quor56


Le mie gite su gulliver

Sciabilità :: / ***** stelle
note su accesso stradale :: nessun problema
attrezzatura :: scialpinistica
Partiti da Intra Bas su buon innevamento,breve tragitto nel vallone Infernet ( verso la Gran Combe) fino ad incontrare la stradina ancora da battere che,ritornando indietro verso sx,porta all'ingresso del vallone Claous a quota 2000 mt circa .Da qui' traccia gia' fatta nei gg scorsi da ns amici skialp ( ringraziamo!!)provenienti da Melezen.Salita regolare,utili i rampant nell'impennata finale per placche di vento molto lisce.Discesa:primissima parte su onde di neve create dal vento discretamente sciabili ma subito dopo, sfruttando le numerose e ampie placche portanti formate dal vento,bella discesa fino al falsopiano.Da qui' farinella con leggera crosticina che,facendogli capire chi comandava, si son fatte belle curve fino all' inizio del rado lariceto dove abbiamo trovato bella farina fino alla stradina di rientro.Occhio all'ultimissima parte del lariceto ( 100 metri lineari) dove ci sono parecchie pietre a filo neve evitabile tenendo la dx.
Senza seguire la suddetta stradina ,per altro ben scorrevole, possibilita' di rientro diretto su Melezen o Intra Bas buttandosi sui vari ripidi corridoi sulla dx fra i larici.
In compagnia di Mauro,Ezio,e Guido nessun altro in zona .
Meteo spaziale , freschino in salita all'ombra,niente vento,panorama eccezionale.



situazione alla partenza

falsopiano quota 2200,in fondo a sx la cima

salendo

[visualizza gita completa]

Sciabilità :: *** / ***** stelle
neve (parte superiore gita) :: fresca (24-48 h) asciutta
neve (parte inferiore gita) :: fresca (24-48 h) asciutta
attrezzatura :: scialpinistica
Rieccoci al Ventasuso per l'ennesima volta ! Ma almeno qua' la neve c'e' e anche bella.Partiti dal lago con quattro dita ( i cm... calcolateli voi) di neve fresca su vecchio fondo mediamente portante,all'inizio nessuna traccia poi incontrata una di ieri.Salendo la neve fresca non e' aumentata molto,solo leggermente rimaneggiata dal vento.Discesa:tenendo tutto a sx dove non c'erano tracce vecchie indurite, tanta bella farinella liscia che variava da 3*** a 5 ***** su fondo portante, fino in fondo.
In compagnia di Ezio,sulla rampa finale incontrato Gianluca che gia' scendeva per poi ripellare + altri 5-6 skialp.
Meteo: sereno,freddino - 6 alla partenza, - 2 all'arrivo,niente vento.

situazione alla partenza

in salita

in salita

[visualizza gita completa]

Sciabilità :: *** / ***** stelle
neve (parte superiore gita) :: crosta portante
neve (parte inferiore gita) :: crosta portante
note su accesso stradale :: nessun problema
attrezzatura :: scialpinistica
Queste sono le gite che mi piacciono...munta poc - cala tant e bella neve! Partiti dal lago su innevamento piu' che sufficiente,mix di farinette,croste portanti e non secondo le expo,comunque con i tempi che corrono eravamo gia' contenti,utili ma non indispensabili i rampant sull'impennata finale.In cima incontrato Manuel proveniente dall'itinerario dell'Enclasetta che ci informa sulla buona qualita' della neve da quel versante e quindi...scendiamo da quella parte.Fatta la dorsale, i primi ripidi 100 mt ( forse meno) mix di farine e croste varie comunque mai brutte, dopodiche' tenendo le dorsali expo sud croste portanti con buon grip molto ben sciabili che miglioravano scendendo.Anche la parte bassa ben sciabile,pur con poca neve,ma indurita .
Arrivati al tornante sotto le Grange, Manuel ci da' passaggio per recuperare auto al colle.
In questo modo 700 mt in salita e quasi mille in discesa.
In buona compagnia di Stefania e Mauro,in cima incontrato appunto Manuel,Diego,Enzo con cui abbiamo condiviso la discesa.
Meteo tutto sereno, freddino, - 9 alla partenza ma totale assenza di vento a tutte le quote quindi..si stava da puciu.



situazione alla partenza

in salita

sottoscritto in salita

[visualizza gita completa]

Sciabilità :: / ***** stelle
note su accesso stradale :: nessun problema
attrezzatura :: scialpinistica
Partito da Palanfre' sci ai piedi,non tanta neve ma piu' che sufficiente,verso la Garbella,poco prima della stazione meteo cambio idea e decido di seguire la stradina che ,verso destra,con lungo spostamento dovrebbe congiungersi con l'itinerario per il Pianard evitando la parte bassa molto al limite di materia prima..Detta stradina pero' termina a Gias Garbella mt 1679,decido di proseguire e con lungo traverso quasi in piano arrivo in qualche modo sull'itinerario del Pianard e da qui' in cima.I tanti passaggi precedenti verglassati hanno reso la salita non facile,molto utili i rampant. Discesa:primissima parte,verso il bec d'Orel, su bella crosta portante che pero' ben presto cominciava a spaccare ,allora mi son buttato nella stretta gorgia a sx dove ho trovato bella neve liscia ,marcetta lato sx ,farina pressata lato dx,( i ridotti spazi obbligavano ogni tanto alla curva saltata)fino a quota 1900 circa dove ,restringendosi,obbliga a uscire.Da qui' un po' di tribolazione per il lungo traverso fino al suddetto Gias Garbella,quindi stradina molto scorrevole fin sotto la stazione meteo dopodiche' divertente sciata sui ''prati pistaioli'' (esatta definizione data da Lucianeve)fino all'auto.
Commento personale: all'infuori della gorgia la sciata e' un patibolo,molto sconsigliato.
Da solo,nessun altro su questo itinerario.
Meteo:freschino - 5 alla partenza, - 1 all'arrivo ,niente vento nemmeno in punta.



situazione alla partenza

Gias Garbella

traverso verso il Pianard

[visualizza gita completa]

Sciabilità :: *** / ***** stelle
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: polverosa
neve (parte inferiore gita) :: polverosa
note su accesso stradale :: nessun problema
attrezzatura :: scialpinistica
Si parte da Palanfre' con innevamento piu' che sufficiente che aumenta salendo,ancora farina,arata ma non piu' di tanto.Discesa nel vallone degli Alberghi su farina da 5 ***** per 400-450mt, il ripello per scendere nel vallone di salita dura poco, un problema alle pelli ci costringe a continuare la discesa nel suddetto vallone .Il traverso in basso ,con le dovute cautele,non ha creato problemi di grattate su pietre anche se l'innevamento non e' abbondante .Breve traverso nel bosco per congiungerci con l'itinerario di salita in prossimita' della stazione meteo.Da qui' un po' per stradina e un po' per prati ancora belle curvette su farina fino alla macchina.
Io e Ezio,in punta incontrato Manuel e Andrea + altri 7-8- ski alp
Meteo stupendo,niente vento



Ezio in salita

dorsale finale e vallone di salita

Io e Ezio

[visualizza gita completa]

Sciabilità :: ** / ***** stelle
osservazioni :: visto valanghe lastroni esistenti
note su accesso stradale :: residui di neve sull asfalto
attrezzatura :: scialpinistica
Fermati da transenna ad Argentera paese per colle chiuso (stamattina grossi problemi di parcheggio,nessuno degli abituali parcheggi in loco erano stati ripuliti dalla neve,e lo posso capire,ma le forze dell'ordine che intimavano sanzioni o carro attrezzi a chi parcheggiava lungo la strada....no comment). Breve passeggiata fino al tornante delle grange e da li' sci ai piedi su 40-45 cm
( in alto 60 cm) di neve fresca non proprio delle piu' leggere,traccia gia' presente ( grazie). Visti i numerosi stacchi esistenti ci siamo fermati a quota 2400 prima del ripido pendio finale.Discesa non bella,neve pesante,gessosa,umida..lunghi tratti nelle tracce di salita,solo nei pendii piu' ripidi si faceva qualche curva.Nella parte bassa mancando il fondo qualche grattatina l'ho fatta.Nota positiva il poco affollamento e meteo buono.
Noi in 8 piu' altri 6 skialp alcuni dei quali raggiunto la cima.



poco dopo la partenza

in salita

in salita

[visualizza gita completa]

Sciabilità :: **** / ***** stelle
neve (parte superiore gita) :: fresca (24-48 h) asciutta
note su accesso stradale :: nessun problema
attrezzatura :: scialpinistica
Partito dal colle,la debole nevicata di ieri ha permesso di partire ed arrivare (con moooolta cautela ultimi 100 mt dsl in basso) con sci ai piedi fino alla macchina.Dai 2150 mt in su' inizia il vecchio fondo duro con sopra 10-20 cm di farina caduta in modo omogeneo senza vento.Discesa molto bella con neve molto facile,gli altri passaggi non davano fastidio e gli spazi sono comunque ampi, unica pecca ogni tanto si toccava sotto sul fondo duro ma non tutti hanno la fortuna di pesare 91 kg !!
Da quota 2150 mt,visto la mancanza di fondo,l'importante era scendere.
Questo oggi..domani cambiera' tutto ,speriamo in meglio.
Da solo, ri-visto con piacere Baloo ,molti ski-alp...penso una quarantina.
Meteo: sereno,no vento,temperature nella norma,cominciavano ad arrivare nuvole da sud



situazione alla partenza

in salita

quasi in cima

[visualizza gita completa]

Sciabilità :: **** / ***** stelle
neve (parte superiore gita) :: primaverile
neve (parte inferiore gita) :: primaverile
attrezzatura :: scialpinistica
Partiti dalle Grange del Bersagliere (divieto ),volendo con sci ai piedi sul bordo della strada,dai 2500 in su' ottimo rigelo,poche conchette che sparivano salendo per diventare bella liscia.Dalla Sella discesa verso il Lac d'Asti su neve da lacrime agli occhi ,liscia come un biliardo,portante,grip da favola,fino a quota 2800.Da qui' dietro-front, la maggioranza dei soci optano per la salita alla Rocca Rossa per la Breche de Ruine e rientro alla macchina per il Col Vieux,io e Ezio risaliamo alla Sella e discesa(ore 11,45)per l'itinerario di salita su,(finalmente) neve primaverile degna di questo nome..portante compatta con due dita di marcetta..liscia...scorrevole..senza cose strane sotto la soletta.Arrivati sulla strada del colle dell'Agnello breve spostamento verso il colle per portarci su un valloncello laterale che ci ha portati,sci ai piedi,alla macchina.
Gruppone di 9 persone,molto affollamento in zona.
Meteo:sereno al mattino,nuvole in arrivo a meta' mattinata ma sono rimaste alte,no vento.
Sciabilità :: / ***** stelle
osservazioni :: visto valanghe lastroni esistenti
neve (parte inferiore gita) :: primaverile
attrezzatura :: scialpinistica
Partiti con e-bike su strada sgombra da slavine, ma con divieto di transito, a quota 1100 circa,1,5 km prima della centrale enel. Da Baraccone 20' di portage ,neve senza rigelo ma ormai in basso e' neve primaverile compatta.Nessun rigelo fino al colle di Carilliera,gorgia-canale a quota 2000 circa ancora tutta piena e senza buchi,ultimo pezzo prima del colle mooolto slavinato,difficile la salita con gli sci ,utili i ramponi .Noi ci siamo fermati al colle Carilliera (2600 mt circa) visto la pessima qualita' della neve sui versanti sud per la Testa Gias dei Laghi,marcia..sfondosa. Discesa ore 12: primi 100-130 mt molto difficili ,slavine...marcia...sfondosa poi migliorava nettamente per diventare una bella primaverile ,abbastanza scorrevole (oggi niente cose strane sotto le solette) ,conchette a volonta' ma con neve morbida non sono un problema . In basso tenendo la sx si arriva a 15' da Baraccone
In compagnia di Ezio, altri 6-7 ski-alp su percorso.
Un saluto alla simpaticissima ragazza incontrata sul pendio finale che ha avuto parole di conforto per noi..
Meteo sereno,un po' di brezza al colle






[visualizza gita completa]

Sciabilità :: / ***** stelle
neve (parte superiore gita) :: umida
neve (parte inferiore gita) :: umida
note su accesso stradale :: Divieto da Le Aie 1100 mt circa
attrezzatura :: scialpinistica
Partito su e-bike poco oltre la centrale dell'enel (mt 1300 circa) dove i tagli nella neve fatti dalla ruspa che sta' sgombrando la strada
dalle slavine ( oggi era a circa 2 km da Baraccone)sono veramente notevoli.Per arrivare al pianoro di quota 1700 ancora tante e grosse valanghe da superare,con la neve dura del mattino,pendenze delle slavine e mtb da oltre 20 kg non e' proprio semplice.Da qui' posato il mezzo e come da itinerario risalito il rado lariceto ( neve al limite) per portarmi sulla strada del colle della Lombarda,dai 2000 mt in su' neve abbondante e buon rigelo. Mi son fermato al Colle dei Morti 2477 mt per stanchita' e nuvole in vetta che andavano e venivano.Discesa: questa gita ,sciisticamente parlando,sia poco soddisfacente viste le moderate pendenze della parte mediana dove si segue per lungo pezzo la strada del colle della Lombarda ,lo sapevo gia' ma oggi la neve aveva scorrevolezza pari a zero,sia quella rossa che quella bianca dell' ultima nevicata,anche la primaverile compatta non scorreva...inoltre di nuovo quella ''roba collosa'' sotto le solette ( che in teoria sull'ultima neve bianca non dovrebbe esserci..),penso di aver spinto piu' in discesa che in salita !! Ma a me questo vallone piace tantissimo e sono contento di essere andato.
Da solo,nessun altro skialp in zona
Meteo:sereno al mattino, nuvolaglia in arrivo dalle 10,niente vento

Santuario di San Anna.

Sulla strada per la Lombarda

idem

[visualizza gita completa]

Non puoi contattare gli altri gulliveriani se non sei un utente registrato. Vai alla pagina di registrazione .

Tutte le sue gite

  • Vallon Claous (Tète de) da le Mèlezen (29/12/18)
    Ventasuso (Monte) dal Colle della Maddalena (18/12/18)
    Ventasuso (Monte) dal Colle della Maddalena (15/12/18)
    Pianard (Monte) da Palanfrè (11/12/18)
    Garbella (Costa della) quota 2253 m da Palanfrè (28/11/18)
    Ventasuso (Monte) da Le Grange (24/11/18)
    Ventasuso (Monte) dal Colle della Maddalena (22/11/18)
    Asti (Sella d') da Chianale (02/06/18)
    Gias dei Laghi (Testa) da Baraccone (25/05/18)
    Aver (Monte dell') dalla strada per S. Anna di Vinadio (18/05/18)
    Lausa (Cima della) da Pontebernardo (16/05/18)
    Collalunga (Cima di) da San Bernolfo per il Vallone di Seccia (10/05/18)
    Tesina (Cima) da Strepeis (30/04/18)
    Ventasuso (Monte) da Le Grange (27/04/18)
    Abisso (Rocca dell') da Limonetto (25/04/18)
    Salza (Monte) da Chianale (22/04/18)
    Pigna (Monte) da Impianti di Lurisia (19/04/18)
    Bisalta o Besimauda (Monte) da Pradeboni (17/04/18)
    Meja (Rocca la) quota 2506 m cresta N da Preit (07/04/18)
    Nebin (Monte) da Morinesio (28/03/18)
    Costabella del Piz (Testa della) da Pietraporzio (23/03/18)
    Garbella (Costa della) quota 2253 m da Palanfrè (14/03/18)
    Ferro (Testa del) da Villaggio Primavera (08/03/18)
    Bisalta o Besimauda (Monte) da Pradeboni (04/03/18)
    Bisalta o Besimauda (Monte), q. 2276 a SSO (Bec Rosso) da San Giacomo per lo Sperone Centrale (14/02/18)
    Pianard (Monte) da Palanfrè (08/02/18)
    Fer (Tete de) da Larche (03/02/18)
    Bisalta o Besimauda (Monte), q. 2276 a SSO (Bec Rosso) da San Giacomo per lo Sperone Centrale (19/01/18)
    Mulets (Col d'i) quota 2411 m SE da Chiotti (13/01/18)
    Fer (Tete de) da Larche (31/12/17)
    Enclausetta (l') da Grangie per il Passo di Goretta (29/12/17)
    Ventasuso (Monte) da Le Grange (22/12/17)
    Sautron (Colle) da Saretto (20/12/17)
    Vers (Colle di) da Sant'Anna (16/12/17)
    Chiggia (Costa) da Marmora Parrocchia (13/12/17)
    Pianard (Monte) da Palanfrè (07/12/17)
    Viribianc (Cima) da Chiappi (05/12/17)
    Durand (Cima) da Rastello (03/12/17)
    Pianard (Monte) da Palanfrè (16/11/17)
    Pianard (Monte) da Palanfrè (15/11/17)
    Garbella (Costa della) quota 2253 m da Palanfrè (11/11/17)
    Mondolè (Monte) da Artesina per la Colla Bauzano (10/11/17)
    Ubac (Testa dell') da Pontebernardo (20/05/17)
    Ciriegia (Colle) da Pian della Casa (02/05/17)
    Sestrera (Punta) da Rastello (29/04/17)
    Vens (Passo di) da Pontebernardo (20/04/17)
    Collalunga (Cima di) da San Bernolfo per il Vallone di Seccia (18/04/17)
    Agnel (Cima dell') da San Giacomo (14/04/17)
    Mondolè (Monte) da Artesina per la Colla Bauzano (12/04/17)
    Aver (Monte dell') dalla strada per S. Anna di Vinadio (10/04/17)
    Ventasuso (Monte) dal Colle della Maddalena (06/04/17)
    Pè de Jun (Testa) da Grangie (29/03/17)
    Reis (Rocca) per il Vallone Forneris (18/03/17)
    Mondolè (Monte) da Artesina per la Colla Bauzano (16/03/17)
    Matto (Monte, Cima Est) da Sant'Anna (11/03/17)
    Bianca (Monte la) da Preit (05/03/17)
    Marguareis (Punta) Canale dei Torinesi (02/03/17)
    Mondolè (Monte) da Artesina per la Colla Bauzano (25/02/17)
    Pianard (Monte) da Palanfrè (23/02/17)
    Abisso (Rocca dell') da Limonetto (22/02/17)
    Viridio (Monte) da Chiappi (20/02/17)
    Bravaria (Rocca) da Bagni di Vinadio per il Vallone d'Insciauda (16/02/17)
    Durand (Cima) da Rastello (15/02/17)
    Meja (Rocca la) quota 2506 m cresta N da Preit (11/02/17)
    Costabella del Piz (Testa della) da Pietraporzio (07/02/17)
    Fascia (Cima della) da Limone Piemonte per la dorsale NO (01/02/17)
    Seirasso (Cima) da Artesina, anello Colla della Balma, Colla Bauzano (30/01/17)
    Mondolè (Monte) da Artesina per la Colla Bauzano (24/01/17)
    Durand (Cima) da Artesina (21/01/17)
    Pianard (Monte) da Palanfrè (04/01/17)
    Ventasuso (Monte) da Grange per l'Enclausetta (17/12/16)
    Ventasuso (Monte) da Grange per l'Enclausetta (15/12/16)
    Ventasuso (Monte) da Grange per l'Enclausetta (13/12/16)
    Tibert (Monte) da Santuario di San Magno (07/12/16)
    Manse (Cima delle) o Tete de Villadel da le Pontet (06/12/16)
    Manse (Cima delle) o Tete de Villadel da le Pontet (03/12/16)
    Enclausetta (l') da Grangie per il Passo di Goretta (01/12/16)
    Marchisa (Rocca la) da Sant'Anna (30/11/16)
    Ventasuso (Monte) dal Colle della Maddalena (28/11/16)
    Bersezio (area impianti) quota 2319 m da Bersezio (25/11/16)
    Parpaillon (Montagne de) dal Col de Vars (17/11/16)
    Asti (Sella d') da Chianale (07/11/16)
    Lombarda (Cima della) e Cima di Vermeil dal Vallone di S. Anna (21/10/16)
    Durand (Cima) da Artesina (16/10/16)
    Lausa (Cima della) da Pontebernardo (15/05/16)
    Borgonio (Cima) da Pontebernardo (05/05/16)
    Fremamorta (Cima di) da Pian della Casa del Re (03/05/16)
    Ghiliè (Cima) da Pian della Casa del Re per il Vallone di Balma Ghilié (27/04/16)
    Ubac (Testa dell') da Pontebernardo (19/04/16)
    Lausetto (Cima del) da Tetti Gaina (24/03/16)
    Meja (Rocca la) quota 2506 m cresta N da Preit (19/03/16)
    Costabella del Piz (Testa della) da Pietraporzio (15/03/16)
    Serpentera (Cima) da Madonna d'Ardua per il Vallone della Madonna (09/03/16)
    Pianard (Monte) da Palanfrè (20/02/16)
    Aigle (Bec de l') da Larche per il Vallon de Font Crèse (15/02/16)
    Plate Longe (Tète de) da Larche (13/02/16)
    Aigle (Bec de l') da Larche per il Vallon de Font Crèse (11/02/16)
    Chamois (Pic du) da Larche per il Vallon de Courrouit (04/02/16)
    Vallon Claous (Tète de) da le Mèlezen (30/01/16)
    Ventasuso (Monte) dal Colle della Maddalena (02/11/15)
    Incianao (Punta) da Bersezio (30/10/15)
    Ventasuso (Monte) dal Colle della Maddalena (03/10/15)
    Ghiliè (Cima) da Pian della Casa del Re per il Vallone di Balma Ghilié (12/05/15)
    Mondolè (Monte) da Artesina per la Colla Bauzano (21/04/15)
    Savi (Monte) da Podio Superiore (02/04/15)
    Giobert (Monte) da Preit (19/03/15)
    Lausetto (Cima del) da Tetti Gaina (13/03/15)
    Costa Rossa (Bric) da San Bernardo per la Costa Testette (09/03/15)
    Mondolè (Monte) da Artesina per la Colla Bauzano (12/01/15)