irui70


Le mie gite su gulliver

Giudizio Complessivo :: *** / ***** stelle
Gradito ritorno nella zona del Benaco con questo bel anello che sale su due cime dal panorama grandioso sul basso Lago di Garda. Sentieri ben segnalati da numeri e strisce di vernice bianco rossa, con indicazioni essenziali. La burrasca di scirocco ha dato una sistematina ai boschi anche qua, trovato molti rami sui sentieri e alberi abbattuti che però non creano problemi. Escursione di mezza stagione ,ottima se affrontata in tardo autunno ovviamente in assenza di nebbie che negherebbero il gran panorama sul Lago di Garda ed il Gruppo del M.Baldo.
Gita che avevo accantonato in disparte per farla al meglio, oggi è arrivato il momento con la proposta ben accolta dai soci Beppe Clemente Cosetta Eva Antonella Monica Marina ed ovviamente il sottoscritto (oggi i maschi erano in minoranza...bisognava rigare dritto). Per foto e report itinerario completo digita sul mio sito (Su e giù...con lo zaino 3 irui70).

Si seguno le indicazioni.

Passiamo all'Eremo di S.Valentino.

Arriviamo al M.Comer.

[visualizza gita completa]

Giudizio Complessivo :: **** / ***** stelle
Splendida giornata limpida in Val Bedretto con salita alla bella cima molto panoramica del Chüebodenhorn,salita dopo essere alla Capanna Piansecco e da li al magnifico lago glaciale del Chüebodengletscher. Un po' di attenzione per la salita e sulla discesa sul tratto di 400mt. che dal lago porta alla cima, sull'immane pietraia non tutti i massi sono stabili.Salita consigliabile in estate fino a tardo autunno ovviamente se è a secco di neve ,da evitare assolutamente alle prime nevicate autunnali per non rimanere intrappola tra i buchi delle pietre e rischiarsi di farsi male. Consigliatissima e gettonata ad inizio primavera con sci o ciaspole ai piedi quando la neve ricopre con un bel manto tutte le ,magagne delle pietraie finali. Per report foto ed itinerario completo digita sul mio sito (Su e giù...con lo zaino 2)
Salita fatta con i soci Beppe Clemente Cosetta e l'inossidabile Eva.

La nostra meta è ancora lontana.

Verso il Gerenpass.

Passiamo al lago glaciale del Chüebodengletscher.

[visualizza gita completa]

Giudizio Complessivo :: **** / ***** stelle
Grande spettacolo in Val Bedretto regalato da una giornatona ottobrina da incorniciare. Salito con i soci da All'Acqua per la Cap.Piansecco e da li senza problemi al Gerenpas dove subito dopo appare il meraviglioso lago glaciale del Chüebodengletscher con all'orizzonte il profilo dell'inconfondibile del Finsteraarhorn e altri 4000 a fargli da corona.Al lago atmosfera da grande nord, sul lago con iceberg mancavano solo pinguini e orsi polari, mai e poi mai ero passato ho avevo visto un lago alpino in trasformazione con il ghiacciaio ancora immerso.Ricordatevi però che lo spettacolo durerà ancora per poco...affrettatevi ad andarci. Credo che tra circa 5 di anni purtroppo il ghiacciaio del Chüebodengletscher si ritirerà progressivamente verso il versante nord del Poncione di Cassina Baggio lasciando in eredità il bellissimo lago glaciale di color azzurro,con altri 5 anni ovviamente se il trend di ritiro è come adesso, il Chüebodengletscher scomparirà definitivamente e rimarrà solo il ricordo impresso nella mente e sulle foto. Consiglio di effettuare la salita a tarda estate quando il lago e ormai sgombro da neve o come noi nelle terse giornate autunnali,ovviamente prima che la dama bianca ricopra il tutto. Info: la Capanna Piansecco rimarrà chiusa per importanti lavori di ristrutturazione per oltre un'anno,dal 1 ott.2018 al 30 nov. 2019. Per report foto e itinerario completo digita (Su e giù...con lo zaino 2).
Salita effettuata con Clemente Eva Beppe Cosetta e Monica tutti entusiasti della grande giornata panoramica.

In rosso la traccia della salita al Gerenpass.

Colori d'autunno salendo al Gerenpass.

Passiamo sotto le granitiche pareti del Poncione di Casina Baggio.

[visualizza gita completa]

Giudizio Complessivo :: *** / ***** stelle
Di passaggio con i soci lungo la salita per il Chüebodenhorn. Da segnalare che la Capanna Piansecco rimarrà chiusa per oltre un' anno per importanti lavori di ristrutturazione, dal 1 ottobre 2018 al 30 novembre 2019. Prevista la riapertura ad inizio della stagione invernale 2019. Per report itinerario e foto completo digita (Su e giù...con lo zaino 2).
Visto che 5 anni fa il Chüebodenhorn ci ha dato buca causa nebbie,mi sono ripromesso di ripassare. Eccomi qui allora per il secondo tentativo. Questa volta ho fatto centro, la giornata perfetta ci ha regalato la splendida luce e colore che solo l'autunno sa dare. Con i soci Clemente Eva Cosetta Beppe e Monica.

Parcheggio in Val Bedretto a All'Acqua 1614mt. Meglio muoversi perché fa freschino.

Si sale ancora nell'ombra.

Poco dopo entriamo in pieno sole ottobrino.

[visualizza gita completa]

Giudizio Complessivo :: **** / ***** stelle
Con i soci Clemente e d Andrea non ci lasciamo scappare questo bel periodo di bel tempo autunnale facendo un weekend da favola .Secondo me se non giungono nevicate precoci a settembre e ottobre è il periodo migliore per fare ferrate in Dolomiti. Sentiero attrezzato facile e in buono stato, su percorso secco ed esente di neve, con la giornata di oggi è praticamente perfetto. Pernottato al Rif.Torre di Pisa 2671mt. completamente rinnovato. Ottima sistemazione a 52 € con trattamento di MZP. Grande il panorama dal Cimon del Latemar con la catena delle Pale di S.Martino e Lagorai in primo piano,passando poi dal Gruppo dell'Adamello Presanella a quello del Cevedale Ortler. per finire con il gruppo del Catinaccio Marmolada Pelmo Civetta. Per report foto ed itinerario completo digita sul mio sito (Su e giù...con lo zaino 3 irui70).

Dal Rif.Torre di Pisa ci si porta verso l'attacco della Ferrata dei Campanili del Latemar.

Panorama alla Forcella dei Campanili.

Passaggi iniziali all'ombra con grande panorama.

[visualizza gita completa]

Giudizio Complessivo :: **** / ***** stelle
Gradito ritorno in Dolomiti dove il Gruppo del Latemar era un po' che mi aspettava. Con queste stupende giornate ottobrine con mancanza di neve in quota secondo me sono le giornate migliori per andar in dolomiti. Bella e lunga salita al Rif.Torre di Pisa partendo da Forno in Val di Fiemme entrando poi nella selvaggia Valsorda. Panorami bellissimi e tramonto ed alba indimenticabili dal Rif.Torre di Pisa.In primo piano il gruppo delle Pale di S.Martino e Lagorai. Spicca anche Marmolada ,Pelmo e Civetta, a ovest Adamello e Ortler. Rif.Torre di Pisa totalmente rinnovato e ampliato di recente (2016) più che un rifugio,un alberghetto di alta montagna accogliente pulito con gestori cordiali. Prezzo MZP 52€ il rifugio essendo privato non fa sconti CAI ma visto il posto li vale tutti. Consigliatissimo punto base per le salita del gruppo del Latemar.
Salita effettuata con i soci Clemente ed Andrea. Per Report foto ed itinerario completo digita sul mio sito (Su e giù...con lo zaino 3 irui70)

Saliamo dalla Valsorda.

Appare il Cimon del Latemar.

Passiamo al bel Biv.Attilio Sieff 2365mt, posto nel cuore del Latemar.

[visualizza gita completa]

Giudizio Complessivo :: *** / ***** stelle
note su accesso stradale :: Con fuoristrada 4×4 ,utile per la strada per M.Spagnolo
Primo giorno del Trek Anello dell'Etna diviso in tre tappe per un totale di circa 70km. Sentieri ben segnati sulla facile strada della Pista Altomontana. Grotta dei Lamponi che merita una visita.Per report foto ed itinerario completo digita (Su e giù...con lo zaino Trekking). Da Piano Provenzana al Rif.Citelli invece la segnaletica è inesistente occorre un po' di attenzione ma una volta imboccato il sentiero giusto si arriva al rifugio senza problemi l'importante è non perdere troppa quota.
Montagna che non dovrebbe mancare nel curriculum di ogni escursionista e così finalmente l'Etna è arrivato, era da anni che gli stavo dietro. Volete un consiglio...prendetevi tre giorni di ferie per la Sicilia e se avrete la fortuna come noi di trovare bel tempo certamente non rimarrete delusi. Credo che il giro fatto in questo modo sia il modo più completo per farsi un'idea cosa sia l'Etna, perché non si limita ad un toccata e fuga come fanno la stragrande maggioranza delle persone che salgono dal Rif.Sapienza, permette di visitare quasi tutti i suoi versanti. Qualche info: Comodi voli giornalieri dall'aeroporto di Orio al Serio, prenotato 2 comodi fuoristrada con autisti dell'Agenzia viaggi Alfredo Carrera per il trasferimento dall'aeroporto di Catania fino a Randazzo, idem per il ritorno. Rif. Citelli MZP 45€ soci CAI buon rifugio a conduzione famigliare sapientemente gestito, docce gratis. Cena ottima con una pasta e fagioli memorabile. Per ultimo un ringraziamento dal sottoscritto ai soci Nicolas-Fabio-Gigi-Clemente -Mauri-Antonella- Franco- Lidia-Andrea (Cammy)-Sergio-Emma per aver reso l'avventura veramente speciale ed indimenticabile.

Si sale verso il M.Spagnolo.

Rif.M.Spagnolo 1440mt.

Passiamo la colata del 1981.

[visualizza gita completa]

Giudizio Complessivo :: **** / ***** stelle
Dopo il M.Mongioia fatto all'alba si riparte dal Biv.F.Boerio per l'altra classica della zona il M.Salza. Arrivato prima della rampa sulla normale però butto l'occhio sulla croce posta a dx del crestone sull'anticima del M.Salza. Decido quindi di salire solo abbandonando i soci che salgono sulla normale.Faccio un breve traverso di II° su fasce di roccia poi metto i piedi sugli sfasciumi abbastanza compatti prendendo la cresta che in breve porta alla croce metallica dell'anticima 3217mt. fin qui tutto o.k. Proseguo poi sulla panoramica cresta in direzione del M.Salza ed in breve arrivo sotto il fascione di rocce chiare ben visibile anche dal Biv.Boerio che divide in due la parete del M.Salza. Da qui trovo la cresta sbarrata da uno zoccolo di rocce, aggirare l'ostacolo dal versante francese è da suicidio sicuro, vorrei forzarle ma avendo lasciato lo zaino al Boerio non so dove mettere i bastoncini e visto che non posso mettermeli in quel posto (come direte voi) ne mangiarli o tanto meno riporli tra i denti non mi resta che scendere prima di incasinarmi ,forse è stato meglio così. Scendo poi seguendo il filo del lungo fascione perdendo 150mt. buoni, poi traverso verso la via normale portandomi in poco tempo sulla panoramica vetta del M.Salza dove mi congiungo con i soci.Per la discesa riparto ancora solo scendo sul filo di cresta fino al P.so di Salza rientrando poi senza problemi al Biv.Boerio. Per report foto ed itinerario completo digita (Su e giù...con lo zaino 2).
Due bei giorni passati in Val Varaita con i soci Clemente Beppe e Cosetta.

Panorama dall'anticima verso il M.Salza.

Panorama dal M.Salza.

Panorama dal M.Salza.

[visualizza gita completa]

Giudizio Complessivo :: **** / ***** stelle
Dopo esser sopravissuto alla lunga notte sul pavimento del Biv. F.Boerio, mi incammino veloce alle prime luci dell''alba per la breve salita al M.Mongioia. Sentiero tranquillo con rocce finali un po' bagnate ma nulla di che. Dalla cima gran panorama regalato da una giornata ancora perfetta.Veloce discesa al Biv.Boerio per la colazione preparata da Beppe. Per report itinerario e foto completo digita (Su e giù...con lo zaino 2).

Panorama all'alba dal M.Mongioia.

Panorama all'alba dal M.Mongioia.

Panorama all'alba dal M.Mongioia.

[visualizza gita completa]

Giudizio Complessivo :: **** / ***** stelle
Salita in vetta alla panoramica Testa di Malacosta in una giornata climaticamente perfetta, dalla cima abbiamo proseguito lungo il bel crinale di cresta su terreno un po' friabile ma nulla di preoccupante arrivando fino al M.Giuep dove si abbandona la cresta scendendo su ganda mobile sul versante francese, da li in breve ripresa la cresta si arriva al P.so di Mongioia ed al vicino Biv. F. Boerio dove abbiamo pernottato. Per report foto e itinerario completo digita (Su e giù...con lo zaino 2).Bello il Bivacco F.Boerio, peccato che come noi l'avevano pensata in tanti , ma si sa la dura legge dei bivacchi è che chi prima arriva meglio alloggia. Al nostro arrivo era già strapieno,da 2 Cuneesi padre e figlia e un chiassoso gruppo di 8 francesi che fanno 10,avendo 2 posti liberi Beppe e Cosetta si sistemano occupandone uno assieme mentre Clemente piglia l'altro. Il bivacco tiene 12 posti ed il conto è subito fatto al sottoscritto non rimane che sistemarsi sul comodo pavimento. Dopo di noi il flusso di gente continua, arrivano un'altra copia di cuneesi che come me si sistema a terra e 3 francesi per fortuna muniti di tenda. morale della favola...16 persone nel Biv.Boerio e 3 fuori in tenda un carnaio.

Partiamo dal parcheggio di S.Anna di Bellino 1850mt.

Aggiriamo il bellissimo roccione di Rocca Senghi.

Local nostrane e la nostra meta all'orizzonte.

[visualizza gita completa]

Non puoi contattare gli altri gulliveriani se non sei un utente registrato. Vai alla pagina di registrazione .

Tutte le sue gite

  • Denervo (Monte) e Monte Comer da Gargnano, anello (04/11/18)
    Piansecco (Capanna) da All'acqua (20/10/18)
    Chüeboden Gletscher (Lago del) da All'Acqua (20/10/18)
    Chuebodenhorn via normale (20/10/18)
    Latemar (Cimon del) Sentiero attrezzato Campanili del Latemar (13/10/18)
    Torre di Pisa (Rifugio) - Latemarhütte da Forno (12/10/18)
    S.Citelli (Rifugio) da Randazzo (29/09/18)
    Mongioia (Monte) o Bric de Rubren da Sant'Anna per il Vallone di Rui (23/09/18)
    Salza (Monte) da Sant'Anna (23/09/18)
    Malacosta (Testa di) da Sant'Anna (22/09/18)
    Pasubio (Monte) Anello sentiero Falcipieri-strada 52 gallerie (16/09/18)
    Nadelhorn Via Normale della Cresta NE (09/09/18)
    Mischabelhütte da Saas Fee (08/09/18)
    Cengalo (Pizzo) Via Normale da Bagni del Masino (23/08/18)
    Barbacan (Passo del) da Bagni di Masino (22/08/18)
    Grande Casse Via Normale dai Grands Couloirs (29/07/18)
    Vanoise (Col de la) da Bellecombe (28/07/18)
    Nevoso (Monte) da Riva di Tures, via Normale (15/07/18)
    Roma (Rifugio) o Kasseler Hutte da Riva di Tures (14/07/18)
    Covoni (Monte) o Tristennockl da Riva di Tures per il Rifugio Roma - Kasseler Hutte (14/07/18)
    Ortles Via Normale da Solda per il Rifugio Payer (01/07/18)
    Payer (Rifugio) da Solda S.Gertude (30/06/18)
    Grande Aiguille Rousse dal Lago del Serrù per la parete NE (23/06/18)
    San Matteo (Punta) Via Normale dal Passo Gavia per il Ghiacciaio Dosegù (16/06/18)
    Ondezana (Punta) Via Normale dalla Diga di Teleccio (10/06/18)
    Pontese (Rifugio) dal Lago del Teleccio (09/06/18)
    Cassandra (Pizzo) Parete NE (03/06/18)
    Cassandra (Pizzo) Parete NO da Chiareggio (03/06/18)
    Tre Faggi, I Canti , Zuc de Valmana da Fuipiano, anello (02/06/18)
    Boglia (Monte) e Denti della Vecchia da Dasio, anello (06/05/18)
    Kalamos (Monte) da Anafi (18/04/18)
    Ferrantino (Monte) da Carbonera di Colere, anello per il Rifugio Albani (14/04/18)
    Grigna Settentrionale o Grignone da Colle di Balisio, anello per la Bocchetta del Nevaio (01/04/18)
    Arpiglia (Piz) e Piz Uter da Resgia, anello (25/03/18)
    Resegone - Punta Cermenati da Fuipiano (18/03/18)
    Pesciola (Punta) da Cà Pizzini (18/02/18)
    Sasna (Monte) da Lizzola, anello (10/02/18)
    Zerbion (Monte) da Promiod per la cresta Ovest (03/02/18)
    Massone (Monte) da Alpe Loccia (28/01/18)
    Rosetta (Cima della) da Rasura (14/01/18)
    Tre Faggi, I Canti , Zuc de Valmana da Fuipiano, anello (13/01/18)
    Rastcias (Monte) da Fracchie (04/01/18)
    Gardetta (Passo della) da Preit per il Colle del Preit (03/01/18)
    Sarsassi (Punta) da Campiglione (02/01/18)
    Resegone - Punta Cermenati da Fuipiano (31/12/17)
    Tre Faggi I Canti da Fuipiano, anello (29/12/17)
    Zerna (Pizzo) da Carona (24/12/17)
    Tesoro (Monte) da Roncola San Bernardo per il Monte Linzone (23/12/17)
    Sornadello (Monte) da Forcella di Bura, traversata a S.Antonio Abbandonato (17/12/17)
    Arera (Pizzo) Canale Sud (03/12/17)
    Piombino (Promontorio di) da Cala Moresca, anello (26/11/17)
    Capo d'Uomo (Torre di) da Porto Santo Stefano, anello (25/11/17)
    Punta di Torre Ciana, anello (24/11/17)
    Tre Faggi, I Canti , Zuc de Valmana da Fuipiano, anello (19/11/17)
    Torrezzo (Monte) da Fonteno, anello (18/11/17)
    Barro (Monte) da Galbiate, anello (11/11/17)
    Pizzaccio (il) da Olmo (01/11/17)
    Vial (Piz) dalla Capanna Terri (15/10/17)
    Terri (Piz) da Alpe Garzott (14/10/17)
    Terri (Piz) dalla Capanna Terri (14/10/17)
    Desenigo (Cima del) o Monte Spluga da Poira (07/10/17)
    Penne (Monte le) da Capraia (01/10/17)
    Arpagna (Monte) da Capraia Isola, anello di Punta dello Zenobito (30/09/17)
    Capo (Monte), Punta della Teglia, Belvedere del Dattero da Capraia Isola (29/09/17)
    Granero (Monte) Via Normale dalla Val Pellice (17/09/17)
    Manzol (Monte) da Villanova per il Rifugio Granero e il Col Manzol (16/09/17)
    Glacier (Mont) dalla Val Clavalitè, anello (04/09/17)
    Etsely (Col d') e Bivacco Egidio Borroz da Cort per il Col Mezove (03/09/17)
    Jebel Toubkal Via Normale da Imlil (22/08/17)
    Giuff (Passo) da Fuipiano, anello del Resegone per la Valle Imagna (30/07/17)
    Polluce Cresta SO (23/07/17)
    Guide di Ayas (Rifugio) da Saint Jacques (22/07/17)
    Blanche (Tète) da Glacier e il Rifugio Chiarella all'Amianthe (15/07/17)
    By (Grande Tete de) via Normale da Glacier per il Rifugio Chiarella (15/07/17)
    Tambò (Pizzo) dal Passo dello Spluga (08/07/17)
    Arpont (Dome de l') e Dome de Chasseforet Via Normale da Pont de Chatelard (02/07/17)
    Luseney (Becca di) Parete NE dal Bivacco Chentre Bionaz (18/06/17)
    Chentre-Bionaz (Bivacco) da La Ferrère (17/06/17)
    Dammastock dall'Hotel Belverdere per il Rhonegletscher (11/06/17)
    Recastello (Pizzo) Canale N (28/05/17)
    Grona (Monte) Ferrata del Centenario C.A.O. Como (21/05/17)
    Sentiero Martel Traversata La Maline-Point Sublime (01/05/17)
    Calanques de Marseille Traversata Les Baumettes-Cassis (30/04/17)
    Calanques de Marseille Callelongue - Sormiou - Col de la Selle (29/04/17)
    St-Hospice (Pointe) Tour du Cap Ferrat (28/04/17)
    Stella (Pizzo) Parete Nord (23/04/17)
    Due Mani (Monte) da Fuipiano Valle Imagna (16/04/17)
    Zamboni-Zappa (Rifugio) da Pecetto (15/04/17)
    Dals Lejs (Piz), Piz Alv e Piz Minor dalle Funivie del Diavolezza (08/04/17)
    Sellero (Malga) da Loveno (25/03/17)
    Lupi (Cima dei) dalla Val Tartano (18/03/17)
    Sodadura (Monte) da Capo Foppa (12/03/17)
    Frerone (Monte) da Bazena (11/03/17)
    Dormillouse (Cima) da Thures (26/02/17)
    Madonna del Cotolivier (Cappella) da Beaulard (25/02/17)
    Pagano (Monte) da Monno (12/02/17)
    Resegone - Punta Cermenati da Fuipiano (11/02/17)
    Formico (Pizzo) da Gandino (29/01/17)
    Sasc (Piz dal) da Bivio (21/01/17)
    Cornizzolo (Monte) da Civate per Monte Rai e Corno Birone (15/01/17)
    Costa del Palio (Rifugio) da Fuipiano (14/01/17)
    Mentà (Costa di) da Chiapili di Sopra (03/01/17)
    Nel (Colle di) da Chiapili di Sotto (02/01/17)
    Alben (Monte) da Costa di Serina, traversata a Cornalba (26/12/16)
    Madonnino (Monte) Canali Nord (18/12/16)
    Resegone - Punta Cermenati da Brumano (11/10/16)
    Blinnenhorn o Corno Cieco dalla Diga di Morasco (25/09/16)
    Camosci (Punta dei) o Battelmatthorn dalla Diga di Morasco, anello per Passo del Gries (24/09/16)
    Perdido (Monte) dalla Pradera de Ordesa, per il Rifugio Goriz (15/08/16)
    Goriz (Refuge de) da Refugio Pineta, per il Collado (14/08/16)
    Pineta (Valle de) dal Ref. Espuguettes, traversata al Ref.de Pineta per la Brèche de Tuquerouye (13/08/16)
    Espuguettes (Refuge des) da Gavarnie (12/08/16)
    Vignemale (Pique Longue du) dal Rifugio Bayssellance (11/08/16)
    Petite Vignemale da Refuge Bayssellance (10/08/16)
    Cheilon (Mont Blanc de) da le Chargeur (23/07/16)
    Tsanteleina (Punta) Parete Nord da Thumel (02/07/16)
    Altavista (Refugio de) da El Portillo (14/10/15)
    Degollada de Ucanca da Vilaflor (13/10/15)
    Playa Masca per il Barranco de Masca (12/10/15)