Viper


Le mie gite su gulliver

Giudizio Complessivo :: **** / ***** stelle
note su accesso stradale :: Strada da S. Bernardo a Monesi ancora chiusa
Inserisco la gita su questo itinerario, anche se in realtà siamo partiti da S. Bernardo di Mendatica, 1263 m. Da qui, subito in corrispondenza della partenza della strada per il colle di Garezzo, si attacca sulla dx il bellissimo sentiero dell'Alta Via, che conduce prima alla Margheria Garlenda e poi alla dorsale Garlenda-Fronte', congiungendosi all'itinerario proposto al passo Fronte'. Il sentiero è ben segnalato ("AV" e "Marguareis bike"), e secondo me ad oggi è la via migliore per salire, visto che Monesi rimane isolata dal lato Ligure (a meno di non voler fare in auto il giro via Carnino-Upega-Salse, molto lungo però).
Così si evita anche il sentiero da Case Penna, decisamente inerbito.
La contropartita è che aumentano dislivello e km: 1420 m e 19.8 km a/r, se si fanno tutte le cime (Garlenda, Fronte', Valletta, Saccarello). Comunque, una volta raggiunta la dorsale, la gita è decisamente piacevole: si sta sempre sopra i 2000, con vista mare da un lato e Alpi Liguri / Marittime dall'altro (Marguareis in primo piano). I saliscendi non pesano, nemmeno al ritorno.
Rifugio Sanremo chiuso, mentre poco oltre ho visto che esiste un nuovo rifugio privato (Rif. Laterza), che lavorava a pieno ritmo per i numerosi avventori di Ferragosto. Non era riportato nelle relazioni.
In vetta al Saccarello e lungo la dorsale vento piuttosto fresco, che comunque ha evitato una gran sudata. Nel complesso bella giornata, solo un po' di nubi al rientro. Viste praticamente tutte le vallate che confluiscono su queste cime (Arroscia, Argentina, Roja, Impero...) e le cittadine costiere.
Poca gente a piedi e in bici, mentre diverse auto raggiungevano il Saccarello (purtroppo); in ogni caso non c'era molto affollamento.
Con mio figlio Riccardo, che ha preferito camminare anziché nuotare :).
Bella escursione, nel cuore delle Alpi Liguri e del loro calcare, che consiglio a tutti.

N.B: la statua del Redentore si trova a 2164 m e non 2066 m come riportato nella descrizione dell'itinerario.
Giudizio Complessivo :: **** / ***** stelle
Itinerario ormai tutto sgombro da neve, si può fare in assetto leggero. Sentiero perfetto (nella zona delle Barricate sono stati fatti ottimi lavori di ripristino), dal buon fondo, mai faticoso, che sale gradualmente.
Un'escursione davvero consigliata, soprattutto per il magnifico panorama che si gode dalla cima.
Peccato solo per il vento che ha un po' disturbato la sosta in vetta, ma al riparo dell'ometto si stava bene.
Parcheggio pieno a S. Anna e molta gente distribuita sui vari itinerari, compresi due signori che erano alla ricerca delle sorgenti del Varaita e mi hanno chiesto indicazioni, ma che onestamente non ho saputo aiutare...
Giudizio Complessivo :: **** / ***** stelle
In giornata da l'Ecot. Fino al rifugio strada sterrata (2 km) e poi sentiero (4.5 km circa) molto bello. Sì, è lunga ma gli ambienti attraversati sono davvero di grande pregio e, se in giornata bella, rendono gradevole l'avvicinamento.
Dopo un caffè abbiamo proseguito per la Levanna, seguendo alcune delle tracce scaricate dal sito e scegliendo tra i vari ometti presenti. C'è proprio uno "switch" tra il terreno compatto e l'inizio degli sfasciumi, a 2780 metri, dove comincia il canalone subito dopo il lago. Da lì in poi, pietre senza soluzione di continuità. Comunque tutto facile, e al momento si passa solo più qualche nevaietto che non ha richiesto né ramponi né picca. Cresta pulita e facile.
In vetta uno dei panorami più belli che ricordi.
Discesa fotocopia dell'andata, lunga ma spezzata dalla merenda al rifugio, dove molti gitanti facevano lo stesso.
Con Enrico, soddisfatto come me per questa montagna. Almeno è valsa la pena tritarsi tutti quegli sfasciumi, a differenza di mazzi analoghi dopo i quali si finisce sempre in nebbia (tipo Lera e cime simili delle valli di Lanzo).
Però non la ritengo una gita da mezza giornata, come scritto in qualche relazione precedente...a meno che per mezza giornata non si intendano effettivamente 12 ore auto/auto...
Giudizio Complessivo :: **** / ***** stelle
Bel giro ad anello che non avevo mai percorso interamente. Effettuato in due giorni con pernottamento al Gastaldi, in compagnia di mio figlio Riccardo.
Ancora presenti parecchi nevai prima del Collarin d'Arnas, ma la rampa finale ripida attrezzata con catene è quasi pulita e si percorre senza problemi.
Anche in discesa dal passo delle Mangioire verso il Pian della Mussa è quasi tutto pulito dalla neve, presenti solo un paio di nevaietti di pochi metri.
Piuttosto occorre attenzione negli ultimi 200 metri di discesa nel bosco, se il sentiero è umido si rischiano belle scivolate sull'erba bagnata.
Quoto positivamente questo trekking per i bambini, se si hanno un paio di gg a disposizione (e se i bambini in oggetto sono allenati).
Forse sarà stato un caso, ma al Gastaldi gli italiani erano in netta minoranza, tra tedeschi, austriaci e francesi...
Giudizio Complessivo :: ***** / ***** stelle
note su accesso stradale :: Si può salire in auto sino a circa 1800 metri e parcheggiare nei piccoli spiazzi a bordo strada
Saliti sabato pomeriggio alla cabane du Velan, lungo avvicinamento ma su bel sentiero e in un vallone molto gradevole. Si vedono già i seracchi del ghiacciaio del Velan dalla partenza...
La cabane du Velan è la migliore tra le varie cabane svizzere in cui sono transitato. Si forse i servizi sono pochi e i letti un po' stretti, ma l'accoglienza è buona e si mangia discretamente (mi riferisco sempre alla Svizzera).
La salita al Velan non presenta difficoltà fino al superamento del Col de la Gouille: i nevai iniziano poco oltre la cabane e si possono sfruttare per progredire agevolmente (neve portante anche al ritorno, traccia). I ramponi li abbiamo calzati prima della rampa ripida che adduce alla barra rocciosa, poi li abbiamo tolti dal tratto attrezzato fino al ghiacciaio di Valsorey.
La parte su roccia prima del colle presenta qualche difficoltà subito, perché sono saltati i gradini finali della scala e ci si trova un attimo senza appoggi per i piedi. Comunque vi sono le catene ad aiutare.
Superata la scala, e il camino successivo, poi non vi sono più difficoltà sino al colle (tratto ben attrezzato con catene).
Discesa sull'altro lato più semplice, anch'essa attrezzata.
Il ghiacciaio di Valsorey è attraversato da numerosi crepacci, ma al momento si passano ancora bene. Se scalda di nuovo, comunque, i ponti hanno i giorni contati.
Dopo un pendio ripido, tutto a sx (salendo), si accede alla parte terminale della salita: abbiamo preferito percorrere la cresta, perché l'ultima rampa ha già una ventina di metri in ghiaccio. Qualcuno l'ha fatta ma la maggior parte delle cordate ha seguito la cresta. Che ha difficoltà molto basse (forse un punto di II) e poca esposizione: siamo sbucati sulla calotta sommitale, da cui in breve in vetta (attenzione che ci sono buchi anche sulla calotta). 5 ore dal rifugio.
Discesa lungo la via di salita, abbiamo fatto una sicura con la corda nel passaggio della scala.
Il Velan era da tempo nei desideri, e l'ambiente glaciale di grande pregio mi è piaciuto molto. Il Gran Combin è proprio vicino e fa bella mostra di sé.
La gita è impegnativa e completa, con attraversamento di due ghiacciai, parte su roccia e percorso su cresta. Di grande soddisfazione, consigliabile però ancora per poco quest'anno perché credo che le condizioni del ghiacciaio di Valsorey degraderanno rapidamente.
Trovate alcune cordate provenienti dall'Italia.
In ottima compagnia di Enrico, Franco e Luca.

Rampa finale, a sx la cresta

Verso il col de la Gouille
Giudizio Complessivo :: ***** / ***** stelle
Al momento buone condizioni: si trovano i primi nevai al termine della discesa dal rifugio, e se incontrano diversi prima del Col Collon, ma siamo saliti bene senza ramponi (è anche vero che nella notte non c'era stato molto rigelo). Dal colle vi sono ancora molti nevai, ma anche ampi tratti scoperti, per cui abbiamo proseguito il più possibile sui detriti (presenti ometti e tracce di sentiero) fino a 3350 metri, dove abbiamo calzato i ramponi.
Ghiaccio appena affiorante, ma proprio a volerlo cercare, sul pendio che adduce alla cresta della Kurz, tutta su neve e ben tracciata.
Dalla Kurz una ventina di metri di discesa senza neve, poi nuovamente copertura nevosa lungo la cresta. Cornici ben pronunciate ma evitabili tenendosi a distanza debita. Nuovamente sfasciumi sulla prima parte del pendio finale, e ultimi 50 metri su neve (poco sotto la vetta comincia ad affiorare del ghiaccio, evitabile).
Nel complesso ottimo itinerario, in buone condizioni e molto panoramico.
E dire che nella notte al rifugio Nacamuli tirava un vento fortissimo, al mattino pioveva e le cime erano coperte di nubi.
Per cui abbiamo atteso dalle 5 alle 8 un segno di speranza dal cielo, e siamo partiti alle 8.20 con poca convinzione. Poi fortunatamente il vento, che non ha mollato, ha ripulito dalle nuvole e ci ha permesso di salire.
Ottimo trattamento al Nacamuli, un rifugio dal quale si apre un mondo di vette di cui il Brule' è la prima che ho potuto salire. Credo che tutte abbiano in comune l'ambiente selvaggio e isolato, e fantastici panorami.
Già arrivare al rifugio è un bel gitone, ma se vi piacciono le marce stile Vallone di Sea, troverete delle analogie.
Giudizio Complessivo :: **** / ***** stelle
Sentiero in ordine e completamente sgombro dalla neve. A dire la verità ci sono ancora parecchi nevai, già prima del Col Sollieres, ma si evitano tutti. E rendono il paesaggio ancora più gradevole per l'occhio, oltre al verde delle praterie e alle colorate fioriture.
Molta gente sino al colle e verso il Mont Froid, solo altri 5 oltre a noi su questa cima.
Vento molto fastidioso per tutta la gita, anche se non freddo.
Con mio figlio, che comincia ad apprezzare la bellezza dei luoghi e dei panorami (ha 8 anni).
Giudizio Complessivo :: ***** / ***** stelle
Condizioni molto buone, serve solo un po' di cautela sulle roccette finali se rimangono verglassate.
Per il passaggio della terminale non ho disdegnato la seconda picca; si può fare senza, ma visto il basso delta-peso secondo me è consigliata (in alternativa bastoncino-picca).
Quoto in toto la relazione di Mowgli, con il quale ho condiviso la salita a questa bella montagna.
Grazie a Mowgli (al secolo Renato) ho potuto raggiungere questa "sentinella" del Mont Maudit e del Monte Bianco, che si sono mostrati in tutto il loro splendore.
La parte più micidiale: la risalita all'Aiguille du Midi...
Giudizio Complessivo :: **** / ***** stelle
note su accesso stradale :: Ok sino a Le Fonds
Percorso quasi interamente sgombro dalla neve: si passano solo due nevai "obbligatori", uno sul pendio prima del colle e uno poco sotto la vetta. Non servono i ramponi, si può salire in assetto escursionistico. Vi sono altri nevai, ma si possono aggirare facilmente.
Il sentiero è ottimo e segnalato, e i detriti non danno fastidio.
Ne è venuta fuori una buona camminata, in un lungo e bel vallone, ora tutto verde e ricco di acqua. Dalla vetta panorama stupendo, notevole il salto lato Val Thuras.
A me il GPS ha indicato 16.2 km a/r (ho posteggiato nel parcheggio prima dell'abitato).
Come già scritto da altri, si sale poco in rapporto allo sviluppo sino a 2500 metri, poi si fa dislivello rapidamente. Comunque la prima parte risulta gradevole per l'ambiente in cui si svolge.
Mi è piaciuto vedere il lato francese delle montagne più volte salite dall'Italia (Dormillouse, Terra Nera, ...).
Consigliata a chi vuole salire un bel tremila un po' fuori dalle rotte abituali.
Rifugio a Le Fonds operativo.
Giudizio Complessivo :: **** / ***** stelle
Al momento la gita non è in condizioni escursionistiche, ma in realtà ciò che serve sono i ramponi. Infatti la copertura nevosa è ancora consistente a partire dai 2500 m, e dal colle in su i ramponi aiutano e agevolano la progressione sui pendii di neve dura. Due o tre ragazzi sono saliti senza, ma bisogna cercare i passaggi sulle rocce e secondo me è una complicazione evitabile.
Occhio anche ai passaggi sui primi nevai che si incontrano, dove si affonda "di brutto".
Per il resto, gita facile e sempre piacevole; incontrati anche diversi escursionisti diretti al Rif. Sella (ancora chiuso, ma dove sono in corso operazioni di sgombero neve).
Non puoi contattare gli altri gulliveriani se non sei un utente registrato. Vai alla pagina di registrazione .

Tutte le sue gite

  • Saccarello (Monte) e Monte Frontè da Case Penna (15/08/19)
    Maniglia (Monte) da Sant'Anna (09/08/19)
    Levanna Occidentale da l'Ecot per il Refuge du Carro (03/08/19)
    Mangioire (Passo delle) da Pian della Mussa, anello per il Rifugio Gastaldi e il Lago della Rossa (23/07/19)
    Velan (Mont) da Bourg Saint Pierre e la Cabane du Velan (21/07/19)
    Kurz (Punta) - Mont Brulè dalla Diga di Place Moulin (13/07/19)
    Petit Mont Cenis (Signal du) o Punta Clairy dal Refuge du Petit Mont Cenis per il Col de Sollieres (07/07/19)
    Tacul (Mont Blanc du) Via Normale (05/07/19)
    Merciantaira (Punta) o Grand Glaiza da les Fonts (23/06/19)
    Viso Mozzo da Pian del Re (16/06/19)
    Bellavarda (Uja di) e Punta Marsè da Lities (08/06/19)
    Mussa (Pian della) da Lanzo (01/06/19)
    Valletta (Punta) anticima 3007 m da Pila (01/05/19)
    Soglio (Monte) da Pian Audi (28/04/19)
    Rognosa del Sestriere (Punta) da Bessen Haut per il versante SO (30/03/19)
    Teodulo (Rifugio) da Cervinia (23/03/19)
    Oggia (Colle d') da Arma di Taggia (16/03/19)
    Vaccarezza (Monte) e Cima dell'Angiolino da Case Picat (02/03/19)
    Pintas (Monte) dalla Fontana della Batteria (26/01/19)
    Sella (Rocca) da Novaretto (12/01/19)
    Arp Vieille (Mont) da Bonne (02/01/19)
    Camino (Monte) da Oropa (29/12/18)
    Calcante (Uja di) da Fubina per la Mulattiera della forestale (24/12/18)
    Ciarm del Prete da Tornetti (15/12/18)
    Aquila (Punta dell') dall'Alpe Colombino (01/12/18)
    Faiallo (Passo del) da Serravalle Scrivia, traversata a Savona per Capanne di Marcarolo (20/10/18)
    Soglio (Monte) dal Santuario dei Milani (29/09/18)
    Verzel (Punta) dall'Alpe Frera (22/09/18)
    Tre Vescovi (Punta) da Niel, anello per Colle della Mologna Grande e Col Lazouney (15/09/18)
    Piccolo Monte Bianco o Petit Mont Blanc da La Visaille (04/09/18)
    Mars (Monte) da Pian Coumarial, anello (25/08/18)
    Gran Tempesta (Rocca della) da Grange di Valle Stretta per il Colle della Tempesta (23/08/18)
    San Giuseppe (Croce) e Lago Desertes da Oulx per Madonna del Cotolivier, discesa su Desertes (20/08/18)
    Colombardo (Colle del) da Condove (18/08/18)
    Roussa (Colle della) da Forno di Coazze (17/08/18)
    Madonna della Bassa (Santuario) da Rivera (16/08/18)
    Rocciamelone da la Riposa (11/08/18)
    Grammondo (Monte) da Castellar (31/07/18)
    Basei (Punta) dai Piani del Nivolet (25/07/18)
    Civrari (Monte, Punta della Croce) da Soffietti per la cresta Sud (15/07/18)
    Arbola (Punta d') Via Normale da Valdo per il Rifugio Margaroli (08/07/18)
    Meije (La) Orientale da Pont d'Arsine (30/06/18)
    Pelvoux Via Normale Couloir Coolidge (22/06/18)
    Giasson (Becca di) da Usellieres (14/06/18)
    Colombo (Monte) da Schiaroglio (09/06/18)
    Camoscio (Corno del) da Staffal per il Passo dei Salati (02/06/18)
    Furggen (Colle di, o de la Forclaz) da Cervinia (25/05/18)
    Soglio (Monte) da Pian Audi (12/05/18)
    Joux (Col di) da Verres, giro per Saint Vincent , Col Tzecore, Brusson (06/05/18)
    Autaret (Téte de l') da Sant'Anna per il versante SSO (26/04/18)
    Santa Cristina (Monte) da Ceres (22/04/18)
    Teodulo (Rifugio) da Cervinia (21/04/18)
    Lys (Colle del) da Villar Dora (17/04/18)
    Grifone (Punta di) da S.Antonio per il Vallone dell'Orsiera (07/04/18)
    Sella (Rocca) da Novaretto (02/04/18)
    Vallette (Cima delle) da Frais (25/03/18)
    Musiné (Monte) da Caselette (10/03/18)
    Sbaron (Punta) da Prato del Rio (04/03/18)
    Chaligne (Punta) da Buthier (10/02/18)
    Ciarm del Prete da Tornetti (03/02/18)
    Cialma (la) o Punta Cia da Carello (28/01/18)
    Soglio (Monte) dal Santuario dei Milani (05/01/18)
    Giulian (Monte) da Giordano (30/12/17)
    Aquila (Punta dell') dall'Alpe Colombino (24/12/17)
    Nera (Rocca) da Villardamont e il Monte Triplex (17/12/17)
    Musiné (Monte) da Caselette (03/12/17)
    Aquila (Punta dell') dall'Alpe Colombino (11/11/17)
    Bione (Colle) da Avigliana, giro per Colle Braida, Bussone, Strada San Francesco (28/10/17)
    Orsiera (Monte) da Prà Catinat, anello per Colle Orsiera e Lago Ciardonnet (15/10/17)
    Lago Sud (Punta del) dalla Strada Pian Neiretto per il Colle della Roussa (07/10/17)
    Soglio (Monte) da Pian Audi (30/09/17)
    Bra - Savona per bassa e alta Langa (22/09/17)
    Musiné (Monte) da Caselette (16/09/17)
    Chaberton (Monte) da Montgénevre per il Colle dello Chaberton (03/09/17)
    Fauniera (Colle) o dei Morti da Demonte per il Vallone dell'Arma (26/08/17)
    Ghiliè (Cima) e Cima di Mercantour da Pian della Casa del Re, anello per Cima di Ciriegia (23/08/17)
    Bisalta o Besimauda (Monte) da Meschie di Pradeboni (20/08/17)
    Garelli Piero (Rifugio) da Pian delle Gorre (18/08/17)
    Abisso (Rocca dell') da Limonetto (14/08/17)
    Mindino (Bric) dalla Colla di Casotto (12/08/17)
    Tenibres (Monte) Via Normale da Pian della Regina (10/08/17)
    Cars (Cima) da Pian delle Gorre per il Vallone Serpentera (06/08/17)
    Sulà (Testa) da Malciaussia, anello per i Colli Sulè e Sulà (28/07/17)
    Gastaldi (Punta) Via Normale da Pian del Re (22/07/17)
    Marguareis (Punta) da Carnino Superiore per la Gola della Chiusetta (16/07/17)
    Roisetta (Mont, Punta Sud) da Cheneil (07/07/17)
    Gignoux (Lago) o dei Sette Colori da Cesana, giro per Sangalonga, Col Saurel, Lago Nero, Rhuilles (02/07/17)
    Grande Casse Via Normale dai Grands Couloirs (23/06/17)
    Mait (Punta) da Sant'Anna (17/06/17)
    Bo (Cima di) da Montesinaro (10/06/17)
    Bellavarda (Uja di) e Punta Marsè da Lities (04/06/17)
    Forquin (Roche) da Libre (27/05/17)
    Terra Nera (Monte) da Thures (20/05/17)
    Sella (Rocca) da Novaretto (07/05/17)
    Mottarone da Borgosesia, giro per Passo della Colma, Omegna, Gozzano, Pogno (29/04/17)
    Giordani (Punta) Via Normale da Indren (22/04/17)
    Civrari (Monte, Punta della Croce) da Soffietti per la cresta Sud (16/04/17)
    Santa Cristina (Monte) da Ceres (09/04/17)
    Lesache (Aiguille de) o des Sasses da Saint Remy (08/04/17)
    Lys (Colle del) da Lanzo per Viù (06/04/17)
    Gran Serin (Punta del) da Frais (19/03/17)
    Fiutrusa (Punta di) da Sant'Anna per il Vallone di Rui (11/03/17)
    Dormillouse (Cima) da Thures (26/02/17)
    Turge de la Suffie da le Laus (19/02/17)
    Sbaron (Punta) da Prato del Rio (12/02/17)
    Mussa (Pian della) e Rifugio Città di Ciriè da Balme (11/02/17)
    Musiné (Monte) da Caselette (05/02/17)
    Envie (Cappello di) da Prali (21/01/17)
    Prato di Fiera (Punta) dalla Fontana della Batteria (08/01/17)
    Cassin (Bric) da Chialvetta (03/01/17)
    Piovosa (Punta la) da Tolosano per il canalone NO e la dorsale NE (30/12/16)
    Soglio (Monte) dal Santuario dei Milani (18/12/16)
    Crosa (Cima di) da Ruà per il Colle Cervetto e i Fortini di Crosa (08/12/16)
    Aquila (Punta dell') e Cugno dell'Alpet da Alpe Colombino (27/11/16)
    Antoroto (Monte) dalla Colla di Casotto (12/11/16)
    Nera (Rocca) e Rocce Founs da Pian della Regina per il Col d'Armoine (30/10/16)
    Tre Denti di Cumiana da Bastianoni (29/10/16)
    Bra - Acqui Terme, traversata delle Langhe (15/10/16)
    Fascia (Cima della) da Limonte Piemonte per il canalino Nord (08/10/16)
    Bisalta o Besimauda (Monte) da Meschie di Pradeboni (02/10/16)
    Musiné (Monte) da Caselette (18/09/16)
    Sestriere (Colle del) giro Val Chisone - Val di Susa (11/09/16)
    Ciamarella (Uja di) Via Normale da Pian della Mussa (04/09/16)
    Costa degli Etruschi Giro da Castellina M.ma (24/08/16)
    Boucher (Roc del) da Grange Thuras Inferiori per il Versante SSO (17/08/16)
    Sapei (Monte) da Favella, anello per i Colli Arponetto e della Bassa (16/08/16)
    Rey Guido (Rifugio) da Chateau Beaulard (14/08/16)
    Foens (Forte) da Savoulx, giro (12/08/16)
    Ambin (Rocca d') da Grange della Valle per il Rifugio Vaccarone, anello (11/08/16)
    Faroma (Monte) da Porliod e la Cresta NE (06/08/16)
    Tonini (Punta) da Forno Alpi Graie per il Vallone di Sea (30/07/16)
    Tersiva (Punta) da Gimillian (20/07/16)
    Rocciavré (Monte) e Monte Robinet da Molè per il Vallone della Balma (17/07/16)
    Gran Paradiso Via Normale del Rifugio Vittorio Emanuele II (09/07/16)
    Lys (Colle del) da Villar Dora (05/07/16)
    Francesetti (Punta) e Pointes de la Piatou Via Normale da l'Ecot per il Passo delle Disgrazie (03/07/16)
    Arnas (Punta d') o Ouille d’Arberon Via Normale da Avèrole (25/06/16)
    Ondezana (Punta) Via Normale dalla Diga di Teleccio (18/06/16)
    Rous (Punta del) da Mondrone (12/06/16)
    Pian Fum (Colle) da Viù per l'Alpe Bianca, discesa dal Roc Sapai (09/06/16)
    Marta (Cima e Balcone di) da la Brigue, giro per Col Linaire, Baisse de Sanson, Cretè Rionard, Baisse de Gereon (05/06/16)
    Bellavarda (Uja di) e Punta Marsè da Lities (28/05/16)
    Breithorn Occidentale Via Normale da Plateau Rosà (21/05/16)
    Druina (Monte) e Roc Neir da Vallo Torinese per il Passo della Croce (15/05/16)
    Musiné (Monte) da Caselette (03/05/16)
    Civrari (Monte, Punta della Croce) da Soffietti per la cresta Sud (25/04/16)
    Almiane (Punta d') dal Ponte d'Almiane (20/04/16)
    Prarotto (Cappella di) da Condove (14/04/16)
    Grand Etret (Testa del) da Pont Valsavarenche (10/04/16)
    Faiallo (Passo del) da Rossiglione, giro (02/04/16)
    Meidassa (Monte) da Pian della Regina (29/03/16)
    Flassin (Mont) da Flassin (19/03/16)
    Cialma (la) o Punta Cia da Carello (06/03/16)
    Musiné (Monte) da Caselette (27/02/16)
    Sella (Rocca) da Novaretto (21/02/16)
    Vaccarezza (Monte) e Cima dell'Angiolino da Branco, anello (13/02/16)
    Gran Truc dal Colle Vaccera per il Monte Servin, anello (30/01/16)
    Tre Chiosis (Punta) da Genzana per la Costa Savaresch (21/01/16)
    Aquila (Punta dell') e Cugno dell'Alpet da Alpe Colombino (10/01/16)
    Tempesta (Punta) da Tolosano per la Comba Castellazzo (05/01/16)
    Rocciamelone da la Riposa (29/12/15)
    Turu (il o Monte) da Colbeltramo (28/12/15)
    Frioland (Monte) da Brich per il Colle delle Porte (19/12/15)
    Barbeston (Monte) da Veulla per il Colle di Valmeriana (07/12/15)
    Monastero (Lago di) da Chiaves per l'Alpe di Costapiana (14/11/15)
    Vaccarezza (Monte) o Castel Balanger da Letisetto (02/11/15)
    Musiné (Monte) da Caselette (10/10/15)
    Marzo (Monte) da Piamprato, anello per i Colli di Monte Marzo e delle Oche (21/09/15)
    Thabor (Pic du) Via Normale dalle Grange di Valle Stretta (06/09/15)
    Quazzo (Colle del) da Boissano, anello per Giogo di Toirano e Colle del Melogno (25/08/15)
    Melogno (Colle del) da Finale Ligure (23/08/15)
    Carmo di Loano (Monte) da Verzi, anello (22/08/15)
    Caprauna (Colle di) da Albenga (20/08/15)
    Toirano (Giogo di) da Loano (17/08/15)
    Fenera (Costa) da Alpe le Combe, anello per il Colle delle Coupe e Colle della Croce di Ferro (11/08/15)
    Ribon (Pointe du) da Malciaussia (07/08/15)
    Lavina (Torre di) da Campiglia Soana per il Canalino E (02/08/15)
    Clapier (Monte) da San Giacomo per il Passo Pagarì (21/07/15)
    Bessanese (Uja di) Via Normale Italiana da Pian della Mussa (11/07/15)
    Ronce (Pointe de) - Pointe du Lamet traversata dal Col du Lou al Signal du Lac (04/07/15)
    Grande Aiguille Rousse dal Lago del Serrù per il Colle della Vacca (27/06/15)
    Fauniera o dei Morti (Colle) da Pradleves (25/06/15)
    Bellavarda (Uja di) da Lities (13/06/15)
    Mulattiera (Punta della) da Beaulard, giro per Punta Colomion, Col des Acles, Bardonecchia (03/06/15)
    Terra d' Unghiasse (Colle della) da Vonzo (31/05/15)
    Prarotto (Cappella di) da Condove (17/05/15)
    Civrari (Monte, Punta della Croce) da Soffietti per la cresta Sud (09/05/15)
    Maddalena (Colle della) giro della collina di Torino (07/05/15)
    Thabor (Monte) dalla Valle Stretta (02/05/15)
    Carro (Cima del) da Chiapili di Sopra per il Vallone del Carro (24/04/15)
    Dieta (Colle della) e Colle del Lys da Villardora, giro (12/04/15)
    Rochers Charniers (Pointe des) da Montgenèvre (07/04/15)
    Mares (Cima) da Giaudrone per la strada vecchia di Alpette (28/03/15)
    Briccas o Trucchet da Brich (08/03/15)
    Grand Pays da Lignan (28/02/15)
    Camino (Monte) dal Santuario di Oropa (12/02/15)
    Musiné (Monte) da Caselette (07/02/15)
    Pintas (Monte) dalla Fontana della Batteria (24/01/15)
    Nebin (Monte) da Sodani per il Colle di Sampeyre (06/01/15)
    Rossette (Cima delle) da Chianale (02/01/15)
    Boscasso (Bric) da Chialvetta (28/12/14)
    Soglio (Monte) dal Santuario dei Milani (20/12/14)
    Ciarm del Prete da Tornetti (12/12/14)
    Aquila (Punta dell') dall'Alpe Colombino (23/11/14)
    Grand'Uja dall'Alpe le Combe (24/10/14)
    Langhe meridionali Da Ceva ad Alba (15/10/14)
    Musiné (Monte) da Caselette (11/10/14)
    Saline (Cima delle) da Carnino Inferiore (22/09/14)
    Grande Sassière (Aiguille de la) dalla Diga di le Saut (06/09/14)
    Soglio (Monte) da Corio per Pian Audi (03/09/14)
    Genevris (Monte) da Oulx, discesa dal Col Bourget per il bike park (27/08/14)
    Glacier (Mont) da Dondena, anello per il Lago Miserin (25/08/14)
    Maddalena (Colle della) giro della collina di Torino (24/08/14)
    Baus (il) Via Normale dal Piano della Casa del Re per il Colle della Culatta (21/08/14)
    Bisalta o Besimauda (Monte) da Meschie di Pradeboni (17/08/14)
    Crosetta (Monte) dal Santuario di San Magno (16/08/14)
    Oronaye (Monte) Via Normale del Canale Sud di Sx (classico) e la Cresta Ovest (14/08/14)
    Avic (Monte) Via Normale da Villa per la Cresta Ovest (08/08/14)
    Pagarì - Federici Marchesini (Rifugio) da San Giacomo (31/07/14)
    Pan di Zucchero dal Colle dell'Agnello (19/07/14)
    Rocciamelone da la Riposa (15/07/14)
    Moncenisio (Colle del) o Col du Mont Cenis da Susa (05/07/14)
    Bellavarda (Uja di) e Punta Marsè da Lities (28/06/14)
    Gran Sertz o Gran Serra da Valnontey per il Rifugio Sella (22/06/14)
    Camoscio (Corno del) da Staffal per il Passo dei Salati (07/06/14)
    Patanua (Rocca) da Prarotto (24/05/14)
    Mussa (Pian della) da Lanzo (17/05/14)
    Teodulo (Rifugio) da Cervinia (10/05/14)
    Civrari (Monte, Punta della Croce) da Soffietti per la cresta Sud (04/05/14)
    Chiavesso (Cima) da Cornetti (26/04/14)
    Melogno (Colle del) da Finale Ligure (18/04/14)
    Entrelor (Cima di) da Bruil (12/04/14)
    Lys (Colle del) e Celle da Villardora, giro (06/04/14)
    Morefreddo (Monte) da Pattemouche (15/03/14)
    Garde (Rocher de la) da Chateau Beaulard per il rifugio Guido Rey (07/03/14)
    Lusignetto (Punta) da Ala di Stura (22/02/14)
    Pierre (Pointe de la) da Ozein (20/02/14)
    Superga (Basilica di) da Sassi (06/02/14)
    Musiné (Monte) da Caselette (02/02/14)
    Pintas (Monte) dalla Fontana della Batteria (25/01/14)
    Liste (Cima delle) o Punta Gardetta da Indiritti (11/01/14)
    Torretta (La) da Trovinasse (03/01/14)
    Mindino (Bric) da Valcasotto (30/12/13)
    Aquila (Punta dell') dall'Alpe Colombino (14/12/13)
    Rossa (Cimetta) da Chardonney, anello (28/11/13)
    Calcante (Uja di) da Traves, anello (03/11/13)
    Langa da Bra, giro (26/10/13)
    Gregorio (Monte) da Brosso, anello per il Monte Cavallaria e le Colme (19/10/13)
    Curbasiri (Punta) e Monte Bocciarda da strada Pian Neiretto (27/09/13)
    Grand Tournalin (Cima Sud) e Petit Tournalin da Cheneil (14/09/13)
    Grammondo (Monte) da Calvo (28/08/13)
    Bisalta o Besimauda (Monte) da Meschie di Pradeboni (24/08/13)
    Tablasses (Testa di) e Testa Sud di Bresses da Terme di Valdieri, anello per i passi di Tablasses e di Prefouns (20/08/13)
    Chaberton (Monte) da Montgénevre per il Colle dello Chaberton (13/08/13)
    Venezia (Punta) Via Normale per il Coulour del Porco da Pian del Re (02/08/13)
    Superga (Basilica di) da Sassi (29/07/13)
    Niera (Roc della) Via Normale e Via dei Diedri da Chianale (28/07/13)
    Blanche (Tète) da Glacier e il Rifugio Chiarella all'Amianthe (21/07/13)
    Polluce Via Normale da Plateau Rosa (06/07/13)
    Cristalliera (Punta) da Rifugio Selleries (29/06/13)
    Peyrefique (Baisse de) da St. Dalmas de Tende a Limone per Col di Tenda (25/06/13)
    Tresenta (la) da Pont Valsavarenche (22/06/13)