norby02


Le mie gite su gulliver

Giudizio Complessivo :: **** / ***** stelle
note su accesso stradale :: nulla da segnalare
seguito fedelmente l'itinerario descritto; percorso il sentiero quindi arrivati alla corda fissa, risalita la pietraia fino ad un colletto; proseguito seguendo le tacche gialle; ad un certo punto però le tacche portano ad aggirare il primo torrione; un attimo di smarrimento poi abbiamo deciso di seguire la linea più logica che ci portasse in cresta; infatti abbiamo individuato il primo chiodo a metà di n passaggio che abbiamo "riconosciuto" essere di circa III grado; da qual punto seguita la relazione fino alla fine

alla ricerca del primo chiodo

primo tiro

prima calata

[visualizza gita completa]

Giudizio Complessivo :: **** / ***** stelle
note su accesso stradale :: nulla da segnalare
La salita fino al bivacco (800mt circa) è di tipo escursionistico; dopo il bivacco si prosegue per un dislivello indicativo di 100/150mt per poi abbandonare il marcatissimo sentiero a favore di una pietraia di grossi blocchi, quindi al nevaio/ghiacciaio (quello che resta del Glacier du Bard). Salita per amanti del classico


canale tratto iniziale

canale mediano

[visualizza gita completa]

Giudizio Complessivo :: **** / ***** stelle
note su accesso stradale :: nulla da segnalare
Partiti con meteo spettacolare ma, dopo circa due ore, si guasta rapidamente; poco dopo il bivacco “buchiamo” grazie anche a un discreto vento freddo che evita l’addensarsi delle nubi; dopo quota 2800 circa il vento si interrompe, la temperatura si aggira intorno allo 0 ma le nuvole non “salgono” osa che ci permette di procedere a vista dove ci interessa. Dopo il bivacco abbiamo proseguito sul sentiero segnato che percorre il crinale fino a quando, sulla sinistra (faccia a monte), iniziano ad aprirsi canalini e brevi risalti che risaliamo “a schema libero”; salita effettuata “a piacere” senza itinerario preciso
Avevamo immaginato temperature più rigide quindi, nella speranza di trovare qualche canalino ghiacciato ci siamo portato due picche; nonostante la nevicata della settimana, le temperature notturne evidentemente non sono state abbastanza basse, quindi la neve era sufficientemente portante ma lo scarso ghiaccio trovato era al limite della tenuta e si sfaldava facilmente; nonostante questo gita di grande soddisfazione, fra 15 giorni forse l’abbassamento della temperatura dovrebbe aiutare ad aumentare il “divertimento”
L’incombere di nuvole sempre più alte e scure ci ha indotto a interrompere a quota 3080mt. circa , a 70mt dalla vetta, alla quale saremmo arrivati tramite altri due canalini interessanti, chiaramente visibili dalla nostra posizione … ma sarà per la prossima volta


la nostra meta vista dal bivacco


[visualizza gita completa]

Giudizio Complessivo :: **** / ***** stelle
note su accesso stradale :: nulla da segnalare
un posto nuovo obbliga sempre a spendere un pò di attenzione nella ricerca dei sentieri;
a destra dell'albergo, tra l'albero e le case, inizia il sentiero; seguire le indicazioni ginevre'/mercurin/labirinto verticale; l'indicazione primaria è ginevrè in quanto è la falesia che si trova prima del paravalanghe in cemento; ad un secondo o terzo incrocio c'è una palina con riportati sopra i nomi delle vie: da una parte Adriana dall'altra Appiano; superata la falesia il paravalanghe l'abbiamo aggirato nell'unico punto possibile, dove degrada verso terra
da lì in poi abbiamo segutio bolli rossi e blu fino alla base dell'evidente parete; una freccia rossa ben visibile indica la via
piacevole via, per lo più di placca, a parte l'ultimo tiro
spit un pochino lunghi in alcuni punti ma corti nei punti chiave; assolutamente divertente
abbiamo scelto per la discesa in doppia; 4 calate, l'ultima, con corde da 60 si arriva bene ma giusti



[visualizza gita completa]

Giudizio Complessivo :: **** / ***** stelle
note su accesso stradale :: nulla da segnalare
come già segnalato il ponte "classico" vicino ai margari non c'è più, bisogna utilizare il ponte che si trova di fronte (circa) allo spigolo fornelli della parete dei militi; si sgue il sentiero in direzione alta valle, laciando il torrente alla sinistra e pendii pietrosi alla destra; si prosegue fino ad incontrare un evidente ometto sul lato destro che indica il ripido percorso di avvicinamento (con calma 1h, disl. 250mt); le tracce sono più di una, se si rimane sulla pietraia il percorso è decisamente verticale e più faticoso; il sentiero "vecchio" proveniente dal ponte che non c'è più, meno ripido, più comodo e più segnato, lo si incrocia ogni tanto ma sovente è ingombro di grandi rami e alberi interi caduti; ritornati dopo un anno esatto, su questo percorso, ogni volta le impressioni sono differenti; il passaggio impegnativo del secondo tiro è sembrato più "difficile" di come lo ricordavamo; il passo chiave del quinto tiro invece è sembrato meno esposto; quello che ritroviamo invece è la scomodità della sosta tra il quarto ed il quinto, più che altro perchè piccola ed in tre si sta a fatica; come già ampiamente descritto, protetta nei punti necessari ma, una integrazione ogni tanto noi l'abbiamo utilizzata, anche perchè eravamo senza scarpette

base della torre e la monaca a sx


[visualizza gita completa]

Giudizio Complessivo :: **** / ***** stelle
note su accesso stradale :: strada di valle stretta chiusa 15gg centrali di agosto dalle 10,30
per quest'anno (2018) la strada per valle stretta chiude dalle 10.30 alle 15.30: tutti i giorni nella settimana di ferragosto e successiva; solo i fine settimana dall'ultimo w/e di luglio all'ultimo w/e di agosto; dal 2019 sono previsti cambiamenti (ancora da definire), con aumento delle ore giornaliere e del periodo di chiusura; nellle ore di chiusura previste navette;
ritornati dopo 5 anni su questo percorso; la descrizione dell'itinerario è sempre utile per individuare il percorso; abbandonato il sentiero per il thabor la salita è "a piacere" verso il colle del serù; dopo il ripido pendio erboso qualche ometto aiuta, uno l'abbiamo rinforzato, un'altro rifatto; le difficoltà sono contenute, a tratti però il percorso è esposto ma, sopratutto, nel caso sia necessario, risulta complessivamente difficilmente proteggibile; molto materiale è instabile, necessario fare attenzione a cosa si prende e dove si mettono i piedi; terreno "d'avventura" che potrebbe risultare detestabile agli appassionati della scalata

canale di accesso

salita dopo il canale

foto di rito

[visualizza gita completa]

Giudizio Complessivo :: *** / ***** stelle
note su accesso stradale :: nulla da segnalare
dopo tre anni torniamo su questa cresta; come riportato nella precedente relazione stanno completando l'installazione di una ferrata che sicuramente "ingombra" la salita originale; per fortuna, la ferrata segue un percorso parallelo alla via originale: il primo tiro rimane ancora salibile alla sinistra delle temporanee corde fisse (in attesa della stesura del cavo definitivo); il canale con i "tre" passi chiave posizionato circa a metà percorso rimane alla destra del cavo e nel canale sono ancora presenti spit e sosta per chi vuole scalare; la breve calata prima della placca finale è invece stata sostanzialmente soppiantata dal cavo definitivo della ferrata, sebbene le soste siano state lasciate al loro posto; sulla placca finale la ferrata occupa in parte la spittatura precedente; si può comunque procedere alla destra della ferrata utilizzando qualche vecchio chiodo; inoltre la placca non è uniforme ma presenta qualche punto di fessura dove è possibile proteggere; dopo la placca la via confluiva nel percorso della "normale"; la ferrata invece segue un percorso leggermente differente, più ripido e diretto; se ne poteva fare a meno della ferrata, considerato anche che i gradi della via non erano impegnativi e la parte interessante del percorso era l'ambiente e una salita su "terreno d'avventura" ; fortunatamente lo spazio per scalare rimane ma si perde "l'ambiente"

tratto iniziale con cordoni; ferrata da completare

tratto alto con ferrata installata

[visualizza gita completa]

Giudizio Complessivo :: **** / ***** stelle
note su accesso stradale :: nulla da segnalare
dalla borgata Suppo, un nuovo sentiero indicato con ilnome di "Donati" porta verso il colle Rognoso che separa il Monte Rognoso dal crinale che porta al Civrari Punta della Croce
Il sentiero è abastanza indicato, qualche tacca e qualce ometto ma la traccia spesso si perde coperta dall'erba; indicativamente il percorso però è abbastanz intuitivo: per tutto il primo tratto bisogna mantenere le pendici del monte Rognoso sulla destra e il torrente Messa sulla sinistra; nel punto incui si attraversa il torrente, l'escursione divente "a vista"
Si può puntare al colle Rognoso e poi voltare a sx e percorrere tutto il crinale fino in vetta; oppure, come abbiamo deciso noi, percorrere il pendio "a schama libero" andando ad incrociare il crinale a circa metà lunghezza;
avremmo voluto raggiungere anche punta Imperatoria ma spesse nuvole binche e grigie si addensavano già alle 10,30 del mattino; nel dubbio di un temporale abbiamo preferito abbandonare



[visualizza gita completa]

Giudizio Complessivo :: **** / ***** stelle
note su accesso stradale :: nulla da segnalare
Ancora una volta ripercorso questo tratto di cresta che ci diverte, oggi con una nuova compagnia; l’ambiente è sempre bello, la roccia è quella dell’alta val Susa: si muove sempre qualcosa, per non dire che si sbriciola proprio.
Anche questa volta, abbiamo evitato il canalone franoso, percorso solo nel 2015, con accesso dal lato valle stretta, (come da relazione); abbiamo preferito il più sicuro aggiramento a sinistra (verso di salita) dell'anticima dal caratteristico colore rosso, percorrendo il sentiero escursionistico fino ai prati superiori, per poi abbadonarli e piegare a destra (verso di salita) fuori sentiero in direzione dell'anticima rossa, dapprima poco o per nulla visibile, poi via via sempre più evidente. Questo tratto fuori sentiero per raggiungere la cresta, che parte dal torrione rosso, è il tratto più scomodo: il terreno è friabile e franoso, scosceso ma non abbastanza ripido da poter mettere le mani per terra; si cammina in bilico con un passo che tiene ed uno no...
La cresta si percorre sempre con cautela, valutando dove si mettono mani e piedi, fino alla fila dei gradini che, a dispetto degli anni trascorsi, si presentano sempre solidi
Unico tratto un po’ più esposto i 30mt circa prima dei gradini
Per gli amanti della val Susa

inizio cresta

gradini

foto di rito
Giudizio Complessivo :: ***** / ***** stelle
note su accesso stradale :: nulla da segnalare
Partenza dal Rifugio Levi ore 6,15, direzione colle Ambin/bivacco Blais; a quota 2650 calziamo i ramponi e percorriamo su lingua di neve rigelata i 300mt che ci separano dal bivacco
Al bivacco si appoggia una spalla di neve di quasi 2 mt dal lato Punta Niblè; scendiamo dal retro del bivacco in direzione di un laghetto (senza nome) ben visibile dal colle, (foto), perdendo circa 200 mt;
La salita completa alla Punta Ambin, per come abbiamo scelto di salire, si compone di quattro tratti: una prima parete di circa 300mt; segue ampio pianoro; un secondo tratto di 40mt; altro ampio spiazzo pianeggiante, terzo ed ultimo breve risalto che sbuca sul quarto tratto, la cresta sommitale che porta alla croce di vetta
Le condizioni ad oggi: la prima parete si presenta con una pendenza iniziale inferiore ai 45 che via via aumenta, segue un tratto centrale di circa 20 mt a pendenza un più sostenuta; poi scende nuovamente verso i 45; infine si impenna negli ultimi metri prima della cornice di due metri circa.
La neve è solida ma morbida e i ramponi scavano con facilità un gradino sempre portante; fa eccezzione il secondo passo (di quattro totali) sulla cornice finale che tende un po’ a cedere; erano le 10,30, forse un’ora prima la cornice sarebbe stata più solida; il secondo tratto di 40mt si presenta a pendenza crescente fino a superare i 45 all'ultimo (la prospettiva della foto è ingannevole non dà ragione della pendenza effettiva) ma, soprattutto, è di ghiaccio duro, in un breve tratto persino trasparente da condizioni invernali; i ramponi lavorano come su cascata e le due picche svolgono l loro funzione; il terzo, breve, ultimo tratto è nuovamente di neve morbida; il quarto e ultimo tratto, la cresta (100mt finali circa) non l’abbiamo percorsa; il caldo era ormai da ferragosto in spiaggia e ancora dovevamo individuare una via di discesa; il canale delle monache, a giudicare da quanto osservato durante la salita non è percorribile; a metà circa si interrompe la neve, sostituita da una cascata in bella evidenza
Scendiamo verso il bivacco del Sigot, passiamo oltre fino sotto Punta del Roc Peirous, attraversando un curioso panorama di blocchi di neve (foto).
Imbocchiamo l’ampio canale con pendenza ragionevole che ci porta così alla vecchia teleferica; da lì finisce la neve e inizia il sentiero escursionistico estivo, trasformato in buona parte in torrente


verso il blais


[visualizza gita completa]

Non puoi contattare gli altri gulliveriani se non sei un utente registrato. Vai alla pagina di registrazione .

Tutte le sue gite

  • Pagliaio (Picchi del) Traversata Accademica (25/10/18)
    Bard (Cima di) Canale Est (21/10/18)
    Bard (Cima di) da Grange dell'Arpone per la Capanna Vacca (13/10/18)
    Ru (Contrafforti del) Via Appiano & C. (23/09/18)
    Germana (Torre) Spigolo Boccalatte (02/09/18)
    Serous (Rocche dei) - Punta Ettore Mattirolo Cresta Sud-Est (26/08/18)
    Chaberton (Monte) cresta SE - via Mario Perona (24/08/18)
    Civrari (Monte, Punta della Croce) da Suppo per il Versante Sud (20/08/18)
    Rossa (Guglia) Cresta Est (01/07/18)
    Ambin (Monte) Parete Nord (27/06/18)
    Lamet (Pointe du) da Plan des Fontainettes per il Versante NO (19/06/18)
    Forclaz (la) da Cervinia per il Colle del Furggen (16/06/18)
    Furggen (Cima del) o Tète de la Forclaz da Cervinia (02/06/18)
    Coin (Testa del) dal Ponte d'Almiane (17/05/18)
    Jafferau (Monte) dalla Valfredda per il Versante NE (22/04/18)
    Breithorn Occidentale da Cervinia (21/04/18)
    Giassiez (Monte) o Giassez da Thures (07/04/18)
    Giassiez (Monte) o Giassez da Thures (25/03/18)
    Soma (Clot della) da Pragelato (11/03/18)
    Dormillouse (Créte de la) quota 2708 m da Thures (11/02/18)
    Mulattiera (Punta della) da Pian del Colle (03/02/18)
    Musinè (Monte) Versante Sud - In Hoc Signo Vinces (21/01/18)
    Patanua (Rocca) da Prarotto (11/11/17)
    Sella (Rocca) Via Amici (04/11/17)
    Dormillouse (Cima) da Rhuilles (28/10/17)
    Coudrey (Monte) I love you Silvye (22/10/17)
    Orsiera (Monte, Punta Nord) Cresta Dumontel (15/10/17)
    Fattière (Punta) Cresta Est per il Monte Pintas (08/10/17)
    Lamet (Pointe du) da Plan des Fontainettes per il Versante NO (10/09/17)
    Germana (Torre) Spigolo Boccalatte (20/08/17)
    Calvo (Falesia di Monte) (09/08/17)
    Argentario (Monte) via dello Spigolo (Canne d'organo) (01/08/17)
    Mezzodì (Bric del) da Rifugio Scarfiotti (16/07/17)
    Alberon (Cima) Voie de l'Amitiè (11/06/17)
    Lunelle (le) Cresta N (via Accademica) (10/06/17)
    Rocciamelone Cresta Sud (23/04/17)
    Sommeiller (Punta) da Rochemolles per il Vallone di Valfredda (13/04/17)
    Pierre Muret (Tete) da Rochemolles (09/04/17)
    Lamet (Pointe du) per il versante SO e il Signal du Lac (19/03/17)
    Bellagarda (Cascata) (26/02/17)
    Genevris (Monte) da Sauze d'Oulx (25/02/17)
    Salto dei Pachidermi (Cascata) (06/01/17)
    Patanua (Rocca) Cresta Sud (18/12/16)
    Giassiez (Monte) o Giassez da Thures (09/12/16)
    Dormillouse (Cima) da Thures (03/12/16)
    Coudrey (Monte) Pilier del forte + Pa Raumer + Capitano Walker (19/11/16)
    Seba (Cresta) da Melezet (12/11/16)
    Clotesse (Punta) da Chateau Beaulard, Versante est (31/10/16)
    Coudrey (Monte) Pilier del forte + Pa Raumer + Capitano Walker (29/10/16)
    Sella (Rocca) Cresta Accademica (16/10/16)
    Verde (Colletto) da Montgenèvre per il Colletto Guignard (02/10/16)
    Orsiera (Monte, Punta Nord) Cresta Dumontel (08/09/16)
    Orrido di Foresto (Ferrata dell') (03/09/16)
    Malanotte (Colle Superiore di) dal Casotto Fumavechia, traversataColle del Vento, Rifugio Selleries, Colle del Sabbione (25/08/16)
    Maria (Punta) Via Normale da Pian della Mussa per il Colle d'Arnas (19/07/16)
    Breithorn Occidentale Via Normale da Plateau Rosà (03/07/16)
    Rossa (Guglia) Cresta Est (01/07/16)
    Oriana (Placche di) - Settore Destro Rue de Guerison (10/06/16)
    Sella (Rocca) Via Mike (05/06/16)
    Sommeiller (Punta) da Rochemolles per il Passo dei Fourneaux Settentrionale (04/05/16)
    Etroit du Vallon (Col de l') dalla Valle Stretta (18/04/16)
    Sella (Rocca) Via Amici (16/04/16)
    Genevris (Monte) da Gran Villard (26/03/16)
    Ghincia Pastour (Monte) da Pian della Regina (20/03/16)
    Bosco (Cima del) da Thures (13/03/16)
    Paschiet (Lago) e Laghi Verdi da Cornetti, anello (06/02/16)
    Mezzodì (Guglia del) Pian del Colle per il Pas des Rousses (28/12/15)
    Mezzodì (Guglia del) e Cima della Sueur da Pian del Colle per il Vallone Guiaud (20/12/15)
    Sella (Rocca) Cresta Accademica (29/11/15)
    Calcante (Uja di) da Traves, anello per Le Lunelle (22/11/15)
    Jafferau (Monte) dai Bacini Frejusia per il forte Foens (15/11/15)
    Thures (Rocca di) o Roche Pertuse da Grange di Valle Stretta (24/10/15)
    Lunelle (le) Cresta N (via Accademica) (20/09/15)
    Chaberton (Monte) cresta SE - via Mario Perona (02/08/15)
    Rossa (Guglia) Cresta Est (12/07/15)
    Mucrone (Monte) Ferrata del Limbo (04/07/15)
    Gervasutti Giusto (Bivacco) da Lavachey (20/06/15)
    Aciano (Colle) da Travers a Mont, anello dei Rifugi Amprimo, Toesca, Val Gravio (07/06/15)
    Breithorn Occidentale da Cervinia (24/05/15)
    Gastaldi Bartolomeo (Rifugio) da Pian della Mussa (10/05/15)
    Sella (Rocca) da Celle, sentieri vari di Rocca Sella (06/04/15)
    Bosco (Cima del) da Thures (29/03/15)
    Soma (Clot della) da Pragelato (12/03/15)
    Genevris (Monte) da Monfol (08/03/15)
    Nel (Colle di) da Chiapili di sotto (22/02/15)
    Begino (Colle) da Bousson (18/01/15)
    Rio Gentira (Cascata del) (10/01/15)
    Mulattiera (Punta della) da Melezet (26/12/14)
    Saurel (Cima) da Claviere (20/12/14)
    Fraiteve (Monte) da Sestriere (14/12/14)
    Genevris (Monte) da Monfol per il colle di Costa Piana e Blegier, possibile anello (08/12/14)
    Gimont (Mont) o Grand Charvia da Monginevro (23/11/14)
    Bercia (Colle) da Claviere (16/11/14)
    Roma (Punta) Via Normale da Pian del Re (19/10/14)
    Aussois (Ferrata di) (28/09/14)
    Venezia (Punta) Via Normale per il Coulour del Porco da Pian del Re (21/09/14)
    Chemin du Roy (13/09/14)
    Entreves (Aiguille d') Cresta SO (10/09/14)
    Giordani (Punta) Via Normale da Indren (06/09/14)
    Charrà (Punta) da Pian del Colle per il Sentiero attrezzato degli Alpini (31/08/14)
    Seguret (Monte) Via dei Torrioni (24/08/14)
    Cristalliera (Punta) cresta SSO o delle Scuole (16/08/14)
    Chaberton (Monte) da Claviere per la Batteria Alta (14/08/14)
    Orrido di Foresto (Ferrata dell') (19/07/14)
    Valfredda (Punta) e Testa del Coin dalle Grange Mouchequite per la Valfredda (15/07/14)
    Monzino Franco (Rifugio) da La Visaille (22/06/14)
    Cristalliera (Punta) Canale del Torrione (08/06/14)
    Lagoscuro (Torrione di) da Ala di Stura (25/05/14)
    Bianca (Rocca) Via Ferrata CHIUSA (11/05/14)
    Gimont (Mont) da Monginevro per la Valle dei Mandarini (04/05/14)
    Pirchiriano (Monte) Via Ferrata Carlo Giorda (24/04/14)
    Sella (Rocca) Cresta Accademica (13/04/14)
    Bosco (Cima del) da Thures (06/04/14)
    Peygus (Col des) da le Laus (30/03/14)
    Trois Freres Mineurs (Col des) traversata Montgenevre - Bardonecchia per il Col des Acles (02/03/14)
    Prato di Fiera (Punta) dalla Fontana della Batteria (09/02/14)
    Colomion (Punta) da Bardonecchia (01/02/14)
    Madonna del Cotolivier (Cappella) da Beaulard (06/01/14)
    Giassiez (Monte) o Giassez da Thures (08/12/13)
    Ciantiplagna (Cima) da Soubeyrand per la cresta dal Trucco delle Vaccare (18/10/13)
    Sbaron (Punta) da Prato del Rio (13/10/13)
    Serous (Rocche dei) - Punta Ettore Mattirolo Cresta Sud-Est (22/09/13)
    Charrà (Punta) da Pian del Colle per il Sentiero attrezzato degli Alpini (14/09/13)
    Breithorn Occidentale Via Normale da Plateau Rosà (21/08/13)
    Niblè (Monte) Via Normale da Grange della Valle, possibile anello (11/08/13)
    Germana (Torre) Spigolo Boccalatte (25/06/13)