berat


Le mie gite su gulliver

Giudizio Complessivo :: **** / ***** stelle
Partiti da Viozene e fatto l'anello al contrario, peró scendendo dal Pizzo, circa a metá della Costa degli Archetti, abbiamo seguito a destra una traccia segnata sulla carta ma da lungo tempo non più frequentata da "esseri umani" che ci ha portati fino al Pian della Madonna e da li fino a Viozene passando per Pornassino. Dal Bocchin d'Aseo fino al Pizzo d'Ormea la segnaletica lascia un pó a desiderare!
Bellissima gita con ampio panorama e paesaggio molto vario. Con Michelino, Marco, Donatella e Robinski.
Giudizio Complessivo :: *** / ***** stelle
note su accesso stradale :: Arrivo in auto fino a Carnino Inf.
Partiti da Carnino Inf. seguendo i segni di forma quadrata fino al Passo delle Saline costeggiando il ruscello per buona parte del percorso. Al Passo delle Saline e' ben visibile una palina con cartelli che indicano i vari itinerari, per raggiungere la Cima delle Saline si prosegue a sinistra sul crinale con una pendenza abbastanza elevata e terreno scaglioso (simile al tratto finale del Mongioie). Raggiunta la croce di vetta si prosegue verso Pian Ballaur scendendo sul pendio erboso per poi proseguire verso sinistra attraverso le carsene e un canalino pietroso seguendo ometti e segnali triangolari (molto radi e consumati)fino ad incrociare il sentiero di salita per rientrare poi a Carnino Inferiore.
Era nostra intenzione proseguire fino alla Cima di Pianballaur, ma purtroppo la presenza di nebbia e la carenza segnaletica sul versante verso Pianballaur ci ha costretti ad accorciare la gita e a chiudere l'anello. Comunque bella gita che da una buona soddisfazione! Accompagnati da una moltitudine di camosci, marmotte e tantissime stelle alpine. Con Ponga.......
Sciabilità :: **** / ***** stelle
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: polverosa
neve (parte inferiore gita) :: umida
note su accesso stradale :: Strada libera fino al piazzale degli impianti
quota neve m :: 1200
attrezzatura :: scialpinistica
Sci ai piedi dal piazzale degli impianti. La parte alta e' veramente bella, l'ultimo tratto in discesa invece e' condizionato dalle piantine che stanno crescendo!
Salito in compagnia di Sonia e Pongo.
Giudizio Complessivo :: ***** / ***** stelle
Percorso molto bello e non eccessivamente complicato, però non bisogna sottovalutare un paio di passaggi sul tratto attrezzato che sale al passo delle Sagnette sopratutto in discesa. Se non ci sono condizioni particolari non è necessario l'uso dei ramponi.
Gita che volevo fare da mooolto tempo e oltretutto il tempo ci ha premiati.....il panorama era eccezionale, non c'era una nuvola!!!!!! Grazie per la compagnia a Ponga e Vitto!!!
Sciabilità :: *** / ***** stelle
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: crosta rigelo portante
quota neve m :: 1700
Partenze separate: Steve e Mesa butta alle 16:00 direzione Pianezza, Berat e Ponga partenza ore 18:15 seguono l'odore della stufa accesa!!! Sci portati a spalle fino oltre l'Alpe Vacares; da qui innevamento parziale fino all'Alpe Geiret. Cena e pernotto in baita...nanna con russate collettive e calze di Berat!! Partenza ore 8:15 per la vetta.
Oltre l'Alpe Vailet necessità di proseguire per qualche centinaio di metri con ramponi o coltelli (rampant). In discesa ottima neve fino all'Alpe Pianezza dopo di che.....
Berat, Ponga, Mesa butta e Steve