christiangianti


Le mie gite su gulliver

Giudizio Complessivo :: *** / ***** stelle
Salito di corsa da Valloriate fino a Chiotti Soprano passando per la Borgata Brunetti e Motta ed evitando così 4 km di solo asfalto; poi seguito la classica traccia per la baita Partigiana Cavagna e da qui l'itinerario fino alla vetta. Brutto tempo con pioggia e pioggia misto neve dalla Costa dal Bosco del Brusei in poi con nuova neve 5 cm di neve fresca al suolo (se ne andrà prestissimo)
Nebbia fittissima per tutta la Costa sino in cima; nessuno visto nè all'andata nè al ritorno.
Giudizio Complessivo :: **** / ***** stelle
Salito di corsa da Valdieri...sentiero completamente pulito con solo un residuo di neve fuori sentiero sotto le pendici della Rocca di San Giovanni...in perfette condizioni anche il canalino friabile che porta in cresta...nessuno sulla punta
Giudizio Complessivo :: **** / ***** stelle
Giornata tipicamente di primavera...itinerario raggiunto di corsa un po' diverso dalla descrizione: partenza da Rialpo, arrivo al Colle del Bal, discesa al Colle di Donarenna e poi sentiero fino al Monte Croce dell'Ubacco...strada praticamente sgombra da neve, tranne la conca da attraversare dopo il Colle del Bal..bellissimo panorama dalla Croce dell'Ubacco, altura di modesta elevazione ma con grande veduta sulla Costa dell'Arp.
Giudizio Complessivo :: **** / ***** stelle
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: polverosa
neve (parte inferiore gita) :: crosta portante
note su accesso stradale :: Nessun problema fino allo stabilimento termale (ed eventualmente oltre
quota neve m :: 1100
Racchette ai piedi già dal ponticello che unisce i Bagni di Vinadio all'inizio del sentiero per il Passo..neve perfetta in discrete quantità nella parte bassa..il sentiero è perfettamente tracciato dai passaggi dei giorni precedenti...poi, intorno ai 1500 mt la neve aumenta notevolmente, con quantità più che soddisfacenti ancor più perchè farinosa...sono arrivato fino al bivio tra lo Steliere ed il Passo e ho proseguito per un altro centinaio di metri fermandomi però a poche decine di metri dal passo in quanto non vi erano tracce...visto solo scialpinisti sul percorso..molti sorpassati e molti visti scendere dallo Steliere (meta molto ambita a quanto pare)..
.
Giudizio Complessivo :: **** / ***** stelle
Partenza di corsa dalla provinciale per Valdieri; la neve inizia molto presto, già all'altezza di Tetto Scultore, ma il freddo della notte e dunque il gelo che l'hanno resa dura, mi permettono di procedere bene come se corressi sull'erba.
La quantità di neve, circa 5-10 cm, è più o meno uguale sino alla Colla delle Piastre, mentre da qui c'è un piccolo aumento in prossimità del bosco che precede la vetta, ma non dà problemi a proseguire e non richiede l'uso delle racchette da neve (per ora). Sorpassato 2 escursionisti alla Colla delle Piastre e visto alcune persone salire e scendere dalla cima. Sul Saben ho parlato con un altro escursionista giunto da poco in cima. Tempo in quel momento molto favorevole.
Giudizio Complessivo :: **** / ***** stelle
Salito di corsa da Pradleves, ma si può arrivare comodamente in auto alla borgata Grange di Pradleves in quanto la strada è totalmente asfaltata..il sentiero notevolmente impegnativo è in ottime condizioni e ben segnalato..Nel bosco di Cauri, non è la neve assente a dare fastidio, ma nei pezzi più ripidi sono le tantissime foglie bagnate cadute di recente.
Praticamente neve assente fino in cima, tranne qualche residuo prima dell'uscita dal bosco.
Bellissimo il breve traverso che, dal Colle Arpet porta alla modesta ma panoramica cima..per certi versi l'itinerario mi ha ricordato molto il Borel da San Giacomo di Demonte..sorpassato un escursionista nel bosco in salita, visti 3-4 escursionisti nei pressi di Cima Cauri e visti altre 3 persone che salivano quando stavo scendendo...
Giudizio Complessivo :: **** / ***** stelle
Partito dalla Frazione Perosa e raggiunto la vetta di corsa...praticamente zero neve fino al Colle dell'Ortiga tranne alcuni tratti con neve mista fango ma aggirabili. Poi dal Colle dell'Ortiga fino all'attacco del Radevil una distesa di neve sfondosa ed abbondante (40 cm) facilmente percorribile però senza racchette da neve..giunti in cresta la neve è nuovamente nulla e comodamente si può raggiungere la facile vetta con grande ometto già visibile dal Colle..
Vista all'andata due escursionisti in prossimità del Colle Angelino e un gruppo di persone al Colle dell'Ortiga...in discesa altre 3 persone...Temperature troppo anomale

Giudizio Complessivo :: **** / ***** stelle
Bellissima escursione di corsa al Birrone partendo poco sopra la Borgata Dao di Sant'Anna di Roccabruna..salendo abbastanza presto ho potuto sfruttare la poca ma dura neve che permette di raggiungere l'itinerario senza nessun uso di ramponi, come fosse ancora estate (sono rarissimi i tratti con più di 20 cm di neve)..Bellissimo tutto lo spartiacque dal Monte della Ciabra fino alla cima, come così lo spettacolo di panorama verso Alpi Marittime e Valle Varaita (oggi si vedeva anche la Basilica di Superga nei pressi di Torino)...nessuno visto lungo tutto il percorso di andata, tranne due persone di mezz'età conosciute in vetta provenienti dal Colle del Birrone...in discesa seguito lo stesso percorso e viste circa 20 persone salire quasi tutte in comitiva e dirette al Colle della Ciabra..

Giudizio Complessivo :: ***** / ***** stelle
Salito dal centro di Valdieri di corsa...sempre bellissimo il percorso tra i boschi per raggiungere Madonna del Colletto, come così anche il prosieguo verso la vetta...giornata perfetta e calda (troppo per il periodo) ed itinerario privo di neve tranne alcuni tratti ghiacciati prima della lunga rampa finale verso la punta...visto molta gente diretta verso il Santuario, una coppia verso la Piastra e diverse persone nei pressi della Croce dell'Arp..
Giudizio Complessivo :: **** / ***** stelle
Salito di corsa da Valloriate fino a Chiotti Soprano tutto su asfalto, poi seguito la classica traccia per la baita Partigiana Cavagna e da qui l'itinerario fino alla vetta. Bel tempo ma parecchio freddo con rarissimi tratti del sentiero ricoperti da ghiaccio e zero neve fino in cima; incontrato un escursionista in discesa in prossimità della Costa del Brusei e sorpassati due persone nel Bosco del Brusei.
Discesa uguale fino a Chiotti Sottano, poi preso il sentiero per Borgata Mouta, dove qui si può vedere il famoso castagno secolare; ho poi seguito il sentiero fino alla Borgata Brunetti e da qui nuovamente asfalto.
Non puoi contattare gli altri gulliveriani se non sei un utente registrato. Vai alla pagina di registrazione .

Tutte le sue gite

  • Tagliarè (Monte) o Tajarè da Chiotti, anello per Rocca Calera, la Rocciaia e il Colle della Gorgia (19/04/15)
    Saben (Cima) da Valdieri per il Vallone Scumbes (18/04/15)
    Croce dell'Ubacco (Monte) da Moiola (11/04/15)
    Bravaria (Passo) da Bagni di Vinadio (01/02/15)
    Saben (Monte) da Madonna Bruna (17/01/15)
    Freura (Punta) da Pradleves (11/01/15)
    Radevil (Rocca) da Case Rounvel e il colle dell'Ortiga (10/01/15)
    Birrone (Monte) da Sant'Anna di Roccabruna (06/01/15)
    Piastra (Monte la) da Valdieri per Madonna del Colletto (04/01/15)
    Tagliarè (Monte) o Tajarè da Chiotti, anello per Rocca Calera, la Rocciaia e il Colle della Gorgia (31/12/14)
    Saben (Cima) da Valdieri per il Vallone Scumbes (27/12/14)
    Tagliarè o Tajarè (Monte) da Caricatore (26/12/14)
    San Bernardo (Monte) da Villar San Costanzo (13/12/14)
    Borel (Monte) da San Giacomo (08/12/14)
    Ferriere (Colle di) da Ronvel (07/12/14)
    Tamone (Monte) da Rittana (03/12/14)
    Alpe (l') o Alpe di Rittana da Gorrè (29/11/14)
    Roccerè (Monte) da Castello (22/11/14)
    San Bernardo (Monte) da Roccabruna per il Chast'lass e il colle di Valmala (15/11/14)
    Porcera (Caire di) da Trinità (08/11/14)
    Finestra (Colle di) da San Giacomo (01/11/14)
    Savi (Monte) da Neraissa Superiore (25/10/14)
    Nebius (Monte) da Neraissa per il Colle Moura delle Vinche (18/10/14)
    Zanotti Ervedo (Rifugio) da Pian della Regina (11/10/14)
    Aver (Monte dell') dal Vallone di Rio Freddo (04/10/14)
    Valmiana (Colle di) da Terme di Valdieri (27/09/14)
    Borel (Monte) da San Giacomo (20/09/14)
    Stella (Punta) da Terme di Valdieri (15/09/14)
    Cialancia (Cima) da San Bernardo di Desertetto, anello per il Monte la Piastra (07/09/14)
    Lausetto (Cima del) da Sant'Anna (06/09/14)
    Balur (Monte) da Roaschia (31/08/14)
    Bravaria (Rocca) da Bagni di Vinadio (19/08/14)
    Tibert (Monte) dal Santuario di San Magno (17/08/14)
    Fenestrelle (Colle di) da San Giacomo di Entraque (14/08/14)
    Valletta (Colle della) da Sant'Anna per il Rifugio Dante Livio Bianco (12/08/14)
    Costa Rossa (Bric) da San Giacomo di Boves (07/08/14)
    Souffì (Passo del), Monte Stella da Terme di Valdieri, traversata Bivacco Varrone - Rifugio Bozano (06/08/14)
    Alpe (l') o Alpe di Rittana da Gorrè (17/07/14)
    Radevil (Rocca) da Case Rounvel e il colle dell'Ortiga (24/05/14)
    Garelli Piero (Rifugio) da Pian delle Gorre (18/05/14)
    Vecchio (Monte) da Limone Piemonte per il Colle dell'Arpiola (17/05/14)
    Van (Punta del) da Roaschia per le Rocce della Raina (10/05/14)
    Testas (Monte) da Roaschia (03/05/14)
    Piastra (Monte la) da Valdieri per Madonna del Colletto (01/05/14)
    Saben (Monte) da Sant'Antonio Aradolo per la Colla delle Piastre (26/04/14)
    Tagliarè o Tajarè (Monte) da Caricatore (19/04/14)
    Tamone (Monte) da Rittana (23/11/13)
    Fauniera o dei Morti (Colle) o dei Morti da Pradleves (12/05/13)
    Tagliarè o Tajarè (Monte) da Caricatore (05/05/13)