andre85


Le mie gite su gulliver

Giudizio Complessivo :: **** / ***** stelle
Partiti con la prima corsa della tratta Staffal-passo dei salati (7 e 30).Punta Giordani per la via normale (ottima traccia,pochi e piccoli crepacci aperti),da qui poi abbiam attacato la cresta. Fatta 2/3 con i ramponi ai piedi,comunque risultano indispensabili solo per il primo tratto dove si supera il primo risalto di roccia e neve sulla destra,cioè verso il versante valsesiano con bella vista sul ghiacciaio delle piode. Roccia abbastanza salda e passaggi a tratti aerei...merita sicuramente di essere salita..ovviamente ambientone e panorama super! Abbiam trovato 2 chiodi lungo la via e una fettuccia per sosta. Fatta in conserva ad eccezione di 2 risalti di 20-30 metri dove abbiam preferito proseguire per brevi tiri. Usato anche un friend medio (1 camalot), può essere utile. Primo vero itinerario di misto per me in alta quota e per il mio amico e socio maurizio quindi è stato bello sbucare sul cupolone sommitale a contemplare quello che c'era sotto di noi.Ridiscesi al rif.mantova per la normale della piramide vincent,ci siamo uniti con gli amici del cai per la gita sociale del giorno dopo alla capanna regina margherita, e ne è valsa la pena fare la "processione" con un tempo splendido così! Due bei giorni al cospetto dei 4000.
Giudizio Complessivo :: ** / ***** stelle
Via abbastanza lunga, mai troppo impegnativa e discontinua a parte 3-4tiri un po' più carini...Spit messi nei punti giusti.Ripagati però da un meteo e da una visuale eccezionale con la nord-ovest di viso che attira sempre lo sguardo..Ottimi i compagni,luca "reglet" e loris con cui ci siamo alternati a vicenda...finalmente insieme su una via di montagna, ed il tempo è volato!
Giudizio Complessivo :: *** / ***** stelle
note su accesso stradale :: strada aperta a pian del re
Partito da pian regina, è una gita ottimale se si ha a disposizione mezza giornata e fa anche da ottimo allenamento. Come sempre bel panorama! Via normale asciutta, lasciate a casa picca e ramponi.
Giudizio Complessivo :: **** / ***** stelle
Bella montagna e panorama superlativo dal Monviso alla Corona Imperiale...Condizioni del Ghiacciaio Felik ottime, non un buco aperto e pistone dal rif.Quintino Sella al colle Felik. Da qui ottima traccia diretta verso il Lyskamm, solo negli ultimi 20-30 metri lungo il pendio prima dell'anticima inizia ad affiorare un po' di ghiaccio ma non da assolutamente problemi. Ben tracciata anche la traversata dei Lyskamm e sarebbe stata una bella idea..peccato per le fortissime raffiche di vento e i nuvoloni che nascondevano il sole..Così toccata la punta occ. siamo riscesi al colle Felik e di qui, dato che il tempo era un po' migliorato,era d'obbligo fare anche la punta del Castore..Con il fortissimo socio e amico Gio,grazie!
Giudizio Complessivo :: *** / ***** stelle
note su accesso stradale :: ok fino al selleries ma consigliato il fuoristrada!
Prima volta per me sull'Orsiera. Bella cresta mai troppo impegnativa però con roccia salda se si segue interamente il filo. ottima per allenarsi a proteggere dove serve, 3-4 chiodi su tutta la via ma nei passaggi chiave, per il resto si trovano spuntoni a iosa per utilizzare eventualmente fettucce. Il passaggio di placca attrezzato con fune metallica non sono riuscito a farlo in libera, sicuramente con le scarpette sarebbe un'altra cosa! In cordata con il socio e amico Gio, abbiam poi anche toccato la cima Sud dell'Orsiera. Condiviso inoltre la salita con il trio Davide "URG82",Elena e Beppe...poi è seguita una degna merenda-pranzo al rif.selleries,ottimo trattamento e un saluto al gestore Massimo, sempre molto cordiale e disponibile.
Giudizio Complessivo :: **** / ***** stelle
note su accesso stradale :: strada aperta fino al Pian del Re
Canale in buone condizioni per avere un'esposizione principalmente ad est,neve ottima per la progressione, portante,compatta,tipica primaverile-estiva,ovviamente però occorre partire presto. Noi siamo stati a sinistra della rigola,non abbiam visto muovere una pietra anche perchè ai lati il canale è ancora bello pieno. Sbucati sul colletto (uscita magra gli ultimi 5-6 metri),abbiamo proseguito lungo la cresta nord-ovest fino alla cima della punta barracco (3237 mt)(PD).Dal colletto Barracco ancora ramponi per l'attacco vero e proprio del salto che conduce in vetta. Da qui abbiam preferito procedere in sicurezza con due tiretti di corda, perchè abbiam trovato roccia leggermente verglassata e sporca,quindi un po' saponosa per i piedi e data l'esposizione non ci è sembrato di rischiare nonostante il terreno tecnicamente facile,ma con roccia salda da ricercare! Dalla cima siamo poi scesi dalla cresta sud (seguire fedelmente il filo),dove si trova subito un camino di roccia instabile (cordino in loco per possibilità di doppia). Successivamente abbiamo sfruttato una fettuccia già presente con moschettone per calarci nel canale tutto innevato sottostante, credo quello della normale, del versante delle forciolline.Discesa e risalita al colle delle Sagnette ramponi ai piedi.Pressochè asciutto invece il canale delle Sagnette lato val Po,perciò scesi dalla ferrata tutta asciutta,mentre finite le catene, sul sentiero di discesa verso il rif.Sella,si pesta ancora parecchia neve.Sud di Viso ancora bella carica di neve e rif.Quintino Sella aperto da poco.Ottimo terreno d'avventura in ambiente selvaggio e sicuramente poco frequentato su roccia abbastanza malagevole.In grande compagnia del socio Loris.
Sciabilità :: *** / ***** stelle
neve (parte superiore gita) :: primaverile/firn
neve (parte inferiore gita) :: primaverile/firn
note su accesso stradale :: ok
quota neve m :: 2500
Il caldo di quest'ultimo periodo si è fatto sentire "mangiando" sensibilmente la neve, che si trova continua dai 2400-2500 mt. Quindi portage dalla macchina (1950 mt circa) al rifugio R.Blanc (2750 mt),dove abbiamo pernottato, eccetto gli ultimi 250 metri.Il mattino abbiamo ancora portato gli sci a spalle dal rifugio perdendo un po' di quota, per raggiungere il ghiacciao. Quest'ultimo presenta pochi crepacci aperti lungo l'itinerario di salita e facilmente aggirabili. Bell'ambiente di alta montagna,non troppo affollamento, e panorama assicurato verso il tetto d'Europa. Ultima uscita del corso sa2.
sciabilità :: *** / ***** stelle
neve (parte superiore gita) :: primaverile/firn
neve (parte inferiore gita) :: primaverile/firn
Canale ormai ben slavinato e quindi pieno di rigole specialmente nella parte bassa dove si allarga. Partiti alle 5 da Pian Regina, unica soluzione per trovare neve portante lungo l'avvicinamento e lungo il canale sfruttando le rigole. Neve un po' più molle negli ultimi 50 metri prima dell'uscita, la quale, viste le abbondanti precipitazioni di quest'anno, presenta una piccola cornice che si impenna molto negli ultimi 3-4 metri (indispensabili due picche). Noi per uscire, in salita, abbiamo anche sfruttato delle roccette scoperte sulla destra con ottimi appigli.Discesa mano a mano che si scende sempre più bruttina, con rigole di qua e di là ma nel complesso ancora fattibile perchè la neve mollava con il passare del tempo. Bella gita in compagnia di Loris e Max.
Sciabilità :: **** / ***** stelle
neve (parte superiore gita) :: primaverile/firn
neve (parte inferiore gita) :: primaverile/firn
Reglet ha già descritto bene le condizioni neve. Peccato davvero per il manto nevoso un po' troppo lavorato del canale che porta alla spalla quotata 3450 metri circa. Bell'ambiente di alta montagna con breve crestina finale che porta alla grossa croce di vetta. Neve molto polenta dal rifugio Pizzini in giù ;a proposito ottimo tattamento e cordialità da parte dei gestori. Gita azzeccatissima del corso sa2.
Sciabilità :: *** / ***** stelle
osservazioni :: visto valanghe lastroni esistenti
neve (parte superiore gita) :: recente umida/pesante
neve (parte inferiore gita) :: recente umida/pesante
note su accesso stradale :: strada ok pressochè fino alla diga Rio Freddo
Confermo in pieno quanto ha detto reglet. Partiti da circa 1100 metri è una gita che presenta anche un certo spostamento (22 km circa sommati andata e ritorno). Bella uscita del corso sa2 con un bel mix di distanza,dislivello e con il canalino finale che porta in vetta.Impressionanti le slavine cadute sulla strada, caratterizzanti la prima parte del percorso.
Non puoi contattare gli altri gulliveriani se non sei un utente registrato. Vai alla pagina di registrazione .

Tutte le sue gite

  • Vincent (Piramide) dalla Punta Giordani per la Cresta ESE (25/07/09)
    Venezia (Punta) Dimensione quarto (19/07/09)
    Roma (Punta) Via Normale da Pian del Re (16/07/09)
    Lyskamm Occidentale Via Normale dal Rifugio Quintino Sella (12/07/09)
    Orsiera (Monte, Punta Nord) Cresta Dumontel (05/07/09)
    Barracco (Colletto) Canale NE (27/06/09)
    Glaciers (Aiguille de) - Spalla nord dal versante Lanchettes (24/05/09)
    Couloir Bianco (Colle del) da Pian della Regina (17/05/09)
    Gran Zebrù dall'Albergo dei Forni (10/05/09)
    Paur (Rocca la) da Diga di Rio Freddo per il Canale NO (25/04/09)
    Rossette (Cima delle) da Chianale (22/04/09)
    Tre Chiosis (Punta) da Genzana per la Costa Tre Chiosis (15/04/09)
    Briccas o Trucchet da Brich (28/03/09)
    Sea Bianca (Punta) da Pian della Regina (01/03/09)
    Pineta Nord Originale (Cascata) (21/02/09)
    Viso Mozzo da Pian della Regina (31/01/09)
    Bracco (Monte), Croce di Envie da Barge (14/01/09)
    Briccas o Trucchet da Brich (05/01/09)
    Granè (Monte) da Crissolo (21/12/08)
    San Bernardo (Monte) da Lemma (20/12/08)
    Rutund (Bric) anticima NE 2426 m da Chiazale (30/11/08)
    Gastaldi (Punta) Via Normale da Pian del Re (02/09/07)
    Monviso Cresta Est (27/08/07)
    Argentera (Cima Sud) Via Normale per il Rifugio Remondino (14/08/07)
    Cresta Udine - Roma - Sperone E Claudio Bocco (06/08/07)
    Udine (Punta) Cresta Est (31/07/07)
    Bianco (Monte) Via Normale dal Refuge du Gouter (22/07/07)
    Neige des Ecrins (Dome de) Via Normale da Pre de Madame Carle (15/07/07)
    Parrot (Punta), Ludwigshohe, Corno Nero, Piramide Vincent Traversata da Indren (08/07/07)
    Gnifetti (Punta) - Capanna Regina Margherita Via Normale dal Rifugio Gnifetti (07/07/07)
    Gran Paradiso da Pravieux per il Rifugio Chabod (24/06/07)
    Due Dita (Passo) da Pian della Regina, canale NE (13/05/07)
    Marchisa (Rocca la) da Sant'Anna (22/04/07)
    Marchisa (Rocca la) da Sant'Anna (22/04/07)
    Porco (Canalone del) dal Pian della Regina (20/04/07)
    Meidassa (Monte) da Pian della Regina (09/04/07)
    Briccas o Trucchet da Brich (06/04/07)
    Sbarua (Rocca) Torrione Pacciani - L'isola che non c'è (24/03/07)
    Udine (Punta) Via Normale da Pian del Re (16/03/07)
    Gran Guglia Canali NE e N (04/02/07)
    Viso Mozzo Canale N di Rocca Trunè (07/01/07)
    Dormillouse (Cima) da Thures (30/12/06)
    Rossette (Cima delle) da Chianale (23/12/06)
    Mongioia (Monte) o Bric de Rubren da Sant'Anna per il Vallone di Rui (26/11/06)
    Castore Via Normale per il Rifugio Quintino Sella (29/08/06)
    Monviso Via Normale da Pian del Re (26/08/06)
    Gran Paradiso da Pravieux per il Rifugio Chabod (30/07/06)
    Fourion (Rocce) da Pian del Re (27/07/06)
    Cadreghe di Viso da Castello (10/06/06)
    Udine (Punta) Via Normale da Pian del Re (28/05/06)