raul64


Le mie gite su gulliver

Sciabilità :: ** / ***** stelle
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: recente leggera/asciutta
neve (parte inferiore gita) :: crosta rigelo non portante
quota neve m :: 1800
Partenza da Planaval con sci in spalla fino quasi alle baite Orfeuille. Saliti nei canalini di destra e raggiunto il ghiacciaio. Facilmente si sale in punta allo Chateau Blanc. Discesa per i primi 150 m. su farina poi per tutto il resto della discesa neve molle non portante.

ghiacciaio del rutor

ghiacciaio chateau blanc

panorama dal gran paradiso al giasson
Sciabilità :: **** / ***** stelle
osservazioni :: visto valanghe a pera esistenti
neve (parte superiore gita) :: crosta rigelo non portante
neve (parte inferiore gita) :: crosta rigelo portante
quota neve m :: 2000
approffitando del ponte abbiamo trascorso due notti al rifugio nacamuli per poter effettuare più agevolmente la salita alle due punte nei dintorni. Il primo giorno ci siamo fermati alla punta kurz anche se il vero obiettivo della gita era il Mont Brulé, non di facile accesso causa cresta ventata e gelata. il secondo giorno siamo saliti alla becca d'Oren. Entrambe le gite si sono svolte con meteo favorevole e condizioni ottimali. La zona e le vedute sono magnifiche e spaziano a 360°. Molti erano gli sciatori provenienti dalla vicina Svizzera .
L'accoglienza al Rifugio è stata delle migliori. Ottima anche la compagnia . Lasciano al quanto desiderare i "servizi igienici" invernali del rifugio, sorvoliamo sui particolari .............

il ghiacciaio d'arolla

punta kurz

[visualizza gita completa]

Sciabilità :: * / ***** stelle
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: crosta rigelo non portante
neve (parte inferiore gita) :: crosta rigelo portante
note su accesso stradale :: Partenza dal muro della Diga
quota neve m :: 1800
Vista la giornata di brutto tempo per l'ennesima volta abbiamo ripiegato sul Sigaro. Nebbia sia in salita che in discesa. Meno male il percorso lo si conosceva bene.


Sciabilità :: * / ***** stelle
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: crosta rigelo portante
neve (parte inferiore gita) :: crosta rigelo portante
quota neve m :: 1900
Partiti sci ai piedi per vedere il tour du Grand Paradis. Tolti all'inizio del sentiero estivo che porta al rifugio e camminato fino a quota 2600 causa tratti ghiacciati e non innevati. Arrivati al colletto per assistere al passaggio degli atleti. Discesa effettuata sul percorso di gara verso il vallone del Grand Etret. Numerose le pietre presenti su tutto il tracciato. Gita sconsigliata in questo periodo.



Sciabilità :: *** / ***** stelle
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: crosta rigelo portante
neve (parte inferiore gita) :: crosta rigelo portante
quota neve m :: 1700
Partiti da Bruil con leggero nevischio, in seguito a dispetto di ogni previsione meteo il sole ci ha accompagnato per tutta la gita. Abbiamo effettuato una leggera variante a causa del ghiaccio affiorante.

Ghiacciaio scoperto

Uno sguardo verso il Gran Paradiso

Il vallone d'Entrelor
Sciabilità :: **** / ***** stelle
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: recente leggera/asciutta
neve (parte inferiore gita) :: recente leggera/asciutta
quota neve m :: 1300
partiti sci ai piedi (purtroppo) dalla fraz. bruil in quanto la strada per Thumel è ancora chiusa. Risalito il canalino ed il relativo vallone Grand Vaudala ben innevato . Giunti in punta Paletta. Discesa nel vallone che porta al Rifugio Benevolo con neve farinosa. Sosta obbligata al Rifugio e quindi discesa in direzione di rhemes notre dame.

Sciabilità :: *** / ***** stelle
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: recente leggera/asciutta
neve (parte inferiore gita) :: recente umida/pesante
quota neve m :: 1500
Causa forte vento fermati al colle Tardiva. Discesa farina fino al rifugio Chaligne. Poi rifatto solette e infine tolti gli sci.