sala


Le mie gite su gulliver

Giudizio Complessivo :: **** / ***** stelle
Dal parcheggio dei piani d'erna alla cima del resegone attraverso la Ferrata del Centenario. Spendido itinerario interessante anche dal punto di vista ambientale.
La ferrata recentemente ristrutturata presenta, soprattutto all'inizio dei tratti molto esposti ma molto ben attrezzati.

Magnifica giornata in vetta il panorama spazia dal cervino alle alpi bernesi, il bernina e l'adamello e tutte le orobie!

Bastionata rocciosa sovrastante il passo del Fò
Giudizio Complessivo :: *** / ***** stelle
Bella lungissima gita (soprattutto per la marcia di avvicinamento). Molti stambecchi sulla cresta finale. Le attrezzature sulla cresta finale sono utili soprattuttoin fase di discesa.

Percoso finale al Pizzo dei tre signori visto dal Rifugio Grassi
Giudizio Complessivo :: *** / ***** stelle
Bella lungissima gita (soprattutto per la marcia di avvicinamento). Molti stambecchi sulla cresta finale. Le attrezzature sulla cresta finale sono utili soprattuttoin fase di discesa.
Giudizio Complessivo :: *** / ***** stelle
Bella gita estiva in una giornata relativamente fresca, sentiero in buone condizioni salvo all'inizio qualche tronco bruciato che confonde il percorso.Sino al semaforo 1 ora circa da varigotti.

Malpasso visto da varigotti
Giudizio Complessivo :: **** / ***** stelle
Salgo in una calda giornata di Luglio, il periodo migliore per questa cima sarebbe quello primaverile o autunnale, ma solo inquesto momento ho la possibilità di salire. Il sentiero sino al punto panoramico di Sv. Mikul è abbastanza frequentato, ma tutti si limitano a questa punta molto panoramica. Proseguo verso nord su una bella cresta calcarea molto semplice percorso da un sentiero ben marcato. La vegetazione per fortuna è abbondante e soprattutto i Pini di Aleppo offrono a tratti percorsi ombreggiati. Panorami molto vasti su tutto lussino e cherso. Raggiunta la cima il sentiero scende ancora per 50 minuti abbastanza ombreggiato, per sbucare successimente in ghiioni e pietraie molto calde. L'arrivo al rifugio, molto simpatico, e dotato di molti confort e soprattutto di ottima birra fresca è un vero sollievo per il gran caldo.
Giudizio Complessivo :: ** / ***** stelle
Giornata inizialmente soleggiata ma successivamente con qualche nuvola che nasconde parzialmente il paesaggio. Saliti dalla parete sud (sentiero all'inizio poco visibile) e dalla cresta se (ultimo tratto ottimamente attrezzato). Partenza da Touraz percorrendo le lunghe interpoderali e qualche scorciatoia sino a Chaz de Morgnoz (magnifici pascoli verdi) e al bel lago Fallere. Dal lago il comodo ma lungo e un poco noioso sentiero sino alla antecima SE, facile ben attrezzato ma un poco esposto il seguente percorso di cresta. Cima dal magnifico panorama. Ritorno stessa strada sino al lago, poi scendiamo in direzione dell'alpe chezere di sotto e poi riprendendo le carrerecce dell'andata. Escursione Con Anna e Benedetto.
Giudizio Complessivo :: **** / ***** stelle
Giornata molto bella e calda.
Saliamo facilmente dal Rif.Nacamuli al col collon seguendo il sentiero (segnalato con bolli gialli) che risale pietraie, sfasciumi e alcuni speroni rocciosi. Pochi nevai. Al colle attraversiamo il torrente che nasce da un bel laghetto glaciale. Nella piana di neve abbastanza dura prima della rampa inforchiamo i ramponi, il tratto ventrale della rampa si presenta in alcuni tratti ghiacciato. Il percorso successivo sino alla becca finale è semplice. Risaliamo verticalmente il pendio senza difficoltà sbucando successivamente sulla cresta facile e poco dopo in cime. Magnifico panorama.
Giudizio Complessivo :: *** / ***** stelle
Lunga gita effettuata con tempo discreto. Partiamo un 100 metri sotto le Baite di Mezzeno (la strada che porta da roncobello alle baite è parzialmente in rifacimento). Partiamo molto tardi. Raggiunto il passo di mezzeno travesiamo alti per il passo dei laghi gemelli e da questo sempre tenendosi in quota raggiungiamo il sentiero che sale al Passo di Val Sanguigno Ovest (traversata in alcuni tratti esposta). La segiente risalita è resa più difficile dalla presenza di neve nei canali mentre piu' in alto i pendii sono liberi. Dalla cima magnifica vista su alpi retiche e orobiche (Complessivamente 3 ore e mezza)
Giudizio Complessivo :: *** / ***** stelle
Tranquilla salita in una giornata dal tempo variabile, bello e panoramico il percorso in cresta e la vista dalla cima. Divertente la discesa verso nord attraverso il canalino roccioso.
Giudizio Complessivo :: *** / ***** stelle
Gita di inizio stagione, bella salita tranquilla in una valle ben esposta a sud e solitaria in questo periodo dell'anno. Poca neve residua sulle due cime. Belcolpo d'occhio sulle montagne della conca di By, ancora in aspetto quasi invernale. Sulla strada del ritorno all'alpe berrio desot, incrocio tre magnifici stambecchi.
Non puoi contattare gli altri gulliveriani se non sei un utente registrato. Vai alla pagina di registrazione .

Tutte le sue gite

  • Resegone Ferrata del Centenario (03/11/07)
    Tre Signori (Pizzo) Via del Caminetto (01/09/07)
    Tre Signori (Pizzo) Via del Caminetto (01/09/07)
    Noli (Capo) da Varigotti, traversata a Noli (24/08/06)
    Televrin - Osorscica Isola di Lussino - Traversata Osorscica (Ossero) (25/07/06)
    Fallère (Mont) da Vetan, anello (08/07/06)
    Oren Est (Becca d') Via Normale dalla Diga di Place Moulin per il Rifugio Nacamuli (02/07/06)
    Farno (Pizzo) da baite di Mezzeno (10/06/06)
    Canzo (Corno Occidentale di) Cresta Ovest (27/05/06)
    Cornet (Punta) e Bivacco Regondi-Gavazzi da Ollomont per l'Alpe Berrio (30/04/06)
    Chevrière (Alpeggio) da Vaud (04/02/06)
    Berrio Alta (Alpe) da Ollomont (31/12/05)
    Corno Stella da Foppolo (19/11/05)
    Prarayer (Rifugio) dalla Diga di Place Moulin (20/08/05)
    Pan di Zucchero o Pain de Sucre da Montagna Baus per il versante NO (18/08/05)
    Fourchon (Mont) da Montagna Baus (18/08/05)
    Viou (Becca di) da Blavy (03/06/05)
    Cornet (Punta) e Bivacco Regondi-Gavazzi da Ollomont per l'Alpe Berrio (19/03/05)
    Due Mani (Monte) Ferrata Simone Contessi (21/11/04)
    Gino (Pizzo di) da Tecchio (16/10/04)
    Emilius (Monte) da Pila per il Rifugio Arbolle (15/08/04)
    Crou de Bleintse (Mont) dalla Comba di Champillon (08/08/04)
    By (Grande Tete de) via Normale da Glacier per il Rifugio Chiarella (04/07/04)
    Saron (Mont) da Bruson (13/06/04)
    Canzo (Corno Occidentale di) Ferrata del Venticinquennale CAI (23/05/04)
    Tambò (Pizzo) dal Passo dello Spluga (21/09/03)
    Avril (Mont) da Glacier per la Fenetre Durand (15/08/03)
    Crana (Pioda di) da Arvogno (31/05/03)
    Violetta (Punta) dall'Alpe Renarda per Bastalon e i Laghi Losere (29/08/02)
    Falcone (Pizzo) da Marettimo (13/07/02)
    Kurz (Punta) Via Normale dalla Diga di Place Moulin (30/06/02)
    Tobbio (Monte) da Voltaggio (13/05/02)