mauro71


Le mie gite su gulliver

Sciabilità :: ***** / ***** stelle
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: primaverile
neve (parte inferiore gita) :: primaverile
note su accesso stradale :: Ok, fino a pian dell'alpe
quota neve m :: 1900
attrezzatura :: scialpinistica
Salito con sci nello zaino e senza ramponi visto l'ottimo grip. Ho iniziato la.discesa dopo le 11 ma era ancora dura in alto, mentre da metà in giù ottima.

Francaise pelouxe da.pian dell' Alpe
Giudizio Complessivo :: ** / ***** stelle
tipo bici :: full-suspended
Pur avendo seguito la traccia ho fatto una discesa in stile freeride in quanto non ho visto segni sul terreno o sugli alberi ad indicare il percorso, eccetto un segno mtb dove si incrocia il sentiero dei 3 denti e un nastro verso il fondo. Bella avventura e prova di orientamento.
Giudizio Complessivo :: **** / ***** stelle
La neve comincia intorno ai 2700 metri, sfondosa solo in alcuni tratti, Il ghiaccio della parte superiore è perfetto, granuloso ed offre un ottimo grip. Un po' di ghiaccio scoperto in prossimità della terminale, ma si evita sia la terminale che il ghiaccio passando all'estrema sinistra. Qualche difficoltà nell'attraversamento del ruscelletto in quanto il ponte di neve comincia ad assottigliarsi, offrendo poche garanzie di sostegno, mentre il ruscello più grosso ha un ottimo nevaio portante per l'attraversamento
Unica pecca di questa salita la quasi totale mancanza di indicazioni (un solo segno su una modesta pietra a quota circa 2400 metri), quindi è bene studiare dettagliatamente l'itinerario.
Sciabilità :: *** / ***** stelle
osservazioni :: visto valanghe a pera esistenti
neve (parte superiore gita) :: primaverile
neve (parte inferiore gita) :: molto bagnata
note su accesso stradale :: senza problemi alle grange Arpon con l'auto
quota neve m :: 2000
attrezzatura :: scialpinistica
La parte prima del traverso presenta qualche chiazza di neve , ma solo dopo il traverso si possono calzare gli sci (io li ho messi a 2500 metri in quanto c'era una buona neve portante al mattino).
Il traverso è in buone condizioni, oggi si faceva anche senza ramponi in quanto non era ghiacciato.
Abbiamo trovato qualche difficoltà a capire dove salire, quindi ci siamo tenuti tutto a destra allungando forse un po' la salita e trovandoci a risalire qualche canalino impegnativo, ma è stato un buon percorso.
La parte alta presenta neve recente ben compatta alternata a neve più vecchia parecchio ammollata che hanno permesso comunque una buona sciata, mentre nella parte bassa la neve era decisamente marcia e sfondosa.
Tolti gli sci subito dopo il traverso in discesa
La giornata ha presentato una notevole alternanza di sole e nubi per concludersi con una fitta nebbia proprio nei pressi del traverso durante la discesa (talvolta è meglio non vedere sotto...)
Un grazie ad Umbi per la splendida compagnia
Sciabilità :: **** / ***** stelle
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: primaverile
neve (parte inferiore gita) :: umida
note su accesso stradale :: si arriva poco oltre l'abitato di Balboutet
quota neve m :: 1700
attrezzatura :: scialpinistica
Da dove si lascia la macchina a dove si mettono gli sci ai piedi ci sono circa 20 minuti di portage.
Dal pianoro di pian dell'Alpe tutta neve continua.
Oggi il forte vento gelido e la velatura hanno tardato il rinvenimento della primaverile. Ho iniziato la discesa verso mezzogiorno trovando ottima neve rinvenuta solo nella parte bassa del pendio.
Quando si inizia la discesa conviene stare completamente sulla sinistra per sciare su crosta portante in quanto appena si va verso il centro del pendio si trova crosta sfondosa.
Giudizio Complessivo :: **** / ***** stelle
tipo bici :: full-suspended
Salito da Pourrieres. Non si pesta neve fino al colle dell'Assietta. Da li in poi sui tratti esposti a Nord (lato Valsusa) neve e ghiaccio costringono ad uno sforzo maggiore, ma è quasi tutto pedalabile. Da prestare molta attenzione ai tratti di ghiaccio vivo compresi tra il colle di Costapiana ed il colle Bourget. Bisogna essere estrremamente cauti nell'attraversarli, talvolta a monte sull'erba, talvolta percorrendoli con passo felpato.
Giudizio Complessivo :: **** / ***** stelle
tipo bici :: full-suspended
Da qualche anno puntavo questo giro e finalmente sono riuscito a percorrerlo.
Molto belle le condizioni della strada che sale al colle Sommeiller. La discesa verso il Rif. Ambin presenta la prima parte di difficile individuazione, ma quando si reperiscono i segni gialli e rossi non c'è più il problema di orientamento, pur essendo una discesa impegnativa che spesso impone il portage.
Ho faticato più in questa discesa che a salire il Sommeiller.
Anche sotto il rifugio la ciclabilità rimane scarsa, anche se dalla consultazione della cartina immaginavo una situazione molto più agevole.
Finalmente si raggiunge il parcheggio delle auto da cui parte una buon strada, inizialmente sterrata e poi asfaltata. Attenzione alle griglie di scolo mancanti, procedere con prudenza.
Discesa molto bella fino a Bramans dove ci si immette svoltando a sx su una strada parecchio trafficata.
Finalmente a Modane si lascia il traffico per riprendere la salita sempre scorrevole e piacevole per Valfrejus.
Molto impegnativa la parte successiva dove aumenta la pendenza e peggiora il fondo fino a poco sotto la Replanette. Di qui qualche tratto ciclabile e finalmente si scollina con un gran sospiro di sollievo per aver terminato la salita.
La discesa in valle stretta inizialmente è bella e scorrevole, poi prima del pianoro bisogna spingerla per via della pendenza e del fondo sconnesso, poi quasi tutto ciclabile.
Purtroppo i freni mi hanno abbandonato e mi è toccato portarla anche sugli ultimi km di discesa verso bardonecchia.
Le 4 stelle solo per la scarsa ciclabilità di alcuni tratti
Giudizio Complessivo :: **** / ***** stelle
Indecisi fino all'ultimo tra assetto sciistico e alpinistico abbiamo optato per quest'ultimo, rivelatosi buono per la qualità della neve che ci ha fatto tenere picca e ramponi nello zaino. Qualche cedimento del manto dovuto allo scarso rigelo notturno nella zona alla base dei canali, poi neve ottima. Giunti all'uscita del canale abbiamo proseguito per la vetta della Gran Guglia, poi discesa per canali vari ad est della campana.
In compagnia di Umbi
Un saluto ed un grazie ai 4 che ci hanno preceduto e battuto pista.
Sciabilità :: **** / ***** stelle
osservazioni :: visto valanghe a pera esistenti
neve (parte superiore gita) :: polverosa
neve (parte inferiore gita) :: umida
note su accesso stradale :: ok
attrezzatura :: scialpinistica
Salita iniziata dall'auto nel piazzale di Borgata sci ai piedi. In basso un cm di neve recente umida, ad aumentare con la quota fino a raggiungere i 6-7 cm in alto. La neve fresca appoggia su uno strato portante offrendo una ottima sciata in discesa. Naturalmente il caldo di oggi cambierà la situazione (farina in scadenza odierna).
Gita effettuata con Paolo

Sciabilità :: **** / ***** stelle
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: primaverile
neve (parte inferiore gita) :: primaverile
note su accesso stradale :: ok
attrezzatura :: scialpinistica
Salita impegnativa per i notevoli spostamenti sia sulla stradina in basso che sui traversi oltre il colle. Coltelli utili partendo presto in quanto dietro il colle il sole arriva tardi a scaldare, per cui si traversa su neve ghiacciata, pur essendo presente un'ottima traccia.
Gita effettuata in compagnia dell'inossidabile Lurens 'd Giaven