rusuf


Le mie gite su gulliver

Giudizio Complessivo :: *** / ***** stelle
qualità della roccia: si alternano metri compatti a metri con roccia sgretolosa e rotta, decisamente poco simpatica. di certo non è calcare da favola!
personalmente mi piacciono di più le vie che ho fatto alla termier o alla colombe, con roccia molto più bella e compatta!
l4 è una camminata su pietrisco. l7 è talmente ridicolo come tiro che si può tranquillamente aggirare con una camminatina su cengia. l11 una formalità anche questa evitabile.
il tiro più bello è il nono, su roccia per lo più compatta.
lo stile di arrampicata è abbastanza vario e non ripetitivo.
le soste sono comode e sono da collegare. manca del tutto la sosta dell'ultimo tiro.
l'ultima doppia per arrivare alla cengia è di 60 metri, quindi occhio se avete mezze "arrangiate".
sulla cengia della ferrata consiglio di non fermarvi troppo, perchè quelli che fanno la ferrata tirano giù di tutto quindi fate attenzione.
alla base non abbiamo trovato nessuna scritta. per non sbagliarvi con l'altra via, sappiate che il primo tiro dell'altra passa in mezzo a due tettini, mentre questa ha un tettino sulla destra.
arrampicatoriamente parlando la via è carina, ma niente di più. gran bell'ambiente, come sempre sulle pareti del cerces.



Giudizio Complessivo :: *** / ***** stelle
precisazioni fondamentali sui tiri descritti dalla relazione. via fatta con le scarpette.
II tiro) nella fessura a destra della sosta ci sono dei chiodi, ma come già detto nella relazione, non lasciatevi tentare! pena: smadonnamenti con roccia sbrisolona e piedi costantemente su muschio e erba. si consiglia quindi di prendere la cengettina sopra la sosta e spostarsi a sinistra. la placca sopra la sosta era marcia e raggiungere la cengia quindi non è stato userfriendly. comunque sia, spostarsi un po' a sinistra sulla cengia. poi non è affatto chiaro il da farsi. le cose descritte nella relazione sono incapibili! io sono salito lungo una fessura che conduce a 3 chiodi ravvicinati, dalla cengetta si vede un cordone bianco. ma direi che la difficoltà assomiglia più ad IV+.
III tiro) la sosta è sì a sinistra, ma non è rivolta verso il diedro, bensì dall'altra parte! e quindi la si vede solo quando ormai l'hai passata e ci sei sopra!
IV tiro) l'unico chiodo che abbiamo visto è circa 4 metri più avanti rispetto al posto più facile per salire il muro verticale. dopo il muretto si raggiunge una cengia. poi ci sono ancora 6-7 metri per raggiungere un altro terrazzino con la sosta.
V tiro) ci sono chiodi ed in mezzo ci si protegge facilmente con friend. prima del ribaltamento c'è un chiodo a sinistra e un cordoncino più a destra. se si passa a sinistra del chiodo di sinistra (e quindi proprio sul bordo) il passaggio è sul V+/6a. se si passa più a destra è più facile, ma direi che comunque siamo sul V/V+. sapevatelo!!
VI tiro) un solo passo un pochino delicato (più di terzo) ed il resto è molto facile. fare sosta al terrazzino sopra, non proseguite!! la vera e propria sosta del tiro noi non l'abbiamo proprio trovata! da questo terrazzino dove avete fatto sosta, salire un po' sulla destra per una decina di metri fino a raggiungere un chiodo ben visibile. dal chiodo salire sulla sinistra su una cengia. spostarsi a sinistra sulla cengia e salire un po' dove capita. in questo modo si arriva facilmente alla terrazzona inclinata.
VIII tiro) ma cosa diavolo vuol dire III e poi scrivere gradi severi??? infatti ci sono passaggi di IV.
IX tiro) si sale un po' ovunque ed un po' ovunque c'è da ravanare anche con passaggi non proprio facili.
non sono molto avvezzo a queste superclassiche. comunque non pensiate di leggere gradi facili e di andare su a velocità esagerate.
ho messo solo 3 stelline perchè dal 3o tiro in poi siamo saliti nella nebbia e abbiamo perso l'attrattiva principale di una via sull'uja e cioè il panorama spettacolare! suppongo che senza nebbia prenda tranquillamente una stellina in più!
con i soci gianni e superuffinatti per una bella gita in giornata!

sviluppo della via!
Giudizio Complessivo :: * / ***** stelle
fatta solo la pisse lazuli
commento tecnico: bella merda.
10 tiri di merdosità assortite.
primi 4 tiri: canyoning; a volte si tocca anche della roccia dove sopra non scorre dell'acqua. la sosta del 4o tiro è un capolavoro! con una comodissima cengetta a 2 (dico 2 metri!!!!) con ottima roccia, il chiodatore piazza una sosta nel posto più scomodo che poteva trovare con i piedi nel fango!
5) qualche passaggio carino, ma niente di che.
6) arrampicata di quinto su terra, osceno.
7 e 8) qualche movimento in mezzo alla terra.
9) finalmente si Arrampica. sulla carta 6a/+, am per me anche 6b/+
10) passaggi strani e non così semplici. anche qui si mangia della terra.
di plaisir c'è stato solo il bagno nel fiume arrivati in punta.
la cascata sulla destra è carina, peccato che non arrivi mai qualche spruzzo a rinfrescare. in compenso i primi 4 tiri li fai dentro un bel rigagnolo che ti rinfresca mani e piedi.
bah, più che un'arrampicata è stata una punizione.
e sto rifugio del clot è carino, ma ho bevuto birre molto più buone in posti molto più belli.
Giudizio Complessivo :: * / ***** stelle
commento tecnico: bella merda.
i tiri sono 10 e non 9.
primi 4 tiri: canyoning; a volte si tocca anche della roccia dove sopra non scorre dell'acqua.
5) qualche passaggio carino, ma niente di che.
6) arrampicata di quinto su terra, osceno.
7 e 8) qualche movimento in mezzo alla terra.
9) finalmente si Arrampica. il cosiddetto a0 sarà sul 6b/+
10) passaggi strani e non così semplici. anche qui si mangia della terra.
di plaisir c'è stato solo il bagno nel fiume arrivati in punta.
la cascata sulla destra è carina, peccato che non arrivi mai qualche spruzzo a rinfrescare. in compenso i primi 4 tiri li fai dentro un bel rigagnolo che ti rinfresca mani e piedi.
bah, più che un'arrampicata è stata una punizione.
Giudizio Complessivo :: **** / ***** stelle
ora l'attacco è su neve. sole intorno alle 11. il 6a+ con roccia gelida è veramente tignoso, anche perchè si deve subito prendere confidenza con la roccia veramente sfasciumosa. attenzione a cosa tirate!
l'arrampicata ha dei momenti carini, ma la maggior parte è su traverso ascendente non proprio bellissima. bella esposta, ma l'arrampicata è decisamente lenta e monotona.
l'inizio di l7 è un po' criptico a causa di uno spit distanziato che non si vede, ma voi salite e abbiate fede. fiducia. i tiri sono lunghi e come sviluppo direi che siamo oltre i 300 metri. tenetene conto per le tempistiche, insieme al fatto che l'arrampicata è sì facile, ma anche più lenta del solito.
dalla punta seguite la cresta e non un sentiero discendente. dal colle dopo la cresta cè un nevaio che il sole aveva ammollato regalandoci una facile discesa. se invece la neve fosse rimasta dura come al mattino ce la saremmo presa decisamente nel didietro, perchè senza ramponi erano solo caviglie rotte!!!! le doppie sulla via sono per pazzi furiosi, sfruttate le doppie che leggete sulla descrizione.
4 stelle soprattutto per l'ambiente fantastico. dalla sosta di l7 si apre la visuale sopra la cresta tra il pic d'asti e la rocca rossa, regalando una visuale fantastica sul monviso.
grazie ai miei 4 soci per una giornata superlativa insieme.
Giudizio Complessivo :: **** / ***** stelle
per l'accesso leggere moviso71. ora come ora la partenza dallo zoccolo è sulla neve. abbiamo aggirato i primi 2 tiri e cominciato il 3 tiro dello zoccolo.
chiodatura allegra, qualche friend può tornare utile.
l7 molto bello. in generale roccia solida e arrampicata abbastanza intuitiva e facile.
ricordatevi la descrizione di l11 poichè quei 4 spit/chiodi che ci sono non sono proprio facili da vedere.
tutte le soste hanno un maillon (a volte non proprio bellissimo!!) per la doppia, tant'è che noi siamo scesi sulla via.
gran bell'ambiente montano.
Giudizio Complessivo :: * / ***** stelle
per la carità, meglio una via in più che una in meno, ma per me è senza dubbio una delle vie più brutte che abbia mai fatto. mi dispiace per pier e ivana perchè loro sono appassionati e si sbattono un sacco, ma una via così la sconsiglio vivamente. qualche passaggio carino (pochi e niente più che carino) in un enorme campo minato dove devi testare ogni appoggio e ogni appiglio (anche molto grossi quindi fate molta molta molta attenzione a chi sta sotto) perchè non ti si sbricioli in mano o sotto i piedi. nei commenti sotto qualcuno lo diceva: "roccia da consolidare". insomma, capita a volte il qualche tiro, ma qui è stata una cosa continua e molto fastidiosa, oltre che pericolosa. chiodatura ottima, tranne nei passi di a0 dove io avrei messo uno spit in più. il panorama è praticamente nullo. sole circa dopo le 12.
comunque, io leggo una relazione di un certo tipo di via, ben spittata, difficoltà moderate e poi mi ritrovo nel paradiso dello sfasciume con roccia merdosa. beh, se voglio terreno "d'avventura" con roccia incognita non gli metto fixe a prova di bomba ogni metro e mezzo catalogandola come via "sportiva". qui sotto molti elogiano la via e danno 4 stelline. sinceramente non capisco cosa hanno trovato di bello. la chiodatura??
Giudizio Complessivo :: / ***** stelle
sono stati aggiunti gli spit mancanti sul tiro di 6a dello spigolo e sono state cambiate alcune soste.
Giudizio Complessivo :: *** / ***** stelle
posto con molti blocchi, ma poco frequentato. tolti alcuni blocchi puliti, molti altri blocchi sono sporchi. per certi versi è più bella bobbio alta da bobbio bassa, ma è anche un pelo più distante da raggiungere. alcuni blocchi veramente meritevoli, ma la maggior parte, forse anche per la sporcizia, pur non essendo malaccio non rientrano negli annali.
in compagnia è meglio, così ci si divide la pulizia!
l'atterraggio spesso è buono, ma un paratore è molto consigliato e il crash pad direi che è obbligatorio.
come gradi si arriva non fino al 7a, ma fino al 8a.
Giudizio Complessivo :: **** / ***** stelle
ideale il concatenamento con la via delle clessidre e poi l'uscita in punta sfruttando la classica. in tutto circa 15 tiri per 500 metri di dislivello. si concatenano bene il secondo e il terzo tiro di papillon, tutto il resto in vece no.
purtroppo al mattino c'era nebbia che ha inviscidato la parete sfiduciando un po' l'uso dei piedi. nel pomeriggio è uscito il sole e la musica è cambiata. comunque papillon è bella di placca con passaggetti tecnici e di equilibrio. tutte le soste hanno le calate.
con bumbum e mauri per una bella giornata piena.
Non puoi contattare gli altri gulliveriani se non sei un utente registrato. Vai alla pagina di registrazione .