dav.ge


Le mie gite su gulliver

Giudizio Complessivo :: **** / ***** stelle
Attacco ben descritto nell'itinerario. Abbastanza discontinua. Attenzione al penultimo torrione: non farsi ingannare dalla fessura sulla destra, uscita rognosa, preferibile salire a sinistra verso il versante Nord. Al momento qualche chiazza di neve e un paio di punti di verglass sul versante Nord non creano eccessivo fastidio nella progressione. Discesa comoda su sentiero che riporta a Cheneil. Usato qualche friend e cordini.
La gita merita anche solo per l'incredibile panorama sul Rosa e sul Cervino. In questi giorni spettacolare foliage.
Con M. M. D. Fra. Mar.

cheneil

primo passaggio nel diedrino
Giudizio Complessivo :: ***** / ***** stelle
Fatta interamente in conserva lunga, tranne prima parte sulle placche all'attacco percorsa slegati perché difficilmente proteggibile. Per il resto, benché mai difficile, si arrampica con continuità spesso in forte esposizione, soprattutto dopo la Purtsheller. Arrivati sulla spalla dell'Argentera le difficoltà diminuiscono nuovamente. Utilizzati friend piccoli e medi, tante fettucce e qualche nut.
L'unica via di fuga che abbiamo individuato è in un intaglio dopo la Purtsheller. Abbiamo visto una sosta con due chiodi, probabilmente da ribattere. Nello stesso punto prestare particolare attenzione a non muovere pietre che finirebbero direttamente sulla normale. Sviluppo della via notevole, si parla di circa 2,5 km ... Discesa fino al colle dei detriti parzialmente attrezzata nei punti più esposti (cengia).
Discesa dai detriti devastante. Gita bellissima e di grande soddisfazione.
Con Miche ed Enri.

Giudizio Complessivo :: **** / ***** stelle
Arrivati all'attacco da colle Greguri. Primi tiri più duri rispetto al resto. Consigliabile scendere in doppia sulla stessa via. Attenzione alla penultima calata: 1) non spostarsi troppo a destra; 2) arrivati allo scomodo terrazzino dell'ultima sosta di calata, evitare che le corde finiscano a sinistra sotto il terrazzino dove c'è una fessura che sembra fatta apposta per far incastrare i nodi di fne corda...
Diedro bellissimo.
Con L. e M.

in via
Giudizio Complessivo :: **** / ***** stelle
Pernottato all'arrivo della cabinovia da Saas Grund.
Parte bassa del ghiacciaio incredibilmente crepacciata e molto secca. La parte alta della gita si sviluppa tra le pieghe della serraccata. Benchè all'apparenza tutto molto stabile fa in effetti una certa impressione passare da un serracco all'altro. Finita la serraccata ci si ritrova sulla spalla che porta in vetta. Alla data della gita, cominciava ad affiorare ghiaccio vivo per cui alcuni traversi risultavano delicati.
Gita mai difficile ma non banale per l'ambiente glaciale da parete nord.
Con C. e I.

in via
Giudizio Complessivo :: **** / ***** stelle
Attenzione all'attraversamento delle piste...
Dopo le piste la gita cambia volto ed il panorama sulle altre cime del Rosa vale il costo della funivia.
Pernottato al Rif. guide del Cervino. Non sarebbe male se non tenessero la musica ad alto volume tutto il pomeriggio.
Con S.

dopo le piste si apre la vista sulle cime del Rosa
Giudizio Complessivo :: ***** / ***** stelle
note su accesso stradale :: libero
Canale in buone condizioni. Presente marcata traccia. Comincia ad affiorare ghiaccio all'altezza del "Ginocchio", evitabile.
Discesa in buona parte su neve. Calate in prossimità delle cenge dietritiche al centro della conca; fatta un'unica calata da 60 che deposita oltre la barra rocciosa.
Splendida gita di tre giorni nelle Dolomiti del Brenta. Dormito al Brentei da cui siamo partiti in nottata per il canalone. Salita tecnicamente non particolarmente difficile nelle condizioni trovate, comunque da non sottovalutare per lunghezza e ambiente.
Arrivo in cima emozionante nonostante le nubi che avvolgevano Cima Tosa. Per alcuni di noi un piccolo sogno che si realizza. Discesa al rifugio Tosa Pedrotti dove abbiamo pernottato prima di ritornare alla macchina. Buona accoglienza nei due rifugi. Un sentito ringraziamento al Rifugio Pedrotti e al suo mitico gestore Nicolini (e famiglia) per la calorosa accoglienza.
Con D., M., M.

nel canale

Il canale Neri dal Rif. Brentei
Giudizio Complessivo :: **** / ***** stelle
note su accesso stradale :: libero
Canale in condizioni discrete nonostante lo scarso rigelo.
La neve comincia intorno ai 2200 mt. I sentieri sono generalmente sgombri eccetto per qualche traverso.
Saliti sabato al rifugio Questa, chiuso. Utilizzato locale invernale, ottimamente attrezzato con coperte. Non c'è acqua, sciolto neve.
Ambiente bellissimo in questa stagione. Il canale è facile ma la gita ha un discreto sviluppo (poco meno di 20 km in totale). Rifugio Questa ben attrezzato anche nella veste invernale. A partire dal rifugio non abbiamo incontrato nessuno fino al ritorno.
Bella gitona plasir con G., L., M.,T.
Avanti C.A.Z. !

sullo sfondo il canale
Giudizio Complessivo :: **** / ***** stelle
note su accesso stradale :: libero
Pendi sopra il rifugio con macchie di neve. Neve continua e inconsistente a partire dai 1700 circa. Canale dello Scudo percorso per una 60 di metri ed abbandonato perché si sprofondava fino in vita. Deviato sulle Colme in condizioni decisamente migliori. A TRATTI anche ottimo, con progressione in punte di ramponi, sia al sole che all'ombra. Uscita su pendii sommitali a sx e traversata verso Scaglie discreta - sufficiente, 20-30 cm di neve non trasformata e a tratti molto ventata. Scesi dalle Scaglie, discretamente innevati con neve molto umida che creava zoccoli impressionanti...
Tanta neve fresca ma ne è valsa la pena per i panorami che solo l'inverno riesce a regalare. Nessuno in giro. Nessuna traccia se non quella di un folto branco di camosci che abbiamo avuto la fortuna di incrociare all'imbocco del canale. Ospitalità al rifugio Mongioie ottima come al solito.
Con Dan. Fab. Mat. Mic. e Lor.

in uscita

Scaglie
Giudizio Complessivo :: **** / ***** stelle
condizioni ghiaccio :: buone
tipo ghiaccio :: duro
Cascata correttamente formata. Buone condizioni. Ghiaccio con crosta all'attacco, duro più su'. Attenzione alla seconda sosta (su albero), il terrazzino scarica pietrame.
Con M. e G.

primo salto
Giudizio Complessivo :: **** / ***** stelle
Condizioni invernali. Tolto il tiro chiave, tutta in conserva e ramponi.
Bella, corta.
al 24/09/17 : Vie su triangolo sembravano un po’ secche. Diverse cordate nei giorni passati (anche su allemands ma soprattutto chere’) quando condizioni leggermente migliori. Discesa normale da tacul tracciata. Oggi una-due cordate su contamine grisolle. Una mi sembra sia tornata indietro.

Non puoi contattare gli altri gulliveriani se non sei un utente registrato. Vai alla pagina di registrazione .

Tutte le sue gite

  • Trécare (Becca) Cresta NO (21/10/18)
    Argentera (Cima Sud) Cresta Sigismondi (23/09/18)
    Castello (Rocca) Via Balzola (26/08/18)
    Weissmies Via Normale da Saas Grund (02/08/18)
    Breithorn Occidentale Via Normale da Plateau Rosà (23/07/18)
    Tosa (Cima) Canalone della Tosa (Canalone Neri) (17/06/18)
    Tablasses (Testa di) canalone NO (10/06/18)
    Colme (Cima delle) da Viozene, Canale delle Colme (11/02/18)
    Berrò (Cascata di) (08/12/17)
    Midi (Aiguille du) Arete des Cosmiques (24/09/17)
    Croux (Aiguille) Cresta SO, Via Cheney (20/08/17)
    Breithorn Centrale via Kaspar Mooser (08/07/17)
    Gelàs (Cima dei) Via Normale da San Giacomo (11/06/17)
    Marguareis (Punta) Canale dei Torinesi (25/04/17)
    Grigna Meridionale o Grignetta Cresta Segantini (23/04/17)
    Pania della Croce Canale-Camino dei Lucchesi (12/03/17)
    Ciucchinel (Cascata di) (26/02/17)
    Oratorio (Cascata dell') (12/02/17)
    Caprera (Triangolo della) Goulotte del Triangolo (11/01/17)
    Rama (Monte) Sogno d'Inverno (spigolo SO al campaniletto del rio Carbunea) (24/09/16)
    Lyskamm Orientale Via Normale Cresta Est (03/09/16)
    Pyramides Calcaires, cima SE Cresta NE (17/08/16)
    Tacul (Pyramide du) Cresta Est - Via Ottoz-Grivel-Croux (30/07/16)
    Castello (Rocca) Via Sigismondi (17/07/16)
    Greguri (Colle) da Chiappera, giro della Rocca Castello (17/07/16)
    Castore traversata NO-SE (26/06/16)
    Tour Ronde Parete Nord (22/05/16)
    Penna (Monte) Parete Nord - Canale Gambalunga (19/03/16)
    Ciotto Mieu o Mien (Monte) da Tetti Folchi (21/02/16)
    Campaula (Costa), o Pian della Reina da Tetti Folchi (21/02/16)
    Campaula (Costa), o Pian della Reina da Tetti Folchi (21/02/16)
    Canalino del Ceiol (Cascata) (20/12/15)
    Tacul (Mont Blanc du) Contamine Grisolle (06/09/15)
    Tour Ronde Couloir Gervasutti (24/05/15)
    Penna (Monte) Canale Nord e Cresta ENE (14/03/15)