briscola56


Le mie gite su gulliver

Giudizio Complessivo :: **** / ***** stelle
La via si raggiunge bene senza problemi di nevaio, l attacco praticamente si fa sul primo tiro dove si vede ( male) uno spit con cordone bianco sfilacciato, la via è ok e i segnetti azzurri sono rari ma sono nei punti giusti, non ho trovato l ultima sosta alla fine del 9 tiro probabilemte perchè sono salito più in alto. Lo spigolo invece è un altro discorso, i gradi UIIA non sono da sottovalutare, la placca fessurata di IV mi ha fatto sudare, lo strapionbino o si fa in libera 6a oppure A 1. Bella combinazione, consilgio a chi la volesse ripetere di cercare la relazione della richiodatura della Michelin Rossetto pubblicata sull numero di alpidoc 90/ 2 / 2015 è molto accurata come anche la foto. Partiti alle 5,45 del rifugio, attacco della via alle 8 giunti in vetta ore 15,30...doppie dalla Campia
Dopo la salita giunti alle doppie abbiamo aiutato una giovane coppia, prima volta sul corno stella, che aveva fatto un po di casino sulla prima calata eppure le dritte del buon Gestore e le nostre non sono servite,,, cosi siamo arrivati al rifugio alle 20,30 portando in salvo gli sposini e con Quaglia bello contento perchè se non toccava a lui andargli a prendere. Comunque birra finale e poi noi siamo rimasti ancora a cena e a dormire al rifugio grazie anche al mio compagno di cordata Francesco che mi ha offerto la serata. Sempre magnifico il Rifugio Bozano quest'anno poi è la sesta volta che ci vado.

alba all attacco

La placca dello spigolo sup IV UIIA
Giudizio Complessivo :: *** / ***** stelle
Bella salita omogenea nelle difficolta chiodata giusta, l'ultimo tiro ha parecchia roba che muove e visto che poi bisogna fare la doppia alla sota sottostante s può anche saltare, per l'avvicinamenteo consigliamo di andare al rifugi di Orto di Donna e non dal Val serenaia come ho gia detto nel commeto della via gli Smemorati da quella parte è un mazzo tanto
Con Bruno nico e marco
Giudizio Complessivo :: ** / ***** stelle
condivido le osservazioni di Sanet, solo una precisazione probanìbilmente confonde i rifugi perchè dal rifugio della val Serenaia l'avvicnamento è terribile e passa per la Foce del Cardeto, La via comunque non mi ha entusiasmto anche per il mazzo tanto per arrivarci i tiri sono stati uniti e sono tre i primi della parte dove poi si inconta una zona che tra erba e pietre è meglio lasciare perdere per cui si riduce ad una via di solo tre tiri anche se lunghi non vale prorpio la pena sbattersi cosi tanto, molto più bella la vicina Arte e maniera
Con bruno, nico e marco alla disperata ricerca del bel tempo
Giudizio Complessivo :: *** / ***** stelle
Bella salita con chiodatura ben fatta, ma sempre ambiente alpino per cui rocce che muovono e finiscono in frantumi,per fortuna senza danni, o appigli che ti rimangono in mano, ma ripeto bela e sicura come è "sicuro" l'alpinismo. Il lichene cè e qualche volta èfastidioso però se siete andati alla Rocca provenzale lo avete provato anche li. Oggi c'erano oltre noi altre tre cordate.
Con Nico, Bruno e Marco una giornata da over " cinquantenni Smaronati" e poi colazione e merenda da Agenllo pasticceria di Denonte, non ha prezzo
Giudizio Complessivo :: / ***** stelle
Via molto impegnativa e sostenuta, per amanti stile Michelin, ribadisco il fatto che l'ultimo tiro ha un nido con rapace piccolo e pertanto visto che il tiro non è per niente bello è vivamemte consigliato non farlo e lasciare la povera bestiola in pace
Grazie ad andrea e alla barista.....
Giudizio Complessivo :: *** / ***** stelle
Salita molto dura e ingaggiosa, neve portante nel canale, i tratti di misto sulla roccia delmarguareis sono molto impegnativi la roccia è pessima. Abbiamo fatto la variante riportata da A. Parodi in Montagne doc con uscira a sx in alto, le soste le abbiamo reperite solo all attacco, al terzo tiro prima del pilastrino di roccia e alla uscita dello stesso poi soste fatte su roccia con chiodi nut friend e assicurazioni intermedie con gli ottimi fittoni di Andrea. Comedicevo tratti di misto molto impegnativi, a me è toccato un passaggio su placche lisce e veramente improteggibile e con i ramponi non cè molto da ridere. Le relazioni non dicono che poi dall usicta al colee dei genovesi ci vuole ancora 3/4 di ora buoni e che bisogna andare si sx ma ascendendo verso il centro se no si va su sfasciumi e al bordo del canalone dei genovesi. Scesci dal Canale dei Genovesi. Tempistica 1,30 di avvicinamento, 6ore mezza di salita 2 ore di discesa al rifugio. un bel mazzo. La via oggi aveva tutte un mix delle difficolta di una via in quota, misto , roccia non buona scarichette di pietre, soste da fare.
Ora che mi sono tolto il "Mal di Pancioni" mi sono ricordato che l'apritore era un certo Comino.... per cui salita che confermo come TD e come il misto più duro delle Marittime, Andra ha avuto il battesimo di come può essere una via dura in montagna e comunque è stato un ottimo compagno alternadosi come capocordata, credo sia stata l'unica ripetizione del 2014. Un grazie di cuore al gestore Guido del garelli che ci ha seguito con i binocoli durante la slaita e che a rifugio ormai chiuso ci ha lasciato due lattine di birra come brindisi. Un gesto fantastico

vista del canale

Il canale di avvicinamento alla attacco

nel canale

[visualizza gita completa]

Giudizio Complessivo :: ** / ***** stelle
la via è decisamente chiodata in maniera illogica e come già riportato nel comento precedente anche un pò pericolosa. Devo dire che ci ha deluso parecchio viste le possibilità potenziali sembra che in alcuni punti si sia cercato il passaggio proprio nei punti meno belli. Utili i friend per integrare
Con il gruppo di Figazero, con tanto di presidente,e nonostante la buona volonta abbiamo sfoderato la migliore tecnica di artificiale.La via più brutta sul paretone anche peggio della Gni che secondo me andrebbe schiodata tanto è inutile, provare per credere
Giudizio Complessivo :: **** / ***** stelle
la via antro vergognoso è in fase di manutenzione, cè anhc eun corda fissa sul primo tiro, è meglio non farla fino a completamento della revisione , si stanno sostituendo tutti i vecchi spit e golfari con resinati da 10 e anche migliroando le soste,inoltre si sta approntando anche l'ultimo tiro che dovrebbe uscire tre la fivy e la Gibbo.Apena ultimata se nè darà notizia su gulliver.
La fivy come hanno già scritto invece è percorribile da sempre
Giudizio Complessivo :: ** / ***** stelle
L'attacco è sprotetto , per arrvare sicuri a rinviare il primo spit( che ha un cordone ormai sfilacciato, bisogna fare artif. su micronut perchè la fessurina è veramente esile. e al freddo e dentro la crepaccia terminale non si ha proprio voglia di inziare la via con un volazzo che ti schianta le caviglie, per cui sarebbe logico proteggere meglio visto che poi durante la via non si inciampa nelle protezioni. La via comunque in assoluto non ci è piaciuta, ha dei tratti dove è facile tirare giù dei massi e pietrame vario, il grado si c'è e le protezioni sono in stile alpino ma comunque ci aspettavamo di più. forse eravano delusi perchè il giorno prima al querzola, Uccello di fuoco ci è piaciuta moltissimo. Comunque senso della via e alpinismo di ricerca questo si lo dovete avere se la ripetete. P.S. All ombra veramente per cui un freddo becco
Con Andrea impagabile compagno
Giudizio Complessivo :: **** / ***** stelle
Credo sia stata la prima ripetizione dopo la richiodatura, noi abbiamo aumentato il grado a 6a+ perchè il terzo tiro è veramente impegnativo, la chiodatura è ottima e permette di passare anche in A0, la via è molto bella
dopo una bella serata al rifugio Bozano con marco che è veramente "IL GESTORE" per eccellenza, al mattino ci siamo trovati in tre, abbiamo " adottato" Bruno di Cuneo visto che il suo compagno si è precipitato a valle per impegni che si era momentaneamente scordato...Bruno è stato molto bravo con le manovre e si è creata una bella sintonia, speriamo di scalare ancora altre volte insieme