robyberg


Le mie gite su gulliver

Giudizio Complessivo :: *** / ***** stelle
Salita al Pizzo da Biandino con giornata non eccezionale, sole, nebbie e nuvole con qualche scroscio di pioggia che però ci hanno permesso una buona gita senza la compagnia del paesaggio sempre nascosto.
In compagnia di Sofia che tornava su questa montagna dopo 22 anni quando era salita, all'età di 8 anni, con suo padre Aldo e con me.
Oggi in ricordo del suo papà a cinque anni dalla sua caduta sul Monte Rosa sulla cresta Rey (abe per Gulliver) lo abbiamo ricordato sulla vetta che tanto amava e frequentava.
Dopo la salita discesa a Biandino e ottimo prenzo dal Brini al rifugio Valbiandino in compagnia degli amici rimasti in valle.



rifugio Grassi

abbondanza di acqua

caminetto

[visualizza gita completa]

Giudizio Complessivo :: *** / ***** stelle
Giornata variabile con sole alternato a nebbie e nuvole , questo ha evitato il grande caldo in salita. Parecchia gente su tutti gli itinerari di salita. Consigliato comunque non partire tardi.
Gita condivisa con gruppo della diocesi di Milano impegnato in un percorso culturale Tra lago e monti

Dai Comolli

Verso la vetta

Cresta

[visualizza gita completa]

Giudizio Complessivo :: **** / ***** stelle
note su accesso stradale :: trafficato
Altra partecipazione alla più spettacolare Gran Fondo italiana.
Giornata "spaziale" e grande partecipazione con circa 9000 atleti.
Percorso sempre impegnativo e i 7 passi si fanno sentire ma la fatica è alleviata dalle impagabili viste sulle dolomiti baciate dal sole.
Fatto il percorso medio per raggiunti limiti di età, ma grande soddisfazione, 106 km per 3130 metri di dislivello.

Soddisfatto dell'ottima giornata condivisa con tanti ciclisti e due compagni di squadra del Pedale Novatese.


Sassolungo

arrivo

soddisfazione

[visualizza gita completa]

Sciabilità :: *** / ***** stelle
osservazioni :: osservato fratture nel manto
neve (parte superiore gita) :: primaverile
neve (parte inferiore gita) :: molto bagnata
note su accesso stradale :: strada aperta fino a località Pilotta
quota neve m :: 2000
attrezzatura :: scialpinistica
Dormito al rifugio Guido Muzio, saliti in auto fino alla località Pilotta, due tornanti dopo l'ingresso del Vallone del Carro.
Partiti alle 6.00 con altre persone in arrivo. Portage di circa mezz'ora fino al pianoro sotto il lago Serrù stando a sinistra della strada.
Neve dura e portante fino all'ingresso del canale che porta alla sella con paletto di legno, il canale si presentava ben rigelato e duro, indispensabili i rampant o la salita con ramponi, scelta questa seconda alternativa visto il traffico di circa 30 persone che nel frattempo si era creato.
Dalla sella leggera discesa e lungo traverso e primo pendio ripido del ghiacciaio del Carro con neve che cominciava a mollare ma con ottima traccia non indispensabili i rampant ma utili per non scivolare.
Ultimo traverso e salita, sci ai piedi, fino in vetta.
Vista favolosa con leggera nuvolaglia che ha nascosto il Grampa.
Discesa su ottimo firn dalla vetta fino all'imbocco del vallone del Carro, che abbiamo scelto per la discesa.
Purtroppo il primo pendio risultava già cotto dal sole con distacchi che si provocavano al passaggio, più sotto buon marcione facilmente sciabile fino alle ultime lingue di neve vicino al grosso masso da dove altro breve portage fino alla strada.
Certamente la discesa anticipata di un'ora sarebbe stata meglio nella perte bassa.
Temperature decisamente calde alleviate da leggera brezza nella parte alta.

Gita condivisa con Alberto e Luigi.
Ottimo il trattamento al rifugio Guido Muzio pur con arrivo tardo alle ore 23. Al rientro ottimo pranzetto.
Visti numerosi stambecchi vicino alla strada e alcuni camosci più in alto sulla neve.
Altri gruppi saliti dal vollone del Carro.

vallone del Carro all'alba

primo tratto di spallaggio

camosci

[visualizza gita completa]

Giudizio Complessivo :: **** / ***** stelle
Oggi lasciati gli sci a casa si pedala.
Quasi 4000 partecipanti a questa classica del ciclismo.
Percorso medio di 128 km con 2100 metri di dislivello. 6 ore e 7 minuti.

Ottima organizzazione, in compagnia di una folta rappresentanza del Pedale Novatese.



Sciabilità :: **** / ***** stelle
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: primaverile
neve (parte inferiore gita) :: altro
quota neve m :: 1200
attrezzatura :: scialpinistica
Saliti con la seconda funivia da Alagna, ottimo rigelo notturno da Indren in su.
Affollamento con coda verso il rifugio Gnifetti, meno persone sul nostro itinerario ma almeno una trentina in cima con noi e altrettante in salita mentre scendevamo.
Utili i rampant in salita anche se su ottima traccia, un po' diretta e ripida nella prima parte, più tranquilla nella seconda.
Discesa su neve primaverile con leggero remollo che aumentava scendendo, qualche fastidio dalle tracce di ieri, probabilmente a ora tarda e poi rigelate.
Scesi a destra verso il Gabiet per ampi valloni ben sciabili, risaliti in ovovia ci siamo concessi una risalita anche con la nuova seggiovia che arriva ai Salati.
Non consigliabile scendere fino ad Alagna perchè parte della pista è stata sgomberata dalla neve per riaprire la strada.
In compagnia di Franco e Susanna ritrovata dopo diverso tempo.
Tempo favoloso anche se caldo in salita, ma l'altezza ha aiutato a sopportarlo.


Arrivo funivia

coda verso il rifugio Grifetti, giro largo

in salita

[visualizza gita completa]

Sciabilità :: ** / ***** stelle
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: crosta non portante
neve (parte inferiore gita) :: crosta portante
note su accesso stradale :: strade pulite
quota neve m :: 1500
attrezzatura :: scialpinistica
La speranza era il ritardato arrivo della perturbazione che invece alle 12 ha completamente chiuso la visuale e creato quel biancore indefinito che non ti permette di distinguere dove sei e dove vai.
Persa per poco la funivia delle 8.00 aspettiamo mezz'ora per la successiva, alla partenza la neve è dura per buon rigelo, risalendo le piste chiuse nessun problema, una apertura in salita ci fa sperare anche con un po' di sole.
L'errore fatto è stato quello di non ritornare una volta giunti al Santuario ma voler continuare a salire, giunti al dosso con ultimo tratto a piedi è cominciato anche a nevischiare, quindi dietro front obbligato.
Discesa senza visibilità cercando sulle piste i segni presenti per avere una guida. Neve non male, crosta portante in genere con tratti non portanti, ma difficle capire le pendenze.
In compagnia di "Stella alpina" e Franco.
Altra nota che ha penalizzato la discesa l'aver perso un bastoncino "Gipron" proprio sotto il dosso senza possibilità di recupero per la visibiltà e le condizioni della neve, trovato un paletto reggi reti alla fine della seggiovia restituito alla partenza.

sprazzi di azzurro solo in lontananza

il Cervino ancora visibile

ultimo tratto a piedi

[visualizza gita completa]

Giudizio Complessivo :: **** / ***** stelle
Oggi lasciamo i legni e ci dedichiamo alla bicicletta e con il gruppo del Pedale Novatese affrontiamo questa sfida.
Randonnèe proposta da Cicli Turri di Gallarate.
La caratteristica è la presenza di 29 "muri" lungo il percorso che impegnano notevolmente il fisico per la loro durezza. Alla fine 134 km con 1900 metri di dislivello.
In ottima compagnia dei soci del Pedale.


gruppo

alla partenza
Sciabilità :: **** / ***** stelle
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: primaverile
neve (parte inferiore gita) :: primaverile
note su accesso stradale :: pulite
quota neve m :: 1300
attrezzatura :: scialpinistica
Viste le notizie di divieto di accesso al grignone che giravano in valle ho preferito un sicuro Cimone.
Salito presto con neve dura sulla pista evitando le tracce ghiacciate sceso una prima volta verso le baite su ottimo firn duro ma con ottimo grip, qui ho ripellato dirigendomi verso la cima di Olino fermandomi però prima della cappelleta, altra discesa fino alle baite e risalita al Cimone, non contento e visto che la neve teneva ottimamente ultima discesa alle baite con rislita, dal Cimone e ritorno a Paglio sulla vecchia pista con neve molto dura.
In totale 1100 metri di dislivello.
Sole caldo ma con leggera brezza che ha tenuto la temperatura fresca e la neve compatta.
In solitudine durante la prima salita, poi numerosi sci alpinisti e ciaspolatori.
Splendido panorama in cima.


cima

vista sul Grignone

Legnone

[visualizza gita completa]

Sciabilità :: ***** / ***** stelle
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: fresca (24-48 h) asciutta
neve (parte inferiore gita) :: fresca (24-48 h) asciutta
note su accesso stradale :: strade pulite
quota neve m :: 1000
attrezzatura :: scialpinistica
Un messaggio in tarda serata fa scattare l'idea di una gita in val Gerola. La scelta del Salmurano è stata azzeccata sia per la condizione del tempo che della neve mantenuta ottimamente sciabile da una leggera brezza, mai fastidiosa, che non l'ha fatta scaldare.
Partiti da Fenile risalendo la strada nel bosco per poi attraversare le piste e immettersi sul sentiero ottimamente tracciato che passa sotto i paravalanghe e, con ampio giro, arriva alla vetta.
Ottimo panorama dalla Grignetta al Disgrazia con nuvolaglia verso la pianura.
Discesa su 30-40 cm di neve fresca recente abbastanza soffice che ha permesso un'ottima discesa fino al bosco dove comunque la neve ha permesso una buona discesa, ultimo tratto di pista e stradina con neve lisca ma ancora dura non ha smollato.
Gita condivisa con Alberto e Pietro.


stradina iniziale

ultimo albero

tracce di salita e discesa

[visualizza gita completa]

Non puoi contattare gli altri gulliveriani se non sei un utente registrato. Vai alla pagina di registrazione .

Tutte le sue gite

  • Tre Signori (Pizzo) Via del Caminetto (10/08/18)
    Grigna Settentrionale o Grignone da Colle di Balisio, anello per la Bocchetta del Nevaio (14/07/18)
    Maratona dles Dolomites (01/07/18)
    Carro (Cima del) dal Lago Serrù (02/06/18)
    Gran Fondo Felice Gimondi (06/05/18)
    Giordani (Punta) da Indren (22/04/18)
    Falinère (Punta) da Chamois, traversata a Maen (15/04/18)
    Randonnèe Varese Van Vlaanderer (08/04/18)
    Margno (Cimone di) da Paglio (02/04/18)
    Salmurano (Monte) da Pescegallo (21/03/18)
    Palasina (Punta) da Estoul (08/03/18)
    Corbernas (Monte) da Alpe Devero e il versante NE (11/02/18)
    Galehorn da Engiloch (04/02/18)
    Madonna della Neve (Rifugio) da Introbio (31/01/18)
    Strienghi (Bocch. degli) da Carcoforo (28/01/18)
    Seehorn o Cima del Lago da Gabi (CH) (14/01/18)
    Margno (Cimone di) da Paglio (05/01/18)
    Elgio (Punta) o Helgenhorn da Riale (29/12/17)
    Grigna Meridionale o Grignetta da Piani Resinelli per la Cresta Cermenati (22/11/17)
    Madonna della Neve (Rifugio) da Introbio (21/10/17)
    Pesciola (Bocchetta di) da Moggio (18/10/17)
    San Calimero (Cappella) da Pasturo (04/10/17)
    Giumello e Paglio (Alpe) da Introbio (20/08/17)
    San Marco (Passo) da Fuentes (14/08/17)
    Madonna della Neve (Rifugio) da Introbio (05/08/17)
    Bernina (Passo) da Chiavenna (12/07/17)
    Galehorn da Engiloch (30/04/17)
    Palettaz Sud (Punta) da Thumel per il Rifugio Benevolo (22/04/17)
    Clogstafel (Punta) da Canza per il Versante N (08/04/17)
    Pierre (Punta de la) da Daillet (11/03/17)
    Valle (Punta della) quota 2611 m SO da Alpe Devero (19/02/17)
    Vertosan (Mont) da Parcheggio Flassin (29/01/17)
    Madonna della Neve (Rifugio) da Introbio (04/01/17)
    Madonna della Neve (Rifugio) da Introbio (08/10/16)
    Tre Signori (Pizzo) Via del Caminetto (10/08/16)
    Tagliaferro (Monte) da Rima (30/07/16)
    Gottardo, Furia e Novena (Passi) Anello da Ambri Piotta (24/07/16)
    Elgio (Punta) o Helgenhorn da Riale (19/03/16)
    Camino (Monte) da Oropa (06/03/16)
    Tsa (Mont de la) da Buthier (21/02/16)
    Flassin (Mont) da Parcheggio Flassin (06/02/16)
    Madonna della Neve (Rifugio) da Introbio (10/10/15)
    Rothorn e Piccolo Rothorn da Gressoney la Trinité (06/09/15)
    Madonna della Neve (Rifugio) da Introbio (10/08/15)
    Chesselhorn da Egga (18/07/15)
    Breithorn Occidentale da Cervinia (24/05/15)
    Breithorn dal Passo del Sempione (10/05/15)
    Camino (Monte) da Oropa (28/03/15)
    Piglimò (Colle di) da Rima (28/02/15)
    Massone (Monte) da Chesio (01/02/15)
    Magehorn da Engiloch (18/01/15)
    Valrossa (Punta di) da Riale (28/12/14)
    Tochuhorn da Passo del Sempione (22/11/14)
    Fornale (Bocchetta del) da Campertogno (14/09/14)
    Tresero (Pizzo) Via Normale dal Passo Gavia (06/08/14)
    Salati (Passo dei) anello da Alagna per il Passo Foric e Passo Zube (02/08/14)
    Galenstock dal Furkapass (08/06/14)
    Sirwoltehorn da Engiloch (17/05/14)
    Nufenenstock da Riale (04/05/14)
    Schwarzhorn da Alpe Devero (26/04/14)
    Termo (colle del) da Carcoforo (30/03/14)
    Einshorn, anticima nord da Nufenen (08/03/14)
    Griessernuhorn da Egga (22/02/14)
    Bo Valsiesiano (Monte) da Rassa (09/02/14)
    Spitzhorli da Passo del Sempione (12/01/14)
    Camino (Monte) da Oropa (29/12/13)
    Valtendra (Cima di) da San Domenico per Passo di Valtendra (21/09/13)
    Grigna Settentrionale o Grignone da Colle di Balisio, anello per la Bocchetta del Nevaio (07/09/13)
    Dufour (Punta) Cresta Rey (10/08/13)
    Marchhorn o Punta del Termine da Riale (25/04/13)
    Flix (Tschima da) per la Fuorcla d'Agnel, la Fuorcla da Flix e discesa del Vadret Calderas (16/03/13)
    Uccello (Pizzo) da San Bernardino (02/03/13)
    Poncione di Maniò da All'Acqua (16/02/13)
    Nolla (Monte) da Ausserferrera (26/01/13)
    Schollenhorn da Splugen (03/01/13)
    Pioltone (Pizzo) o Camoscellahorn da San Bernardo (29/12/12)
    Rascias (Mont) dalla strada per Dondena (08/12/12)
    Giezza (Pizzo) da San Bernardo di Bognanco (06/10/12)
    Elgio (Punta d') o Helgenhorn da All'Acqua (06/04/12)
    Arbola (Punta d') o Ofenhorn da Valdo per il Rifugio Margaroli (03/03/12)
    Teggiolo (Monte) da San Domenico (11/02/12)
    Bianco (Pizzo) da Pecetto (02/04/11)
    Breithorn dal Passo del Sempione (19/02/11)
    Cavagnöö (Pizzo) da All'Acqua per la Bocchetta di Formazzora (05/02/11)
    Maderhorn da Rothwald (29/01/11)
    Bandiera (Pizzo) da Alpe Devero (02/01/11)
    Blinnenhorn o Corno Cieco dalla Diga di Morasco (04/09/10)
    Strahlhorn dalla Britanniahutte (22/05/10)
    Rothorn da Simplon Dorf (17/04/10)
    Inferno (Cimon dell') da Ponte delle Stue (03/04/10)
    Tallihorn versante SE (20/03/10)
    Trubbio (Cima) da Craveggia (27/02/10)
    Flassin (Mont) da Parcheggio Flassin (07/02/10)
    Stotzigen Firsten da Realp (16/01/10)
    Camino (Monte) da Oropa (02/01/10)
    Corbernas (Monte) da Alpe di Devero (12/12/09)
    Breithorn Occidentale da Cervinia (29/06/09)
    Sustenhorn da Sustennpass (13/06/09)
    Breithorn dal Passo del Sempione (02/06/09)
    Entrelor (Cima di) dalla Val di Rhèmes (06/05/09)
    Valrossa (Punta di) da Riale (25/04/09)
    Flassin (Mont) da Parcheggio Flassin (14/03/09)
    Galehorn da Engiloch (28/02/09)
    Leretta (Punta) e quota 2051m da Pian Coumarial per il versante SO (31/01/09)
    Bregagno (Monte) dai Monti di Gallio (28/12/08)
    Roisetta (Mont, Punta Sud) da Cheneil (25/04/08)
    Nuvolau (Rifugio) da Son dei Prade (12/03/08)
    Cadin della Neve (Forcella) e Cadin del Nevaio Cadini di Misurina (10/03/08)
    Barasson (Punta) da Eternon (09/02/08)
    Chilchalphorn da Hinterrhein (26/01/08)
    Poncione di Maniò da All'Acqua (29/12/07)
    Roisetta (Mont, Punta Sud) da Cheneil (24/03/07)
    Poncione di Val Piana da All'Acqua (17/02/07)
    Corbernas (Monte) da Alpe di Devero (27/01/07)
    Ghisallo - Colma di Sormano Triangolo Lariano (10/06/06)
    Senggchuppa da Engiloch (27/05/06)
    Kurz (Punta) dalla Diga di Place Moulin (24/04/06)
    Chateau des Dames dalla Diga di Place Moulin (23/04/06)
    Tsan (Dom du, o Cian) dalla Diga di Place Moulin (22/04/06)