fappo


Chi sono

rock/ice climber

Le mie gite su gulliver

Giudizio Complessivo :: **** / ***** stelle
Buona roccia.
Portare la crema solare!

Spigolo nord-ovest del Pisciadù con segnata la Via Dillmaier
Giudizio Complessivo :: **** / ***** stelle
condizioni ghiaccio :: buone
tipo ghiaccio :: molto duro per la maggior parte
note su accesso stradale :: In auto al max fino alla Jausenstation Indereder con catene o termiche
Bella cascata in ambiente stupendo, sotto al Collalto. Avvicinamento non cortissimo ma ottimamente tracciato. 40 cm di neve polverosa al suolo. Salendo la cascata sulla destra è più difficile ma il ghiaccio più bagnato. Variando percorso di salita diminuisce difficoltà ma il ghiaccio è molto duro. Complessivamente valutavamo un 4°+ di grado.
Con Michele, Vale e Leo. Gaettus e il Mauri invece a ghisarsi su roba non formata. Ottime le malghe Anderer e Indereder!
Giudizio Complessivo :: **** / ***** stelle
condizioni ghiaccio :: buono, molto bagnato a tratti
tipo ghiaccio :: plastico
note su accesso stradale :: strade pulite
Bella cascata ben formata ma molto bagnata a causa del caldo di questi giorni. Abbiamo assistito anche a un crollo importante di stalattiti sul 4° tiro, ma fortunatamente sulla destra e quindi non direttamente sull'itinerario di salita. Due brevi muri impegnativi, il resto non difficile. Probabilmente non si arriva al 5°.
Attenzione all'avvicinamento alla base delle cascate, infido, consiglio di ramponarsi.
Con Michele, finalmente prima cascata assieme. Dalli e Vale hanno optato invece per salire la Madre.
Bellissima giornata e cena finale! Grazie a tutti :)
Giudizio Complessivo :: **** / ***** stelle
Obiettivo traversata dal Gnifetti fino al Q. Sella ma raggiunta solo la vetta del Lyskamm orientale e ritorno al Gnifetti per lo stesso percorso, causa durata dell'escursione.
Partiti dal Rifugio Gnifetti alle 3.00 con cielo pulito dalla perturbazione del giorno precedente ma con vento forte e temperatura inferiore agli 0°C. Condizioni del ghiacciaio ottime con pochi piccoli crepacci visibili e ponti di neve solidi su un paio più estesi (nessun problema anche al ritorno verso le 12.00). Dal Colle del Lys salita per la cresta. Attenzione alla crepaccia terminale: abbastanza facile da superare, risulta ancora solida ma nella discesa abbiamo optato per una sicura con vite da ghiaccio. Cresta in ottime condizioni, vento abbastanza forte da Nord ma mai pericoloso. Cielo terso e panorama magnifico, Cervino, Bianco, Monviso e addirittura Appennini a portata d'occhio...
Gentilissimi al Rifugio Gnifetti, che era tutto esaurito ma ci ha trovato posto all'ultimo. Un grazie di stima e di cuore al mio compagno di cordata, che mi ha permesso di affrontare in ottime mani il mio primo 4.000.
Non puoi contattare gli altri gulliveriani se non sei un utente registrato. Vai alla pagina di registrazione .