emilius


Le mie gite su gulliver

Sciabilità :: *** / ***** stelle
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: crosta portante
neve (parte inferiore gita) :: altro
note su accesso stradale :: buono con ruote termiche fino a Brich
attrezzatura :: scialpinistica
Le 3* sono una media. La parte superiore bella su crosta portante, sapendola riconoscere, fino a metà gita; la parte mediana dove aveva mollato : quindi si potevano fare discrete curve ; gli ultimi 150 m di dislivello dove leggermente sfondava e nei punti obbligati nel boschetto inizia a mancare. Ho trovato brezza contenuta in punta, ma bastava scendere pochi m per stare bene al sole. Ho incontrato altre sei persone e visto tracce a destra del Frioland nella parte ripida.
Un saluto ai cari amici e un augurio a tutti .
Sciabilità :: / ***** stelle
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: crosta portante
neve (parte inferiore gita) :: crosta portante
note su accesso stradale :: ottimo
quota neve m :: 1800
attrezzatura :: scialpinistica
Oggi abbiamo fatto una breve gita sulle piste degli impianti debitamente battute, lisciate e senza pietre , ma il desiderio di "assaporare" la nuova neve è stato irresistibile. La giornata è stata bella e la neve , nonostante non facesse freddo ha egregiamente tenuto. La sgambata doveva essere un po' più lunga verso il Colletto Verde, ma un addetto agli impianti gentilmente ci ha sbarrato l'accesso in quanto , come ci ha spiegato stavano lavorando con cavi dell'impianto lungo la pista. La punta oggi parlava decisamente italiano e, essere calorosamente accolto e rivedere parecchi amici, mi ha fatto molto piacere.
Con Francesca, Giovanni e Michele.
Un saluto a tutti gli amici e buone gite per la nuova stagione!
Sciabilità :: *** / ***** stelle
osservazioni :: osservato fratture nel manto
neve (parte superiore gita) :: crosta portante
neve (parte inferiore gita) :: primaverile
attrezzatura :: scialpinistica
3*.Gli impianti di risalita sono aperti da oggi, sabato 17.06 dalle ore 7:30, il costo giornaliero A/R è di 35 €. L'innevamento è continuo dall'arrivo della funivia e si mettono subito gli sci. A metà risalita, a circa 3700 m, abbiamo dovuto calzare i ramponi per una placca di ghiaccio per almeno una cinquantina di metri, che in discesa era già più estesa. Qualche crepaccio è aperto: bisogna prestare attenzione. Per ricompattare il gruppo siamo scesi alle ore 13, e la neve che prima era perfetta , è diventata molle e in qualche punto sfondosa: per questo il giudizio. Oltre ai ramponi consiglio di portare anche una picca per sicurezza.
Con il gruppo di Ettore eravamo in 14 ,che con gli altri amici saluto.

il vallone alla partenza

ottimo panorama dall'inizio alla fine

in punta
Sciabilità :: ***** / ***** stelle
neve (parte superiore gita) :: fresca (24-48 h) asciutta
neve (parte inferiore gita) :: primaverile
note su accesso stradale :: buono
quota neve m :: 2300
attrezzatura :: scialpinistica
5*.Siamo partiti alle sette da Pont con -2 gradi e con un portage di un'oretta. La temperatura si è mantenuta abbastanza fresca per tutta la giornata, per cui la crosta portante della parte alta non ha ceduto. Dopo aver tentato la salita alla Tresendaz, a cui abbiamo rinunciato a causa degli accumuli di neve fresca, siamo risaliti ripellando al Colle. Scendendo ci siamo ricongiunti coi nostri amici saliti al Colle del Gran Paradiso su un itinerario più ripido. Scendendo, tenendosi tutto a sinistra, passando sotto il Ciarforon, la Becca di Monciair ci siamo ricongiunti al percorso del Grant Etret su neve stupenda. Siamo scesi bene fino a quota 2100, poi togli e rimetti gli sci su fondi di valanga: a parte ciò oggi sia il meteo, sia la temperatura, sia la neve e l'ambiente superbo hanno contribuito a farci vivere questo gran gitone.
Con Dario, Nicolò, Teddy ed Ettore ideatore dell'itinerario. Un saluto a tutti gli amici.

sotto il rif. Vitt. Emanuele

La Tresendaz e il colle a dx

al colle

[visualizza gita completa]

Sciabilità :: **** / ***** stelle
neve (parte superiore gita) :: crosta portante
neve (parte inferiore gita) :: primaverile
note su accesso stradale :: buono
quota neve m :: 1800
attrezzatura :: scialpinistica
4*. Sono partito e arrivato a una ventina di metri dall'auto sci ai piedi. L'inizio mattinata poco promettente , e il fatto di essere da solo, mi hanno spinto a fare questa gita. In realtà questo ripiego si è dimostrato molto vantaggioso: infatti giunto in cima la foschia si è dissipata: con visibilità sono sceso a sinistra dello skilift e poi verso il vallone del Chisonetto, prima su neve ottimamente portante e poi su primaverile con buon divertimento.In basso mi sono riallacciato all'itinerario della Rognosa. Stranamente penso, oggi, di essere stato l'unico a fare questo itinerario, in quanto gli altri sono scesi sulle piste.
Un saluto agli amici.
Sciabilità :: **** / ***** stelle
neve (parte superiore gita) :: primaverile
neve (parte inferiore gita) :: primaverile
note su accesso stradale :: buono
quota neve m :: 2000
attrezzatura :: scialpinistica
4*. Siamo partiti da Bessen Haut. Portage di 15 minuti, in realtà noi abbiamo portato gli sci fino al piano del bue, 45 min, in quanto c'è un pezzo di strada senza neve: circa 200 m lineari. Coltelli direi indispensabili. Neve un po' duretta subito sotto la vetta , poi gran sciata. Peccato per la boschina sopra il piano, non evitabile, perchè al centro vallone manca neve.
Con gli amici della Geat, un saluto a Flavio, Walter, Stefano incontrati al colle e a tutti gli amici.
Sciabilità :: **** / ***** stelle
osservazioni :: visto valanghe a pera esistenti
neve (parte superiore gita) :: primaverile
neve (parte inferiore gita) :: molto bagnata
note su accesso stradale :: buono
quota neve m :: 1800
attrezzatura :: scialpinistica
4*. Siamo partiti sopra Viviere a circa 1760 m di quota, parcheggiando lungo la strada: però le piazzole non sono molte. La neve inizia subito e questa mattina era ben rigelata. Salendo al sole man mano si è ammorbidita e il ripido vallone che porta al colle non ha presentato problemi: avevamo comunque tutti i coltelli sugli sci. Ci siamo fermati alla prepunta sciistica battuta da aria frizzantina, ma con ottimo tempo e temperatura più che accettabile. La discesa fino a circa 2200 m è stata entusiasmante, poi la neve sotto il sole ha cominciato a diventare molle, specialmente nei pendii aperti sopra al bosco.
In nove del GSA Uget di Torino nel quarto ed ultimo giorno del raduno in val Maira presso il Campo Base. Un ringraziamento particolare al presidente che, come sempre, si è molto impegnato per la buona riuscita dell'evento, ai vari capogita sempre disponibili e onnipresenti e al gestore del rifugio che ha fatto tutto il possibile per offrirci un buon soggiorno.
Un saluto a tutti gli amici.
Sciabilità :: **** / ***** stelle
osservazioni :: visto valanghe a pera esistenti
neve (parte superiore gita) :: primaverile
neve (parte inferiore gita) :: molto bagnata
note su accesso stradale :: buono
quota neve m :: 1900
attrezzatura :: scialpinistica
Generosamente 4*. Noi abbiamo fatto solo il giro: siamo partiti da quota circa 1900 e con un portage di circa 15 minuti abbiamo percorso la valle del Maurin fino quasi al colle. Girando poi decisamente a sinistra, verso sud, abbiamo risalito il vallone che porta al col Ciaslaras su neve polverosa e ottima traccia. Dal colle siamo pervenuti in vetta calzando i ramponi: di qui abbiamo goduto di un ottimo panorama in una stupenda giornata. Per compiere il giro siamo scesi nel canale opposto a quello di salita. All'inizio il pendio era ancora un po' duretto, poi è diventato una favola nel vallone dell'Infernetto Occidentale, fino a circa 2400 m. Purtroppo dopo la neve, per il calore, è diventata sempre più pesante permettendoci però di arrivare su fondi di valanga a una cinquantina di m dalle auto.
In undici del GSA Uget di Torino, nel terzo giorno del raduno che ha avuto come riferimento il comodo e ospitale Campo Base.
Un saluto a tutti gli amici.



[visualizza gita completa]

Sciabilità :: *** / ***** stelle
osservazioni :: visto valanghe lastroni esistenti
neve (parte superiore gita) :: crosta non portante
neve (parte inferiore gita) :: molto bagnata
quota neve m :: 1800
attrezzatura :: scialpinistica
3* sono poche. Siamo partiti e arrivati sci ai piedi da Melezet, ma tornando la neve sulla strada che porta a pian Ceiol stava vistosamente sciogliendo.Dalla punta al colle abbiamo trovato crosta, mentre ci siamo divertiti dal colle al falsopiano....tenendoci sulla sx scendendo su neve pesantina, ma che permetteva belle curve. Dopo è diventata un po' crostosa fino a prima dell'imbuto che scende sulle Barricate dove era decisamente primaverile e stupenda. Le barricate sono ricoperte da parecchie valanghe di blocchi di neve ghiacciata:ora c'è un corridoio, dove destreggiando si può agevolmente passare.
Per informazione, abbiamo incontrato persone che scendevano dal Maniglia e ci hanno riferito che è in ottime condizioni.
Con Giovanni, Nino e Riccardo. Un saluto a tutti gli amici.



[visualizza gita completa]

Sciabilità :: **** / ***** stelle
osservazioni :: visto valanghe a pera esistenti
neve (parte superiore gita) :: primaverile
neve (parte inferiore gita) :: primaverile
note su accesso stradale :: ottimo
quota neve m :: 1700
attrezzatura :: scialpinistica
4*. La velatura a cavallo delle ore centrali, unita a una brezza frescolina, per non dire fredda ha contribuito a mantenere la neve abbastanza dura nel primo pendio scendendo, e non solo. La parte centrale della gita, costituita ancora da crosta portante, non ha creato problemi e ha permesso una discesa armonica e divertente. Si parte, sci ai piedi e si arriva ancora bene, temperature permettendo, non si sa ancora per quanto, dal ponticello sul PO. Questo vale anche per la Meidassa, che ha visto oggi una frequentazione ben maggiore: infatti sul V. Mozzo non abbiamo visto nessun altro.
In ottima compagnia di Giovanni. Un saluto a tutti gli amici.
Non puoi contattare gli altri gulliveriani se non sei un utente registrato. Vai alla pagina di registrazione .

Tutte le sue gite

  • Briccas o Trucchet da Brich (23/12/17)
    Anges (Sommet des) - Fort du Gondran da Montgenèvre (22/11/17)
    Giordani (Punta) da Indren (17/06/17)
    Moncorvè (Colle di) da Pont Valsavaranche (20/05/17)
    Banchetta (Monte) o Monte Motta da Sestriere Borgata (24/04/17)
    Rognosa del Sestriere (Punta) da Ponte Terribile per il Versante Sud-Ovest (23/04/17)
    Auto Vallonasso da Chialvetta (11/04/17)
    Ciaslaras (Monte) e Tête du Vallonet da Chiappera, anello (10/04/17)
    Faraut (Monte) da Sant'Anna (30/03/17)
    Viso Mozzo da Pian della Regina (15/03/17)
    Chiarlea (Punta) da Giordano (18/02/17)
    Ciantiplagna (Cima) da Frais (15/02/17)
    Breithorn Occidentale da Cervinia (09/07/16)
    Vincent (Piramide) da Indren (06/07/16)
    Furggen (Colle di, o de la Forclaz) da Cervinia (21/05/16)
    Giornalet (Monte) da Ponte Terribile (24/04/16)
    Cassorso (Monte), cima Ovest da Preit (20/04/16)
    Terra Nera (Monte) da Rhuilles (10/04/16)
    Rognosa del Sestriere (Punta) da Ponte Terribile per il Versante Sud-Ovest (28/03/16)
    Chaligne (Punta) da Gorrey (20/03/16)
    Trois Freres Mineurs (Col des) da Montgenèvre (11/02/16)
    Vincent (Piramide) da Indren (26/06/15)
    Noire (Ouille) da Pont de l'Aiguilette/Pont de la Neige (18/06/15)
    Grande Aiguille Rousse dal Lago Serrù per il Col d'Oin (03/06/15)
    Adami (Punta) da Pian della Mussa (10/05/15)
    Sommeiller (Punta) da Grange della Valle (22/04/15)
    Rognosa del Sestriere (Punta) da Ponte Terribile per il Versante Sud-Ovest (08/04/15)
    Dormillouse (Cima) da Thures (06/04/15)
    Garitta Nuova (Testa di) da Pian Munè (19/02/15)
    Flassin (Mont) da Parcheggio Flassin (11/02/15)
    Meja (Rocca la) quota 2506 m cresta N da Preit (01/02/15)
    Banchetta (Monte) o Monte Motta da Sestriere Borgata (19/11/14)
    Gnifetti (Punta) - Capanna Regina Margherita da Indren (18/07/14)
    Ghiliè (Cima) da Pian della Casa del Re per il Vallone di Balma Ghilié (20/06/14)
    Rossa (Rocca) - Pic Brusalana giro del Pic d'Asti per Breche Ruine e Sella d'Asti (24/05/14)
    Carro (Cima del) da Chiapili di Sopra per il Vallone del Carro (14/05/14)
    Thabor (Monte) dalla Valle Stretta (04/05/14)
    Rognosa del Sestriere (Punta) da Borgata Sestriere (26/04/14)
    Viso Mozzo da Pian della Regina (24/04/14)
    Grand Sertz o Gran Serra da Valnontey (06/04/14)
    Albergian (Monte) da Soucheres Basses (01/04/14)
    Sea Bianca (Punta) da Pian della Regina (25/03/14)
    Marguareis (Punta) da Carnino Superiore (25/02/14)
    Ciarm del Prete da Tornetti (12/02/14)
    Corbioun (Monte) da Bousson (15/01/14)
    Liste (Cima delle) o Punta Gardetta da Indritti (04/12/13)
    Grave (Pic de la) via Normale dal Col des Ruillans per il versante Nord (21/08/13)
    Basei (Punta) dal Colle del Nivolet (06/07/13)
    Asti (Sella d') da Chianale (30/05/13)
    Meidassa (Monte) da Pian della Regina (24/05/13)
    Portes (Col des) da le Laus (14/04/13)
    Garitta Nuova (Testa di) da Danna (10/04/13)
    Valnera (Punta) da Estoul (22/03/13)
    Valfredda (Punta) da Estoul (22/03/13)
    Cugulet (Monte) da Morinesio (15/03/13)
    Dormillouse (Cima) da Thures (10/03/13)
    Gardiola (Cima la) da Certosa di Pesio (27/02/13)
    Frà (Testa dei) da Morge per il Col Fetita (19/02/13)
    Bosco (Cima del) da Rollières (06/01/13)
    Fourchon (Mont), Tete Fenetre, Pain de Sucre da Saint Rhemy, anello (16/06/12)
    Carro (Cima del) dal Lago Serrù (13/06/12)
    Furggen (Cima del) o Tète de la Forclaz da Cervinia (30/05/12)
    Rossa (Rocca) - Pic Brusalana giro del Pic d'Asti per Breche Ruine e Sella d'Asti (15/05/12)
    Tsan o Cian (Dome de) dalla Diga di Place Moulin (13/05/12)
    Rognosa del Sestriere (Punta) da Ponte Terribile per il Versante Sud-Ovest (16/03/12)
    Ghinivert (Bric) da Pattemouche (01/03/12)
    Aigle (Pitre de l') da Villardamond (18/02/12)
    Giulian (Monte) da Giordano (06/02/12)
    Rochers Charniers (Pointe des) da Montgenèvre (25/01/12)
    Giornalet (Monte) da Ponte Terribile (27/11/11)
    Rognosa del Sestriere (Punta) da Ponte Terribile per il Versante Sud-Ovest (24/11/11)