madox


Le mie gite su gulliver

Giudizio Complessivo :: **** / ***** stelle
Ferrata non breve resa più impegnativa dal caldo di oggi...pendio roccioso assolatissimo con ginestre fiorite. Fondamentali i guanti da ferrata viste le cattive condizioni del cavo. Ci sono 2-3 passaggi dove sono richiesti discreti sforzi di braccia e bisogna essere lucidi. Da non sottovalutare, anche come tempistica.
2h 30' per concluderla (3h 30' compreso il rientro all'auto)
un pò di erba alta per arrivare all'attacco e anche alla fine
Giudizio Complessivo :: *** / ***** stelle
Bella gita pomeridiana tranquilla in mezzo alla natura lussureggiante. L'erba dopo la Costa Bella era già abbastanza alta e il caldo si sentiva. Siamo un pò al limite per questo itinerario. I massi accatastati poco sotto la vetta erano veramente scivolosi dopo la recente pioggia e lo sterrato era fangoso in numerosi tratti.
Cima boscosa e stretta, panorama scarso, c'è una croce bianca su piloncino cementato e un pennone con la bandiera italiana.
Incontrato una decina di persone, io ero l'unico che faceva attività solitaria. 1h30 per la vetta con tutta calma.
Giudizio Complessivo :: **** / ***** stelle
neve (parte superiore gita) :: Farinosa
quota neve m :: 1300
Una rampa affascinante ma molto faticosa e sempre più ripida man mano che si sale, misurato fino a 35 gradi nel pendio sotto il colletto 2.200 circa. Salita tosta. BR ci sta tutto.
Giornata fantastica al mattino, poi dalle 14 nuvoloni. Visti tanti skialp che facevano le curve sui bei pendii farinosi.
Con l'amico Matteo.
circa 3h

Giudizio Complessivo :: **** / ***** stelle
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: Farinosa ventata
quota neve m :: 1000
Neve praticamente continua dai 1.000 della partenza di La Fabbrica, buon spessore sopra i 1.400. In gran parte farinosa con qualche zona di ventato.
Gita facile e sicura. Se si prende il pendio diretto da Pian Belfé la pendenza è abbastanza rilevante ma cmq gestibile, almeno in salita (in discesa meglio la pista da sci). Impianti chiusi.
La grande statua della Madonna, sempre ben visibile da Belfe' in su (1.300), si è fatta un po' desiderare...arrivato alla stazione di arrivo della seggiovia (1.885 m circa) ho proseguito per circa 200 m in piano (5 minuti) in direzione del Torrione Lagoscuro. Giunto in corrispondenza della statua ho risalito a sx il breve e facile pendio (50 m di dislivello). Meglio evitare la cresta un pò rocciosa dalla seggiovia alla Lusignetto.
Nessuno in giro. Neve immacolata.
circa 3 h
Giudizio Complessivo :: **** / ***** stelle
neve (parte superiore gita) :: Farinosa
neve (parte inferiore gita) :: Bagnata
note su accesso stradale :: parcheggio piazza delle Fiere
quota neve m :: 1300
Gita perfetta e sicura per le ciaspole appena dopo una nevicata.
Seguita la lunga strada militare (circa 25 tornanti) battendo traccia sulla neve fresca. Si è sempre nel bosco quindi un pò monotono. Pendenze sempre più decise man mano che si sale con manto nevoso via via più spesso. Percorso lungo e molto faticoso ma per niente difficile.
Un'emozione arrivare finalmente al ripiano con le 3 croci (e un grosso ripetitore) e da lì affacciarsi su Bardonecchia!
Al rientro la neve bagnata dei primi 100 m si era già fusa con il sole.
4h di salita
Giudizio Complessivo :: **** / ***** stelle
Vento impetuoso e aria fredda. Superbi panorami sulla pianura e su Torino.
Pista forestale lunga e poco varia, molto allenante la ripida salita a Madonna della Neve.
Sempre ottima traccia a parte nella boschina finale, dove cmq ci sono le tacche rosse sugli alberi.
Percorso con ottima visuale a causa dei frequenti incendi che funestano la zona.
Crocetta di legno in cima molto rudimentale e incastrata in mezzo ai massi.
Salita pomeridiana in 2h partendo dalla piazza del municipio di Givoletto
Giudizio Complessivo :: ***** / ***** stelle
quota neve m :: 1900
Innevamento ancora buono, il pendio prima di arrivare in cresta è molto molto ripido. Conviene arrivare quasi in fondo al valloncello e poi traversare in leggera salita il tratto più impegnativo. Neve non particolarmente dura. Gran sole!
Croce di vetta metallica semplice tubolare parzialmente sommersa...possibilità di proseguire la facile cresta scendendo in 5-10 minuti verso l'anticima.
Giudizio Complessivo :: *** / ***** stelle
neve (parte superiore gita) :: Crosta da vento/Sastrugi
quota neve m :: 1500
Pista forestale sopra il rifugio fino a quota 2000 si segue con facilità, finito il bosco risulta ricoperta di neve dura e quasi indistinguibile dai ripidi pendii sovrastanti.
Cresta terminale dalla Colletta con primo tratto ventato e durissimo, infine ultimi 50 metri erba. Piccolo ometto sulla cima.
2h30 dal Jervis e giornata un pò ventosa. Gita più da ramponcini. Stupenda vista sulla Conca del Prà, sempre meravigliosa.
Giudizio Complessivo :: *** / ***** stelle
quota neve m :: 1500
Gita veloce ma su neve durissima e con poche tracce chiaramente visibili. Pendenze marcate nel bosco, necessari un buon senso dell'orientamento, un gps e i ramponcini. Da non sottovalutare. 1h45'
Giudizio Complessivo :: **** / ***** stelle
neve (parte superiore gita) :: Primaverile/Trasformata
neve (parte inferiore gita) :: Bagnata
quota neve m :: 1400
Neve non continua...primi 100 m della Costa della Mula, da monte Pravine 1634 a circa 1750, c'è erba. Oltre il Gias Pravine soprano la pendenza si accentua decisamente. Superato il ripido canalone (tosto ma cmq gestibile in discesa) le difficoltà non sono terminate: gli ultimi 100 metri infatti sono un pendio ripidissimo di massi, molto faticoso da superare. Indispensabili a mio avviso i ramponcini per scendere, bisogna averceli dietro. Senza quelli non scendevo. Al ritorno il manto non era più tanto portante. Occhio alle tantissime e pericolose buche tra i massi!!! Croce metallica alta circa 3 metri di fattura molto semplice e visibile sin dal bosco.
Vista superba su Cuneo e pianura, magnifica anche la cresta verso il Bric Costa Rossa!
Gita invernale impegnativa con tratti parecchio ripidi
3h e mezza
Non puoi contattare gli altri gulliveriani se non sei un utente registrato. Vai alla pagina di registrazione .

Tutte le sue gite

  • Pont Canavese (Via Ferrata di) (24/05/20)
    Bernard (Monte) da La Cassa (17/05/20)
    Pianard (Monte) da Palanfrè (08/03/20)
    Lusignetto (Punta) da Ala di Stura (04/03/20)
    Tre Croci (Poggio) da Bardonecchia (28/02/20)
    Lera (Monte) da Givoletto per il Monte Castello e Madonna della Neve, possibile anello (26/02/20)
    Ventasuso (Monte) dal Colle della Maddalena (23/02/20)
    Barant (Punta) da Villanova (16/02/20)
    Jervis Guglielmo (Rifugio) da Chiapili di sotto (08/02/20)
    Bisalta o Besimauda (Monte) da Pradeboni (02/02/20)
    Ros (Mont) da Mont Blanc (26/01/20)
    Ciriunda (Monte) da Tornetti (19/01/20)
    Sarsassi (Punta) e Monte Ciarmetta da Pellegrino (12/01/20)
    Giulian (Monte) da Giordano (05/01/20)
    Cialma (la) o Punta Cia da Carello (29/12/19)
    Birrone (Monte) da Ballatori (24/12/19)
    Soma (Clot della) da Pattemouche (07/12/19)
    Melmise (Punta) da Bardonecchia, anello per Vernets (30/11/19)
    Musinè (Monte) da Milanere per il Versante Sud (17/11/19)
    Saline (Cime delle) da Pian Marchisio per il Canalino delle Masche (26/10/19)
    Crocetta (Cima della) da Rivotti, anello valloni Vercellina e Unghiasse (12/10/19)
    Gran Queyron e Cima Frappier da Bout du Col, anello (05/10/19)
    Pence (Monte) da Sant'Anna, anello per il Colletto di Chiausis (28/09/19)
    Monfandì da Fondo (13/09/19)
    Orsiera (Monte, Punta Nord) Cresta Dumontel (08/09/19)
    Corborant (Cima di) da San Bernolfo per il Buco della Marmotta (04/09/19)
    Homme (Tête de l') dai Piani di Stroppia per il Col Gippiera (26/08/19)
    Frema (Tête de la) dai Piani di Stroppia, anello per il Col de Gippiera e Colle Infernetto (26/08/19)
    Cadreghe di Viso da Castello (15/08/19)
    Barifreddo (Monte) da Argentera per il Monte Appenna (05/08/19)
    Francesetti (Punta) e Pointes de la Piatou Via Normale da l'Ecot per il Passo delle Disgrazie (30/07/19)
    Taou Blanc (Monte) dai Piani del Nivolet (23/07/19)
    Colombo (Monte) da Schiaroglio (22/07/19)
    Zumstein (Punta) Via Normale da Indren (14/07/19)
    Ludwigshöhe Via Normale da Indren (13/07/19)
    Mombran (Uja di) da Forno Alpi Graie, anello per ricovero Ferreri e Vallone di Sea (08/07/19)
    Grifone (Punta di) e Punta Sbaron da Prato del Rio, anello (05/07/19)
    Croce (Colle della) da Villanova (13/06/19)
    Ferrata di Pra Catinat (08/06/19)
    Bourcet (Vallone di) Ferrata Nicola Ciardelli (08/06/19)
    Sises (Monte) da Sestriere (02/06/19)
    Moncuni (o Monte Cuneo) da Avigliana, per la cresta Nord (22/05/19)
    Banchetta (Monte) da Sestriere Borgata (28/04/19)
    Tovetto (Colle Sud del) da Balme (31/03/19)
    Aigle (Pitre de l') da Villardamond (17/03/19)
    Bianca (Rocca) da Indiritti (10/03/19)
    Quinzeina o Quinseina (Punta Sud) da Santa Elisabetta (13/10/18)
    Barrouard (Monte) da Rivotti (04/10/18)
    Tre Chiosis (Punta) da Genzana per la Costa Savaresch (27/09/18)
    Parvo (Punta), Rocca Parvo e Parvetto dalla strada per il Colle Fauniera, anello (05/09/18)
    Albaron di Savoia Via Normale da Pian della Mussa (28/08/18)
    Pian Real (Monte) da Tonda, anello per la Punta Costabruna (22/08/18)
    Niera (Roc della) Via Normale e Via dei Diedri da Chianale (15/08/18)
    Lobbie (Cima delle), cima NE da Castello per il Vallone del Duc e la Via Normale per il Canale NO (11/08/18)
    Fenestrelle (Punta di) dal Lago della Rovina (01/08/18)
    Nasta (Cima di) Via Normale da Pian della Casa per il Colle della Forchetta (31/07/18)
    Paganini (Cima) da Pian della Casa del Re per il Colletto della Forchetta e Colle di Nasta (31/07/18)
    Appenna (Monte) da Pattemouche (25/07/18)
    Politri (Monte) o Bric Rosso e Fea Nera da Laux per il Colle dell'Albergian (24/07/18)
    Castore Via Normale per il Rifugio Quintino Sella (18/07/18)
    Giordani (Punta) Via Normale da Indren (01/07/18)
    Barbeston (Monte) da Veulla per il Colle di Valmeriana (24/06/18)
    Ciarm (Monte) da Tornetti (30/04/18)
    Selleries (Rifugio) da Villaretto Superiore (25/04/18)
    Ghincia Pastour (Monte) da Pian della Regina (21/04/18)
    Arpon (Monte) da Favella (07/04/18)
    Bosco (Cima del) dalla Val Thuras (02/04/18)
    Lion (Monte) da Fondo (24/12/17)
    Raccias (Punta) da Saretto, anello per il Colle Clapier (22/11/17)
    Candelera (Rocca) Via Ferrata (19/11/17)
    Gran Truc dal Colle Vaccera per il Monte Servin, anello (03/11/17)
    Malta (Punta) da Meire Dacant per il Rifugio Alpetto e i Passi Gallarino e San Chiaffredo (29/10/17)
    Attia (Punta d') da Ala di Stura (22/10/17)
    Unghiasse (Monte) da Alboni per il Vallone d'Unghiasse (15/10/17)
    Rossa di Sea (Punta) da Pian della Mussa per il Ghicet di Sea (08/10/17)