gianni.savoia


Le mie gite su gulliver

Giudizio Complessivo :: **** / ***** stelle
note su accesso stradale :: Divieto a San Bartolomeo
La strada sarebbe vietata da San Bartolomeo in poi, ma pochi se ne fanno una ragione. In ogni caso, per inveterata abitudine contratta da ragazzino quando la strada ancora non c'era, sono partito da case Fontana con la fedele Gina, che dopo la Chiavesso voleva salire anche la Golai.
Con tempo incerto venire da questa parti è volersela cercare, e infatti... Sino in vetta alternanza di schiarite e nuvole, poi, in discesa, una fitta grandinata "a pallini" che in poco tempo hanno imbiancato la parte alta rendendo viscido il terreno perlopiù pietroso. Sotto, pioggia sin verso San Bartolomeo.
Il primo tratto dopo il colle Paschiet presenta qualche passaggino in cui fare attenzione, soprattutto con tempo umido.
Diversi gruppetti sul percorso, per un totale di una dozzina di persone. Il che, per questa vetta, equivale a gran folla.
Da case Fontana sono oltre 1700 metri: brava la Gina!

La Gina
Giudizio Complessivo :: **** / ***** stelle
tipo itinerario :: poco faticoso
tipo clima :: troppo caldo
Traversata effettuata nel senso ovest-est, partendo da Ostriconi alle 5 del mattino. Percorso sempre evidente e molto bello soprattutto nella prima parte dove gli scorci sono spettacolari. Salvo i tratti in sabbia, sempre abbastanza corribile con salitelle poco impegnative, se non quando il caldo inizia a farsi sentire. A Ghignu dopo 2 ore e 50 e a Saleccia in meno di cinque ore. Qui meritata birra al Campeggio (6 euri e 50 ct., ma ne vale la pena). Dopo, il caldo inizia a farsi sentire e gli ultimi chilometri diventano meno brillanti come prestazione. Arrivo comunque in fondo al sentiero in meno di otto ore, concedendomi, nell'ordine, birra e bagno di mare rinfrancante. Restano due chilometri sino alla fermata del bus dove arrivo in abbondante anticipo sull'unica corsa prevista. In tre quarti d'ora il bus mi riporta a Ostriconi (prezzo della corsa 2018 : 10 Euro)

Bellissime le spiagge di Malfalcu e Ghignu,, pressoché deserte. A Saleccia incontrato qualche fuoristrada e quad nel breve tratto in cui si percorre la pista che scende da Casta. Molta gente a Lotu e nelle spiaggette successive, ma sentieri sempre abbastanza poco frequentati. Bel giro che tenevo d'occhio da tempo e che ho abbinato a un soggiorno 'marino' in Corsica. Consigliabile con le cautele del caso rispetto al clima. Io avevo tre litri d'acqua e sono stati appena sufficienti, oltre alla birra a Saleccia... Assolutamente niente acqua sul percorso.
Sciabilità :: ***** / ***** stelle
note su accesso stradale :: strada molto sconnessa in alcuni punti
quota neve m :: 2100
attrezzatura :: scialpinistica
Gran gitone che si è rivelato praticamente perfetto grazie all'insperato rigelo che si è manifestato nella notte. 2 gradi, anche meno, alla partenza e neve rigelata in profondità.
Dal park si portano gli sci per circa 35 minuti sin oltre la passerella dopo il rifugio d'Averole. La passerella è danneggiata ma, con qualche attenzione, si riesce a passare senza troppi problemi. Neve continua salvo una cinquantina di metri nella parte bassa in cui occorre seguire il sentierino sulla destra; salendo i pendii migliorano e sono prima utili i rampant, poi indispensabili i ramponi in alcuni tratti della risalita della lunga spalla finale.
Si parte in sci dalla vetta. In salita, per un malinteso, avevo lasciato gli sci alla base dell'ultimo risalto. Salito in vetta ho visto le condizioni e sono tornato a riprendermeli, portandomeli su.
Neve perfetta e abbondante dalla vetta sino ad almeno 2.500/2.600. Poi la neve mostra qualche segno di stanchezza (bugnoni, rigolette) ma mai come dalle nostre parti e sostanzialmente la sciata non ne soffre. Si scende un po' ovunque nella parte alta e poi per la lingua principale del vallone, ancora corposa, sin oltre il punto in cui al mattino si incontra la neve. Poi, lenta risalita alla passerella e all'Averole. Giornata spettacolare mentre sulle nostre valli stazionava ampia nuvolaglia.
Con Pier e la piacevole compagnia di Gianni, Carlo e Clara.
p.s. Da oggi è aperto l'Iseran (stamane era ancora chiuso).

Percorso alto

Bessanese

Ancora bella anche a metà discesa

[visualizza gita completa]

Sciabilità :: **** / ***** stelle
attrezzatura :: scialpinistica
Strada aperta sino al Serrù.
Siamo saliti per il sentiero (poco marcato ma molto remunerativo) che sale dietro all'alpe Agnel. All'uscita dal salto si possono mettere gli sci. Rampant utili se non altro per superare in sicurezza le numerose rigole, alcune profonde, quando si traversano pendii dritti. Buona la risalita del conoide mentre il breve tratto ripido successivo l'abbiamo passato a piedi, per via del fatto che c'era già una traccia. Si passa comunque ancora bene in sci sia a salire che a scendere ma vari torrentelli spingono già niente male.
Siamo quindi andati subito al colle di Nivolettaz. Come d'abitudine, dietro, neve strepitosa. Ripellato quindi per la Galisia che si raggiunge senza problemi, salvo nuvolaglia fantozziana che ha avvolto la vetta sino a 10 minuti dopo che abbiamo iniziato a scendere. In effetti siamo tornati a risalire la Nivolettaz pensando che in Francia ci fosse nebbia... Ma così vanno le gite e i pendii al ritorno non erano poi male.
Giunti al Colle abbiamo risalito la cresta della Basei che, con questo innevamento, si risale sci ai piedi senza problemi e anche con qualche passaggio estetico.
Il pendio finale della Basei è delicato per i molti distacchi di superficie intervenuti e per i numerosi passaggi, ma si risale sci ai piedi, anche senza rampant.
Dopo la doverosa visita di cortesia alla vetta, dalla Basei scesi senza problemi su neve dignitosa, marcia ma non sfondosa, nonostante l'ora non più mattutina; sotto il conoide abbiamo poi rintracciato una provvidenziale quanto ardita traccia a piedi che risaliva e attraversava pendii ripidi ma con neve affidabile sino a scavallare la cresta della Rocca Bianca. Da qui siamo scesi sempre sci ai piedi ponendo attenzione a concatenare opportunamente le varie lingue.
Si arriva in sci al parcheggio del Serrù.
Non si pensi di trovare, nonostante le quattro stelle, neve primaverile da manuale, salvo nella discesa dal colle di Nivolettaz,: le piogge e le temperature hanno creato ovunque canalini di ruscellamento e, di conseguenza, neve' bugnonata'. che, se è abbastanza molle, cede senza dare troppi problemi.

Con Pier che doveva 'crocettare' la Galisia. Bel giro che ogni tanto è bene rifare.
Val di Rhemes ben innevata ma solitaria. Con noi solo due skialp che hanno chiuso l'anello verso il Prariond e tre escursionisti a piedi verso la Galisia.
Alla fine il Suunto segna 1930+ meritatissimi metri.
Sciabilità :: **** / ***** stelle
attrezzatura :: scialpinistica
In auto sino al park superiore.
Siamo saliti e scesi dal canale delle monache. In salita abbiamo preferito portare gli sci dalla partenza sino all'uscita della parte più ripida: ramponi utili. In discesa si arriva a 5-10 minuti dal Rifugio Mariannina Levi (nei pressi del ponte in legno) avendo l'accortezza di stare sempre sulla sinistra orografica.
Dopo la prima parte di discesa siamo scesi raccordando bei canali dal colletto dove c'è la casermetta diroccata, prima del bivacco Sigot, anche per evitare noioso ripello. Neve molto bella. Sempre stando a sinistra abbiamo concatenato bei pendii finendo sotto il canale del Beurrì (rigolato e magrino) per poi andare a prendere 'le monache' dove anche l'entrata più alta era in buone condizioni.
Una piccola interruzione a metà canale consiglia di levare gli sci per una decina di metri a contornare una cascata: qualcuno è passato in sci ma è un po' azzardato.
Neve dignitosa che poi comincia a peggiorare un po' in fondo al canale. I pendii, peraltro belli e innevati, più bassi sono molto 'bugnonati' ma con neve morbida si passa bene
Indeciso fra 3 e 4 stelle, propendo per quattro, con la scusa della stagione: l'innevamento è da aprile...
Con Bru, Gianca-ski, Pier finalmente soddisfatto e Marco.

All'arrembaggio


Tutti grintosi....

[visualizza gita completa]

Sciabilità :: **** / ***** stelle
attrezzatura :: scialpinistica
Gita di prova per Gina... quindi abbiamo volato medio basso.
Dopo solito portage sino a Pian Ciamarella, pochi problemi sino in cima al cucuzzolo. Sull'ultimo pendio, grazie a un rigelo quanto meno di superficie, i rampant erano utili. In discesa consigliabilissimo risalire a Col Battaglia. Da qui si scende sempre su neve buona, cercando si stare sempre sulla destra, poi quando le lingue sembrano esaurirsi compare un bel canalino provvidenziale che porta in basso con buona discesa. Al termine del canalino si traversa a destra per una trentina di metri su neve sporca a raggiungere bei pendii di neve pulita e compatta. Incredibilmente si arriva in sci davanti alla Rocca Venoni a 5 minuti dal park, e già questo, a metà giugno, vale 4 stelle... Neve comunque compatta e non malvagia. Mai sfondosa.
Sia pure in modo contraddittorio secondo segnalazioni discordanti tra loro, da ieri si paga il parcheggio al piano: 3 euri per le auto. Ieri l'ultimo parchimetro più a monte non funzionava e bisognava fare il ticket a quello prima vicino alla chiesetta.

Gina: bravissima.

Brava Gina!
Sciabilità :: **** / ***** stelle
attrezzatura :: scialpinistica
Strada aperta sino a poco oltre il bivio del Carro: alpe Pilocca (NON si arriva al Serrù, visti vigili in giro, occhio a forzare il divieto...).
Dal bivio si portano gli assi per 15 minuti circa, poi la neve passa da zero ad abbondante. Buona traccia in salita; per quanto riguarda la discesa oggi un po' più caldo di ieri e la neve ne risente. Bella la prima parte sotto la vetta, poi la successiva parte ripida è abbastanza marcia e inevitabilmente si provocano distacchi di superficie, non pericolosi ma da tenere d'occhio. Dopo, ci siamo tenuti all'estrema destra orografica e qui le condizioni erano decisamente migliori e soddisfacenti sino in fondo al piano, data la migliore esposizione dei pendii.
Per essere giugno gita dignitosa. Noi scesi dopo le 11, certo prima sarebbe stato meglio.
In vetta clima da spiaggia. Si sale e si scende agevolmente in maniche corte.
Gran Cumpa con Pier, Bru, Giancarlo, Valentina, Sabrina, nonno Carlo e Guido.


Condizioni verso Nivolet 2.6.18

[visualizza gita completa]

Sciabilità :: *** / ***** stelle
neve (parte superiore gita) :: primaverile
neve (parte inferiore gita) :: primaverile
note su accesso stradale :: no problem sino al rifugio Ciriè
attrezzatura :: scialpinistica
Strada ufficialmente aperta. Dal Park conviene dirigersi verso Rocca Venoni per utilizzare il ponte nel superamento del rio principale. Poi si gira a sinistra e dopo pochi minuti si incontra la neve. Nella parte bassa, e per tutto il canale d'Arnas, neve abbastanza sporca di pietre e terra, quindi siamo saliti sci in spalla (casco molto consigliabile...) sino al termine del canale.
Da qui neve da sogno e abbondante: non c'è una pietra fuori. Buon rigelo stanotte e pavimento sino in vetta, con un dito di farinella nella parte francese. In salita, dal colle d'Arnas, occorre abbassarsi a piedi per una quarantina di metri; ramponi che potrebbero essere utili secondo condizioni.
I ramponi li abbiamo anche usati in salita nell'ultimo tratto del canale d'Arnas, ma non erano indispensabili.
Buona la discesa, spettacolare dalle vetta sino all'imbocco del canale, ma nel canale d'Arnas si sconta la presenza di molte pietre che consentono di scendere ma con cautela, salvo un traverso dry di una quarantina di metri per raccordare i pendii migliori da cui le sole tre stelle di giudizio...
Si arriva sci ai piedi a dieci minuti dal ponte, che per essere giugno non è male.

Visti skialper al Ghicet e verso punta Franci. Parevano soddisfatti.
Scartata l'ipotesi di fare il giro dal Crotas, vista l'imponente scarica di pietre che copre e divide quasi tutto il pendio, anche se forse si poteva passare...
Con Pier, Giancarlo, Guido e l'indomabile Axl!

In salita

Parte alta discesa

[visualizza gita completa]

Sciabilità :: *** / ***** stelle
attrezzatura :: scialpinistica
Si parte sci ai piedi poco prima del ponte. Innevamento abbondante con soltanto qualche passaggio obbligato all'inizio. Saliti prima all'Almiane godendosi una discesa migliore del previsto su neve umida ma gestibile, salvo appena sotto la vetta. A -500 abbiamo ripellato per la Valfredda e giunti in cima abbiamo ricevuto il regalo di un'inaspettata apertura del meteo, anziché il temuto peggioramento. E' uscito il sole, è migliorata la visibilità e ci siamo goduti un'altra bella discesa. Carina la salita sino in vetta alla Valfredda che offre oltretutto una spettacolare visione del Sommeiller e del Vallonetto innevati come non mai e immacolati, salvo pochissime tracce. Toccherà andarli a visitare al più presto...
Tre stelle che però sarebbero quattro 'in pectore' come somma di innevamento relativo alla stagione, qualità del medesimo, tempo atmosferico e cumpa. Certo il firn è un'altra cosa (oggi meno rigelo dei giorni scorsi...) ma ci siamo divertiti un sacco.
Qualche distacco di superficie ma in generale poco preoccupante sia per gli spessori minimi che per le velocità basse di discesa.

Giornata molto migliore del previsto con Bruna, Valentina, Giancarlo, Pier, Guido e il mitico Axl-Cacciatoredimarmotte!
(A vanta sempi andar...).

Condizioni Sommeiller e Vallonetto da Valfredda il 27.5.2018, Almiane in primo piano a sinistra.
Sciabilità :: *** / ***** stelle
attrezzatura :: scialpinistica
Visto il meteo infame da noi e un po' di maggior ottimismo su meteo.fr decidiamo di andare a vedere le condizioni al di la del Moncenisio, appena riaperto. Di la in effetti tempo migliore anche se non al top: nebbie e nuvole vaganti con ampi tratti di sereno, comunque visibilità buona e niente pioggia. Scegliamo questo itinerario per stare dalla parte della ragione viste le temperature comunque alte. Si parte sci ai piedi da Bonneval lungo le piste e poi si risale verso il piano che precede il ghiacciaio inferiore del Vallonet. Superiamo circospetti a destra un tratto più ripido che probabilmente nasconde una piccola seraccata e qualche crepaccetto comunque ben coperto. Poi traversiamo a sinistra verso il crestone e la vetta, dalla quale ammiriamo qualche sprazzo di panorama. Discesa bella nella parte alta e con neve veloce anche in basso. Nella parte centrale si sconta la presenza di un lungo falsopiano poco remunerativo in discesa (da cui le tre stelle di sciabilità...) ma che comunque non obbliga a spingere se lo si scende in alto a sinistra. In discesa due francesi hanno sceso il pendio centrale più ripido (con alcuni distacchi) ma poi hanno dovuto spingere nel piano. Ambientalmente un gran bel vallone dalle caratteristiche insolite nelle nostre zone. In certi momenti pare di essere in pieno inverno in un ambiente di ben più alta montagna... Neve compatta anche se umida, qualche distacco di superficie nei tratti più ripidi ma in generale neve soddisfacente. In zona innevamento importante per la stagione.
Con Bru, Gianca-ski, nonno Carlo e un Pier un po' acciaccato ma resiliente.
p.s. strada per l'Ecot chiusa a Bonneval.
Non puoi contattare gli altri gulliveriani se non sei un utente registrato. Vai alla pagina di registrazione .

Tutte le sue gite

  • Golai (Punta) dall'Alpe d'Ovarda (22/07/18)
    Agriates (Deserte des) Traversata per sentiero costiero (02/07/18)
    Arnas (Punta d') o Ouille d'Arbéron da Avèrole (23/06/18)
    Galisia (Punta) dalla Diga del Serrù, giro valli Orco, Rhemes e Isère (17/06/18)
    Sommeiller (Punta) da Grange della Valle (10/06/18)
    Ghicet di Sea da Pian della Mussa (09/06/18)
    Carro (Cima del) da Chiapili di Sopra per il Vallone del Carro (02/06/18)
    Rosse (Rocce), anticima di Punta Maria da Pian della Mussa (01/06/18)
    Almiane (Punta di) dal Ponte d'Almiane (27/05/18)
    Midì (Ouille du) da Bonneval sur l'Arc (20/05/18)
    Autour (Cima) da Cornetti (18/05/18)
    Negra (Rocca) da San Bernolfo (13/05/18)
    Pian Ballaur (Cima) da Madonna d'Ardua (30/04/18)
    Maniglia (Punto nodale del) da Sant'Anna (28/04/18)
    Mongioia (Monte) o Bric de Rubren da Chianale (26/04/18)
    Faraut (Monte) e Buc Faraut da Sant'Anna, anello (22/04/18)
    Filon (Tète du) da Glacier (20/04/18)
    Sautron (Monte) da Saretto, anello (02/04/18)
    Gran Bernardé (Monte) da Vonzo (16/02/18)
    Maunero (Rocca) da Vonzo (26/11/17)
    Planaval, Crosatie, Passo Alto (Colli) da La Clusaz , giro del Monte Paramont (12/08/17)
    Giro dei Giganti Tappa 6: Valtournenche - Ollomont (05/08/17)
    Livournea (Colle di) da Oyace, giro della Becca di Luseney per i colli Terray, Chaleby, Vessonaz (15/07/17)
    Golai (Punta) da Cornetti (17/04/17)
    Ortetti (Cima) da Cornetti (16/04/17)
    Lesache (Aiguille de) o des Sasses da Saint Rhemy (09/04/17)
    Grand Creton, sella q. ~2870 m a E/NE da Mottes (04/04/17)
    Fourchon (Mont) da Saint Rhemy (03/04/17)
    Serena (Costa di) quota 2739 m da Mottes (01/04/17)
    Ciorneva (Monte) cima Ovest 2920 m da Mondrone per il Vallone Vallonetto o Casias (15/03/17)
    Golai (Punta) dal Vallone d'Ovarda per il Pendio Sud (11/03/17)
    Fallére (Mont) spalla 2973 m Canale NO (18/02/17)
    Corleans (Cresta di) forcella 2730 m e quota 2806 m da Mottes (29/01/17)
    Piure (Punta) Canale Nord (27/01/17)
    Serena (Costa di) quota 2785 m da Mottes (22/01/17)
    Vertosan (Mont) da Parcheggio Flassin (21/01/17)
    Champillon (Col) da Chatelair (15/01/17)
    Ipertrail della Bora (05/01/17)
    Vallette (Cima delle) da Frais (27/12/16)
    Roeses (Tète des) dalla Diga di Place Moulin (07/11/15)
    La 100 porte (15/05/15)
    Gran Guglia Canali NE e N (12/04/15)
    UTMB - Ultra Trail Mont Blanc (29/08/14)
    Turu (Il) Giro da Fiano per Passo della Croce e Ponte del Diavolo (17/08/14)
    Gay (Becca di) dalla Diga di Teleccio (26/04/14)
    Punt del diau (Gran Fondo Trail) (05/10/13)
    Bolis (Colletto) Traversata Frise – Castelmagno (25/07/13)
    Grifone (Punta di) da S.Antonio (15/03/13)
    Autour (Cima) da Cornetti (11/03/13)
    Panè (Truc) da Perinera (03/03/13)
    Marguareis (Punta) da Carnino Superiore (10/02/13)
    Sueur (Cima della) Canale Sud - Ravin de la Casse (09/02/13)
    Tsa (Mont de la) da Buthier (01/01/13)
    Meidassa (Monte) da Pian della Regina (30/12/12)
    Rossa di Sea (Punta) da Balme (29/12/12)
    Vallette (Cima delle) da Frais (15/12/12)
    Briccas o Trucchet da Brich (02/12/12)
    Lungin (Monte) da Pattemouche (25/11/12)
    Pelato (Monte) da Pattemouche (24/11/12)
    Casto (Monte) da Andorno Micca (28/10/12)
    Jacquette (Tète de) da Chateau Queyras, giro per Sommet Bucher, colli Prés de Fromage, Fromage, Estronques (21/10/12)
    Chentre-Bionaz (Bivacco) da La Ferrère (07/10/12)
    Invergneux (Colle) da Cogne, giro valloni Urtier - Grauson (06/10/12)
    Tor des Geants (09/09/12)
    Obergabelhorn Arbengrat e traversata alla Rotornhutte (27/08/12)
    Herens (Dent d') Cresta Tiefenmatten (19/08/12)
    Lera (Monte) e Punta Sulè da Malciaussia, anello di cresta (15/08/12)
    Gran Trail Valdigne 20 - 50 - 100 Km (15/07/12)
    Van (Passo del) traversata Roaschia - Valle Gesso (08/07/12)
    Trail Oasi Zegna T.O.Z. (10/06/12)
    Rocciamelone da Malciaussia (02/06/12)
    Soglio (Monte) da Forno, Trail del Monte Soglio (16, 36, 71 km) (27/05/12)
    Le Porte di Pietra (12/05/12)
    Maratona alpina Val della Torre (22/04/12)
    Tos (Becca di) da Revers (09/04/12)
    Roccia Viva Canale Coolidge (01/04/12)
    Ondezana (Punta d') da Diga di Teleccio (31/03/12)
    Vallone (Testa del) da Pontebernardo (28/03/12)
    Piz (Becco Alto del) da Pontebernardo (28/03/12)
    Blanchen (Gran Becca) da Chamen (25/03/12)
    Vallone (Testa del) da Pontebernardo (19/03/12)
    Borgonio (Cima) da Pontebernardo (19/03/12)
    Borgonio (Cima) da Pontebernardo (18/03/12)
    Tenibres (Monte) da Pietraporzio (17/03/12)
    Cobre, cima Sud canale N (11/03/12)
    Forciaz (Mont) da Valgrisenche (09/03/12)
    Grand Golliaz, anticima 3189 m da Mottes (04/03/12)
    Vertosan (Monte Rosso di) da Vetan, anello per Punta Leissè (29/02/12)
    Gelé (Mont) da Ruz (25/02/12)
    Grand Pays da Clemensod (05/02/12)
    Piure (Punta) Canale Nord (26/01/12)
    Pebrun (Monte) da Grange di Argentera (22/01/12)
    Noeud de la Rayette da Ruz (15/01/12)
    Chaleby (Col) quota 2695 m da Lignan (08/01/12)
    Sueur (Cima della) Canale Sud - Ravin de la Casse (28/12/11)
    Alpavin (Crete de l') da Saint-Martin-de-Queyrières (27/12/11)
    Gioffredo (Punta) da San Bernolfo (11/12/11)
    Carro (Cima del) da Chiapili di Sopra per il Vallone del Carro (26/11/11)
    Ramière (Punta) o Bric Froid diretta Versante Nord (25/11/11)
    Pianarella (Bric) Amicizia (31/10/11)
    Bellino (Monte) da Acceglio, giro per il Vallone Maurin (09/10/11)
    Chavannes (Col des) da Prè Saint Didier, discesa in Val Veny (01/10/11)
    Tor des Geants (11/09/11)
    Viraysse (Tete de) anello da Bersezio per i colli della Maddalena e de la Gipiere d'Oronaye (28/08/11)
    Rocca Brancia (Passo di) da Ponte Marmora, anello per i colli Preit, Margherina, Fauniera, Esischie (15/08/11)
    Soglio (Monte) da Forno, Trail del Monte Soglio (16, 36, 71 km) (29/05/11)
    Alphubel dalla Langfluehutte (08/05/11)
    Leone (Monte) dal Passo del Sempione (07/05/11)
    Grande Rousse, punte Nord e Sud da Surrier (25/04/11)
    Ormelune Ovest (Punta) dalla Valgrisenche (24/04/11)
    Autaret (Testa dell') da Strepeis (22/04/11)
    Ubac (Testa dell') da Pontebernardo (21/04/11)
    Scaletta (Monte) Canale NE (20/04/11)
    Cassorso (Monte), cima Ovest da Chialvetta (19/04/11)
    Galisia (Punta) da Chiapili di Sopra, anello per i colli d'Oin e Nivolettaz (16/04/11)
    Marchisa (Rocca la), Pic de Sagneres, Monte Chersogno da Chiazale, giro per il Colle di Vens (11/04/11)
    Maniglia (Monte) da Sant'Anna (10/04/11)
    Faraut (Monte) e Buc Faraut da Sant'Anna, anello (09/04/11)
    Sommeiller (Punta) da Grange della Valle (02/04/11)
    Français Pelouxe (Monte) da Balboutet (27/03/11)
    Civrari (Monte, Punta Imperatoria) da Niquidetto (26/03/11)
    Torretta (la) da Trovinasse (25/03/11)
    Grand Area Couloir N - Anello Buffere-Cristol (07/03/11)
    Rossa di Sea (Punta) Traversata da Balme a Pian della Mussa (26/09/10)
    Ailefroide - Tete de la Draye Pets de Rupricaprins (19/09/10)
    Velan (Mont) Via Normale da Ollomont (12/09/10)
    Chambeyron (Brec de) Via Normale da Chiappera (29/08/10)
    Ronce (Pointe de) - Pointe du Lamet traversata dal Col du Lou al Signal du Lac (22/08/10)
    Strahlhorn Via normale dalla Britanniahutte (18/07/10)
    Allalinhorn cresta E (Hohlaubgrat) (17/07/10)
    Breithorn Centrale da Cervinia (11/07/10)
    Albaron di Savoia Via Normale da Pian della Mussa (10/07/10)
    Terrarossa (Cresta di) Versante NE (05/06/10)
    Albaron di Savoia da Pian della Mussa (23/05/10)
    Sommeiller (Punta) da Grange della Valle (22/05/10)
    Sommeiller (Punta) dal Ponte d'Almiane e il vallone di Almiane (16/05/10)
    Ortetti (Cima) da Cornetti (25/04/10)
    Chalanche Ronde (Punta di) da Pra Claud (21/04/10)
    Jumelles Sud (les) da les Boussardes per il Vallon du Fontenil (17/04/10)
    Chaberton (Monte) Parete S (10/04/10)
    Maunero (Rocca) quota 2387 m N-NO da Porcili (08/04/10)
    Bégo (Monte) da les Mesches (01/04/10)
    Grand Area Couloir N - Anello Buffere-Cristol (14/03/10)
    Echaillon (Crète de l') da Nevache (13/03/10)
    Raisins (Tete de) da les Roberts (06/03/10)
    Rasciassa (Punta) da Foresto (27/02/10)
    Moussiére (Col de), la Platte da Villard (21/02/10)
    Gran Pelà da Frais (20/02/10)
    Chiavesso (Cima) da Cornetti (23/01/10)
    Combeynot (Pic Ouest du) da Col du Lautaret (15/11/09)
    Niblè (Monte) Via Normale da Grange della Valle, possibile anello (31/10/09)
    Udine (Punta) Cresta Est (16/08/09)
    Lyskamm Occidentale Via Normale dal Rifugio Quintino Sella (06/08/09)
    Agneaux (Montagne des) Via Normale da Pré de Madame Carle (26/07/09)
    Noire (Ouille) da Pont de l'Aiguilette/Pont de laNeige (23/06/09)
    Rocciamelone da Malciaussia (14/06/09)
    Ciamarella (Uja di) da Pian della Mussa (13/06/09)
    Perduto (Colle) da Ceresole Reale (01/06/09)
    Grande Aiguille Rousse Parete NE (31/05/09)
    Combeynot (Roc Noir du) Couloir NO, Orient Express (25/04/09)
    Combeynot (Pic Est du) versante E couloir banane (18/04/09)
    Corbassera (Punta) Canale NE (23/03/09)
    Porco (Canalone del) dal Pian della Regina (21/03/09)
    Frioland (Monte) Diretta Sud (19/03/09)
    Prete (Torretta del) Versante Sud e spallone Est (15/03/09)
    Alpet (Cugno dell') Versante SE (14/03/09)
    Verzel (Punta di) Versante sud, canale centrale (22/02/09)
    Civrari (Monte, Punta della Croce) Canale Sud (15/02/09)
    Doubia (Monte) da Chialamberto (14/02/09)
    Salancia (Monte) da Certosa di Montebenedetto (08/02/09)
    Moross (Rocca) da Monti (28/01/09)
    Gran Munt da ex impianti Palit (17/01/09)
    Roc Neir (Monte) da Ponte del Dazio (16/01/09)
    Colombano (Monte) dal Ponte del Dazio (11/01/09)
    Uja (Cima dell) o Uja di Corio da Pian Audi/Case Picat di Ritornato, (04/01/09)
    Grifone (Truc del) da Chiampetto (03/01/09)
    Sourela (Punta) da Mollar (21/12/08)
    Leretta (Punta) e quota 2051m da Pian Coumarial per il versante SO (08/12/08)
    Arpelin (Cime de l') da le Laus per il Col Perdù (27/11/08)
    Sbarua (Rocca) Bon Ton (23/11/08)
    Uja (Costiera dell') da Chiapili di Sopra (16/11/08)
    Rognosa del Sestriere (Punta) Canale e Parete NO (15/11/08)
    Ailefroide - Tete de la Draye Face sud - Ein, Zwei, Draye (19/10/08)
    Ronce (Pointe de) - Pointe du Lamet traversata dal Col du Lou al Signal du Lac (28/09/08)
    Chaberton (Monte) da Claviere per la Batteria Alta (07/09/08)
    Monviso Cresta Est (30/08/08)
    Gran Vaudala (Punta Nord) Canale Est (22/06/08)
    Fourà (Punta) dal Lago Serrù (15/06/08)
    Ramière (Punta) o Bric Froid da Rhuilles (04/05/08)
    Rosse (Rocce), anticima di Punta Maria da Pian della Mussa (02/05/08)
    Baraccon des Chamois (Punta) dalla Piana di San Nicolao (26/04/08)
    Costabella del Piz (Testa della) da Pietraporzio (06/04/08)
    Enchastraye (Monte) da Grange (05/04/08)
    Cassorso (Monte), cima Ovest da Chialvetta (30/03/08)
    Vanclava (Monte) o Tète de Vauclave da Chialvetta (23/03/08)
    Auto Vallonasso da Chialvetta (22/03/08)
    Grande Rousse, punte Nord e Sud da Surrier (24/02/08)
    Buffére (Col de la) da Nevache (18/02/08)
    Gran Pelà da Frais (20/01/08)
    Soglio (Monte) da Pian Audi (19/01/08)
    Sourela (Punta) da Mollar (13/01/08)
    Garitta Nuova (Testa di) da Serre (06/01/08)
    Sueur (Cima della) Canale Sud - Ravin de la Casse (02/01/08)
    Galibier (Pic Blanc du) dalla strada du Col du Lautaret (28/12/07)
    Crosa (Cima di) da Meire Bigoire (26/12/07)
    Verde (Roccia) da Bardonecchia e le Grange Chaffaux (22/12/07)
    Rossa di Sea (Punta) da Balme (02/12/07)
    Neire (Roc) Coulour Sole d'Autunno (01/12/07)
    Parey (Rocca) Via dei Torrioni (04/11/07)
    Senghi (Rocca) Via Ferrata (21/10/07)
    Fauset (Bec del) Anello da Balme (09/09/07)
    Pelvo d'Elva dal Colle della Bicocca, anello per il Monte Camoscere (02/09/07)
    Aouille (Becca dell') Ferrata Bethaz-Bovard (17/06/07)
    Bianca (Rocca) Via Ferrata CHIUSA (12/05/07)
    Malamot (Monte) o Pointe Droset da Piano San Nicolao (11/04/07)
    Chateau des Dames dalla Valtournenche (17/03/07)
    Rutor (Testa del) da Bonne (11/03/07)
    Arp Vieille (Mont) da Bonne (10/03/07)
    Loit (Cima), Punta Arbella, Uja d'Ingria da Frachiamo (04/03/07)
    Verzel (Punta) dall'Alpe Frera (11/02/07)
    Turge de la Suffie da le Laus (10/02/07)
    Viradantour (Monte) da Cervieres (03/02/07)
    Ombière (Pic) da Fontcouverte (21/01/07)
    Trois Evechés (Pic des), colletto ovest 3050 m per il Vallon de Roche Noire (20/01/07)
    Galibier (Pic Blanc du) dalla strada du Col du Lautaret (14/01/07)
    Blanc du Galibier (Pic) dal Col du Lautaret (14/01/07)
    Baude (Crete de) da Nevache (13/01/07)
    Uja (Costiera dell') da Chiapili di Sopra (07/01/07)
    Giassiez (Monte) o Giassez da Thures (05/01/07)
    Lunella (Punta) da Andriera per la Cresta Nord da Cima Lusera (31/08/06)
    Gran Paradiso da Pravieux per il Rifugio Chabod (20/08/06)
    Ciamarella (Uja di) Via Normale da Pian della Mussa (15/08/06)
    Levanna Orientale Via Normale da Forno Alpi Graie (13/08/06)
    Carro (Cima del) da Chiapili di Sopra per il Vallone del Carro (01/05/06)
    Basei (Punta) dal Lago del Serrù (30/04/06)
    Forno (Colle del) da diga di Ceresole (17/04/06)
    Pelato (Monte) da Pattemouche (15/04/06)
    Autour (Cima) da Cornetti (02/04/06)
    Nel (Bocchetta di) quota 2980 m Cresta NE Levannetta da Chiapili di Sotto (26/03/06)
    Civrari (Monte, Punta Imperatoria) da Niquidetto (14/03/06)
    Quinzeina o Quinseina (Punta Sud) da Chiapinetto (12/03/06)
    Angiolino (Cima dell') da Brancot (11/03/06)
    Sourela (Punta) da Mollar (04/03/06)
    Cialma (la), Punta Cia da Carello (26/02/06)
    Verzel (Punta di) da Cappella Visitazione (11/02/06)
    Ovarda (Truc d') da Inversigni (05/02/06)
    Maniglia (Monte) da Sant'Anna (03/07/05)