max76


Le mie gite su gulliver

Giudizio Complessivo :: ** / ***** stelle
Tanto di cappello a chi chioda ma trovo poco sicuro al giorno d'oggi posizionare le soste su cenge profonde 3/4 mt così che quando ci si cala, con la corda che obbligtoriamente sfrega sul bordo, vengono trazionate orizzontalmente (ossia nella direzione di uscita dei fittoni) invece che verso il basso. Tra l'altro la sosta del 6b (comune con il 5c) non ha i fittoni ma delle piastre credo artigianali. Va bene se si prosegue con gli ultimi tiri (a guardarli non mi sono parsi granchè) ma sarebbe stato meglio mettere almeno due fittoni prima di uscire in cengia per calarsi dal lì.
Visitato solo il primo settore (quello basso), 6a carino 6b molto difficile a vista. Quello alto non ci pareva granchè (troppo a risalti) e abbiamo fatto due tiri al meraviglioso settore centrale (che roccia!) che meriterebbe di essere revisionato in un'ottica di maggior sicurezza (solo qualche tiro sembra richiodato come si deve). Infatti non c'era nessuno....
Perchè si buttano via i soldi per chiodare falesie nuove di 10 metri con 4 tiri e non si richiodano settori storici e belli come questi???
Giudizio Complessivo :: **** / ***** stelle
Uscita del corso di arrampicata della Scuola CAI Vercelli.
Francamente non capisco perché si chiodino in continuazione brevi paretine di 10 metri che subito cadono nel dimenticatoio perché ovviamente nessuno frequenta e non si valorizzino strutture alte e belle come questa che attualmente non presenta molti tiri. Roccia con erosioni meravigliosa solo a vederla!
Giudizio Complessivo :: **** / ***** stelle
Non capisco con quali criteri a volte vengano dati i gradi. D'accordo che la componente soggettiva fa la sua parte ma certi tiri sembrano gradati a caso...e non parlo di mezzo grado....forse bisognerebbe scalarli invece che copiare semplicemente le difficoltà data da altri, anche perchè così si danno informazioni sbagliate e potenzialmente pericolose soprattutto per chi è agli inizi.

Finale by Thomas (bello): sulla guida di Tomassini è 5c su certi siti 6a...il 5c ci stà anche se mi pare un pò generoso (per me è un 5b).
La cascata pietrificata (bellissimo): 6a ok
Ma pensa (bello): 6b ok
La Pregunta: su certi siti 6a, sulla guida di Tomassini 5a...io non l'ho fatto ma i miei amici confermano il 5a
Pulciolina (bello ma chiodato in modo a mio avviso pericoloso proprio sulla sezione dura del muro, se si cade ci si schianta malamente sulla placca!!): sulla guida 6b, su certi siti 6a...mah!...io confermo il 6b, la differenza con la cascata pietrificata è nettissima
Fessura convalescent srl (tiro da montagna): tutti lo danno 5b....allora, se Finale by Thomas è 5c, questo è un 6b! Per me è un 6a pieno con una dulfer molto fisica appena sopra il diedro di partenza e una traversata sotto al tetto delicatissima e psyco
Giudizio Complessivo :: ***** / ***** stelle
Oggi solo noi sul Torrione Palma. Via molto, molto bella ed aerea. Il passaggio più impegnativo è l'inizio del secondo tiro (primi 8-10 metri), gradato da qualche relazione anche VI-; il sesto non mi è sembrato un V+. I tiri più belli sono a mio avviso il quarto ed il sesto. Protezioni quasi sempre piuttosto distanziate (tranne l'inizio del secondo tiro). L'avvicinamento è delicato solo quando si tratta di superare il viscido diedro/canale quasi giunti sotto la parete (quello di destra a fianco della placca inclinata).
Da fare assolutamente!
Con Cri, Michele, Stefano e Alessandra.
Giudizio Complessivo :: **** / ***** stelle
Roccia molto particolare, pungente, ma nel suo genere molto bella. Via in prevalenza di placca tecnica lavorata ad eccezione della bella lama di L3. A mio avviso lo strapiombo in partenza di L3 è più un 6c che un 6b+(tra il secondo e il terzo spit ci sono due tacchette decisamente piccole prima del buono) ma è facilmente azzerabile, mentre il traverso di L4 presenta discrete e numerose prese ed è al massimo 6b (ho letto anche che lo danno A1 (mah?) ma in ogni caso è decisamente più facile dell'altro). Ad eccezione di L2 e L4 soste scomode, soprattutto quella appesi nel vuoto di L3 (attenzione sotto questa sosta c'è una scaglia che suona vuoto!).
Tutte le soste sono a spit (nell'ultima artigianali) uniti con cordino ma visto che si scende in doppia e l'esposizione forse sarebbe stato meglio mettere una catena. Per il resto chiodatura ok ma un pò distanziata sul facile (primo spit a 5 mt!).
Se non si vogliono fare numeri da circo, consiglio di spezzare in 2 doppie gli ultimi 2 tiri, poi ancora due doppie, una da 60 e una da 30-35, e si è alla base.
Con cri e i tacchini
Giudizio Complessivo :: **** / ***** stelle
Non capisco perchè ci sono due diverse pagine per questa gita.
Bellissimo il secondo tiro, attenzione però che fino allo spit non ci si può proteggere. Contrariamente a diverse relazioni il 6a+ è il diedro strapiombante+l'uscita (azzerabile), la fessura appena sopra è sul V+/VI- all'inizio e poi più facile.
Concluso con impressioni. Fatto 4 doppie (dalla fine di impressioni alla sosta comune su cengia, da qui alla base del diedro strapiombante, da qui alla cengia di L1 e poi alla base).

Con cri
Giudizio Complessivo :: **** / ***** stelle
A parte il secondo tiro (su dritti su roccia rotta e vegetazione primo spit molto in alto non visibile) e quello di trasferimento, roccia bellissima e arrampicata molto divertente. Il passo più impegnativo è al terzo spit della placca del primo tiro. A mio avviso i friends sono necessari per procedere in sicurezza perchè in alcuni punti (primo spit del secondo tiro molto in alto e diedro del penultimo tiro) la spittatura è lontana o poco logica ed una caduta sarebbe molto pericolosa.
Giudizio Complessivo :: **** / ***** stelle
Bella traversata, al di là del poco dislivello lunga, fisicamente impegnativa e spesso delicata nei tratti in discesa a causa della roccia non proprio delle migliori. Attualmente c'è molto ghiaccio fuori (pendio nord del Gran San Pietro e pendio successivo al Sant'Orso che sarebbe da scendere da relazione) e tutte le creste sono pulite.
La mattina non conviene partire troppo presto poiché occorre vedere da dove si deve accedere al Ghiacciaio Coupé di Money (calcolare un'oretta per la morena) .Non salire troppo in alto seguendo gli ometti e le tracce di sentiero (che serviranno poi per la discesa) perché si deve passare in basso a destra della base dell'evidente Cresta Paganini.
Noi, essendo in tre e quindi più lenti, abbiamo saltato la prima parte di cresta e tramite un ottimo pendio di neve (40-45°) siamo saliti direttamente all'intaglio sotto la parte più difficile della cresta. Presso il famoso buco c'è un chiodo a sinistra su tratto esposto che noi abbiamo ignorato. Subito dopo il buco c'è il passaggio più impegnativo che non ci è sembrato proprio di IV+, visto che di prese o tacche non ce ne sono ed è tutto liscio, anche il bordo superiore (chiodo a sinistra dove siamo passati e chiodo mobile più friend incastrato a destra).
La discesa dal Gran San Pietro è piuttosto granosa sia per la roccia pessima e gli sfaciumi che per l'individuazione del percorso (visti solo un paio di ometti). Scendere a destra per “cengette” per non più di una cinquantina di metri e poi tagliare a sinistra per aggirare uno spigolo (ometto sullo spigolo). Poco sotto noi abbiamo fatto una doppia da 25-30 mt. su masso con vecchio cordino opportunamente rinforzato con Kevlar e maglia rapida. Poi più o meno facilmente al colletto.
Il resto del percorso fino al Sant'Orso è più agevole ma comunque con alcuni tratti delicati.
Per la discesa conviene percorrere la prima parte della cresta paganini (neve e roccia non difficile, diversi segni di ramponi) fino al colletto omonimo perché il pendio ripido della relazione presenta ormai ghiaccio vivo. Dal colle scendere brevemente il pendio sottostante e reperire il punto migliore per superare la terminale. Scegliere ora il percorso più agevole per raggiungere le rocce della parte superiore della morena percorsa in mattinata stando attenti ai molti crepacci coperti dalla neve. Un'ora e mezza dal Sant'Orso per tornare al bivacco mi pare un po' ottimistica.
Non aspettatevi di trovare le tracce di altre cordate. A mio giudizio la difficoltà complessiva è AD/AD+.
Con Alfredo e Jack
Giudizio Complessivo :: *** / ***** stelle
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: recente leggera/asciutta
neve (parte inferiore gita) :: recente leggera/asciutta
quota neve m :: 900
Saliti dal versante est e scesi direttamente su fondo attraverso l'intricato bosco, neve meravigliosa!
Giudizio Complessivo :: ** / ***** stelle
note su accesso stradale :: strada stretta e lunga
Sarà perchè era nuvolo e non si vedeva nulla ma l'itinerario mi è parso assai monotono: dalla Crocetta un pò meglio. In 2.30 ore da La Riposa alla cima e poco più di 1.40 per la discesa (tanto non c'era nulla da fotografare!).
Non puoi contattare gli altri gulliveriani se non sei un utente registrato. Vai alla pagina di registrazione .

Tutte le sue gite

  • Perti (Rocca di) Falesia degli Dei (04/12/16)
    Orera (Rocce dell') Settore sinistro (14/11/15)
    Perti (Rocca di) Parete delle gemme (15/12/13)
    Palma (Torrione) Via Cassin (28/07/13)
    Agaro Molte vite molti Maestri (15/09/12)
    Mroz (Scoglio di) Gogna (08/09/12)
    Oddeu (Monte) Compagni di viaggio (01/09/12)
    Gran San Pietro (Torre del) Traversata degli Apostoli dal Colle di Money alla Torre di S. Andrea ed alla Torre di S. Orso (19/07/12)
    Palit (Punta) da ex impianti Palit (25/01/09)
    Rocciamelone da la Riposa (27/10/08)
    Perazzi (Punta) Cresta Perazzi (30/08/08)
    Tribolazione (Becco Meridionale della) Via Malvassora (19/07/08)
    Argentera (Cime Nord e Sud) Traversata della Serra dell'Argentera per il Canale di Lourousa (05/07/08)
    Aquila (Monte dell') Via Marathon (10/05/08)
    Bourcet - Settore Centrale Via normale (03/05/08)
    Crabun (Monte) da Fey Dessus/Prà (02/05/08)
    Resy (Palon di) da Saint Jaques (13/04/08)
    Tre Vescovi (Punta) da Niel per il versante Ovest (05/04/08)
    Aimonin (Torre di) Via del Diedro (15/03/08)
    Hommes (Tete des) da Mont Blanc (09/02/08)
    Lariè (Cima) da Monteossolano (19/01/08)
    Bonom (Cima del) Cresta Sud Est (08/12/07)
    Marzo (Monte) per la Cresta Sud dal Colle delle Oche (11/11/07)
    Nasta (Cima di) Lupo Alberto (16/09/07)
    Bernina (Piz) Biancograt (16/07/07)
    Gran Paradiso Parete Nord (08/07/07)
    Polluce Cresta SO (24/06/07)
    Udine (Punta) Cresta Est (17/06/07)
    Udine (Punta) Via Raffi-Rattazzini (16/06/07)
    Cresto (Monte) da Piedicavallo, anello per il Colle del Lupo (10/06/07)
    Freshfield (Colletto) Canale Nord (27/05/07)
    Aimonin (Torre di) Pesce d'Aprile (28/04/07)
    Freshfield (Colletto) Canale Nord (22/04/07)
    Grigna Meridionale o Grignetta Cresta Segantini (09/04/07)
    Tre Vescovi (Punta) da Piedicavallo e il Colle della Mologna Grande (18/03/07)
    Oriana (Placche di) - Settore Destro Overfive (18/03/07)
    Parrot (Punta) Via degli Italiani (24/07/06)
    Raty (Bec) Ex art. 18 (18/06/06)
    Monciair (Becca di) Parete Nord (11/06/06)
    Argentera (Cime Nord e Sud) Traversata della Serra dell'Argentera per il Canale di Lourousa (02/06/06)
    Tresenta (la) da Pont Valsavarenche (27/05/06)