irui70


Le mie gite su gulliver

Giudizio Complessivo :: **** / ***** stelle
Secondo giorno del week in Valpelline. Facile salita con con giornata meteo da incorniciare. Partiti poco dopo le h.05.00 abbiamo raggiunto il Col Collon ormai a frontali già spente dove ci siamo legai neve con buon rigelo notturno.Attualmente il ghiacciaio ha ancora una buona copertura nevosa, il tratto di ghiaccio vivo che si trova poco dopo il Col Collon non crea problemi,da li fino in vetta la copertura nevosa stagionale è pressoché continua. Bellissimo il panorama del circondario con l'Evêque in primo piano. Dalla vetta siamo scesi lungo il largo crestone che porta verso la Becca d'Oren ovest abbassandoci sul ghiacciaio appena poco più in la. Arrivati dove la pendenza si smorza abbiamo invertito la marcia rientrando verso il Colle dell'Evêque traversando la parete poco sotto il crepaccio terminale. A parte noi, oggi la montagna è stata presa d'assalto da un folto gruppo di un CAI torinese che abbiamo ovviamente preceduto per evitare il traffico. Dal rifugio sono partite anche 4 cordate per fare la normale dell'Evêque. M.Brulè oggi totalmente snobbato, ma fatto il giorno prima.

Pernottato al Rif.Nacamuli buona accoglienza e gestori disponibilissimi MZP 47€ per soci CAI . Salita fatta con i soci Franco e Clemente. Per foto report itinerario completo digita sul mio sito blog (Su e giù...con lo zaino 3).

In rosso la traccia di salita sul primo tratto di ghiacciaio.

Spunta la meta.

Dopo il pendio finale ci portiamo sulla facile cresta.

[visualizza gita completa]

Giudizio Complessivo :: **** / ***** stelle
Primo giorno del week nella magica Valpelline con salita per pernotto al Rif. Nacamuli ,da li saliamo leggeri nel tardo pomeriggio al Col Collon 3114mt. proseguendo ulteriormente fino al colletto tra la Vierge e la P.ta Kurz a circa 3200mt. dove si apre il magnifico panorama sul Haut Glacier d'Arolla. Attualmente persistono lingue di neve dai 2500mt. in su che non creano problemi, sul ripido tratto nevoso prima del rifugio sotto il tratto attrezzato penzola una corda utile per aggrapparsi ai meno avvezzi. Giornata serena ed un po' ventosa, all'inizio faceva anche piacere per non sudare ma dal rifugio al Col Collon il pantalone lungo e guanti leggeri erano ben accetti. Rifugio Nacamuli in versione full, assaltato da un gruppo CAI del Torinese, ho telefonato il venerdì mattina prenotando gli unici 3 posti giusto ancora liberi. Rifugio d'alta quota ben gestito dal disponibile rifugista e dal suo fido aiutante. Abbiamo cenato nel secondo turno ,come primo un'abbondante e buonissimo super zuppone di cereali (fatto un tris) da fare invidia ai brodini tres long che si servono appena oltre confine. Camereoni puliti con posti letto comodi al prezzo di MZP di 47 € per soci CAI.
Grande ritorno nella Comba d'Oren al Rif.Nacamuli dopo ben 17 anni fa, agli inizi delle mie scorribande in montagna. Pernotto al rifugio per la salita il giorno dopo con direzione M.Brulè o Becca d'Oren. Salito con i compagni di merende Clemente e Franco. Per foto report itinerario completo digita sul mio sito blog (Su e giù...con lo zaino 3).

Bellissimo il panorama sulle Grandes Murailles.

Si entra nella Comba d'Oren.

Nella Comba d'Oren ,panorama spaziale. In rosso la traccia di salita.

[visualizza gita completa]

Giudizio Complessivo :: **** / ***** stelle
Anello fatto partendo leggero direttamente da casa mia sul sentiero n°573 che sale a Costa Valle Imagna continuando poi verso la dorsale dove mi sono innestato sul sentiero 571 DOL (Dorsale Orobica Lecchese) portandomi alla sella La Passata 1244mt. in circa h.2.00 dove mi sono innestato sull'anello del Resegone vero e proprio. Sull'anello sono aperti vari rifugi ottimi per fare sosta pranzo: Rifugio Monzesi 1171mt.- Capanna Ghislandi 1284mt.- Rif.Marchett 1243mt. ai Piani d'Erna- Rif.Resegone 1260mt. CAI Valle Imagna. Di ritorno a casa scendendo poi poco dopo il P.so la Porta 1123mt. sul sentiero n°535 che scende a Valsecca e da li rientrato su strada asfaltata verso casa dopo il lungo giro di circa 30km. in poco più di 5 ore di cammino effettivo escluso soste con un dislivello sui 1500mt.
Giudizio Complessivo :: **** / ***** stelle
Dopo il Piz Blaisun salito ieri ci trasferiamo in macchina dall'Albulapass allo Julierpass fermandoci poco prima parcheggiando l'auto vicino a due baite dove inizia il sentiero che sale subito deciso in direzione nord. Sentiero inizialmente evidente segnalato da segni di vernice bianco azzurri a tratti un po' sbiaditi, poi le segnalazioni complice anche i lunghi tratti di neve continua sono meno evidenti ma con un po' di attenzione ci si porta sotto la Fuorcla Albana dove riappaiono i segni che puntano dritti alla bocchetta con spartano bivacco in loco. Dal passo saliamo i primi metri di cresta dove il socio da forfait per giornata storta, procedo allora da solo sulla Crasta de la Senda che a vederla dal basso potrebbe dar timore, è invece percorribile senza problemi anche perché è addomesticata in molti tratti in catena. Un po' di attenzione va data nell'attraversamento di due lingue di neve che hanno i giorni contati dove è vietato sbagliare. Salgo senza problemi fino a quando arrivo sul tratto finale 50mt. sotto la cima dove ho la spiacevole sorpresa di trovare la strada sbarrata da un muro di neve ventata alto circa 2 mt. che ingoia la catena. Con varie peripizie cerco una strada per aggirare il muro, provo scalando le rocce a dx per 10 mt. ma arrivo ad un punto dove capisco che se qualcosa va storto sopra ridiscendere sarà un problema, dunque non avendo con me l'attrezzatura alpinistica ed essendo solo desisto. Ritornato sotto il muro cerco di aggirarlo dal basso traversando una breve placca liscia con appigli a scaglie per le mani che non danno tanta fiducia ma visto che sono qua a raccontarvelo vuol dire che hanno tenuto. Passato il muro trovo il pendio finale tra i massi innevato di neve marcia, qui inizio a salire ma dopo due passi mi ritrovo dentro una bella buca creata dal vuoto vicino alle rocce, qui dico stop...fine dei giochi. Avevo la sensazione di essere in un campo minato e ho deciso di tornare sui miei passi. Ok sono sostenitore e socio della REGA ,ma spaccarsi le gambe gratuitamente sfidando la sorte tra le rocce non vale la pena oltre al fatto che in cima sono salito già due volte. Tirato le somme: sempre bella la salita al Piz Julier e credo molto probabilmente che con la definitiva sparizione tra una settimana della neve sul tratto finale lo sarà ancora di più, certo la salita è molto addomesticata da catene che ai puristi non piace, ma se si vuole si può anche non toccarle, liberi di farlo.
Salito con Andrea Camma in una giornata climaticamente perfetta. Per foto report itinerario completo digita sul mio sito blog (Su e giù...con lo zaino 3)

Sul primo tratto si sale in ombra, il che se fa caldo come oggi non fa male.

Ci si porta su nevai sotto il Piz Julier.

Si sale alla Fuorcla Albana.

[visualizza gita completa]

Giudizio Complessivo :: *** / ***** stelle
Dopo essere saliti al Piz Blaisun per la panoramica cresta est scendiamo la via normale che sale dalla Chamanna d'Es-cha. Tutta la pala finale è sgombra di neve, dalla Fuorcla Pischa scendiamo nella valletta sottostante ancora colma di neve pressoché portante, traversando sotto i contrafforti rocciosi del Piz Cotschen. Poco prima del bivio per la Chamanna d'Es-cha la neve incomincia a diminuire trovando lingue a tratti fino al rifugio. Sosta birra verso le h.19.30 e rientro veloce all'Albulapass dove pernottiamo: io alla belle ètoile nel sacco a pelo,il socio Andrea in macchina.
Week end di due giorni in Alta Engadina che non delude mai, cercando (visto le temperature) di salire montagne sopra i 3000 senza metter piede su ghiacciai. Per foto report completo itinerario digita sul mio sito blog (Su e giù...con lo zaino 3).

Scendiamo il pendio verso la Fuorcla Pischa.

Vista dalla Fuorcla Pischa del ripido ma semplice tratto sceso, dalla cima del Piz Blaisun.

Camminiamo tra rigole di neve compatta.

[visualizza gita completa]

Giudizio Complessivo :: **** / ***** stelle
Trasferta di due giorni il Alta Engadina per sfuggire alla calura con la salita di questa bella montagna che da tempo ammiravo dalle vette circostanti, percorso la sinuosa cresta totalmente sgombra da neve con detrito che non porta problemi,quello Orobico a confronto è imbattibile.Con queste condizioni non mi spiego come può essere inserita nella sezione alpinismo visto che l'abbiamo percorsa quasi totalmente con bastoncini alla mano. Grande il panorama, in primis il Piz Kesch a un tiro di schioppo e sul più lontano gruppo del Bernina. Giornata meteo perfetta ed a queste quote clima piacevole. Discesa dalla via normale verso la Chamanna d'Es-Cha per la Fuorcla Pischa con ampi tratti su neve butterata, arrivati al rifugio finita l'ora di cena ci siamo scolati una bella birrozza ,rientro ad anello verso la Fuorcla Gualdauna traversando dei ripidi canali nevosi che molto probabilmente i gestori del rifugio si son presi la briga di scanalare con badilate e picconate facendo anche dei gradini.... incredibileee. Welcome in Suisse.
Due giorni in Engadina che come sempre non delude mai, in compagnia di Andrea(Camma). Buttato l'occhio sulla possibilità di proseguire continuando in cresta concatenando il Piz Üertsch con difficoltà più alpinistiche, facile che tornerò a farla. Chamanna d'Es-cha quasi piena ed in fase di ristrutturazione per ampliamento, utile come fermata di pernotto per gite in zona. Per foto report itinerario completo digita sul mio sito blog (Su e giù...con lo zaino 3)

Sul sentiero,poco dopo essere partiti.

Si sale tra i magri prati portandosi verso la cresta.

In rosso la traccia di percorso sulla cresta est.

[visualizza gita completa]

Giudizio Complessivo :: **** / ***** stelle
Classica salita ad anello in solitaria a due passi da casa mia, fatta con giornata meteo stupenda e temperatura perfetta, sentieri tutti asciutti nonostante la grande acqua del giorno prima. Fatto una piccola variante con il sentiero Stien, più che un sentiero è una traccia poco evidente che usano i camosci per spostarsi sulle cenge erbose segnato con radi bolli di vernice rossa, evita aggirando la Cima Quarenghi e Cima Piazzo sbucando appena poco sotto quest'ultima, qui si entra nel regno selvaggio degli ungulati. Continuato poi lungo la traversata fino all'affollata P.ta Cermenati dove continuo per le creste nord rientrando a Brumano con sosta al Rif. Resegone 1260mt. Poco meno di 5 ore per tutto il giro con 1300mt. di dislivello positivo e circa 16km. di percorso sempre entusiasmante.

Poco dopo La Passata 1244mt. inizia la cresta sud.

Formazioni rocciose I Solitari 1667mt.

Dietro alle mie spalle un tratto di cresta sud.

[visualizza gita completa]

Giudizio Complessivo :: **** / ***** stelle
Salita a P.ta Garin partendo dal Biv. F. Nebbia dove abbiamo pernottato, per l'avvicinamento al canale noi abbiamo usato le ciaspole, visto l'ottimo rigelo non servivano, ma visto che le avevamo portate le abbiamo usate. Attacco del canale con neve a blocchi ovali svalangati il giorno prima (le ho viste cadere dal Lago Garin il pomeriggio di sabato) perfettamente rigelati che permettono un'agevole camminata, poi passata la zona seguiamo senza problemi le tracce lisce dei canali toboga delle valanghe con il canale che pian piano si impenna arrivando verso la strettoia ed in alcuni punti sui 45°. Saliamo la parte finale del canale sbucando al sole dove il socio da forfait per crampi, da qui salgo tracciando l'ultimo tratto con esposizione nord-est già in pieno sole arrivando in cima alla P.ta Garin con panorama spaziale,regalato da una giornata meteo bellissima. Discesa dalla cima per un tratto faccia a monte con la neve che incominciava a mollare poi arrivato alla sella ho continuato come da relazione per la variante che prosegue sulla cresta nord e rientra all'attacco del canale tagliando in diagonale il pendio nevoso che porta di nuovo all'attacco del canale. Salita del canale in ottime condizioni approfittatene, visto la favorevole e felice esposizione credo che le buone condizioni si manterranno per ancora un bel po', per il tratto finale però affiorano già pietre e con i vari Caronte o Scipione già annunciati saranno dolori.
Bellissima cima per chi ama salite solitarie (solo noi in giro) cima fatta con tutta calma in due giorni pernottando al piccolo e confortevole Biv.F.Nebbia 5 posti letto. In origine l'idea era da fare la salita alla nord della Becca di Monciair purtroppo il due di picche dato dal rifugista del Vittorio Emanuele per rifugio full, ci ha fatto optare all'ultimo momento per questa bella salita. Complimenti al socio Clemente anche se non ha raggiunto la vetta e per aver sceso il canale a ritroso. Per report foto ed itinerario completo digita sul mio sito blog (Su e giù...con lo zaino 3).

Saliamo all'attacco del canale ovest di P.ta Garin. Panorama sulla Grivola.

Nel canale ovest.

Canale ovest P.ta garin.

[visualizza gita completa]

Giudizio Complessivo :: *** / ***** stelle
Attualmente la neve si incomincia a trovarla nella comba tra i roccioni sotto il Biv. F.Nebbia (okkkio alle buche) poi continua 100mt. prima del bivacco fino al Lago Garin dove le ciaspole hanno aiutato molto. Col Garin invece senza neve. Il Lago Garin sta incominciando pian piano la fase di disgelo.
Salita di avvicinamento di circa 3 ore a P.ta Garin con pernotto al piccolo e confortevole Biv. F.Nebbia con soli 5 posti letto. Il bivacco è in ottime condizioni e visto (per fortuna) la scarsa frequentazione credo che rimarrà tale per molto tempo. Bellissimo il panorama sul gruppo della Grivola. Salita fatta con il socio Clemente. Per foto report itinerario completo digita sul mio sito blog (Su e giù...con lo zaino 3).

Partenza da Gimillian.

Si entra nel Vallone dell'Arpisson.

Baite dell'Arpisson 2328mt.

[visualizza gita completa]

Giudizio Complessivo :: *** / ***** stelle
Salita al Resegone con giornata meteo perfetta con sole a palla e venticello che rinfresca . Sentiero ok già ben asciutto e neve che ormai è solo un ricordo. Cima invasa da gente e da fastidiosi moscerini.
Finalmente un week end con meteo stabile di alta pressione, peccato che per lavori da sbrigare a casa, non l'ho potuto sfruttare al meglio,magari con una due giorni sopra i 3000mt. ed ancora su neve. Sarà spero per la prossima.
Non puoi contattare gli altri gulliveriani se non sei un utente registrato. Vai alla pagina di registrazione .

Tutte le sue gite

  • Oren Est (Becca d') Via Normale dalla Diga di Place Moulin per il Rifugio Nacamuli (14/07/19)
    Collon (Col) e Rifugio Nacamuli dalla Diga Place Moulin (13/07/19)
    Giuff (Passo del) da Brumano, anello basso del Resegone (07/07/19)
    Guglia o Julier (Piz) dalla Fuorcla Albana per la Cresta Est (30/06/19)
    Blaisun (Piz) Cresta Est (29/06/19)
    Blaisun (Piz) dalla Fuorcla Pischa (29/06/19)
    Resegone - Punta Cermenati da Brumano, traversata creste Sud-Nord (23/06/19)
    Garin (Punta) Canale Ovest e versante Nord-Est (16/06/19)
    Garin (Colle e Lago) da Gimillan (15/06/19)
    Resegone - Punta Cermenati da Brumano (02/06/19)
    Tre Faggi, I Canti , Zuc de Valmana da Fuipiano, anello (12/05/19)
    Port del Falaguer da l'Estartit, anello (05/05/19)
    Cala sa Riera da Tamariu Cap Begur (04/05/19)
    Creus (Parque Natural Cap de) traversata da Roses a Cadaques (03/05/19)
    Puig de Taravaus da Portbou a Cerbóre (02/05/19)
    Cap Creus dal Far de Cap Creus, anello (01/05/19)
    Cala Montgó da l'Escala (30/04/19)
    Agnel (Piz d') e Tschima da Flix da La Veduta (21/04/19)
    Valrossa (Punta) da Riale (13/04/19)
    Cervandone (Monte) Canalino Ferrari (31/03/19)
    Ros (Mont) da Mont Blanc (09/03/19)
    Bocon Damon o Punta Giasset da Mont Blanc, anello (09/03/19)
    Grigna Settentrionale o Grignone dal Passo del Cainallo per la via della Ganda (02/03/19)
    Stoppani (Punta) Canale della Val Caldera (24/02/19)
    Rossstock dalla Lidernenhütte, anello per il canale nord della Rossstocklücke (17/02/19)
    Poncione di Val Piana da all'Acqua (16/02/19)
    Tri (Piz) da Loritto (09/02/19)
    Grom (Cime di) Canale NO (26/01/19)
    Tre Signori (Pizzo dei) da Ornica (20/01/19)
    Rognosa del Sestriere (Punta) da Bessen Haut per il versante SO (12/01/19)
    Tre Faggi, I Canti , Zuc de Valmana da Fuipiano, anello (06/01/19)
    Magnodeno (Monte) da Erve per Cresta Giumenta e Cima del Fo (05/01/19)
    Arp Vieille (Mont) da Bonne (03/01/19)
    Belvair (Piz) da Madulain (29/12/18)
    Resegone - Punta Cermenati da Stanga per la Cresta NE (16/12/18)
    Toro (Monte) Canali della Parete SO (15/12/18)
    Toro (Monte) Cresta SE (15/12/18)
    Pizzocolo (Monte) Cresta SE (09/12/18)
    Dordona (Passo di) da Piano (08/12/18)
    Tre Faggi, I Canti , Zuc de Valmana da Fuipiano, anello (02/12/18)
    Petit Tournalin da Cheneil (01/12/18)
    Turuj (Fontana del) o Piccola Sourela da Niquidetto (24/11/18)
    Sourela (Punta) da Col San Giovanni (24/11/18)
    Stella (Corno) cresta dal Monte Chierico (18/11/18)
    Almana (Punta) da Portole, anello (17/11/18)
    Denervo (Monte) e Monte Comer da Gargnano, anello (04/11/18)
    Piansecco (Capanna) da All'acqua (20/10/18)
    Chüeboden Gletscher (Lago del) da All'Acqua (20/10/18)
    Chuebodenhorn via normale (20/10/18)
    Latemar (Cimon del) Sentiero attrezzato Campanili del Latemar (13/10/18)
    Torre di Pisa (Rifugio) - Latemarhütte da Forno (12/10/18)
    Pista Altomontana dal Rif.Ariel (01/10/18)
    Etna dal Rifugio Citelli (30/09/18)
    Etna, Crateri sommitali dal Rifugio Sapienza (30/09/18)
    S.Citelli (Rifugio) da Randazzo (29/09/18)
    Mongioia (Monte) o Bric de Rubren da Sant'Anna per il Vallone di Rui (23/09/18)
    Salza (Monte) da Sant'Anna (23/09/18)
    Malacosta (Testa di) da Sant'Anna (22/09/18)
    Pasubio (Monte) Anello sentiero Falcipieri-strada 52 gallerie (16/09/18)
    Nadelhorn Via Normale della Cresta NE (09/09/18)
    Mischabelhütte da Saas Fee (08/09/18)
    Cengalo (Pizzo) Via Normale da Bagni del Masino (23/08/18)
    Barbacan (Passo del) da Bagni di Masino (22/08/18)
    Picos de Europa (Anillo) tappa 8: dal Refugio Vega de Urriellu a Puente Poncebos (14/08/18)
    Europa (Picos de) dal Refugio Vega de Urriell, la Vetta in traversata a Torrecerredo (12/08/18)
    Picos de Europa (Anillo) tappa 7: dal Caseton de Andara a Refugio de Urriellu (11/08/18)
    Veronica (Cabaña) dal Refugio Aliva (10/08/18)
    Picos de Europa (Anillo) tappa 6: dal Refugio de Aliva a Caseton de Andara (10/08/18)
    Picos de Europa (Anillo) tappa 5: dal Refugio Collado Jermoso a Refugio de Aliva (09/08/18)
    Picos de Europa (Anillo) tappa 4: dal Refugio Vegabano a Refugio de Collado Jermoso (08/08/18)
    Picos de Europa (Anillo) tappa 3: dal Refugio Vegarredonda a Refugio Vegabano (07/08/18)
    Picos de Europa (Anillo) tappa 2: dal Refugio Vega de Ario a Vegarredonda (06/08/18)
    Picos de Europa (Anillo) tappa 1: da Puente Poncebos al Refugio Vega de Ario (05/08/18)
    Grande Casse Via Normale dai Grands Couloirs (29/07/18)
    Vanoise (Col de la) da Bellecombe (28/07/18)
    Nevoso (Monte) da Riva di Tures, via Normale (15/07/18)
    Roma (Rifugio) o Kasseler Hutte da Riva di Tures (14/07/18)
    Covoni (Monte) o Tristennockl da Riva di Tures per il Rifugio Roma - Kasseler Hutte (14/07/18)
    Ortles Via Normale da Solda per il Rifugio Payer (01/07/18)
    Payer (Rifugio) da Solda S.Gertude (30/06/18)
    Grande Aiguille Rousse dal Lago del Serrù per la parete NE (23/06/18)
    San Matteo (Punta) Via Normale dal Passo Gavia per il Ghiacciaio Dosegù (16/06/18)
    Ondezana (Punta) Via Normale dalla Diga di Teleccio (10/06/18)
    Pontese (Rifugio) dal Lago del Teleccio (09/06/18)
    Cassandra (Pizzo) Parete NE (03/06/18)
    Cassandra (Pizzo) Parete NO da Chiareggio (03/06/18)
    Tre Faggi, I Canti , Zuc de Valmana da Fuipiano, anello (02/06/18)
    Boglia (Monte) e Denti della Vecchia da Dasio, anello (06/05/18)
    Pyrgos (Monte) da Chora di Ios (20/04/18)
    Livoskopos Beach da Anafi, traversata (19/04/18)
    Kalamos (Monte) da Anafi (18/04/18)
    Ferrantino (Monte) da Carbonera di Colere, anello per il Rifugio Albani (14/04/18)
    Grigna Settentrionale o Grignone da Colle di Balisio, anello per la Bocchetta del Nevaio (01/04/18)
    Arpiglia (Piz) e Piz Uter da Resgia, anello (25/03/18)
    Resegone - Punta Cermenati da Fuipiano (18/03/18)
    Pesciola (Punta) da Cà Pizzini (18/02/18)
    Sasna (Monte) da Lizzola, anello (10/02/18)
    Zerbion (Monte) da Promiod per la cresta Ovest (03/02/18)
    Massone (Monte) da Alpe Loccia (28/01/18)
    Rosetta (Cima della) da Rasura (14/01/18)
    Tre Faggi, I Canti , Zuc de Valmana da Fuipiano, anello (13/01/18)
    Rastcias (Monte) da Fracchie (04/01/18)
    Gardetta (Passo della) da Preit per il Colle del Preit (03/01/18)
    Sarsassi (Punta) da Campiglione (02/01/18)
    Resegone - Punta Cermenati da Fuipiano (31/12/17)
    Tre Faggi I Canti da Fuipiano, anello (29/12/17)
    Zerna (Pizzo) da Carona (24/12/17)
    Ocone (Monte) e Monte Tesoro da Roncola San Bernardo per il Monte Linzone (23/12/17)
    Sornadello (Monte) da Forcella di Bura, traversata a S.Antonio Abbandonato (17/12/17)
    Arera (Pizzo) Canale Sud (03/12/17)
    Piombino (Promontorio di) da Cala Moresca, anello (26/11/17)
    Capo d'Uomo (Torre di) da Porto Santo Stefano, anello (25/11/17)
    Punta di Torre Ciana, anello (24/11/17)
    Tre Faggi, I Canti , Zuc de Valmana da Fuipiano, anello (19/11/17)
    Torrezzo (Monte) da Fonteno, anello (18/11/17)
    Barro (Monte) da Galbiate, anello (11/11/17)
    Pizzaccio (il) da Olmo (01/11/17)
    Vial (Piz) dalla Capanna Terri (15/10/17)
    Terri (Piz) da Alpe Garzott (14/10/17)
    Terri (Piz) dalla Capanna Terri (14/10/17)
    Desenigo (Cima del) o Monte Spluga da Poira (07/10/17)
    Penne (Monte le) da Capraia (01/10/17)
    Arpagna (Monte) da Capraia Isola, anello di Punta dello Zenobito (30/09/17)
    Capo (Monte), Punta della Teglia, Belvedere del Dattero da Capraia Isola (29/09/17)
    Granero (Monte) Via Normale dalla Val Pellice (17/09/17)
    Manzol (Monte) da Villanova per il Rifugio Granero e il Col Manzol (16/09/17)
    Glacier (Mont) dalla Val Clavalitè, anello (04/09/17)
    Etsely (Col d') e Bivacco Egidio Borroz da Cort per il Col Mezove (03/09/17)
    Jebel Toubkal Via Normale da Imlil (22/08/17)
    Giuff (Passo) da Fuipiano, anello del Resegone per la Valle Imagna (30/07/17)
    Polluce Cresta SO (23/07/17)
    Guide di Ayas (Rifugio) da Saint Jacques (22/07/17)
    Blanche (Tète) da Glacier e il Rifugio Chiarella all'Amianthe (15/07/17)
    By (Grande Tete de) via Normale da Glacier per il Rifugio Chiarella (15/07/17)
    Tambò (Pizzo) dal Passo dello Spluga (08/07/17)
    Arpont (Dome de l') e Dome de Chasseforet Via Normale da Pont de Chatelard (02/07/17)
    Luseney (Becca di) Parete NE dal Bivacco Chentre Bionaz (18/06/17)
    Chentre-Bionaz (Bivacco) da La Ferrère (17/06/17)
    Dammastock dall'Hotel Belverdere per il Rhonegletscher (11/06/17)
    Recastello (Pizzo) Canale N (28/05/17)
    Grona (Monte) Ferrata del Centenario C.A.O. Como (21/05/17)
    Sentiero Martel Traversata La Maline-Point Sublime (01/05/17)
    Calanques de Marseille Traversata Les Baumettes-Cassis (30/04/17)
    Calanques de Marseille Callelongue - Sormiou - Col de la Selle (29/04/17)
    St-Hospice (Pointe) Tour du Cap Ferrat (28/04/17)
    Stella (Pizzo) Parete Nord (23/04/17)
    Due Mani (Monte) da Fuipiano Valle Imagna (16/04/17)
    Zamboni-Zappa (Rifugio) da Pecetto (15/04/17)
    Dals Lejs (Piz), Piz Alv e Piz Minor dalle Funivie del Diavolezza (08/04/17)
    Sellero (Malga) da Loveno (25/03/17)
    Lupi (Cima dei) dalla Val Tartano (18/03/17)
    Sodadura (Monte) da Capo Foppa (12/03/17)
    Frerone (Monte) da Bazena (11/03/17)
    Dormillouse (Cima) da Thures (26/02/17)
    Madonna del Cotolivier (Cappella) da Beaulard (25/02/17)
    Pagano (Monte) da Monno (12/02/17)
    Resegone - Punta Cermenati da Fuipiano (11/02/17)
    Formico (Pizzo) da Gandino (29/01/17)
    Sasc (Piz dal) da Bivio (21/01/17)
    Cornizzolo (Monte) da Civate per Monte Rai e Corno Birone (15/01/17)
    Costa del Palio (Rifugio) da Fuipiano (14/01/17)
    Mentà (Costa di) da Chiapili di Sopra (03/01/17)
    Nel (Colle di) da Chiapili di Sotto (02/01/17)
    Alben (Monte) da Costa di Serina, traversata a Cornalba (26/12/16)
    Madonnino (Monte) Canali Nord (18/12/16)
    Resegone - Punta Cermenati da Brumano (11/10/16)
    Blinnenhorn o Corno Cieco dalla Diga di Morasco (25/09/16)
    Camosci (Punta dei) o Battelmatthorn dalla Diga di Morasco, anello per Passo del Gries (24/09/16)
    Perdido (Monte) dalla Pradera de Ordesa, per il Rifugio Goriz (15/08/16)
    Goriz (Refuge de) da Refugio Pineta, per il Collado (14/08/16)
    Pineta (Valle de) dal Ref. Espuguettes, traversata al Ref.de Pineta per la Brèche de Tuquerouye (13/08/16)
    Espuguettes (Refuge des) da Gavarnie (12/08/16)
    Vignemale (Pique Longue du) dal Rifugio Bayssellance (11/08/16)
    Petite Vignemale da Refuge Bayssellance (10/08/16)
    Cheilon (Mont Blanc de) da le Chargeur (23/07/16)
    Roux (Col des) da le Chargeur, anello per Cabane Prafleuri (16/07/16)
    Tsanteleina (Punta) Parete Nord da Thumel (02/07/16)
    Altavista (Refugio de) da El Portillo (14/10/15)
    Degollada de Ucanca da Vilaflor (13/10/15)
    Playa Masca per il Barranco de Masca (12/10/15)