lucaozein


Le mie gite su gulliver

Sciabilità :: *** / ***** stelle
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: primaverile
neve (parte inferiore gita) :: polverosa
note su accesso stradale :: Ok si lascia la macchina a Ponte d' Ardua dove è presente la sbarra
quota neve m :: 1600
attrezzatura :: scialpinistica
Ancora una volta il fascino selvaggio e primitivo della Valle Pesio mi ha spinto a una sveglia antelucana e a circa 11 km di portage.
In compenso da quota 1600 in su la neve non è niente male, in considerazione del fatto che ormai non nevica da molto tempo e tra vento e sbalzi termici le condizioni sono dappertutto poco invitanti.
La cima è mezza pelata ma comunque si riesce ancora a non togliere gli sci.
Sino a porta sestrera si trova neve dura e trasformata, Poi io mi sono tenuto tutto a sinistra nel Vallone non toccato da sole dov'è la neve si è conservata decorosamente.
Anche sotto il Garelli non è male, poi dopo il Gias Soprano di di Sestrera mi sono tenuto nuovamente tutto a sinistra in quanto l'innevamento risultava migliore.
Assolutamente consigliati i ramponcini e scarpe da trekking sul sentiero ghiacciato.

Ho incontrato tra persone che sono salita a piedi fino al Garelli.

Cima senza neve

Impronte del lupo

pendio a Valle di porta sestrera

[visualizza gita completa]

Sciabilità :: * / ***** stelle
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: altro
neve (parte inferiore gita) :: altro
note su accesso stradale :: Quelche tratto ghiacciato
quota neve m :: 1800
attrezzatura :: scialpinistica
Sono partito da Ponte Giairetto alle 15:00 con meno 3 gradi e vento teso. La poderale è in pessime condizioni, poca neve e quella poca di ghiacciatissima che crea problemi soprattutto in discesa. Io mi sono tenuto vicino al ruscello cercando le zone con più copertura. Ho dovuto togliere gli sci per raggiungere la Monesi- Limone. Oltre quota 1800 la neve è più continua sul versante nord, ma bisogna fare grande attenzione in discesa ai rododendri che non sono completamente coperti dalla neve e potrebbero creare problemi.
Neve ventata e difficilissima.
Gita che merita per l'ambiente stupendo del Bosco delle navette, non certo per la sciabilità.
Diciamo tutti insieme una preghierina per un po' di neve...

Bosco a 2000 metri

Bosco delle Navette vicino al Rio Giairetto
Sciabilità :: / ***** stelle
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: polverosa
neve (parte inferiore gita) :: primaverile
note su accesso stradale :: si arriva fino al ponte di Madonna d'ardua Dove si parcheggia la macchina
quota neve m :: 1400
attrezzatura :: scialpinistica
Quasi 11 chilometri di portage tra andata e ritorno! In alto, oltre il laghetto, si trova farina molto fredda e veloce, ancora bellissima da sciare dal momento che il Vallone del Marguareis non viene mai toccato da sole in questo periodo dell'anno. Sotto il lago, invece, è pura sopravvivenza: si trovano rocce e alberi abbattuti affioranti e oltrettutto la neve è abbastanza sfondosa.
Poi a quota 1400 bisogna mettere gli sci nella zaino perché la neve finisce.
Non credo che la gita posso interessare a molti, ad ogni modo chi si volesse cimentare, deve avere una buona forma fisica in quanto l'itinerario totale supera i 20 km, e poi deve fare molta attenzione ai numerosi tratti ghiacciati sul sentiero e ai buchi che potrebbero aprirsi tra i roccioni nella parte alta del Vallone. Ho addirittura rischiato di perdere il bastoncino dopo averlo conficcato nella neve.
Ringrazio Renzo Dirienzi che è stato in zona pochi giorni fa. Renzo e anche autore delle nevi del Marguareis, utile guida che consiglio a tutti quelli che vogliono intraprendere gite in questa bellissima Valle ( Val Pesio)

sentiero ghiacciato

Laghetto del marguareis

Gli spazi tra le rocce non sono interamente riempiti dalla neve la quale sfonda

[visualizza gita completa]

Sciabilità :: / ***** stelle
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: umida
neve (parte inferiore gita) :: umida
note su accesso stradale :: Ok
quota neve m :: 1900
attrezzatura :: scialpinistica
Veloce salita serale partendo a piedi da casa e mettendo gli sci quota 1900
sfruttando i pochi canaloni ancora innevati.
Sopra 2200 la neve c'è, purtroppo la qualità no. Avendo incominciato la discesa tardi, ho trovato una sottile crosticina che ricopriva uno strato di neve umida, sciabile con parecchia decisione, ma molto faticosa.
Gita vale la pena soltanto se si ha voglia di farsi una bella scammellata con gli sci nello zaino e se si è degli inguaribili romantici della natura.
Attenzione sotto gli alberi dal momento che ci sono dei tratti ghiacciati ricoperti da aghi di larice.
Nessun masochista in giro oltre a me

Condizioni a quota 1850

Bosco a quota 2100

Plateu

[visualizza gita completa]

Sciabilità :: **** / ***** stelle
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: polverosa
neve (parte inferiore gita) :: polverosa
note su accesso stradale :: Ok
attrezzatura :: scialpinistica
Rispetto alle condizioni descritte due giorni fa da IZIO74 si è formata un pelino di crosta su alcune esposizioni comunque tranquillamente evitabili. La neve è polverosa, profonda e molto veloce. Ancora Decisamente consigliato, anche perché ci sono ancora tanti spazi da tracciare. Tenete comunque presente che l'ultimo tratto in basso ha poca neve e si rischia di toccare.
In compagnia di Antonio, Luciano e altri ragazzi di Casale e Torino.
Oggi una quindicina di persone in tutto.
Gli altri itinerari non mi sembrano tracciati, anche perché ci sono vistosi accumuli che sconsigliano l'approccio.

Polverone

Vetta spelacchiata
Sciabilità :: **** / ***** stelle
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: polverosa
neve (parte inferiore gita) :: polverosa
note su accesso stradale :: Nessun problema. Parcheggiato alla partenza della pista di fondo.
quota neve m :: 1500
attrezzatura :: scialpinistica
Davvero belle condizioni di neve polverosa nel bosco, tuttavia bisogna percorrere 5 km in piano prima di raggiungere il sentiero estivo che conduce al rifugio.
Io ho utilizzato la tecnica del pattinato, con sci e scarponi in modalità discesa.
Ho tracciato da solo in circa 40 cm di polvere leggerissima. Con pericolo 4 non mi sono azzardato ad andare oltre il rifugio, la neve incominciava essere ventata e si notavano enormi accumuli.
In discesa bella farina veloce. Non ho toccato nessun sasso. Nessun altra traccia in giro.
Bellissimo il locale invernale, addirittura dotato di parquet!
Nessuno in giro, tranne qualche camminatore a fianco delle piste e qualche fondista.

Bosco

Ultimo tratto in vista della rifugio, qui la neve è crostosa e ventata in molte zone

Panoramica a Monte del Rifugio

[visualizza gita completa]

Sciabilità :: ** / ***** stelle
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: crosta portante
neve (parte inferiore gita) :: crosta non portante
note su accesso stradale :: Ottima
quota neve m :: 1300
attrezzatura :: scialpinistica
Oggi parecchie persone in giro su queste montagne. Neve difficile con crosta più o meno portante e molto mossa dai numerosi passaggi.
Questo angolo del Piemonte oggi.è stato risparmiato dal vento.
Ultimo tratto salito con i ramponi, anche se non erano necessari.
In ottima compagnia di Matteo, dopo 2 anni ce l'abbiamo fatta!

Cima affollata
Sciabilità :: *** / ***** stelle
osservazioni :: sentito assestamenti
neve (parte superiore gita) :: fresca (24-48 h) asciutta
neve (parte inferiore gita) :: fresca (24-48 h) umida
note su accesso stradale :: Ok con gomme invernali sino a Borgata Arata
quota neve m :: 1400
attrezzatura :: scialpinistica
Gita in ambiente, molto spostamento. Bisogna mettere in conto un bel po' di ravanamanto e fatica.
La neve in alto è molto bella, bisogna però stare sulle esposizioni settentrionali, basta pochissimo e si trova crosta.


In compagnia di Simone
Splendida Valle Maira.

Parte alta

Verso il Festa e Buchet

Bosco

[visualizza gita completa]

Sciabilità :: *** / ***** stelle
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: fresca (24-48 h) asciutta
neve (parte inferiore gita) :: fresca (24-48 h) asciutta
note su accesso stradale :: Ok
quota neve m :: 1500
attrezzatura :: scialpinistica
Avevamo messo in preventivo un bel po' di portarge, invece siamo riusciti a calzare gli sci ai piedi già dalla macchina, grazie ai 10 cm scesi nella notte. Abbiamo percorso la poderale con qualche taglio fino alle baite di Tetun, Poi siamo saliti sui prati. La neve vecchia la si incontra circa a 2000 m.
Nel Bosco tra Rondperrine e Champchenille sono purtroppo caduti diversi alberi e bisogna fare deviazioni rispetto al percorso di salita normale.
Il Plateau è bello bello, con circa 15 cm di polvere che poggiano su uno strato duro.
Appena sotto Champchenille abbiamo preferito seguire la poderale per non distruggere gambe e sci.
Giornata splendida, freddina il giusto.
Nei prossimi giorni credo che sarà ancora bello. Oggi pochissima gente in giro.
Molto arato invece il pendio di Punta Drinc.

Con Lauretta e Giovanni, Ti ringrazio per essere partiti direttamente dalla Pianura per fare la gita.
Ps : il vento fortissimo delle scorse settimane a inclinato la croce in legno. Purtroppo non sono riuscito a raddrizzarla, malgrado lo sforzo.

Salita a quota 2.000

Plateu
Sciabilità :: / ***** stelle
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: fresca (24-48 h) asciutta
neve (parte inferiore gita) :: altro
note su accesso stradale :: Ok
quota neve m :: 2100
attrezzatura :: scialpinistica
Gita più indicata con le ciaspole che con le pelli. Io sono salito comunque con gli sci perché non ero mai stato su questa cima, e sono riuscito a fare al massimo tre o quattro curve.
Panorama e giornata spettacolari.
Rispetto all'itinerario più diretto descritto da Brusa, ho preferito risalire i pendii più morbidi, dal momento che il nuovo strato di 15 cm di neve polverosa non ha legato con lo strato duro preesistente.
I pendii sono segnati da molti avvallamenti dovuti a rigagnoli di acqua e questo non consente una sciata fluida.
Il sentiero nella parte bassa è in parecchi tratti ghiacciato, ed essendo ricoperto da un sottile strato di neve è piuttosto Infido.


Vallone del Bardoney
Non puoi contattare gli altri gulliveriani se non sei un utente registrato. Vai alla pagina di registrazione .

Tutte le sue gite

  • Serpentera (Cima) da Ponte d'Ardua per Vallone del Salto (12/01/19)
    Missun o Missoun (Cima) da le Salse (09/01/19)
    Marguareis (Porta) da Madonna d'Ardua (05/01/19)
    Pierre (Punta de la) da Daillet (28/12/18)
    Flassin (Mont) da Parcheggio Flassin (14/12/18)
    Bonatti Walter (Rifugio) da La Palud (13/12/18)
    Giosolette (Cima) da Limonetto (08/12/18)
    Buchet (Monte), Costa Chiggia e Monte Festa da Marmora, giro (01/12/18)
    Pierre (Punta de la) da Daillet (24/11/18)
    Gollies (Testa delle) da Lillaz (22/11/18)
    Durand (Cima) da Artesina (01/11/18)
    Missun o Missoun (Cima) da Upega (26/04/18)
    Pierre (Punta de la) da Daillet (08/04/18)
    Vertosan (Mont) da Parcheggio Flassin (07/04/18)
    Pierre (Punta de la) da Daillet (25/03/18)
    Pierre (Punta de la) da Daillet (23/03/18)
    Missun o Missoun (Cima) da le Salse (09/03/18)
    Missun o Missoun (Cima) da Upega (03/03/18)
    Gardiola (Cima la) da Certosa di Pesio (26/02/18)
    Missun o Missoun (Cima) da Upega (19/02/18)
    Missun o Missoun (Cima) da Upega (16/02/18)
    Bertrand (Monte) da Upega (15/02/18)
    Vermiana (Colle di) da Cretaz (13/02/18)
    Nonna (Costa di) da Champoluc (12/02/18)
    Pierre (Punta de la) da Daillet (11/02/18)
    Grand Etret (Testa del) da Pont Valsavarenche (10/02/18)
    Saccarello (Monte) - Il Redentore da Monesi (30/01/18)
    Rascias (Mont) da Chardonney (29/01/18)
    Pierre (Punta de la) da Daillet (27/01/18)
    Bertrand (Monte) da Upega (23/01/18)
    Missun o Missoun (Cima) da Upega (16/01/18)
    Midia Soprano (Monte) da Ponte Maira (13/01/18)
    Grosso (Monte) da Valcasotto (05/01/18)
    Pierre (Pointe de la) da Pila (22/12/17)
    Tardiva (Costa) da Gorrey (20/12/17)
    Pierre (Punta de la) da Daillet (19/12/17)
    Pierre (Punta de la) da Daillet (18/12/17)
    Cervetto (Testa di) da Meire Bigorie (07/12/17)
    Gorfi (Monte) da San Giacomo (06/12/17)
    Mindino (Bric) da Valcasotto (05/12/17)
    Pigna (Monte) da Impianti di Lurisia (03/12/17)
    Mindino (Bric) da Colla di Casotto (20/11/17)
    Campaula (Costa), o Pian della Reina da Tetti Folchi (15/11/17)
    Bertrand (Monte) da Upega (07/11/17)
    Carmo del Finale (Monte) o di Loano e Monte Ravinet da Boissano, anello per San Pietro dei Monti (06/11/17)
    Fourchon (Mont), Tete Fenetre, Pain de Sucre da Montagna Baus, anello (02/06/17)
    Gran Paradiso da Pont Valsavarenche per il Rifugio Vittorio Emanuele II (21/05/17)
    Pierre (Punta de la) da Daillet (01/05/17)
    Glairetta (Punta) da Surier per il Rifugio Bezzi (30/04/17)
    Sberna Sebastiano e Renzo (Bivacco) da Pravieux (29/04/17)
    Grand Sertz o Gran Serra da Valnontey (24/04/17)
    Serra (la) - quota m 3220 da Gimillan (23/04/17)
    Chateau Blanc da Planaval (22/04/17)
    Calabre (Punta) da Thumel per il Rifugio Benevolo (17/04/17)
    Breithorn Occidentale da Cervinia (08/04/17)
    Missun o Missoun (Cima) da Upega (03/04/17)
    Pierre (Punta de la) da Daillet (01/04/17)
    Serena (Col) da Planaval (31/03/17)
    Citrin (Col) da Cerisey (30/03/17)
    Sassa (Col de la) da Chamen (29/03/17)
    Pierre (Punta de la) da Daillet (26/03/17)
    Fourchon (Mont) da Saint Rhemy (14/03/17)
    Gran Crot da Cogne (13/03/17)
    Leissè o Leysser (Punta) da Vetan (12/03/17)
    Mindino (Bric) da Viola Saint Gree e il Bric Nei (08/03/17)
    Mindino (Bric) da Viola Saint Gree e il Bric Nei (06/03/17)
    Ventosa (Cima) da Valcona Soprana (25/02/17)
    Saccarello (Monte) - Il Redentore da Monesi (20/02/17)
    Missun o Missoun (Cima) da Upega (18/02/17)
    Pierre (Punta de la) da Daillet (14/02/17)
    Pierre (Pointe de la) da Pila (12/02/17)
    Pierre (Punta de la) da Daillet (06/02/17)
    Crevacol (Testa di) da Saint Rhemy (05/02/17)
    Grosso (Monte) da Colla di Casotto (30/01/17)
    Durand (Cima) da Artesina (26/01/17)
    Serena (Costa di) quota 2785 m da Mottes (23/01/17)
    Serena (Costa di) quota 2785 m da Mottes (22/01/17)
    Cussuna (Colle di) da Valgrisenche (21/01/17)
    Seirasso (Cima) da Prato Nevoso (14/01/17)
    Alpet (Monte) da Serra di Pamparato (11/01/17)
    Pianard (Monte) da Palanfrè (07/01/17)
    Mussiglione (Monte) dalla Colla di Casotto (03/01/17)
    Pierre (Punta de la) da Daillet (31/12/16)
    Nouva (Testa della) da Lillaz (30/12/16)
    Pierre (Punta de la) da Daillet (26/12/16)
    Croce (Punta della) da Arpy (10/12/16)
    Forciaz (Mont) da Valgrisenche (09/12/16)
    Champillon (Col) da Chatelair (07/12/16)
    Arp Vieille (Mont) da Bonne (06/12/16)
    Serena (Col) da Mottes (14/11/16)
    Chaz Duraz (Monte) da Pont Serrand (13/11/16)
    Rascias (Mont) dalla strada per Dondena (01/11/16)
    Monpers (Punta di) da Pila (28/10/16)
    Grevon (Piatta di) da Pila (18/10/16)
    Drinc (Pointe du) da Pila (16/10/16)
    Mary (Mont) da Blavy per il Colle di Viou (15/10/16)
    Arguerey (Col d') da Lago di Verney (08/06/16)
    Gran Vaudalaz (Punta Nord) da Thumel (20/05/16)
    Asti (Sella d') da Chianale (17/05/16)
    Rossa (Rocca) da Chianale (17/05/16)
    Ghiliè (Cima) da Pian della Casa del Re per il Vallone di Balma Ghilié (15/05/16)
    Valletta (Punta della) anticima 3007 m da Pila (07/05/16)
    Leppe (Punta di) da Gimillan (06/05/16)
    Belvedere (Monte) da Col de Forclaz (05/05/16)
    Tsa Sèche (Colle) da Pila (04/05/16)
    Grand Sertz o Gran Serra da Valnontey (20/04/16)
    Rossa (Colle della) da Valnontey per il Rifugio Sella (19/04/16)
    Adamello (Monte) dal Passo del Tonale (15/04/16)
    San Giacomo (Cima di) dall'Albergo dei Forni per il Versante Nord (12/04/16)
    Cevedale (Monte) dal Rifugio dei Forni (11/04/16)
    Pale Rosse (Cima) dall'Albergo dei Forni (10/04/16)
    Pierre (Punta de la) da Daillet (04/04/16)
    Garlenda (Cima) da Monesino (24/03/16)
    Vuran (Cima) da Prato Nevoso (20/03/16)
    Nera (Cima) da Prato Nevoso (19/03/16)
    Gardiola (Cima la) da Certosa di Pesio (18/03/16)
    Moro (Monte) da Frabosa Soprana (17/03/16)
    Sigaro (il) quota 2820 m da Valgrisenche (15/03/16)
    Grand Sertz o Gran Serra da Valnontey (13/03/16)
    Fontana Fredda (Punta) da Cheneil (08/03/16)
    Aquiletta (Punta) o Oilletta da Vens (06/03/16)
    Pierre (Punta de la) da Daillet (05/03/16)
    Pierre (Punta de la) da Daillet (04/03/16)
    Gavio (Testa del) da Cretaz (03/03/16)
    Fontana Fredda (Punta) da Cheneil (02/03/16)
    Pierre (Punta de la) da Daillet (01/03/16)
    Chabod Federico (Rifugio) da Pravieux (20/02/16)
    Serena (Col) da Mottes (19/02/16)
    Entrelor (Testa di) da Bruil per il vallone di Sort e il Col Gollien (18/02/16)
    Entrelor (Cima di) dalla Val di Rhèmes (17/02/16)
    Fana (Croce di) da Fonteil (16/02/16)
    Chamolè (arrivo seggiovia) da Les Fleurs (15/02/16)
    Paglietta (Monte) da Prailles (13/02/16)
    Pierre (Punta de la) da Daillet (12/02/16)
    Chaligne (Punta) da Gorrey (11/02/16)
    Pierre (Pointe de la) da Pila (04/02/16)
    Pierre (Punta de la) da Daillet (03/02/16)
    Flassin (Mont) da Parcheggio Flassin (30/01/16)
    Crevacol (Testa di) da Mottes (30/01/16)
    Fetita (Punta), o Falita da Vedun (22/01/16)
    Court de Bard da Vedun (19/01/16)
    Sigaro (il) quota 2820 m da Valgrisenche (18/01/16)
    Paglietta (Monte) da Prailles (17/01/16)
    Pierre (Punta de la) da Daillet (16/01/16)
    Crevacol (Testa di) da Mottes (08/01/16)
    Serena (Col) da Mottes (06/01/16)
    Pierre (Punta de la) da Daillet (04/01/16)
    Lesache (Aiguille de) o des Sasses da Saint Rhemy (27/12/15)
    Durand (Cima) da Artesina (14/12/15)
    Arietta (Punta dell') da Lillaz (08/12/15)
    Nera (Cima) da Prato Nevoso (04/12/15)
    Nera (Cima) da Prato Nevoso (30/11/15)
    Arno (Bivacco) da Pila (28/11/15)
    Drinc (Pointe du) da Pila (27/11/15)
    Ventasuso (Monte) dal Colle della Maddalena (22/11/15)
    Nera della Grivola e Rossa della Grivola (Punte) da Valnontey, traversata (11/08/15)
    Ormelune Ovest (Punta) dalla Valgrisenche (31/05/15)
    Grand Etret (Testa del) da Pont Valsavarenche (22/05/15)
    Chaz Duraz (Monte) da Pont Serrand (13/05/15)
    Mont (Col du) dalla Valgrisenche (12/05/15)
    Mondolè (Monte) da Artesina per la Colla Bauzano (09/05/15)
    Breithorn Occidentale da Cervinia (02/05/15)
    Entrelor (Cima di) dalla Val di Rhèmes (15/04/15)
    Entrelor (Cima di) dalla Val di Rhèmes (14/04/15)
    Granè (Monte) da Crissolo (08/04/15)
    Garitta Nuova (Testa di) da Pian Munè (06/04/15)
    Briccas o Trucchet da Brich (06/04/15)
    Cervetto (Testa di) da Meire Bigorie (06/04/15)
    Garitta Nuova (Testa di) da Pian Munè (02/04/15)
    Giassit (Col) da Santa Margherita (31/03/15)
    Giassit (Col) da Santa Margherita (29/03/15)
    Entrelor (Testa di) da Bruil per il vallone di Sort e il Col Gollien (23/03/15)
    Serena (Col) da Mottes (22/03/15)
    Saccarello (Monte) - Il Redentore da Monesi (18/03/15)
    Tibert (Monte) da Santuario di San Magno (13/03/15)
    Vertosan (Mont) da Vetan per il Col Fenetre (07/03/15)
    Gardiola (Cima la) da impianti di Lurisia per il Monte Pigna (26/02/15)
    Fetita (Colle) o Falita da Challancin (22/02/15)
    Pierre (Punta de la) da Daillet (12/02/15)
    Leretta (Punta) e quota 2051m da Pian Coumarial per il versante SO (11/02/15)
    Grosso (Monte) da Colla di Casotto (09/02/15)
    Garitta Nuova (Testa di) da Pian Munè (28/01/15)
    San Remo (Rifugio) da Monesi di Triora (26/01/15)
    Sibolet (Punta) da Tolosano per la Comba Castellazzo (24/01/15)
    Cervetto (Testa di) da Meire Bigorie (15/01/15)
    Arno (Bivacco) da Pila (13/11/14)