poudre


Le mie gite su gulliver

Giudizio Complessivo :: **** / ***** stelle
Salita su sentiero, poi traccia e infine fuori sentiero. Qualche residua chiazza di neve evitabile. Dalla cima è possibile scendere direttamente per sfasciumi (il nome Ruine è del tutto appropriato!) fino alla piccola conca sotto il colle.

colle della Ruine

Dalla vetta

vallone Bonafonte
Sciabilità :: **** / ***** stelle
osservazioni :: visto valanghe a pera esistenti
neve (parte superiore gita) :: primaverile
neve (parte inferiore gita) :: molto bagnata
note su accesso stradale :: Strada aperta fino a pian del re
quota neve m :: 2200
attrezzatura :: scialpinistica
Si calzano gli sci poco sopra il guado del rio. Pianoro ben innevato e anche il risalto che adduce al pian Mait, con resti di numerose grandi valanghe. Per questo è preferibile superare il risalto sulla destra.Abbastanza ben innevato anche il successivo risalto sotto la casermetta della fonte dell' Ordi.In cima con gli sci ai piedi. In discesa neve molto bella fino a pian Mait.
Sciabilità :: *** / ***** stelle
neve (parte superiore gita) :: primaverile
neve (parte inferiore gita) :: primaverile
note su accesso stradale :: Buono con qualsiasi veicolo
quota neve m :: 1900
attrezzatura :: scialpinistica
bella la neve a sud; nel vallone scendere sul lato sinistro con traversi fino alla strada nei pressi del gias Valcavera.
Sciabilità :: **** / ***** stelle
neve (parte superiore gita) :: primaverile
neve (parte inferiore gita) :: primaverile
note su accesso stradale :: Dal gias Viribianc ( che non è il gias Viridio ) discreto
attrezzatura :: scialpinistica
Neve a 5 min. dalla macchina. Saliti al Viridio, scesi e risaliti al Viribianc. Discesa dal canale sud-est fino all' auto su neve primaverile morbida, bellissima. Grazie a Irma per l' informazione.
Giudizio Complessivo :: **** / ***** stelle
Cielo limpido al primo mattino poi qualche nebbia. Poca neve da q. 2000. Ritorno dal colle di Melle con la rotabile dei cannoni fino al colle della Ciabra.

in punta
Giudizio Complessivo :: **** / ***** stelle
note su accesso stradale :: buono fino al rifugio Selleries
Ottimo sentiero fino al colle Robinet.Gita lunga per spostamento e alcuni saliscendi, nonostante il dislivello limitato . Giornata limpida. Per cresta abbiamo fatto sia il robinet (15 min) che il Rocciavrè ( 20 min).

Giudizio Complessivo :: ***** / ***** stelle
Gita in solitaria. Nuvoloso al mattino presto poi schiarite fino a cielo sereno nel primo pomeriggio. Stanno sistemando la strada della Bassa del Druos. Dal canalino in su molti segni rossi e numerosi ometti.

in punta

Giudizio Complessivo :: *** / ***** stelle
Salita ripida nella seconda parte, segnalata con ometti.Tempo incerto con un po' di nebbia.

Giudizio Complessivo :: *** / ***** stelle
Salita con il sentiero TRM (tour Rocca la Meia, tacche bianco-rosse)al valico 2536 m. Per cresta in saliscendi al Passo Valletta IGM(2531 m). In vetta per la dorsale sud.
Discesa per la stessa dorsale poi direttamente nel vallone della Valletta fuori sentiero fino alla Grangia superiore della Valletta 2160 m. Poi pista forestale.
Giudizio Complessivo :: **** / ***** stelle
Facile canalino,ancora in parte innevato. Discesa dal versante ovest (paravalanghe), sconsigliata in caso di nebbia.

Salendo il canale