saliti dalla stazione di arrivo della funivia, riducendo sensibilmente dislivello e tempi di percorrenza. Ampia sosta in cima e poi siamo scesi senza fretta, per goderci interamente gita, ambiente, panorami e una bella giornata. Gita conclusiva del mio 2019 montano e stessa cosa per il mio socio odierno. Cinque stelle pienamente meritate per questa uscita!
Prima visita per il sottoscritto nelle Prealpi Biellesi e nella Valle di Oropa, dopo aver letto vari resoconti, recensioni e viste tante belle foto mi era venuta voglia di fare un salto da queste parti e scoprire da vicino queste belle montagne. Merito anche della proposta del mio amico Luigi P. di Varese che invece conosce bene questi luoghi. Oggi avrebbe dovuto essere una salita mista ciaspole e sci….ma vedendo la neve dura e ghiacciata il socio ha deciso di lasciare gli sci in macchina e salire con i ramponi.
Giudizio Complessivo :: ***** / ***** stelle
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: crosta portante
neve (parte inferiore gita) :: polverosa
note su accesso stradale :: nessun problema, strade perfettamente agibili!
quota neve m :: 1700
Partiti dal grande parcheggio situato nei pressi dell'Hotel Ganterwald, seguendo la stradina dove è presente una ottima traccia (sono passati nei giorni scorsi e stamattina prima di noi molti scialpinisti e altri ciaspolatori) che risale il bel boschetto iniziale e raggiunge le prime baite di Jochtwald. Lungo la traccia si sale bene, ma appena al di fuori si trova neve polverosa e per niente portante, dove si sfonda. La stradina poi diventa sentiero che sale sempre con percorso molto regolare, e alcune serpentine su pendii di moderata inclinazione fino a raggiungere la bella borgata di Wasenalp, dove ci concediamo una breve sosta per ammirare lo splendido panorama che si apre verso l'Oberland Bernese. Un lungo e bel traverso su comodi e ampi pendii, sempre su un pistone ottimamente tracciato dai numerosi passaggi e abbiamo raggiunto le belle baite di Wintrigmatte, fino a questo punto è presente una traccia fatta da altri ciaspolatori, da qui in avanti si prosegue lungo la traccia scialpinistica. Saliti in diagonale verso sinistra fino a raggiungere il paravalanghe e da qui seguendo il filo dell’ampia dorsale abbiamo raggiunto la cima. Tutto il tratto lungo la dorsale era su neve più compatta e portante, rendendo la nostra progressione più piacevole e divertente. Una bella gita, facile e sicura anche con abbondante innevamento. Una bella pausa in vetta e poi siamo scesi, seguendo a ritroso lo stesso percorso di salita, su neve che contrariamente alle nostre previsioni iniziali ha retto decisamente bene, non siamo mai sfondati e non è stata per niente faticosa! Oggi era una meta piuttosto gettonata, infatti almeno 40 scialpinisti sono saliti su questa cima, oltre al nostro gruppo abbiamo incontrato altri due ciaspolatori di Verbania. Viste alcune persone in vetta al Wasenhorn e 5 persone sul Maderhorn.
In cerca di mete per me inedite avevo voglia di vedere questo angolo della Val Divedro che ancora non avevo il piacere di conoscere. Rimasti decisamente soddisfatti di essere venuti qui, grande scenario ambientale, giornata favolosa (meteo perfetto, solo un po’ di vento in cresta e in vetta!) e panorama spettacolare. Essendo una giornata ideale per muoversi molti appassionati come noi ne hanno giustamente approfittato! Una montagna “minore” ma che ha un suo perché e secondo me da tenere in considerazione quando ci si trova in zona. Particolarmente adatta a gite di gruppo e meta ideale per gite sociali per il CAI e associazioni similari.
Gita fatta in giornata, arrivare a Rothwald non è un problema ne da Genova ne da Ivrea. Oggi i camosci genovesi erano dunque a spasso nel Gruppo del Sempione….che al sottoscritto ha sempre riservato belle gite e grandi soddisfazioni! La mia proposta ha subito riscontrato il pieno gradimento dei miei amici….e ci siamo accordati in pochi minuti! Tra l’altro ho pure individuato anche qualche altra meta per l’immediato futuro. Oggi grande giornata e bella gita in compagnia di Laura, Giuliana, Federica, Alessandro T., Alessandro D., Marco, Giorgio, Jagoda e il cane Teo. Oggi grande gruppo e il piacere di avere nuovamente in gita con me Alessandro T. Compagnia speciale come sempre, un caro saluto a tutti i presenti!

salendo i comodi pendii nevosi che portano alle baite di Wasenalp

passando dalle baite di Wasenalp

alendo i pendii nevosi sopra Wasenalp, lungo il versante N dell'Hohture

[visualizza gita completa]

Giudizio Complessivo :: ***** / ***** stelle
note su accesso stradale :: nessun problema
saliti sabato 26 ottobre in funivia da Cervinia al Plateau Rosà, ottima la sistemazione, il trattamento e la cena in rifugio. Saliti domenica 27 ottobre, giornata favolosa, un leggero vento e temperatura bassa ma niente di fastidioso. Siamo partiti con calma verso le 7.30 seguendo ai bordi la pista da sci che sale verso il Colle del Breithorn. Dopo aver salito la prima rampa, abbiamo traversato la pista e imboccato la seconda pista che sale in diagonale a sinistra, sotto il grande calottone glaciale della Gobba di Rollin. Le due piste sono state battute la sera precedente dal gatto delle nevi e si saliva decisamente bene, neve dura e compatta, con i ramponi ai piedi non siamo mai sprofondati. Il ghiacciaio era in ottime condizioni, nessun crepaccio aperto e nemmeno tratti di ghiaccio affiorante (ben coperti da 15/20 cm di neve caduta nei giorni precedenti). Prima di raggiungere il Piccolo Cervino o Klein Matterhorn abbiamo tagliato direttamente per un pendio nevoso fino ad agganciare la pista che porta direttamente in cima alla Gobba di Rollin, che abbiamo seguito integralmente. Peccato solamente per la piccola stazione di arrivo di un impianto di risalita che rovina la cima e non è il massimo come impatto visivo e ambientale, ma basta spostarsi sulla vicina anticima orientale e si ritrova subito il piacere di essere comunque in cima ad una montagna di 3900 metri. Noi siamo saliti in 2.15 ore, ma con passo tranquillo e alcune brevi pause lungo la salita. Panorama veramente strepitoso dalla cima, dove oltre alle varie cime del Monte Rosa e alle vicine Dent d'Herens e Cervino lo sguardo spaziava dai più lontani Monviso e Gran Paradiso, per arrivare al Grand Combin, Weisshorn e tutti i colossi della "Corona Imperiale"...veramente grandioso! dopo una lunga pausa in cima per gustarci pienamente ambiente e panorama, siamo scesi con calma, seguendo un itinerario diverso dalla via di salita, lungo una pista che traversa il vastissimo calottone sommitale per il ghiacciaio di Ventina fino ad una sciovia, dove abbiamo proseguito con percorso diretto e ripido ai bordi di una pista, ricollegandoci al percorso di salita a breve distanza dal Passo di Ventina Settentrionale, compiendo un piccolo anello su questa montagna. salita facile e senza problemi, ma veramente interessante e piacevole per contesto ambientale e panorami.
un ottimo weekend, due belle giornate di montagna che hanno ripagato tutti noi della scelta fatta, una gita che ha un suo perchè e valeva la pena di prendere in considerazione. In ottima compagnia di Giorgio, Jagoda e Nicoletta. Un saluto ed un ringraziamento allo staff del Rifugio Guide del Cervino per l'ottimo livello di accoglienza e trattamento ricevuti!

Rifugio Guide del Cervino, possibile punto d'appoggio per la salita

il ghiacciaio e la pista da risalire per arrivare alla Gobba di Rollin

salendo lungo il ghiacciaio, verso il Klein Matterhorn alle prime luci del giorno

[visualizza gita completa]

Giudizio Complessivo :: **** / ***** stelle
note su accesso stradale :: strada sterrata per le Grange Thures inferiori in condizioni decenti
Arrivati in auto fino al ponte, la sterrata è in condizioni accettabili e percorribile anche da auto normali. Saliti dalle Grange Thures Inferiori, seguendo la stradina sterrata fino alle Grange Thures Superiori (dove si incorocia appunto la palina segnaletica con le indicazioni per il Roc de Boucher e la Ciatagnera appunto). Siamo scesi brevemente raggiungendo il pianoro erboso, traversando il rio ci siamo portati dall’altro versante, tralasciando quasi subito il sentiero per il Roc del Boucher , traversando in diagonale fino ad un boschetto, seguendo vaghe tracce di sentiero e andando a vista fino a raggiungere un boschetto quasi al limite del pianoro, dove compare un sentierino (pista fatta dal bestiame). Tramite questo sentiero abbiamo oltrepassato la parte più ripida del vallone tagliando in diagonale un a bastionata rocciosa raggiungendo un dosso erboso dove il Vallone Clapiera si allarga diventando più ampio. Non c’è alcun segnavia e/o ometto ad indicare la direzione di salita, occorre quindi cercare il passaggio più agevole. Nelle belle giornate come quella odierna non ci sono problemi, basta tenersi sempre prima al centro del vallone e poi a sinistra. Arrivati a quota 2750 m in un pianoro erboso si vede bene la cima ed il Colle di quota 3153 che fa da riferimento alla salita. Qui a tratti compare una piccola traccia di sentiero che ci ha portati alla base del conoide dell’ampio pendio-canale detritico che porta al colle. Noi siamo risaliti tenendoci prima al cento, poi leggermente a sinistra ed infine piegando verso destra, dove con percorso diretto siamo arrivati al colletto. La risalita del canale detritico è stata meno dura di quanto si poteva supporre inizialmente, tutto sommato il terreno è abbastanza stabile, sfruttando in buona parte le rigole terrose con meno detriti. La cresta Sud-Est è relativamente breve e di facile percorso, una traccia sale a sinistra del filo di cresta, evitando completamente le roccette e porta direttamente al dentino di vetta. I miei amici sono saliti tenendosi a sinistra del filo, mentre io mi sono tenuto sempre sul filo, trovando qualche breve tratto di semplici roccette che non hanno difficoltà, peccato per la roccia quasi sempre rotta e frantumata, e non sono nemmeno esposte. Una montagna quasi del tutto dimenticata e pochissimo frequentata, come risulta dalle poche firme presenti sul libro di vetta. Noi siamo saliti in 4.15 ore dal parcheggio, con qualche breve sosta durante la salita. In vetta vento abbastanza fastidioso, però non ha impedito di goderci la cima e il panorama. In discesa abbiamo seguito lo stesso itinerario di salita fino al parcheggio. Una bella gita ad una montagna quasi completamente ignorata e dimenticata, senza alcun segno, senza ometti, senza alcuna segnalazione, in un vallone solitario e remoto, dove ovviamente non abbiamo incontrato anima viva! Rimasti soddisfatti della scelta fatta, meriterebbe una frequentazione maggiore.
Un bel weekend in Val di Susa, la gita era fattibile anche in giornata, ma per una volta abbiamo preferito evitarela levataccia, inizialmente avrei voluto pernottare al Rifugio Fontana del Thures ma essendo chiuso in questo periodo (come altri rifugi in zona) l’unico aperto era il Rifugio La Chardouse alla borgata Vazon di Oulx, che abbiamo utilizzato. Mi piace sottolineare trattamento e accoglienza ricevuti, cena di ottimo livello e grande disponibilità da parte dei gestori, ci siamo trovati benissimo. Un ringraziamento alla gestione! Una bella gita fatta su una delle montagne “dimenticate” della Val di Thures in grande compagnia di Laura, Claudio, Anna Maria, Giorgio, Jagoda e il cane Teo. Oggi solamente noi presenti su questa montagna, nessuno sul vicino Roc del Boucher, incontrati solamente due escursionisti che scendevano dal Terra Nera.

passando dalle Grange Thures Superiori

risalendo il sentierino che supera in diagonale la balza rocciosa che consente di raggiungere la parte iniziale del Vallone Clapiera

pendii erbosi a quota 2550 m nel Vallone Clapiera

[visualizza gita completa]

Giudizio Complessivo :: ***** / ***** stelle
discesa dal Gran Roc, raggiunta la base della bastionata rocciosa che sostiene il Rateau d'Aussois, siamo saliti sfruttando la traccia di sentiero che volge prima a destra e poi a sinistra, con due lunghe diagonali, tra pietroni, traccia di sentiero e facili roccette ci siamo portano al crestone finale, dove la traccia e le ultime roccette portano sulla vastissima cima di questa montagna. Non c'è una via obbligata per raggiungere la cima, ci sono almeno 3 possibili tracce per arrivare in cima e ometti dappertutto. La via più agevole è quella che abbiamo seguito noi, con le due diagonali prima a destra e poi a sinistra. Occorre fare attenzione ad alcuni grossi pietroni mobili, ma nel complesso si sale senza problemi. Montagna giustamente molto frequentata sia per la facilità di accesso che per il notevole panorama che si può ammirare dalla cima. Noi siamo saliti in circa 40 minuti dal Col de la Masse. Incrociati una decina di escursionisti in discesa.
Data la vicinanza ben si presta alla combinazione con il Gran Roc, ma è meritevole di considerazione anche come meta singola.
Anche in questo caso ampia sosta in cima e poi siamo scesi, scendendo prima direttamente, e poi con le due diagonali, ricalcando il percorso seguito in salita. Pienamente soddisfatti della gita fatta e della seconda cima di giornata salita. Discesa filata via senza problemi, con il meteo che oggi si è mantenuto sempre ottimo, regalandoci una giornata veramente Spettacolare! Anche qui terreno pulito e di neve nemmeno l'ombra! Se volete salire queste cime è il momento giusto!
Salita fatta in combinazione con il Grand Roc, data la vicinanza tra le due cime non si poteva non
pendere in considerazione l'accoppiata! Un fine settimana redditizio, una bella gita fatta, due cime salite e in ottima
compagnia. Con Laura, Giorgio, Gianfranco e Alberto, che saluto e ringrazio per aver accettato prontamente la mia proposta!

itinerario di salita al Rateau d'Aussois visto dal Grand Roc

in discesa verso il Col de la Masse

passando dal Col de la Masse

[visualizza gita completa]

Giudizio Complessivo :: ***** / ***** stelle
note su accesso stradale :: si arriva senza problemi al grande parcheggio sotto la diga di Plan d'Amont
Ci siamo incamminati alle 7.30 dal parcheggio, con una giornata favolosa (cielo sereno e nemmeno una nuvola!), seguendo inizialmente la stradina che costeggia il lago fino al bivio, dove abbiamo imboccato il bel sentiero che porta al Col de la Masse, ottimo sentiero che sale tra prati con i colori autunnali, pendii detritici e roccette. Si sale decisamente bene, il sentiero è ottimamente tracciato e ben segnalato. Saliti in circa 2 ore al colle. Una breve pausa e poi siamo ripartiti, seguendo la traccia di sentiero ben indicata da numerosi ometti, ci sono tratti di facili roccette che si superano senza problemi, poi la ripida parte conclusiva del pendio-canale detritico che conduce al colle di quota 3200. Noi siamo saliti salendo i grossi massi dell'ampio crestone fino a raggiungere il grande ometto di pietre della vetta. Siamo saliti in cima in 3.40 ore dalla Diga di Plan d'Amont. Una salita varia, piacevole e divertente con qualche piacevole passaggio di arrampicata nella parte finale. Gita che merita sicuramente! Notevole il colpo d'occhio sulla vicinissima Pointe de l'Echelle (un motivo ulteriore per ritornare da queste parti e salire anche questa cima!). Panorama a 360° estesissimo e spettacolare! Ampia sosta in cima e poi siamo scesi, utilizzando in discesa la traccia di sentiero alternata a tratti di roccette per raggiungere velocemente il colle, e da qui per lo stesso itinerario di salita siamo ritornati al Col de la Masse, dove abbiamo salito anche il Rateau d'Aussois (ma di questo scrivo a parte). E quindi lunga discesa fino a rientrare nuovamente a Plan d'Amont. Direi che anche stavolta la Vanoise ci ha riservato proprio una gran bella gita, pienamente soddisfatti della scelta fatta, itinerario consigliabile! Oggi, come era ampiamente prevedibile, parecchi escursionisti in azione, almeno 30 persone sono salite al Rateau d'Aussois, e una decina al Gran Roc. Una decina di persone sono salite anche alla Pointe de l'Echelle per la via normale. Le condizioni attuali sono ottime, e per chi volesse fare una gita in zona direi che vale la pena di approfittarne, le mete appetibili sono molte!
Gran bella gita e giornata spettacolare, condivisa con Laura, Alberto, Giorgio e Gianfranco (che ho rivisto con grande piacere dopo molto tempo). Weekend da ricordare, pienamente ripagati della scelta fatta! Noi abbiamo pernottato all'ottimo Gite d'Etape Fort Marie Christine di Aussois che consiglio decisamente come punto d'appoggio alternativo ai rifugi in quota, soprattutto nei periodi fuori stagione quando sono chiusi.

il Lago di Plan d'Amont, punto di partenza per la salita

il bel sentiero che conduce al Col de la Masse

la ripida conca di pietrame che porta al Col de la Masse

[visualizza gita completa]

Giudizio Complessivo :: ***** / ***** stelle
note su accesso stradale :: niente da segnalare. Parcheggio a pagamento che accetta solo franchi svizzeri
aggiungo qui la parte della salita fatta, integrando il post già inserito per la salita ai due Barrhorn. Una volta scesi allo Schollijoch, abbiamo seguito il sentierino (non segnalato come per i Barrhorn, ma comunque indicato da alcuni ometti) che risalendo la prima rampa piuttosto ripida della cresta Sud, con alcune serpentine si raggiunge il grande cupolone detritico quasi pianeggiante (davvero molto vasto ed esteso!) che porta facilmente alla piccola elevazione della cima. Terreno anche qui quasi completamente pulito, solo qualche chiazza di neve (evitabile) sulla rampa detritica iniziale sopra lo Schollijoch, poi tutto asciutto. Condizioni ottime, altra montagna facilmente accessibile come per i due vicini appena saliti (e scesi!). Dalla cima un magnifico colpo d'occhio su Bishorn, Weisshorn e Brunegghorn. Dal colle alla cima siamo saliti in 30 minuti. Ampia sosta per goderci la cima, il panorama e l'ambiente circostante da favola e poi siamo scesi. Ritornando al colle e come già descritto in altro post rientrati prima alla Turtmann hutte e poi al parcheggio di Vorder Sanntum.
Dato che eravamo vicinissimi, dopo aver salito i due Barrhorn mica potevamo esimerci dal salire anche lo Schollihorn! Era troppo ghiotta la possibilità per salire la terza cima di giornata...e giustamente ne abbiamo approfittato! In questo caso molta meno gente era presente in loco rispetto ai suoi due "vicini", visti solamente 5 persone mentre noi eravamo in discesa dall'Inners Barrhorn e nessun altro mentre noi eravamo su questa cima. Molto particolare il vastissimo pianoro sommitale, mai stato su una cima così estesa e spaziosa!! Panorama vastissimo e spettacolare dalla cima, come quello già ammirato dalle due cime dei Barrhorn. Deviazione allo Schollihorn fatta in compagnia di Giorgio, Jagoda, Claudio, Nicola e Renato. Ben felici di esserci stati e di aver fatto "tris" oggi! Siamo scesi e rientrati a casa pienamente soddisfatti, di meglio non si poteva pretendere!

itinerario di salita visto dai pressi dello Schollijoch

voltandoci indietro, poco oltre il colletto dello Schollijoch

superando la prima rampa detrica sopra lo Schollijoch

[visualizza gita completa]

Giudizio Complessivo :: ***** / ***** stelle
note su accesso stradale :: nessun problema per arrivare a Vorder Santuum
Siamo saliti sabato 14 dal parcheggio alla Turtmann hutte, una piacevole escursione di circa 2 ore, che si è svolta dapprima su stradina e poi su ottimo sentiero (sempre ben segnalato e con cartelli indicatori presenti ad ogni bivio). Partiti alle 6.00 dalla Turtman hutte, saliti per circa 30 minuti con la luce delle pile frontali, arrivando alle prime luci dell'alba in prossimità del canalino roccioso Gassi o Barrloch. Il tratto attrezzato è semplice e si supera senza problemi, roccia asciutta e ottima aderenza con gli scarponi. Seguito poi l'ottimo sentiero che sale lungo il filo della morena del Barrhorner (percorso sempre molto ben segnalato con segnavia biancorossi e numerosi ometti, superata una grande placconata abbiamo raggiunto un bivio, dove abbiamo tralasciato la traccia di destra che sale al colle dello Schollijoch per proseguire a sinistra, anche qui ottima traccia (non segnalata ma sempre molto evidente) che dapprima con una diagonale e poi una ripida e faticosa pietraia porta al colletto senza nome di quota 3488 posto tra le due cime del Barrhorn. Questo tratto è abbastanza faticoso, però dovendo salire ai Barrhorn consente di risparmiare almeno 30 minuti sui tempi di salita, evitando quindi di toccare il colle dello Schollijoch. Come prima cima abbiamo scelto di salire l'Ussers Barrhorn (il più elevato) seguendo il sentiero che sale appena sotto la ripida dorsale detritica, su terreno completamente asciutto e pulito. Arrivati in cima all'Ussers Barrhorn in 3 ore. Una bella pausa in cima e poi si riparte (mica è finita qui...!!), scesi velocemente al colletto di quota 3488 m, tralasciamo il sentiero che scende allo Schollijoch, e, saliamo su traccia di sentiero a sinistra che si tiene sotto il filo della cresta Ovest, evitando un salto roccioso e poi afferrando la facile cresta che porta in cima all'Inners Barrhorn, indicata stavolta non da una grande croce come il fratello maggiore, ma da un semplice ometto di pietre. Dall'Ussers Barrhorn all'Inners Barrhorn siamo saliti in circa 40 minuti. Non ci sono difficoltà, anche in questo caso terreno asciutto e le roccette sono pulite. Una bella pausa anche sulla seconda cima di giornata e poi ridiscesi lungo il sentierino fino al colletto di quota 3488 m e da qui su sentiero che scende in diagonale a sinistra al colle dello Schollijoch, dove siamo saliti anche sulla terza cima in programma : lo Schollihorn (ma di questo scrivo a parte). Rientrati al colle, siamo quindi scesi lungo il sentiero che porta al bivio sotto la grande bastionata rocciosa, e da qui come all'andata rientrati alla Turtmann hutte. Alle 14 eravamo nuovamente al rifugio. Gita davvero molto bella e una cavalcata che ci ha consentito di salire tre cime!
Giornata con cielo sereno e ancora caldo come da previsione. Salendo si notavano le condizioni ancora decenti per la via normale al Bishorn (ben visibile la traccia autostradale che porta in cima!).
Oggi, come era lecito attendersi, almeno 50 persone sull'Ussers Barrhorn, una decina sull'Inners Barrhorn, e incrociati molti altri escursionisti in salita e discesa. Si tratta di due cime facili da salire situate in uno scenario naturale mozzafiato e giustamente vengono molto frequentate!
Un weekend di grande e completa soddisfazione! Trovato un meteo ottimo, condizioni perfette, salite tre belle cime e, come dice il mio amico Renato, "quel che più conta in ottima compagnia"!! Ottimo gruppo davvero, grande entusiasmo, grande motivazione, e lo spirito giusto per godersi pienamente e intensamente queste belle giornate di montagna! Al rifugio ci siamo trovati bene, anche se il prezzo della mezza pensione (per soci CAI) di 70 franchi è troppo caro in rapporto al servizio offerto (niente tovaglioli, niente coltelli e niente pane a tavola durante la cena). Io ero già salito all'Ussers Barrhorn alcuni anni fa, ma sono tornato con molto piacere da queste parti, per salire le altre cime mancanti, L'Inners Barrhorn e lo Schollihorn, scelta indovinata e direi che ne è decisamente valsa la pena! Gita da 5 stelle, di nostro pieno e totale gradimento! In grande compagnia di Luigi C., Claudio M., Giorgio, Jagoda, Renato, Nicola e Gianni che saluto e ringrazio per aver condiviso con me queste due gran belle giornate!

salendo verso la Turtmann Hutte

salendo lungo la pietraia che porta alla Turtmann Hutte

salendo la placconata che porta verso lo Schollijoch

[visualizza gita completa]

Non puoi contattare gli altri gulliveriani se non sei un utente registrato. Vai alla pagina di registrazione .

Tutte le sue gite

  • Mombarone (Colma di) e Punta Tre Vescovi da San Giacomo (19/01/20)
    Sarsassi (Punta) e Monte Ciarmetta da Pellegrino (05/01/20)
    Camino (Monte) dal Santuario di Oropa (30/12/19)
    Hohture da Ganterwald (07/12/19)
    Rollin (Gobba di) da Plateau Rosà (27/10/19)
    Ciatagnera (Punta) da Grange Thuras Inferiori (13/10/19)
    Gran Roc dalla Diga di Plan d'Amont per il Col de la Masse e la cresta SE (29/09/19)
    Rateau d'Aussois (le) dalla Diga di Plan d'Amont per il Col de la Masse (29/09/19)
    Barrhorn da Gruben per la Turtmann Hutte (15/09/19)
    Schollihorn dalla Turtmanntal (15/09/19)
    Creya (Monte) da Gimillan, anello per i valloni del Grauson e di Liconi (08/09/19)
    Arselle (Pointe de l') dal Pont de la Neige per il Col de Calabourdane (31/08/19)
    Guglia o Julier (Piz) dall'Alpe Guglia per la Fuorcla Albana per e la Cresta SE (25/08/19)
    Roisetta (Mont, Punta Sud) da Saint Jacques (17/08/19)
    Vedretta (Punta della) o Hintereis da Maso Corto per il Rifugio Bellavista (12/08/19)
    Rechasse (Pointe de la) da Pralognan la Vanoise (14/07/19)
    Confinale (Monte) dalla Valle della Manzina (07/07/19)
    Bailletta (Pointe de la) da le Fornet per il Col de la Bailletta (29/06/19)
    Sesvenna (Piz) Via Normale dal Rifugio Sesvenna (24/06/19)
    Cula (Tete de la) da les Claux (02/06/19)
    Fenetre (Tete de) da Saint Rhemy (01/05/19)
    Rissace (Tete du) o le Longet da Maljasset per il Col Albert (20/04/19)
    Prado (Monte) da Case Cattalini per il Passo di Lama Lite (06/04/19)
    Chateau (Roche) da Fontcouverte (24/03/19)
    Ciardonnet (Roc) da Pra Catinat per il versante SO (17/03/19)
    Gardiole (la) da le Villard-Laté (03/03/19)
    Belvair (Piz) da Madulain (17/02/19)
    Cavalbianco (Monte) e Monte Sillano dal Passo di Pradarena, anello (09/02/19)
    Fond de Peynin (Pic du) dal Pont de Lariane per il versante Sud (20/01/19)
    Fasce (Cima delle) da Chiapili di Sotto (05/01/19)
    Corbassera o Combassera da Chiapili di Sotto (04/01/19)
    Gardiole de l'Alp (la) e Tete de Molines da Gaudissard (31/12/18)
    Piovosa (Punta la) da Tolosano, per la Comba Castellazzo e Comba dell'Oliveto (27/12/18)
    Morefreddo (Monte) da Pattemouche (16/12/18)
    Ventasso (Monte) da Ventasso Laghi per il Lago Calamone (02/12/18)
    Piana (Cima) o Mont de Panaz da Mont Blanc (25/11/18)
    Aver (Becca d') da Camptornè (11/11/18)
    Gioveretto (Cima) o Zufrittspitze Via Normale dalla Val d'Ultimo (Ultental) (14/10/18)
    Arpisson (Punta) da Gimillan per Tsaplana (06/10/18)
    Toblin (Torre di) Ferrata Feldikurat/Cappellano Hosp (24/09/18)
    Paterno (Monte) Ferrata Innerkofler-De Luca (23/09/18)
    Paramont (Becca Bianca del) Via Normale da La Joux per il Rifugio Deffeyes (09/09/18)
    Collerin (Monte) da Pian della Mussa (27/08/18)
    Rochefort (Aiguille e Dome de) Cresta di Rochefort (21/08/18)
    Nera della Grivola (Punta) dal Valnontey per il Colle della Nera (12/08/18)
    Brusalana (Pic) dalle Grange del Bersagliere per la Sella d'Asti (06/08/18)
    Maniglia (Monte) da Sant'Anna (22/07/18)
    Tournelon Blanc Via Normale da Fionnay (07/07/18)
    Valrossa (Punta) o Rotentalhorn da Riale per il Rifugio Maria Luisa (28/06/18)
    Grande Ruine (la) - Pointe Brevoort Via Normale da le Pont d'Arsine (24/06/18)
    Bianco (Pizzo) da Pecetto per la Capanna Zamboni e il canalone Chiovenda (10/06/18)
    Seras (Punta) da Chianale (27/05/18)
    Ombière (Pic) da Fontcouverte (12/05/18)
    Demi (Pointe du) da Fontcouverte (12/05/18)
    Tre Chiosis (Punta) da Genzana per la Costa Ciarinosa e la Costa Tre Chiosis (30/04/18)
    Breithorn Occidentale da Cervinia (22/04/18)
    Marta (Balcone e Cima di) da Colla Melosa, anello per i Monti Grai e Ceriana (15/04/18)
    Zerbion (Monte) da Promiod per la cresta Ovest (02/04/18)
    Orogna (Scatta e Punta d') dall'Alpe Devero, anello per il Monte Cazzola (25/03/18)
    Bettolina (Monte) da Staffal per il Colle di Bettaforca (28/01/18)
    Spigolino (Monte) dalla Doganaccia per il rifugio Duca degli Abruzzi, anello (14/01/18)
    Pence (Monte) da Sant'Anna per il Vallone Balma (01/01/18)
    Bondormir (Cima del) da Prafauchier (31/12/17)
    Faraut (Monte) da Sant'Anna (23/12/17)
    Founs (Rocce) quota 2762 m da Pian della Regina per il Vallone Cumbal del Rio (09/12/17)
    Tantanè (Monte) da Artaz, anello per il Lago Croux (26/11/17)
    Gran Sometta dalla strada per Cheneil (11/11/17)
    Percià (Punta) da Bruil per il Colle di Entrelor (29/10/17)
    Cristalliera (Punta), Punta Malanotte, Punta Pian Paris dal Rifugio Selleries, anello (22/10/17)
    Viglino (Cima) da Casterino (21/10/17)
    Cerces (Pointe des) da Chalets de Laval (08/10/17)
    Tofana di Dentro - Tofana di Mezzo Via Normale e traversata da Baita Pietofana (23/09/17)
    Nigro (Rocca del) da Chianale, anello per i colli Biancetta e di Saint Veran (10/09/17)
    Mettelhorn e Platthorn Via Normale da Zermatt per il Vallone del Triftbach (27/08/17)
    Tessa (Monte Rosso di) o Roteck via normale dal Rifugio Cima Fiammante (21/08/17)
    Rossa della Grivola (Punta) da Valnontey per il Colle della Rossa (12/08/17)
    Pelaou Blanc da Pointe de Neige per la Pointe des Fours (05/08/17)
    Marmolada, Punta Penia Via Ferrata Cresta Ovest, traversata Ghiacciaio di Vernel (22/07/17)
    Tuf (Punta del) da Valnontey per il Col Lauson (12/07/17)
    Lesache (Aiguille de) o des Sasses dal versante Est (08/07/17)
    Ondezana (Punta) Via Normale dalla Diga di Teleccio (25/06/17)
    Grande Casse Via Normale dai Grands Couloirs (18/06/17)
    Grand Etret (Testa del) da Pont Valsavarenche (03/06/17)
    Nera (Punta) e le Grand Argentiere dalla Valle del Frejus per il Colle del Frejus (28/05/17)
    Ciantiplagna (Cima) da Pian dell’Alpe per il versante SO (21/05/17)
    Gran Costa (Monte), Testa di Mottas, Testa dell'Assietta da Grand Puy, anello (07/05/17)
    Valfredda (Punta) e Testa del Coin dal Ponte d'Almiane (23/04/17)
    Frejus (Punta del) e Cote de Traversière dalla Prè Fontana Borca per il Colle del Frejus (22/04/17)
    Nefelgiù (Corno Orientale di) da Alpe Stafel per il Vallone di Nefelgiù (17/04/17)
    Valfredda (Punta) e Punta Valnera da Estoul, possibile anello (09/04/17)
    Bieteron (Monte) da Estoul (08/04/17)
    Giobert (Monte) da Preit (12/03/17)
    Boscasso (Bric) da Chialvetta (11/03/17)
    Clogstafel (Punta) da Valdo (26/02/17)
    Libro Aperto dal Passo dell'Abetone per la Foce delle Verginette (12/02/17)
    Bandiera (Pizzo) da Alpe Devero per i Piani della Rossa (22/01/17)
    Elgio (Punta d') o Helgenhorn da Riale per il Lago di Toggia (06/01/17)
    Straffelgrat dal Passo del Sempione (30/12/16)
    Sirwoltehorn da Engiloch, per il Vallone di Sirwolte (29/12/16)
    Schilthorn da Engiloch per il Vallone di Sirwolte (10/12/16)
    Fin Fond (Tete de) per il Vallon de Bachasse ed il versante Est (12/11/16)
    Rocchetta (Punta) e Colle della Terra da Chiapili di Sopra (29/10/16)
    Aquiletta (Punta) o Oilletta da Vens (16/10/16)
    Rossa di Sesto (Croda) da Bagni di Moso per la ferrata Cotoni di Croda Rossa e discesa per la ferrata del Castelliere (01/10/16)
    Orsiera (Monte) dal Rifugio Selleries per la Via Normale del Canalone E (25/09/16)
    Rocciavré (Monte) dal Rifugio Selleries per il Vallone del Rouen (24/09/16)
    Robinet (Monte) dal Rifugio Selleries (24/09/16)
    Giove (Monte) da Sagersboden per il Rifugio Margaroli e il Lago del Busin (11/09/16)
    Vitello (Corno) da Estoul per il Rifugio Arp (04/09/16)
    Ulrichshorn Cresta SO dalla Mischabel Hutte per il Windjoch (22/08/16)
    Breithorn Orientale Via Normale da Plateau Rosa (14/08/16)
    Roccia Nera e quota 4106 m o Gemello del Breithorn Via Normale da Saint Jacques (30/07/16)
    Camosci (Punta dei) o Battelmatthorn dalla Diga di Morasco, anello per Passo del Gries (24/07/16)
    Rabuigne (Punta di) Via Normale da Usellières (26/06/16)
    Arbola (Punta d') Via Normale da Valdo per il Rifugio Margaroli (19/06/16)
    Tormotta o Tormottaz da Lago del Verney (04/06/16)
    Estrop (Tete de l') da La Foux d'Allos, anello versanti SE - Ovest (22/05/16)
    Almiane (Punta d') dal Ponte d'Almiane (25/04/16)
    Cistella (Monte) da Dreuza per il Canalone di Solcio (10/04/16)
    Meidassa (Monte) da Pian della Regina (26/03/16)
    Magehorn da Engiloch (13/03/16)
    Galehorn da Engiloch per il Vallone di Sirwolte (12/03/16)
    Founs (Rocce) quota 2762 m da Pian della Regina per il Vallone Cumbal del Rio (20/02/16)
    Vertosan (Mont) da Vetan per il Col Fenetre (30/01/16)
    Fortin (Mont) da Pont Serrand per il Vallone di Chavannes (03/01/16)
    Costazza (Bec) dalla strada per Dondena (29/12/15)
    Tormotta o Tormottaz da Pont Serrand per il Lago Verney (19/12/15)
    Camoscio (Corno del) da Staffal per il Passo dei Salati (06/12/15)
    Alta Luce o Hochlicht dal Lago Gabiet per il versante Sud (05/12/15)
    Morfreid (Monte), Monte Cialmassa, Cima delle Serre anello da Elva per il Colle della Bicocca e Colle di Sampeyre (21/11/15)
    Telcio (Punta) da Staffal, anello (07/11/15)
    Nera (Punta), le Grand Argentiere da Grange della Rho (24/10/15)
    Aigle (Bec de l') da Larche per il Vallon de Font Crèse, anello (17/10/15)
    Carrèe (Tete) da le Pontet per il Vallon de Lauzanier (04/10/15)
    Fiscalina di Mezzo (Croda) o Oberbachernspitze Mittl da Campo Fiscalino per il Passo Fiscalino (20/09/15)
    Popera (Monte) Via Normale da Campo Fiscalino per il Rifugio Comici (19/09/15)
    Acotango (Volcan) da Pueblo Sajama (17/08/15)
    Uturuncu (Volcan) Via Normale da Quetena Chico (14/08/15)
    Chacaltaya (Cerro) da La Paz (10/08/15)
    Ischiator (Becco Alto d') da Pian della Regina per il Vallone del Piz ed il versante NE (02/08/15)
    Terrarossa (Punta di) o Wasenhorn dal Passo del Sempione (18/07/15)
    Gran Fabbro (Schmied) da Melago per il Rifugio Pio XI (05/07/15)
    Cima del Lago Bianco (Weisseespitze) da Melago per il Rifugio Pio XI con possibile anello alla Hoch Vernagl Wand (04/07/15)
    Fallère (Mont) da Vetan, anello (27/06/15)
    Lauze (Dome de la) Via Normale dal Refuge Chancel per il Glacier de la Girose (21/06/15)
    Chevalier (le) - Ventebrun dal Lac des Eissaupres, anello per il Vallon du Chevalier e il Pas de Toureis (13/06/15)
    Cimet (le) da Bayasse per il Vallon Ravin de la Grande Cayolle (31/05/15)
    Pierre Muret (Tete) dalle Grange Mouchecuite (17/05/15)
    Plastres (les) da Saint Anne la Condamine per il versante Est (02/05/15)
    Restefond (le) dal Pont Ravin de la Combette per il Vallon de Clapouse (26/04/15)
    Ruissas (Monte) da Lausetto (12/04/15)
    Dure (Tete) da le Pontet per il versante Sud (06/04/15)
    Pioltone (Pizzo) o Camoscellahorn da San Bernardo (29/03/15)
    Aquiletta (Punta) o Oilletta da Vetan (21/03/15)
    Maderhorn dal Passo del Sempione (08/03/15)
    Arezhorn dal Passo del Sempione (07/03/15)
    Cialmassa (Monte) e Cima delle Serre da Serre per la Costa Serre (28/02/15)
    Tempesta (Punta) da Tolosano per la Comba Castellazzo (01/02/15)
    Cazzola (Monte) da Alpe Devero (24/01/15)
    Arpillon (l') da Saint Anne la Condamine per il versante NE (01/01/15)
    Caire Brun (Sommet du) dal Pont de la Combette per il Vallon de Clapous (31/12/14)
    Giosolette (Cima) da Limonetto (28/12/14)
    Chevalier (le) anticima NE quota 2804 m dal Pont Ravin de la Combette per il Vallon de Clapouse (13/12/14)
    Tre Potenze (Alpe) da Le Regine per la Val Sestaione (29/11/14)
    Orogna (Scatta e Punta d') dall'Alpe Devero, anello per il Monte Cazzola (22/11/14)
    Bussola (Corno) da Estoul, anello per il Colle Palasina e Punta del Lago (25/10/14)
    Liconi (Testa di) da Morge (18/10/14)
    Oin (Cima d') Via Normale dalla Diga del Serrù per il Passo della Vacca (04/10/14)
    Buffettes (Pointe des) da le Pont de la Neige (21/09/14)
    Bard (Cima di) da Grange dell'Arpone per la Capanna Vacca (20/09/14)
    Leppe (Punta di) da Gimillan per il Mont Vallonet (06/09/14)
    Kilimanjaro Machame Route (6 gg) (25/08/14)
    Klein Furkahorn dal Furkapass per la cresta Sud-Est (14/08/14)
    Sabbione (Punta del) o Hohsandhorn dalla Diga di Morasco (27/07/14)
    Hubschhorn dal Passo del Sempione (19/07/14)
    Francesetti (Punta) e Pointes de la Piatou Via Normale da l'Ecot per il Passo delle Disgrazie (06/07/14)
    Traversiere (Becca della) da Usellières per il Rifugio Bezzi e il Colle Bassac Derè (22/06/14)
    Iseran (Signal de l') dal Col de l'Iseran per la cresta Sud-Ovest (14/06/14)
    Bezin (Pointe Nord e Sud de) Pointe de la Met, Ouille de Tretetes da Pont de la Neige (01/06/14)
    Bezin Nord (Pointe de) per la Combe de la Jave e possibile anello (01/06/14)
    Gardiola o Gardiora (Cima) dalla Diga di Rochemolles per il Colle della Pelouse (24/05/14)
    Lupo (Cima del) da Chianale per il Vallone Antolina e il Vallon du Loup (17/05/14)
    Mourre Haut (le) dal Pont de la Combette per il versante NO (05/05/14)
    Fiutrusa (Punta di) da Sant'Anna per il Vallone di Rui (26/04/14)
    Fourchon (Mont) da Saint Rhemy en Bosses (12/04/14)
    Tète Noire (Pointe de la) o de la Mandette per il versante SE (30/03/14)
    Fonteinte (Tete de) da Saint Rhemy per il Col de Fonteinte (16/03/14)
    Tochuhorn dal Passo del Sempione (08/03/14)
    Giobert (Monte) da Preit (22/02/14)
    Armetta (Monte) da Madonna del Lago per il Colle di San Bartolomeo (09/02/14)
    Spitzhorli dal Passo del Sempione (11/01/14)
    Midia Soprano (Monte) da Chialvetta per il Monte Estelletta (01/01/14)
    Soleglio Bue (Cima del) o Beau Soleil da Preit (31/12/13)
    Gardiola (Cima la) da Certosa di Pesio (21/12/13)
    Ghincia Pastour (Monte) da Pian della Regina (07/12/13)
    Cialancia (Cima) da Desertetto per il Colle Arpione (01/12/13)
    Grand Pays da Lignan (17/11/13)
    Observatoire (Pointe de l') dalla Diga di Plan d'Amont per il Col d'Aussois (01/11/13)
    Grand Vallon (Pointe du) da Bellecombe, per la cresta SO (19/10/13)
    Laroussa (Monte) da San Bernolfo per il Passo di Laroussa (12/10/13)
    Ghinivert (Bric) da Pattemouche per il Colle del Beth (28/09/13)
    Lavarella o La Varella (Piz) dalla Capanna Alpina (08/09/13)
    Tofana di Rozes Via Ferrata Lipella (07/09/13)
    Abeni Flue Via Normale da Fafleralp (31/08/13)
    Grave (Pic de la) via Normale dal Col des Ruillans per il versante Nord (23/08/13)
    Basodino (Monte) dalla Capanna Basodino per la Via Normale Svizzera (17/08/13)
    Pelouse (Tete de) dal Pont Rouge per il Vallon de Lauzanier (07/08/13)
    Pelvo di Ciabrera da Sant'Anna per il Colle Autaret (20/07/13)
    Roccia Nera Via Normale da Plateau Rosa (14/07/13)
    Adula o Rheinwaldhorn Via Normale dalla Val Carassina (30/06/13)
    Sagnes Longues (Pointe des) dalle Bergerie de Tioures per il Vallon de Clausis (23/06/13)
    Crevacol (Testa di) da Crevacol (01/06/13)
    Monega (Monte) e Carmo dei Brocchi dal Passo della Teglia (19/05/13)
    Rocca Nera (Punta) da Pra Catinat per il Lago Ciardonnet (05/05/13)
    Liste (Cima delle) o Punta Gardetta da Indiritti (13/04/13)
    Bosco (Cima del) da Thures (06/04/13)
    Fetita (Punta) o Falita da Challancin per il Col de Bard (16/03/13)
    Facciabella (Monte) da Mandriou per il Colle di Vascoccia (02/03/13)
    Bram (Monte) da San Giacomo (09/02/13)
    Quinzeina o Quinseina (Punta Sud) da Santa Elisabetta (26/01/13)
    Garitta Nuova (Testa di) da Danna per la dorsale SE, possibile anello per il Colle del Prete (05/01/13)
    Gavia (Punta della) da Pra Catinat per il Rifugio Selleries e il Colle del Sabbione (01/01/13)
    Cristalliera (Punta) da Pra Catinat per il Rifugio Selleries e il Colle Superiore di Malanotte (31/12/12)
    Birrone (Monte) da Palù per il Colle Birrone (22/12/12)
    Ciotto Mieu o Mien (Monte) e Monte Creusa Ovest da Limonetto (08/12/12)
    Vigna (Monte La) dal Rifugio Melezè per il Colle di Reisasetto (24/11/12)
    Croce (Monte) o Brun da Saint Jacques (17/11/12)
    Courbe (Tète de la) da Saint Ours per il Col de Mirandol e la cresta NO (21/10/12)
    Siguret (Tête de) e Tête de Cuguret da Plan d'Eau de Jausiers per la cresta Sud (20/10/12)
    Panestrel (Pic de) da la Blachière per il Vallon des Houerts e la cresta Sud (07/10/12)
    Grande Séolane da les Agneliers per il Col des Thuiles (06/10/12)
    Costan (Punta) da Malciaussia per il Colle Autaret (22/09/12)
    Duleda o Duledez (Piz) da Santa Cristina Val Gardena, giro Forcelle dla Roa, Nives e de Sieles (09/09/12)
    Rigais (Sass) dal Rifugio Firenze, anello delle Vie Ferrate Est-Sud (08/09/12)
    Dufour (Punta) Cresta Rey (28/08/12)
    Nubiera (Buc de) da Fouillouse (21/08/12)
    Ecrins (Barre des) Via Normale da Pré de Madame Carle (11/08/12)
    Pers (Pointe e Aiguille) dal Col de l'Iseran per il Col Pers (04/08/12)
    Barrhorn da Gruben per la Turtmann Hutte (23/07/12)
    Brunegghorn da Gruben per la Via Normale dalla Turtmannhutte (22/07/12)
    Foreant (Pic de) dal Refuge Agnel, anello per il Lac Foreant (15/07/12)
    Giasson (Becca di) da Usellières per il Rifugio Bezzi (08/07/12)
    Bassac Nord (Punta) da Usellières per il Col Bassac e la cresta Sud (07/07/12)
    Finale (Punta di) o Finailspitze da Vernago per Giogo di Tisa e cresta NE (24/06/12)
    Similaun da Vernago per la Vedretta del Giogo Basso (23/06/12)
    Noire (Ouille) dal Pont de la Neige (09/06/12)
    Terra Nera (Monte) da Thures, traversata per la cime Dormillouse e Viradantour e Colletto Clausis (02/06/12)
    Agnello (Colle dell') da Chianale (19/05/12)
    Verde (Rocca) da Pontebernardo per il Vallone di Stau (05/05/12)
    Malamot (Monte) o Pointe Droset da Piano San Nicolao (28/04/12)
    Costabella del Piz (Testa della) da Pietraporzio (21/04/12)
    Chalance Ronde (Pointe de) da Montgenèvre per la Pointe de Rochers Charniers (31/03/12)
    Vertosan (Monte Rosso di) da Vetan (17/03/12)
    Chateau Renard (Pic de) e Pic Traversier da Pont de Lariane per il Vallon de Longet (04/03/12)
    Pisse (Barre de la) dal Col de Vars per il col du Crachet (03/03/12)
    Palù (Cima) da Carnino Superiore (18/02/12)
    Cialancion (Tète de) da Chiappera per il Vallone del Maurin e il pendio SO (07/01/12)
    Ronde de l'Escuzier (Tete) per il Vallon de la Moutière ed il versante NO (01/01/12)
    Guglie (Punta delle) da Foresto (26/12/11)
    Sagneres (Pic delle) da Sant'Anna per il Vallone Traversagn (10/12/11)
    Rascias (Mont) dalla strada per Dondena (04/12/11)
    Rossette (Cima delle) da Chianale (19/11/11)
    Crosa (Cima di) da Meire Bigorie (13/11/11)
    Gran Tempesta (Rocca della) o Rocher de la Grande Tempete dalla Valle Stretta per il Passo della Gran Tempesta (30/10/11)
    Fenilia (Punta) da Lillaz (15/10/11)
    Meyna (Sommet de la) Via Normale da Saint Ours per il Versante Sud (09/10/11)
    Sana (Pointe de la) da Bellecombe per il Refuge de la Femma (02/10/11)
    Ulrichshorn Cresta SO dalla Mischabel Hutte per il Windjoch (11/09/11)
    Epaisseur (Aiguille de l') da Bonnenuit per il Refuge des Aiguilles d'Arves (28/08/11)
    Stok Kangri Via Normale dalla Stok Valley (18/08/11)
    Kang Yatse II o Nemaling Peak Via Normale dalla Markha Valley (12/08/11)
    Putia (Sass da) da Malga Zannes per la Forcella da Putia (23/07/11)
    Chatelard (Pointe de) da le Collet (16/07/11)
    Arpont (Dome de l') e Dome de Chasseforet Via Normale da Pont de Chatelard (03/07/11)
    Pelvoux Via Normale Couloir Coolidge (25/06/11)
    Etendard (Pic de l') Via Normale dal Croix de Fer (12/06/11)
    Filon (Tète du) da Glacier (28/05/11)
    Carro (Cima del) dal Lago del Serrù (21/05/11)
    Petit Rochebrune da les Fonds (08/05/11)
    Lauzanier (Bosse de) da Le Pontet per la Val Fourane e il Col du Quartier d'Aout (25/04/11)
    Trouma de Boucs da Ruz per i Colli Crete Seche e Chardoney (17/04/11)
    Crouès (Tete de) da Saint Anne la Condamine per il Vallon Riou de Crouès e la cresta Nord (09/04/11)
    Sebolet (Cima) da Sant'Anna (26/03/11)
    Cimone (Monte) da Doccia di Fiumalbo (18/03/11)
    Plate Longe (Tete de) da Larche, anello (26/02/11)
    Paglietta (Monte) da Prailles (19/02/11)
    Telliers (Mont) da Bourg Saint Bernard (05/02/11)
    Chaligne (Punta) e Punta Metz da Thouraz (15/01/11)
    Clausis (Pic de) da Abries (01/01/11)
    Viridio (Monte) e Cima Viribianc da Chiappi per il Vallone Inciastar (11/12/10)
    Gorfi (Monte) da San Giacomo (04/12/10)
    Vallon Claous (Tete de) dalla strada per il Col de Vars (13/11/10)
    Palasina (Punta) da Estoul (06/11/10)
    Escreins (Pointe des) dal Refuge de Bassa Rua per il Col des Houerts (23/10/10)
    Grand Queyras (le) da Fontgillarde (16/10/10)
    Violetta (Punta) dall'Alpe Renarda per Bastalon e i Laghi Losere (03/10/10)
    Entrelor (Cima di) da Pont Valsavarenche per il Vallone di Meyes (26/09/10)
    Nera della Grivola (Punta) dal Valnontey per il Colle della Nera (12/09/10)
    Parinacota (Volcan) da Pueblo Sajama per il versante O (24/08/10)
    Sajama (Nevado) Via Normale dal Versante O e dalla cresta NO (21/08/10)
    Thunupa (Volcan) da Jirira per il versante e cresta NO (12/08/10)
    Palù (Piz) Cima Orientale e Cima Centrale Via Normale svizzera dalla Chamanna Diavolezza (25/07/10)
    Valletta (Punta) da Pila Sentiero Attrezzato Panorama (18/07/10)
    Ronce (Pointe de) da l'Arcelle Neuve (11/07/10)
    Cevedale (Monte) e Zufall Spitze Cresta NE dal Rifugio Casati (25/06/10)
    Vautisse (Tète de) per il Vallon de la Selle ed il versante Est (19/06/10)
    Mortice (Sommet/Signal de la) da Grande Serenne per Vallon de Serenne (05/06/10)
    Ruine (Monte) da Chianale per il Vallone di Soustra e il Vallone Bonafonte (29/05/10)
    Chiapous (Cima del) per vallone di Lourousa, Colle Chiapous e il versante S (16/05/10)
    Avers (Pointe des) da les Chalmettes per il versante OSO (08/05/10)
    Malacosta (Testa di) da Sant'Anna per il Vallone Baiso del Colle (25/04/10)
    Grand Parpaillon da La Chalp per il Vallon de Crevoux (11/04/10)
    Eyssina (Pointe de l') per il Col du Crachet e la cresta Sud (05/04/10)
    Ostanetta (Punta) e Punta dal Razil o Rumelletta da Ostana, anello per Punta Selassa (27/03/10)
    Ciarmetta (Rocce) dal Santuario di San Magno per il Colle del Vallonetto (14/03/10)
    Cervetto (Testa di) da Meire Bigorie (06/03/10)
    Mindino (Bric) da Colla di Casotto (21/02/10)
    Resy (Palon di) da Saint Jaques (14/02/10)
    Sainte Marie (Mont) da Casterino (31/01/10)
    Dure (Tete) da le Pontet per il versante Sud (24/01/10)
    Baussetti (Monte) da Bossea per le case Mondini (16/01/10)
    Sommette (Rocca delle) da Preit per il Colle Soleglio Bue (27/12/09)
    Giordano (Monte) da Serre per Colle Servagno (28/11/09)
    Bec Roux (le) da Fouillouse (22/11/09)
    Parpaillon (Montagne de) dal Col de Vars per il Vallon du Crachet (21/11/09)
    Fremamorta (Cima di) dal Gias delle Mosche per i Laghi di Fremamorta, anello (07/11/09)
    Homme (Brec de l') da Fouillouse per il Ref. de Chambeyron, il canale SO e cresta O (01/11/09)
    Pelvo (Cima del) da Grange Thuras Inferiori per il Colle del Pelvo (11/10/09)
    Lamet (Pointe du) dal Versante S/SO e il Signal du Lamet (04/10/09)
    Gran Queyron e Cima Frappier dalla Valle Argentera (20/09/09)
    Miage (Domes de) traversata est-ovest (06/09/09)
    Merciantaira (Punta) o Grand Glaiza da Bergerie du Lombard (29/08/09)
    Grande Rochere e Petit Rochere da Planaval (22/08/09)
    Lenin (Pik) versante nord (09/08/09)
    Rochebrune (Pic de) Via Normale e Cresta Sud dal Col d'Izoard (19/07/09)
    Grande Sassière (Aiguille de la) dalla Diga di le Saut (05/07/09)
    Sant'Orso (Torre di) Via Normale da Valnontey (28/06/09)
    Grand Bérard (le) dal Vallon Bérard per la cresta Sud, anello per il Vallon de Parpaillon (24/06/09)
    Gay (Becca di) Via Normale dalla Diga di Teleccio (14/06/09)
    Miravidi (Monte) dal Colle del Piccolo San Bernardo per il Ghiacciaio d'Arguerey (02/06/09)
    Longet (Tete de) da Saint Veran per il Vallon de l'Aigue Blanche (23/05/09)
    Tsan o Cian (Dome de) dalla Diga di Place Moulin (17/05/09)
    Entre Deux Sauts (Tète) da Planpincieux (03/05/09)
    Grande Combe (la) dal Col de Vars per il Vallon du Crachet (25/04/09)
    Parassac (Tète de) da Larche per il Vallon de Parassac (13/04/09)
    Vallonet (Tète du) da Chiappera per il Vallone del Maurin (05/04/09)
    Sea Bianca (Punta) da Pian della Regina (15/03/09)
    Frioland (Monte) da Borgo Crissolo per il Colle delle Porte (14/03/09)
    Briccas o Trucchet da Brich (14/03/09)
    Rasciassa (Punta) da Meire Bigoire per il Colle di Luca (08/03/09)
    Valnera (Punta) da Estoul per il vallone del Rio Chamen (22/02/09)
    Arp Vieille (Mont) da Bonne (21/02/09)
    Galibier (Pic Blanc du) dal Col du Lautaret (31/01/09)
    Leissè o Leysser (Punta) da Vetan (17/01/09)
    Paneyron (Tète de) dal Col de Vars (02/01/09)
    Pierre (Pointe de la) da Ozein (28/12/08)
    Aquila (Punta dell') dall'Alpe Colombino (21/12/08)
    Dormillouse (Cima) da Thures (07/12/08)
    Frà (Testa dei) da Morge per il Colle Fetita (23/11/08)
    Malta (Punta) da Castello per il Vallone delle Giargiatte (09/11/08)
    Vannetta (Becca) dalla Diga di Place Moulin (26/10/08)
    Ribon (Pointe du) da Malciaussia (12/10/08)
    Sulè (Punta) da Malciaussia (28/09/08)
    Suessa (Becca di) o Pointe des Mines Via Normale da Surier per la Cresta Nord (21/09/08)
    Petit Mont Cenis (Signal du) o Punta Clairy dal Refuge du Petit Mont Cenis per il Col de Sollieres (07/09/08)
    Languard (Piz) da Bernina Sout e Fourcla Pischa (28/08/08)
    Morteratsch (Piz) Via Normale della cresta Nord (27/08/08)
    Rimpfischhorn Via Normale dalla Fluealphutte (10/08/08)
    Pigne d'Arolla Via Normale da Arolla (03/08/08)
    Fletschhorn da Saas Grund (20/07/08)
    Rossa (Rocca) e Pan di Zucchero anello dal Colle dell'Agnello (12/07/08)
    Breithorn Via Normale dal Passo del Sempione (29/06/08)
    Font Sancte (Pic Nord de la) via normale del Canale O da Haute Rua (22/06/08)
    Pelat (Mont) dal Col de la Cayolle per il versante SE (01/06/08)
    Basse de Mary (Pointe) da Maljasset per il Vallon de Mary, il versante e cresta SO (11/05/08)
    Camosciera (Bric) da Chiazale (04/05/08)
    Vanclava (Monte) o Tète de Vauclave da le Pontet (27/04/08)
    Nana (Bec di) o Falconetta da Cheneil per il Colle di Croux (06/04/08)
    Pelvo (Monte) - Sibolet (Punta) dal Santuario San Magno per il Colle Esischie, discesa Vallone della Miniera (25/03/08)
    Montagnetta Est (Cima della) da Pietraporzio per la Bassa di Schiantalà (16/03/08)
    Grande (Becco) cima Ovest per il Colle del Preit e il Colle d'Ancoccia (02/03/08)
    Bodoira (Monte) da Preit (17/02/08)
    Maurel (Monte) da Sant'Anna (09/02/08)
    Buffanaro (Punta ) Canale Nord dal Passo del Lagastrello (27/01/08)
    Zanotti (Punta) da Pietrapozio per la Bassa di Schiantalà ed il versante NE (31/12/07)
    Costabella del Piz da Pietraporzio per il Passo Sottano delle Scolettas (30/12/07)
    Falinere (Punta) da Chamois (16/12/07)
    Parvo (Punta) dal Santuario di San Magno per il Vallone Fauniera e la cresta NO (08/12/07)
    Viraysse (Monte) da Larche, anello per il Colle Sautron, la cresta NO e il Lac de la Reculaye (18/11/07)
    Faroma (Monte) da Porliod e la Cresta NE (11/11/07)
    Farneireta (Pic de la) e Petite Tete Noire da Chianale il Col Longet e il Col de la Noire (14/10/07)
    Blanc (Truc) Via Normale da Usellières per il Rifugio Bezzi (07/10/07)
    Chambeyron (Aiguille de) Via Normale da Chiappera (23/09/07)
    Aval (Pointe d') o Pointe de Chauvet da Fouillouse per il Refuge de Chambeyron (22/09/07)
    Ponton (Tour) da Dondena, anello per Fenetre de Champorcher e Col Pontonnet (09/09/07)
    Nevado Pisco Oeste Cresta SO (17/08/07)
    Bessanese (Uja di) Via Normale Italiana da Pian della Mussa (15/07/07)
    Piccolo Monte Bianco o Petit Mont Blanc da La Visaille (08/07/07)
    Kurz (Punta) - Mont Brulè dalla Diga di Place Moulin (23/06/07)
    Asgelas (Punta dell') o du Lac Gelè da Dondena , anello per Il Monte Rascias e Lago Miserin (17/06/07)
    Cuguret (Tète de) da plan d'eau di Jausiers (04/06/07)
    Agnel (Cima dell') Canale Nord-Ovest dal Lago della Rovina (20/05/07)
    Cervet (Monte) da Chiappera per il Colle di Rui (13/05/07)
    Ghilié (Cima) da Pian della Casa del Re per il Vallone di Balma Ghilié (29/04/07)
    Albrage (Monte) e Monte Freide da Lausetto per la Val Fissela (22/04/07)
    Enchastraye (Monte) da Grange di Argentera (15/04/07)
    Cassin (Bric) da Chialvetta (08/04/07)
    Trécare (Becca) da Cheneil per il Col Croux e Col di Nana (24/03/07)
    Eyssiloun (Tete de l'), Adrechouns (Tete des) da Saint Ours per il Col de Mirandol e la cresta Sud-Est (11/03/07)
    Cusna (Monte) da Casalino per i Prati di Sara ed il versante Nord-Ovest (04/03/07)
    Zerbion (Monte) da Barmasc per il Colle Portola a la cresta Est (17/02/07)
    Steliere (Monte le) da Bagni di Vinadio per il Vallone Insciauda (28/01/07)
    Rognosa della Guercia (Testa) per il Vallone della Saumae di Tesina (21/01/07)
    Fer (Tète de) da Maison Meane per il Vallon de Corrouit (07/01/07)
    Lac Blanc (Pic du) dalla Valle Stretta (31/12/06)
    Fauniera (Punta) da Santuario di San Magno (24/12/06)
    Soubeyran (Monte) o Tete de l'Alp da le Pontet per il Colle delle Munie (26/11/06)
    Niera (Roc della) Via Normale e Via dei Diedri da Chianale (05/11/06)
    Ciamarella (Uja di) Via Normale da Pian della Mussa (29/10/06)
    Turo (Rocca) da Pian della Mussa, anello (28/10/06)
    Glacier (Mont) da Dondena, anello per il Lago Miserin (14/10/06)
    Salza (Monte) da Sant'Anna (08/10/06)
    Bellavista (Monte) per la Forcola Bellavista e la cresta NE (10/09/06)
    Vioz (Monte) da Peio Fonti (27/08/06)
    Cevedale (Monte), Monte Vioz, Palon de la Mare da Pejo Fonti, traversata (27/08/06)
    Maladecia Via Normale dal Canalone SO (20/08/06)
    Nadelhorn Via Normale della Cresta NE (10/08/06)
    Zebrù (Monte) o Piccolo Zebrù via Normale dal Rifugio V Alpini (30/07/06)
    Nona (Becca di) da Pila (23/07/06)
    Platasse (Monte) da Brusà del Plan (16/07/06)
    Rutor (Testa del) Via Normale da La Joux per il Rifugio Deffejes (09/07/06)
    Grande Aiguille Rousse dal Lago del Serrù per il Colle della Vacca (25/06/06)
    Coolidge (Colletto) Canale di Lourousa (11/06/06)
    Baus (il) Via Normale dal Piano della Casa del Re per il Colle della Culatta (03/06/06)
    Grand Capelet (Mont du) da Les Mesches (20/05/06)
    Rossa (Rocca) Canale Nord di Sx (14/05/06)
    Matto (Monte, Cima Est) da S.Anna per il Vallone della Meris (24/04/06)
    San Bernolfo (Rocca di) da Strepeis (06/04/06)
    Casarola (Monte) da Succiso Nuovo per il Rif. Consiglio e la cresta N (26/03/06)
    Bertrand (Monte) da Upega, per la Colla Rossa e cresta SE (12/03/06)
    Sea Bianca (Punta) da Pian della Regina (12/02/06)
    Carmo di Carrega (Monte) e Monte Alfeo da Capanne di Carrega per dorsale SO (05/02/06)
    Viraysse (Tète de) da Saint Ours per il Col de Mallemort (08/01/06)
    Pelvo (Il) o Pic de Caramantran da Chianale per il Colle di Saint Veran e la cresta SO (31/12/05)
    Collalunga (Cima di) da San Bernolfo per il Vallone di Collalunga (18/12/05)
    Tempesta (Punta) dal Santuario di San Magno per il Colle Intersile (11/12/05)
    Tresenta (la) da Pont Valsavarenche (20/11/05)
    Boucher (Roc del) da Grange Thuras Inferiori per il Versante SSO (12/11/05)
    Losetta (Monte) diretta versante Ovest dal Vallone di Soustra (30/10/05)
    Thabor (Monte) da Grange di Valle Stretta (16/10/05)
    Tofana di Rozes Via Ferrata Lipella (01/10/05)
    Grande Sassière (Aiguille de la) dalla Diga di le Saut (24/09/05)
    Fourchon (Mont) da Montagna Baus (18/09/05)
    Nera della Grivola (Punta) dal Valnontey per il Colle della Nera (17/07/05)
    Rossa della Grivola (Punta) da Valnontey per il Colle della Rossa (16/07/05)
    Albergian (Monte) da Pragelato (03/07/05)
    Taou Blanc (Monte) dai Piani del Nivolet (05/06/05)
    Clapier (Monte) da Pont Du Countet (22/05/05)
    Gioffredo (Punta) da San Bernolfo per i Laghi del Lausfer (15/05/05)
    Ventasuso (Monte) dal Colle della Maddalena (20/03/05)
    Tibert (Monte) da Santuario di San Magno (11/03/05)
    Aconcagua Traverso de Los Polacos (19/01/05)
    Fascia (Cima della) da Limone Piemonte (12/12/04)
    Bellino (Monte) da Grange Collet per il Colle di Bellino (28/11/04)
    Ramière (Punta) o Bric Froid da Grange Thuras (07/11/04)
    Gros Peyron dal Rifugio Scarfiotti (24/10/04)
    Tresero (Pizzo) Via Normale dal Passo Gavia (26/09/04)
    Avril (Mont) da Glacier per la Fenetre Durand (12/09/04)
    Arnas (Punta d') o Ouille d’Arberon Cresta SE dal Passo Martelli (05/09/04)
    Jungfrau Via Normale dallo Jungfraujoch (23/08/04)
    Monch Via Normale dallo Jungfraujoch (22/08/04)
    Sommeiller (Punta) dal Rifugio Scarfiotti per il Passo Settentrionale dei Fourneaux (14/08/04)
    Basei (Punta) dai Piani del Nivolet (04/07/04)
    Gelé (Mont) Via Normale da Ruz per il Rifugio Crête Sèche (27/06/04)
    Cervo (Monte) Via normale per Cresta NNE (26/06/04)
    Fourà (Punta) dal Piano del Nivolet (20/06/04)
    Gelas (Cima Nord del) Via Normale del Canale Est dal Refuge Madone de Fenestre (06/06/04)
    Pienasea (Cima di) da Chianale per il Vallone Antolina e il Colle del Lupo (30/05/04)
    Marchisa (Rocca la) da Sant'Anna (25/04/04)
    Manse (Cima delle) e Tete Platasse da le Pontet (18/04/04)
    Nebin (Monte) da Goria Superiore (21/03/04)
    Antoroto (Monte) Parete NE (15/02/04)
    Civetta (Monte) Ferrata degli Alleghesi (20/09/03)
    Albaron di Savoia Via Normale da Pian della Mussa (07/09/03)
    Rocciamelone da la Riposa (28/08/03)
    Meidassa (Monte) da Pian del Re (20/08/03)
    Argent (Piz) - Piz Zupò Traversata (10/08/03)
    Scalino (Pizzo) Via Normale dalla Diga di Campo Moro (07/08/03)
    Roma (Punta) Via Normale da Pian del Re (26/07/03)
    Neige des Ecrins (Dome de) Via Normale da Pre de Madame Carle (20/07/03)
    Blanche (Tète) Via Normale dalla Diga di Place Moulin per il Rifugio Aosta (06/07/03)
    Valpelline (Tète de) Via Normale dalla Diga di Place Moulin per il Rifugio Aosta (06/07/03)
    San Matteo (Punta) Via Normale dal Passo Gavia per il Ghiacciaio Dosegù (29/06/03)
    Maria (Punta) Via Normale da Pian della Mussa per il Colle d'Arnas (22/06/03)
    Udine (Punta) Via Normale da Pian del Re (08/06/03)
    Tenibres (Monte) Canali Nord (01/06/03)
    Chardonnet (Roche du) dalla Valle Stretta per il Col des Muandes (04/05/03)
    Ciaslaràs (Monte) da Chiappera, anello valloni dell'Infernetto e Maurin (06/04/03)
    Salza (Monte) da Sant'Anna (31/03/03)
    Oronaye (Monte) Via Normale del Canale Sud di Sx (classico) e la Cresta Ovest (23/03/03)
    Lose (Cima delle) da Argentera per il canalone NE (22/02/03)
    Colme (Cima delle) Canale delle Colme (19/01/03)
    Pertegà (Cima di) da Upega per il Colle Selle Vecchie (12/01/03)
    Orel (Rocca d') da Palanfrè (05/01/03)
    Giassiez (Monte) o Giaissez da Thures (31/12/02)
    Fournier (Cima) da Thures per il Col Chabaud (30/12/02)
    Piz (Becco Alto del) da Prati del Vallone per il Passo del Vallone (10/11/02)
    Fourion (Rocce) da Pian del Re (06/10/02)
    Galisia (Punta) da Thumel per il Rifugio Benevolo (28/09/02)
    Levanna Occidentale da l'Ecot per il Refuge du Carro (15/09/02)
    Borgonio (Cima) da Prati del Vallone per il Passo di Vens e la cresta Nord (07/09/02)
    Gran Pilastro o Hochfeiler dal Lago di Neves per il Rifugio Ponte di Ghiaccio (23/08/02)
    Palla Bianca o Weisskugel Via Normale dalla Val Senales per il Rifugio Bellavista (21/08/02)
    Presanella (Cima) Via Normale dalla Val di Stavel (19/08/02)
    Lagginhorn Via Normale della Cresta Ovest (14/08/02)
    Lyskamm Orientale e Occidentale Traversata Est-Ovest (08/08/02)
    Monviso Via Normale da Pian del Re (28/07/02)
    Palù (Piz) Cima Orientale e Cima Centrale Via Normale svizzera dalla Chamanna Diavolezza (22/07/02)
    Arbola (Punta d') Via Normale da Valdo per il Rifugio Margaroli (07/07/02)
    Chambeyron (Brec de) Per il Canale Bujon (24/06/02)
    Oserot (Monte) da Bersezio (16/06/02)
    Faraut (Monte) da Madonna delle Grazie per il Vallone Traversiera e la cresta SE (15/06/02)
    Chaberton (Monte) da Montgenèvre (26/05/02)
    Malacosta (Testa di) da Sant'Anna per il Vallone Baiso del Colle (28/04/02)
    Aiguillette (Monte) da Grange del Rio e il Vallone del Pis (31/03/02)
    Pierassin (Monte) da le Pontet, per il Vallone del Rio Oronaye (24/03/02)
    Penna di Sumbra (Monte) e Monte Fiocca da Arni, anello (17/03/02)
    Pania della Croce via Amoretti Di Vestea (24/02/02)
    Maggiorasca (Monte) da Rocca d'Aveto per il Canalone Martincano e il versante Sud-Ovest (17/02/02)
    Autaret (Téte de l') da Sant'Anna per il versante SSO (05/02/02)
    Senghi (Rocca) da Sant'Anna (21/12/01)
    Baueria (Monte) da Chiappera (09/12/01)
    Giusalet o Ciusalet (Monte) o Signal du Clery da Mulatera per il Rifugio Avanzà (03/11/01)
    Leone (Monte) Via Normale dal Passo del Sempione (14/10/01)
    Lombarda (Cima della) e Cima di Vermeil dal Colle della Lombarda (06/10/01)
    Gnifetti (Punta) - Capanna Regina Margherita Via Normale dal Rifugio Gnifetti (08/07/01)
    Bianca (Rocca) dalla Piana di Stroppia per il Versante SO (22/04/01)
    Ubac (Testa dell') da Prati del Vallone (15/04/01)
    M Marmagna dal Lago Santo (01/04/01)
    Rondinaio (Monte) dal Lago Santo Modenese per il Rondinaio Lombardo e la cresta NE (18/02/01)
    Giovo (Monte) dal Lago Santo per il Passo della Boccaia (11/02/01)
    Penna (Monte) Canale Nord e Cresta ENE (28/01/01)
    Tambura (Monte) dalla Val Serenaia per la cresta NO (21/01/01)
    Oren Est (Becca d') Via Normale dalla Diga di Place Moulin per il Rifugio Nacamuli (29/10/00)
    Grigia (Testa) da Champoluc (08/10/00)
    Bioula (Punta) da Eaux Rousses (24/09/00)
    Bianco (Corno) dalla Val Vogna (17/09/00)
    Gran Zebru' Via Normale dal Rifugio Pizzini (23/07/00)
    Marmolada, Punta Penia Via Ferrata Cresta Ovest, traversata Ghiacciaio di Vernel (17/07/00)
    Antola (Monte) da Casa del Romano per la dorsale NE (09/07/00)
    Calabre (Punta) Via Normale da Thumel per il Rifugio Benevolo (02/07/00)
    Granta Parei via Normale da Thumel (04/06/00)
    Forato (Monte) Ferrata Salvatori (15/05/00)
    Saline (Cima delle) da Carnino Inferiore (02/04/00)
    Bianca (Rocca) Via Normale da Chianale, anello per i Colli di Saint Veran e Biancetta (06/02/00)
    Averau- Nuvolau (Ferrata) (01/01/00)
    Catinaccio d'Antermoia traversata Ferrata Ovest e Est (11/09/99)
    Huayna Potosì Via Normale dallo Zongo Pass (16/08/99)
    Pico Tarija - Pequeño Alpamayo Via Normale da Huatapampa (12/08/99)
    Roccia Nera Via Normale da Plateau Rosa (25/07/99)
    Bishorn e Pointe Burnaby Via Normale da Zinal (10/07/99)
    Sella (Pizzo) Via Normale dalla Diga di Campo Moro (25/06/99)
    Tre Confini (Pizzo dei) Via Normale dalla Val Cerviera per il Rifugio Curò (13/06/99)
    Brusalana (Pic) dalle Grange del Bersagliere per la Sella d'Asti (30/05/99)
    Redorta (Pizzo) Canalone NO (via del Canalone) (23/05/99)
    Procinto (Monte) Ferrata del Monte Procinto (02/05/99)
    Meano (Rocce) da Castello per il canalone SO (04/04/99)
    Bismantova (Pietra di) Via Ferrata (29/11/98)
    Monciair (Becca di) Via Normale da Pont Valsavarenche (28/09/98)
    Odla di Valdussa da Santa Cristina Val Gardena per la Forcella de la Porta (06/09/98)
    Breithorn Occidentale e Centrale Traversata da Plateau Rosa (29/08/98)
    Vezzana (Cima della) dal Rifugio Pedrotti per il Passo del Travignolo (23/08/98)
    Lyskamm Occidentale Via Normale dal Rifugio Quintino Sella (14/08/98)
    Nordend Via Normale per la Monte Rosa Hutte (08/08/98)
    Lechaud (Punta) da Plan Lognan per il Colle di Chavannes ed il versante Est (26/07/98)
    Palù (Piz), Cima Centrale dal Rifugio Marinelli, per la Forcola Bellavista e la cresta Ovest (19/07/98)
    Vincent (Piramide) e Balmenhorn Via Normale da Indren (12/07/98)
    Similaun da Vernago per la Vedretta del Giogo Basso (21/06/98)
    Cavallo (Monte) Canale Cambron (08/02/98)
    Tre Chiosis (Punta) da Genzana per la Costa Ciarinosa e la Costa Tre Chiosis (07/12/97)
    Asti (Pic d') Via Normale della Cresta SE (02/11/97)
    Tour Ronde Via Mormale per il Colle Freshfield (19/10/97)
    Piccolo (Corno) Ferrata Danesi (13/09/97)
    Bernina (Piz) Via Normale italiana dalla Diga di Campo Moro (07/09/97)
    Rigais (Sass) dal Rifugio Firenze, anello delle Vie Ferrate Est-Sud (31/08/97)
    Emilius (Monte) da Pila per il Rifugio Arbolle (19/08/97)
    Giordani (Punta) Via Normale da Indren (10/08/97)
    Alphubel Via Normale dalla Langfluehutte (03/08/97)
    Marguareis (Punta) Canale dei Genovesi (16/03/97)
    Losetta (Monte) da Chianale per il Vallone di Soustra (03/11/96)
    Chersogno (Monte) Canale Nord (20/10/96)
    Meja (Rocca la) Via Normale dal Colle del Preit (29/09/96)
    Cassorso (Monte), cima ovest dal Colle del Preit per il Passo della Gardetta (28/09/96)
    Nasta (Cima di) Via Normale da Pian della Casa per il Colle della Forchetta (08/09/96)
    Weissmies traversata S-N (04/08/96)
    Aneto (Pico de) da Benasque per la via normale (19/07/96)
    Perdido (Monte) dalla Pradera de Ordesa, per il Rifugio Goriz (15/07/96)
    Ciarforon Parete Ovest (24/06/96)
    Maledia (Cima della) da San Giacomo per il Rifugio Pagarì e il canalino della Maledia (16/06/96)
    Malinvern (Monte) da Terme di Valdieri per la Bassa del Druos (01/06/96)
    Recastello (Pizzo) Canale Nord (26/05/96)
    Cefalone (Pizzo) da Campo Imperatore per il Passo d.la Portella, la Sella del Cefalone e cresta N (03/01/96)
    Tacul (Mont Blanc du) Via Normale (25/08/95)
    Grand Combin Parete Sud - Spalla Isler (29/07/95)
    By (Grande Tete de) via Normale da Glacier per il Rifugio Chiarella (28/07/95)
    Grand Combin Spalla Isler (19/07/95)
    Tosa (Cima) Canalone della Tosa (Canalone Neri) (23/06/95)
    Corno Grande - Vetta occidentale Direttissima (01/01/95)
    Tersiva (Punta) da Gimillian (18/08/94)
    Velan (Mont) Via Normale da Ollomont (10/07/94)
    Blanche (Tète) da Glacier e il Rifugio Chiarella all'Amianthe (18/07/93)
    Traversiere (Becca della) da Usellières per il Rifugio Bezzi e il Colle Bassac Derè (06/09/92)
    Allalinhorn Via Normale dal Mittelallalin (14/08/92)
    Ortles Via Normale da Solda per il Rifugio Payer (27/07/92)
    Gelé (Mont) Via Normale da Ruz per il Rifugio Crête Sèche (17/06/90)
    Enchastraye (Monte) e Rocca Tre Vescovi da Argentera per il vallone del Puriac (10/06/90)