nmanlio


Le mie gite su gulliver

Giudizio Complessivo :: *** / ***** stelle
Salita in notturna fino alla vecchia stazione della seggiovia. Sci e ciaspole si possono lasciare a casa. Siamo saliti con i soli scarponi. Qualche tratto ghiacciato ma gestibile. L'unica cosa utile possono essere i ramponcini da passeggio. Serata molto bella illuminata dalla luna con temperatura sopra lo zero quindi dove c'era neve era moderatamente morbida a camminabile.
Giudizio Complessivo :: ***** / ***** stelle
note su accesso stradale :: Accesso senza pedaggio in questa stagione sino al rifugio Pordenone
Fatta in settimana ed a fine stagione abbiamo trovato solo 3-4 cordate. Meteo perfetto e vista mozzafiato dalla cima. Non ci sono particolari cose da dire sulla via se non qualche difficoltà personale sui passaggi di V. Non sarei stato in grado di salire da primo. Le due doppi finali nel vuoto sono la ciliegina sulla torta di questa particolare montagna.

Vista da monte
Giudizio Complessivo :: *** / ***** stelle
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: crosta non portante
quota neve m :: 1100
Le ciaspole potete lasciarle a casa. Neve a partire da 1.100 ma non sono necessarie neanche le ghette. Utili ma non indispensabili i ramponcini leggeri nell'ultima rampa.
Per il resto nulla di rilevante. Gita tranquilla solo un pò lunga. Circa 16-17 km.
Giudizio Complessivo :: *** / ***** stelle
tipo bici :: front-suspended
Gita bella anche se si svolge in gran parte su strada. L'unico tratto tecnico sono gli ultimi 300 metri di dislivello. Portage in salita e 70-80% in discesa. La parte su sterrato è sempre piuttosto veloce e divertente.
Fatta gita immerso nella nebbia quindi non ho visto un gran che se non qualche mucca che mi ha osservato totalmente disinteressata.
Giudizio Complessivo :: **** / ***** stelle
tipo bici :: front-suspended
Partito da Buttigliera quindi Condove - Colombardo - discesa a Forno di Lemie - Viù - risalita al colle del Lys - discesa finale ad Avigliana. Sono 90 km per circa 2.300 metri di dislivello abbondanti. Purtroppo prevalentemente su asfalto a parte lo scollinamento del Colombardo ma fatto in settimana non ci sono troppe auto. La discesa verso la valle di Viù è uno sterrato in buone condizioni solo che in certi punti hanno ristrutturato con ghiaia e la bici deambula un pò. Volendo dal colle del Lys ci sono alternative sterrate come la tagliafuochi che scende dalla madonna della bassa ma le mie gambe, arrivato al colle, volevano una bella discesa asfaltata e veloce. Bel giro ma richiede un discreto allenamento.
Giudizio Complessivo :: **** / ***** stelle
tipo bici :: front-suspended
Salito su strada da Avigliana fino al colle Braida. Dal colle Braida sino a raggiungere la cresta la strada ha dei tratti ghiacciati ma superabili con un pò di attenzione normalmente passando a lato. Per il resto tutto perfetto.
Discesa dalla Mattonera sempre molto bella e tecnicamente appagante. No neve o ghiaccio essendo in pieno versante sud. Solo le foglie in certi tratti rendono un pò difficile vedere il fondo del sentiero.
Giudizio Complessivo :: *** / ***** stelle
tipo bici :: front-suspended
Buona gita da fare in questa stagione nivologicamente sfigata. Quel poco di neve trovata era buona per giocarci su con la bici. Ho letteralmente seguito le traccie dei gulliveriani che l'hanno fatta ieri. Un pò di portage nell'ultimo tratto in salita perchè i pochi centimetri di neve sono sufficienti a farti perdere aderenza ma nulla di fastidioso. Discesa divertente sulla neve primo tratto e tecnica nel secondo.

A Mocchie mi fermo per prendere acqua alla fontana/lavatoio del paese. C'era una massaia che risciacquava tranquillamente i panni. Temperatura esterna 6°. Avrei voluto fotografarla ma non mi sono osato. Mitica.
Giudizio Complessivo :: *** / ***** stelle
tipo bici :: front-suspended
Rifatto questo itinerario ma con discesa lungo la tagliafuochi che dalla Madonna della Bassa porta direttamente ad Almese. Trovata neve dal bivio per il santuario e poi giù a scemare lungo la tagliafuochi. Quella neve che scricchiola sotto gomme ma che ti permette comunque di pedalare quasi sempre.

Giudizio Complessivo :: *** / ***** stelle
tipo bici :: front-suspended
Meteo ottimo, solo qualche attenzione a pozzangheroni gelati dove il ghiaccio non si rompe passandoci su. Dopo puntata al rifugio discesa passando dalla croce di Envie. Raggiunto nuovamente il convento della trappa ho proseguito di fianco al ristorante seguendo le indicazioni per Barge. Bella discesa quasi interamente sterrata. Ottima alternativa all'asfalto della salita.
Giudizio Complessivo :: **** / ***** stelle
Lasciata l'auto alla cascina Roland ho fatto subito il noioso tratto in statale con un fastidioso vento caldo (16°) contro. Per il resto ho percorso la gita in totale solitudine in una giornata autunnale ottima. Incrociati un paio di ungulati lungo il sentiero fra i due rifugi. Ottima gita con due portage di 5-10 minuti ed un pò di sali-scendi nei tratti più sassosi del sentiero. La discesa verso Villarfocchiardo ed il taglio fra i due rifugio su sentieri carichi di storia sono stati i tratti più gradevoli.