lo65


Chi sono

Classe 1965,genovese,socio CAI.
Pratico in montagna escursionismo e saltuariamente alpinismo facile,ferrate,racchette da neve e sci di fondo su pista

Le mie gite su gulliver

Giudizio Complessivo :: **** / ***** stelle
note su accesso stradale :: ok fino a Fontanigorda
Bella e lunga camminata su sentieri con segnavia F.I.E(in alcuni tratti sono un poco sbiaditi, ma la traccia è comunque sempre abbastanza evidente);sia dalla vetta del Gifarco,sia da quella del Roccabruna bellissimi scorci panoramici;la salita al M.Gifarco richiede il superamento di un breve, stretto e facile canalino roccioso;come indicato nella puntuale descrizione dell'itinerario,per chiudere l'anello si deve percorrere un tratto(circa 40 minuti) di poco trafficata strada provinciale

Oggi con Paola, Roberto, Cristina, Marta e Luigi in una giornata di cielo terso e temperatura gradevole, considerato il periodo.
Solo un poco di vento in alto; terreno asciutto ,salvo qualche breve tratto ghiacciato(comunque facilmente transitabile, con un poco di attenzione)e guadi da affrontare nella discesa verso Casanova agevolmente superabili.
Arrivati al passo di Vallersone, essendo l'ora un po' tarda, abbiamo rinunciato alla salita al Montarlone e,dopo una bella sosta/pranzo al sole,abbiamo iniziato il sentiero col segnavia quadrato giallo pieno in discesa, chiudendo alla fine l'anello in circa 6 ore e mezza(soste comprese)













Al centro il Roccabruna
Giudizio Complessivo :: *** / ***** stelle
note su accesso stradale :: Ok fino a Bavastrelli
Camminata facile su mulattiera nel bosco e su ampio crinale nel breve tratto finale.
Oggi gita solitaria in una fresca e limpida giornata.
Vento fortissimo in quota.
Qualche tratto ghiacciato sulla mulattiera in prossimità del Rifugio Monte Antola(oggi chiuso),che con un poco di prudenza si può comunque attraversare con gli scarponcini.
Buone gite
Giudizio Complessivo :: *** / ***** stelle
note su accesso stradale :: ok fino a Prato
Lunga escursione adatta alla stagione invernale per la quota non elevata raggiunta.
Buona allo stato attuale la segnaletica e in genere la percorribilità.
Occorre comunque un passo attento e sicuro per affrontare alcuni punti, soprattutto in discesa(in particolare il tratto che porta a Canate),piuttosto ripidi(insidiosi in caso di terreno bagnato o umido)
Oggi con Paola e Roberto; peccato per il vento e la scarsa visibilità in quota.
Qualche scivolone sulla superficie umida, fortunatamente senza gravi conseguenze!
Buona montagna e Buon Natale





















Ultimo tratto di salita al Candelozzo
Giudizio Complessivo :: **** / ***** stelle
note su accesso stradale :: ok fino a Bargone
Escursione varia come paesaggio in gran parte su sentieri boschivi,in parte su sterrati;in alto,sulla cresta iniziale fra Treggin e Roccagrande,si cammina con qualche saliscendi pure su roccia con moderata esposizione(attenzione in caso di terreno non asciutto!).L'itinerario come segnalazione è un poco carente(i segnavia sono sbiaditi,quasi irriconoscibili,in certi tratti),la traccia è spesso invasa dalla vegetazione(del resto la manutenzione è opera di volontari e si fa quel che si può!);vale sempre il vecchio insegnamento che,se non si vedono i segnavia per un lungo tratto conviene ritornare all'ultimo visto e" ristudiare" il percorso
Oggi in una giornata limpida e un poco fredda e ventosa in quota,grazie ad un fortunato passaparola attivato dal sottoscritto,si è formato un gruppetto affiatato di 10 escursionisti,che ha percorso questo bell'itinerario a bassa quota(adatto alla stagione) in un tempo di marcia di sei ore circa.
Buona montagna

Sullo sfondo Sestri Levante
Giudizio Complessivo :: ***** / ***** stelle
note su accesso stradale :: o.k.fino a via alle Grotte di Toirano.
Ritorno alla sempre bella via dei Daini e trovata la traccia più pulita;un plauso a chi ha riposizionato gli ometti;laddove in certi brevi tratti mancano,la colpa è del terreno scosceso e del passaggio degli animali(che del resto sono a casa loro!);in ordine i tratti attrezzati;raggiunto S.Pietro dei Monti,dopo la pausa pranzo siamo discesi prendendo dapprima il sentiero verso Boissano e poi il tratto(piuttosto ripido ed insidioso nella prima parte)con segnavia giallo/rosso TA,direzione Grotte di Toirano.
Attenzione:il cancello del parcheggio delle grotte apre solo alle 9.30;oggi abbiamo così parcheggiato poco prima,sulla strada d'accesso,bene in aderenza al muro di cinta di una casa sulla sinistra(attenzione a non creare intralcio perchè cè comunque il cartello di divieto di sosta).
Oggi in una calda e limpida giornata con gli amici Paola e Luciano;in tutto abbiamo impiegato(compresa una sosta di un'oretta a San Pietro dei Monti)poco meno di sei ore.
Buona montagna

Uscita dal primo tratto attrezzato
Giudizio Complessivo :: *** / ***** stelle
note su accesso stradale :: Treno fino a Camogli
Gita breve con diversi saliscendi che aumentano il dislivello complessivo;meteo permettendo,ottimi scorci panoramici sulla costa ligure in un percorso immerso nella macchia mediterranea che alterna tratti in cemento fra piccole frazioni e sentieri che possono diventare scivolosi ed insidiosi in caso di maltempo(provvidenziali i corrimano messi in diversi punti).
In occasione della uscita sociale odierna del CAI Sezione Ligure si è partiti dalla stazione ferroviaria di Camogli(dove poi si è tornati al ritorno percorrendo in discesa l'itinerario di salita)seguendo da lì il segnavia due pallini rossi che conducono a S.Rocco.
In tutto un gruppetto "gagliardo" di otto escursionisti(condotto da chi scrive e dall'amico Roberto e comprendente "veterani" e le due gradite new entry Laura e Nadia)che,malgrado il maltempo che ha contraddistinto la seconda parte della gita,ha coperto il percorso in circa quattro ore e mezzo,compresa una piccola pausa pranzo.
Buona Montagna!

In basso Punta Chiappa
Giudizio Complessivo :: **** / ***** stelle
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: fresca (24-48 h) umida
neve (parte inferiore gita) :: umida
note su accesso stradale :: ok fino a Valcasotto
quota neve m :: 1100
Percorso assai più lungo della classica salita dalla Colla di Casotto,ma con possibilità,meteo permettendo,di migliori scorci panoramici
Oggi con Paola e Laura in una giornata dal meteo variabile con un momento di scarsa visibilità nel primo pomeriggio;particolarmente faticosa la progressione nella parte alta del percorso per lo spesso strato al suolo di neve fresca e cedevole.
Buone gite a tutti!

Al centro Bric Mindino
Giudizio Complessivo :: **** / ***** stelle
note su accesso stradale :: Ok fino a località Dari sulla provinciale fra Toirano e Boissano
Escursione di buon dislivello e sviluppo(al mio contapassi poco più di 15 Km)tecnicamente semplice e sufficientemente ben segnalata,che può però presentare piccole insidie in caso di terreno bagnato e nella parte alta problemi di orientamento(nel caso si voglia raggiungere il Ravinet)
Partiti dalla loc.Dari(possibilità di parcheggio dietro la chiesetta sulla provinciale)percorso asfalto in direzione Grotte di Toirano per circa 700 mt. per poi prendere sulla destra il sentiero che porta alla chiesetta nella roccia di Santa Lucia;riguadagnato quindi,scendendo,il sentiero TA(segnavia giallo/rosso)e superato l'ingresso delle Grotte,saliti(percorso oggi scivoloso per le recenti piogge)fino ad una bella radura a circa 500 metri di altitudine;qui giunti voltato a sinistra(palina indicatrice/segnavia due tratti rossi paralleli orizzontali)per giungere infine a S.Pietro ai Monti;superata l'abbazia seguiti i segnavia gialli e gli ometti(traccia non molto visibile con possibili problemi di orientamento)per arrivare quindi sulla vetta del Ravinet(circa 50 min.da San Pietro ai Monti);in discesa percorsa la via di salita fino al termine della radura a m.500 di quota,laddove ad un nuovo bivio(indicazioni in loco)voltato a destra in direzione Toirano(segnavia due tratti paralleli verticali rossi)tornando così al punto di partenza.
Oggi con la fedele amica Paola affrontato questo itinerario (4 ore in salita e 3 in discesa)in una giornata calda e nuvolosa;incontrato solo un gruppo di 4 escursionisti sulla vetta del Ravinet
Buone gite

Scendendo a Toirano
Giudizio Complessivo :: **** / ***** stelle
note su accesso stradale :: utilizzato il treno sia all'andata sia al ritorno
Lunga ed impegnativa traversata(al mio contapassi 20 Km)prevalentemente su sentieri con pendenza variabile e di percorribilità non banale in caso di maltempo(attenzione in particolare a non scivolare sui tratti di superficie rocciosa!).
La traccia è in alcuni tratti su versanti scoscesi assai stretta soprattutto per effetto dei vari movimenti franosi.
Il tratto di cresta rocciosa prima della vetta del Manico del Lume è reso più semplice dai vari spezzoni di catene.
L'ondata recente di maltempo ha provocato piccole frane e cadute di alberi che comunque non pregiudicano la progressione(almeno a chi ha un minimo di confidenza con i percorsi impervi).
Oggi con Paola in una giornata di tempo variabile con pioggerellina nella parte alta del percorso.
Seguito dalla stazione di Recco alla vetta del Manico del Lume il segnavia triangolo rosso vuoto;poi il segnavia rombo rosso pieno fino al Passo della Crocetta,passando per la vetta del M.Pegge;dalla Crocetta tornati verso ponente lungo l'allacciamento tre pallini rossi fino ad intercettare il segnavia cerchio rosso barrato che ci ha condotti in discesa fino alla stazione di Rapallo;in tutto poco meno di otto ore di marcia(comprese pause complessivamente per circa mezz'ora).
Buona montagna

Dal M.Pegge vista su Rapallo
Giudizio Complessivo :: ***** / ***** stelle
note su accesso stradale :: o.k. su asfalto fino al Colle di Tenda(m.1871)
Escursione interessante dal dislivello non eccessivo ma comunque dallo sviluppo chilometrico ragguardevole.
Dopo un primo tratto su sterrato poi si procede su mulattiera,pendii erbosi,pietraia ed un breve tratto finale su facili roccette che congiunge l'antecima con la croce con il punto più elevato.
Buona la segnaletica;del resto la meta dell'escursione è ben visibile fin dalla partenza.
Molto panoramico il contesto con possibilità di brevi deviazioni per visionare i resti delle fortificazioni di confine.

Oggi in una giornata limpida dai colori autunnali e dalla temperatura quasi estiva,con progressione su terreno asciutto con gli amici Paola e Roberto.
Come sempre buona gite a tutti!

Vista dal Colle di Tenda
Non puoi contattare gli altri gulliveriani se non sei un utente registrato. Vai alla pagina di registrazione .

Tutte le sue gite

  • Montarlone (Monte) da Fontanigorda, anello per i Monti Gifarco e Roccabruna (06/01/19)
    Antola (Monte) da Bavastrelli (02/01/19)
    Candelozzo (Monte) da Calvari per Capenardo, anello per Canate (23/12/18)
    Roccagrande (Monte) da Bargone, anello del monte Treggin (15/12/18)
    San Pietro ai Monti (Abbazia) Via dei Daini e anello per il Monte Ravinet (09/12/18)
    Chiappa (Punta) da San Rocco, anello breve (02/12/18)
    Mindino (Bric) da Valcasotto (25/11/18)
    San Pietro dei Monti (Abbazia di) da Toirano (11/11/18)
    Manico del Lume (Monte) da Recco, traversata a Rapallo (04/11/18)
    Abisso (Rocca dell') da Colle di Tenda (21/10/18)
    Infernone (Ferrata dell') (14/10/18)
    Vitello (Corno) da Estoul per il Rifugio Arp (23/09/18)
    Galero (Monte) dal Colle di San Bernardo, anello per il Passo delle Caranche (14/09/18)
    Moncalieri (Bivacco) da San Giacomo, anello per il Rifugio Pagarì (09/09/18)
    Nana (Bec di) o Falconetta da Mandriou (01/09/18)
    Penna (Monte) dalla Casa Fortestale, cresta NE e traversata (26/08/18)
    Piz (Becco Alto del) da Prati del Vallone per il Passo del Vallone (12/08/18)
    Seirasso (Cima) da Rifugio Balma (05/08/18)
    Salza (Monte) da Sant'Anna (29/07/18)
    Mondolè (Monte) da Artesina per la dorsale NO (14/07/18)
    San Bernolfo (Rocca e Guglia di) da San Bernolfo, anello per Passo di Seccia e Laghi di Collalunga (08/07/18)
    Grosso (Monte) dalla Colla di Casotto, anello (27/06/18)
    Roncalla (Monte) e Groppo delle Ali (24/06/18)
    Mercantour (Cima di) da Pian della Casa del Re (17/06/18)
    Antoroto (Monte) Cresta Est (10/06/18)
    Baiarda (Colle) da Acquasanta, traversata a Prà (13/05/18)
    Parcellara (Pietra) Cresta Sud-Est (25/04/18)
    Martin (Punta) e Monte Penello da Pegli (02/04/18)
    Deiva (Foresta della) da Sassello (04/03/18)
    Liprando (Monte) da Montoggio (24/12/17)
    Corvi (Rocca dei) da Cunio, anello (10/12/17)
    Pista di Fondo Promenado Valle Stura (08/12/17)
    Avzè (Monte) da Sassello, anello (03/12/17)
    Gardiola (Cima la) da Certosa di Pesio (18/11/17)
    Grosso (Monte) da Colla di Casotto e il Monte Mussiglione (12/11/17)
    Saline (Cima delle), Cima Pian Ballaur da Carnino Inferiore, anello per il Colle del Pas (29/10/17)
    Pertegà (Cima di) da Upega, anello per la Cresta del Ferà e Colle Selle Vecchie (22/10/17)
    Emma (Punta) da Carnino Superiore (15/10/17)
    Pont Canavese (Via Ferrata di) (08/10/17)
    Corvi (Rocca dei) da Cunio, anello (01/10/17)
    Valletta (Bec) Via Ferrata (24/09/17)
    Costa Rossa (Bric) e Monte Bisalta o Besimauda da Meschie di Pradeboni, anello di cresta (17/09/17)
    Tor (Cima del) da San Giacomo per Lago del Vei del Bouc (03/09/17)
    Antoroto (Monte) da Valdinferno (13/08/17)
    Frisson (Monte) da Palanfrè (30/07/17)
    Bianca (Cima) o Cime Blanche da Champtorné (23/07/17)
    Maggiorasca (Monte) da Rocca d'Aveto per il Canalone Martincano e il versante Sud-Ovest (09/07/17)
    Lausetto (Cima del) da Sant'Anna (02/07/17)
    Agnel (Cime Est e Ovest de l') da Casterino (29/06/17)
    Funs (Il) da Terme di Valdieri (18/06/17)
    Monega (Monte) e Carmo dei Brocchi dal Passo della Teglia (11/06/17)
    Grondilice (Monte) da Biforco, anello (02/06/17)
    Chiappa (Punta) da San Rocco, anello breve (25/05/17)
    Rossola (Monte) da Levanto, anello (30/04/17)
    Vanciarampi (Rocca) da Valdieri per la Comba dell’Infernetto (23/04/17)
    Mondolè - Centro fondo a Prato Nevoso (19/02/17)
    Valle Pesio Pista del Marguareis (29/01/17)
    Forche (Bric delle) da Varazze, anello (15/01/17)
    Alpet (Monte) da Valcasotto (04/01/17)
    Liprando (Monte) da Montoggio (18/12/16)
    Durand (Cima) da Artesina (13/11/16)
    Martin (Punta) e Monte Penello da Acquasanta, anello (01/11/16)
    Baral (Bec) da Limonetto (30/10/16)
    Croce degli Alpini da Pertuso (09/10/16)
    Pirchiriano (Monte) Via Ferrata Carlo Giorda (02/10/16)
    Tre Vescovi (Punta) da Niel, anello per Colle della Mologna Grande e Col Lazouney (04/09/16)
    Grand Tournalin (Cima Sud) e Petit Tournalin da Cheneil (19/08/16)
    Baral (Bec) da Limonetto (07/08/16)
    Lose (Cima delle) da Bersezio (30/07/16)
    Bresses (Testa Sud di) dal Gias delle Mosche, anello per i Laghi di Fremamorta (17/07/16)
    Auto Vallonasso da Viviere (03/07/16)
    Tambura (Monte) da Resceto per la Cresta Sud (05/06/16)
    Reixa (Monte) da Vara Inferiore, anello dai Canaloni (15/05/16)
    Tobbio (Monte) Cresta Ovest (06/05/16)
    Damè (Bric) da Vara Inferiore, anello (25/04/16)
    Lesima (Monte) da Piani del Lesima (13/03/16)
    Ebro (Monte) da la Gioia per il Monte Panà (02/03/16)
    Missun o Missoun (Cima) da Upega, anello (21/02/16)
    Merdenzone (Monte) e Trucche delle Piè da Vinè (24/01/16)
    Galero (Monte) da Nasino, anello per il Passo delle Caranche (06/01/16)
    Carmo di Loano (Monte) da Verzi, anello (03/01/16)
    Bisalta o Besimauda (Monte) Cresta N-NE (30/12/15)