RobertaeLeon


Le mie gite su gulliver

Giudizio Complessivo :: / ***** stelle
Noi abbiamo fatto la traversata in senso opposto, dalla vetta est della Cima De Cessole, raggiunta per la via normale, abbiamo traversato verso ovest fino al colletto Freshfield. Saliti al Remondino del Pian della Casa e poi, in mezzo ad un branco di maschi di stambecco, raggiunto l'imbocco del canale De Cessole dove siamo saliti verso destra, inizialmente senza grossi riferimenti, arrampicando su placche e quindi facili rocce come da descrizione. Raggiunta la cima, molto bello il panorama sulla Sigismondi e tutto intorno. Dalla vetta seguito l'aerea cresta est tenendo il fianco settentrionale, fino ad una sosta (cordoni), doppia verticale da 25 m sul fianco meridionale, altra sosta e altra doppia da 25 m e pervenuti ad un colletto. Proseguiti verso est arrampicando un ripido muretto, quindi altra doppia breve in un diedro fianco meridionale e infine cresta facile fino alla bifida cima dei Camosci. Disarrampicata un po' delicata fin sul bordo del colletto Freshfield, raggiunto con un'ultima doppia. Sosta finalmente sulla pietraia alla base del passo dei detriti per rimirare l'opera compiuta e tornati al pian della Casa sotto un tramonto rosso. Bellissima giornata di sole, freddo il giusto che non ha gelato le mani e la roccia che era pulitissima. Un bellissimo giorno da inquadrare.
In questo senso la traversata è più facile (PD+) poichè i tratti più impegnativi si superano in discesa con delle doppie.
Giudizio Complessivo :: / ***** stelle
Passati dalla Valle Ellero, salendo inaspettatamente in auto fino al Pian Marchisio anche se la strada non è bellissima. Consigliato fuoristrada. Lungo ma veloce avvicinamento, attaccato la cresta dalla Porta del Marguareis tanto per allungare un po' ma era molto facile. Dalla Carmelina diventa interessante, non siamo saliti sul primo dente della Cresta Ernesta, siamo passati sulla cengia lato nord e abbiamo risalito per sfizio il terzo torrione e poi dal colle Emma salito con un unico tiro la cresta ed usciti in cima Emma. Proseguito verso la cima Bozano salita dal canalone a fianco della cresta perchè sul filo la roccia era calcare marcio e restava tutto in mano. Discesi nel pian di Piaggiabella e risaliti al colle del Pas per ridiscendere al Pian Marchisio.
Giudizio Complessivo :: / ***** stelle
In un paio d'ore all'attacco della cresta, filata con un po' di apprensione perchè la roccia era ancora bagnata e un po' scivolosa. Via fatta interamente con gli scarponi, compreso il superamento del dado (faticoso), per gran parte in conserva a parte qualche tiro corto. Proseguito fino alla vetta del Mars, prima sulla cresta e quindi sulla traccia bollata (lungo e faticoso, c'è ancora un tot...). In cima alle 13,30. Bellissima giornata con mare di nuvole in basso. Solo noi in giro.
Giudizio Complessivo :: / ***** stelle
Noi siamo saliti dall'Italia. Incamminati dalle Grange Collet oltre Chiappera, risalito il vallone del Maurin, scavalcato il Col di Roux, perso un po’ di dislivello e piegato a destra nella piana dei Lacs du Roure, oltrepassati i quali, abbiamo risalito il grande conoide esposto a sud a monte dei laghetti racchiuso tra le quote 3057, 3156 e 3181 (IGN francese). Risalito il canale di sfasciumi prendendo il ramo di sinistra via via sempre più ripido e stretto su detriti molto mobili e instabili, sino a sbucare ad una frastagliata forcella a destra della quota 3156. Svalicato e preso a destra con un traverso in leggera discesa per placche inclinate, rocce gradinate, massi pericolanti, cenge e infine un camino roccioso con i quali siamo finalmente pervenuti al canale ovest poco sotto il colletto, dove c'è l'attacco della cresta SE e dove ci siamo legati (difficoltà di questo avvicinamento PD-/PD). Proseguito come da descrizione con bella arrampicata la salita della cresta su roccia molto buona, superato il camino mediano e il torrione finale, appollaiandoci sulla esile ed aerea vetta. Discesi al colle con due doppie brevi (una per il torrione della vetta e una per il camino, soste con cordoni in loco) e poi ripercorso tutto a ritroso la nostra variante di salita a lungo meditata e studiata, perché di andare fino a Maljasset in auto non avevamo tanta voglia. Un'altra giornata spettacolare.

percorso di avvicinamento dalla val maira

nel ripido canale di accesso alla cresta finale

parte finale del canale d'accesso visto dalla forcella

[visualizza gita completa]

Giudizio Complessivo :: / ***** stelle
Di ritorno dalla traversata Roccia Nera/Gemello/Breithorn orientale, visto il tempo in miglioramento e l'ora non troppo tarda, decidiamo di salire anche il Centrale da questa via. Purtroppo il rigelo è nullo per una notte perturbata e il sole sta velocemente uscendo dalle nubi che hanno avvolto le cime per tutta la prima parte del mattino. Passata la crepaccia terminale bella aperta e saliti forse leggermente a sx della via, superando un grosso crepaccio a metà parete, delicato per la neve molle. Pendenze significative ma non percepite in queste condizioni (si sfondava fino al polpaccio). In cima al Breithorn Centrale, col sole nel frattempo a palla, lasciato il Breithorn Occidentale all’assalto di una folla incalcolabile e raggiunto il Rifugio con tutta calma.
Giudizio Complessivo :: / ***** stelle
Saliti con l’ultima corsa della funivia al Rifugio Guide del Cervino dove abbiamo pernottato. Tormenta, vento, bufera, grandine, tuoni e fulmini tutta la notte ma il meteo prevedeva miglioramento già a partire dall'alba. Così però non è stato. Solo noi a far colazione, gli altri (pochi) rimasti tutti in branda… Dopo esserci attardati un po' in rifugio, aspettando invano che il meteo migliorasse, ci siamo Incamminati ugualmente sotto la pioggia e il nevischio lungo il pistone di avvicinamento al colle del Breithorn comunque ben tracciato. Smesso di piovere, calato il vento, ma montata la nebbia… Proseguito costeggiando i Breithorn e saliti alla Roccia Nera nella traccia diretta del Gemello, molto sfondosa. Una volta in cresta, proseguito a destra verso la Roccia Nera e poi a ritroso fin sul Gemello. Visibilità quasi nulla, soprattuto sul lato Svizzero, ma sempre speranzosi che il tempo migliorasse. Due calate in doppia e poi proseguito la salita raggiungendo il Breithorn Orientale su tratti di misto un po' esposto. Sulla cresta opposta, una breve discesa su neve inconsistente ci ha portato alla sosta e, con un’unica lunga doppia, ci siamo calati al colletto con il Breithorn Centrale. Discesi quindi sul pistone sottostante e risaliti verso il colle dei Breithorn, con tempo beffardo in netto miglioramento e così attacchiamo il Breithorn centrale dalla via Kaspar Mooser
Giudizio Complessivo :: / ***** stelle
Saliti alla Cabane de Valsorey, raggiunto da Bourg St. Pierre come da relazione presente su questo sito, dove abbiamo pernottato. Partiti alle 4, risalito su buona neve il ripido pendio sotto il biv. Musso. Poi la Spalla Isler tutto su neve molto dura, dove le due picche sono state di buon aiuto. In cima al Combin de Valsorey, salutati da una limpidissima alba. Legati in cordata, raggiunto il Combin de Grafeneire e il suo panorama spettacolare. Continuato a filare la cresta sino all'Aiguille de Croissant, disceso il Mure de la Cote un po’ delicato e raggiunto il Combin de Tsessette, godendoci lo scorcio fantastico verso le vette del Vallese. Nel silenzio assoluto e col freddo giusto, con passo lungo e ben disteso, abbiamo disceso il famigerato Corridor. Non abbiamo sentito nessun sinistro rumore di distacchi di seracchi, ma abbiamo tenuto comunque le antenne ben dritte verso i seracchi che ci sovrastavano. Nulla si è mosso. Con un traverso un po' spaccacaviglie per non perdere quota abbiamo infine guadagnato il col du Metin, dove ci siamo fermati a riposare e poi discesi alla Cabane de Valsorey su neve un po’ mollata. Raggiunta la Cabane, ci siamo concessi un piatto di pasta a testa per la modica cifra di 18 euro a cranio. Ma il buon umore dovuto dalla perfetta riuscita della nostra traversata ci ha aiutato a digerire il conto. Oggi in tre, con un compagno particolare al suo primo 4mila (4 vette in una botta sola...)

il Gran Combin dalla Cab. de Valsorey

risalendo la Spalla Isler

La Spalla Isler dal Combin de Valsorey

[visualizza gita completa]

Giudizio Complessivo :: / ***** stelle
Incamminati alle 5, risalito il canale SO su neve molto dura. Interessanti i due traversi sospesi e il muro finale dell'uscita sul colletto, percorsi in punta di ramponi. Discesi di qualche metro lungo il canale E e risalito una cengia che scopriamo ben presto non essere quella giusta. Rimasti piantati un tot sul traverso roccioso, dove dopo qualche elaborato gesto atletico, siamo riusciti a recuperare il pendio nevoso finale, giungendo finalmente in cima. Ridisceso il pendio dove abbiamo individuato più in basso alcuni ometti che indicavano il percorso verso la cengia giusta. Risalito il canale E molto ripido superando il salto roccioso posto sotto al colletto. Ridisceso faccia a monte la parte iniziale del canale SO con i due traversi sospesi che abbiamo percorso con molta attenzione per via della neve mollata dal sole che faceva zoccolo ad ogni passo. Veloce discesa al Pontese e poi alla diga di Teleccio.
Giudizio Complessivo :: / ***** stelle
Partiti alle 5 e raggiunto velocemente l'alpe Garin, il Biv. Nebbia, il lago Garin, risalito il conoide su residui di valanghe e su per il canale O fino in cresta. Risalito la parete NE su neve non trasformata e dalla cima spettacolare panorama con giornata tersa e serena. Ridisceso il pendio e poi per bella cresta nevosa con spettacolari cornici, raggiunto la punta Valaisan. Ridisceso il ripido pendio fino al conoide del canale salito prima, chiudendo l’anello. Veloce discesa a Gimillan su neve che aveva mollato ma non troppo faticosa.

dal pressi del lago, in rosso il canalino di salita in verde l'alternativa per la discesa

salendo il canalino

il pendio NE visto dai pressi della vetta

[visualizza gita completa]

Giudizio Complessivo :: / ***** stelle
Partiti molto presto da Pont, innevamento ancora abbondante ma nessun rigelo. Neve continua da 2200 m. Risalito il vallone del Grand Etret sfondando alla grande e perdendo parecchio tempo. Raggiunto la base della parete ormai svalangata, che abbiamo risalito inizialmente sul lato sinistro per evitare dei salti rocciosi. Superati i salti (un tempo tutto coperto dal ghiacciaio), percorso un lungo traverso verso destra (su crosta fortunatamente più portante), quindi siamo saliti verticali (farina pressata), puntando al colletto tra la spalla scialpinistica e il denti rocciosi. Vetta avvolta dalle nebbie provenienti della Valle Orco, abbiamo rinunciato alla salita della cima vera per neve troppo abbondante e inconsistente. Ridisceso la parete sulla nostra traccia su neve come l’abbiamo trovata al mattino. Tornati a valle sfondando alla grande e caldo atroce. Difficile trovare contemporaneamente condizioni ideali sia per la parete nevosa che per la vetta rocciosa...
Non puoi contattare gli altri gulliveriani se non sei un utente registrato. Vai alla pagina di registrazione .

Tutte le sue gite

  • De Cessole (Cima) traversata dal colle Freshfield al Colle De Cessole (12/11/13)
    Carmelina, Ernesta, Emma (Punte) Traversata Colle del Pas - Colle Bistè da Carnino Superiore (18/10/13)
    Mars (Monte) Cresta Carisey SSO da Plan Coumarial (01/10/13)
    Haute de Mary (Pointe) da Maljasset per il Versante O e Cresta S/SE (24/09/13)
    Roccia Nera, Gemello e Breithorn Orientale da Plateau Rosa (24/07/13)
    Breithorn Centrale via Kaspar Mooser (24/07/13)
    Grand Combin Parete S - Spalla Isler (06/07/13)
    Valsoera (Becco di) Via Normale Versanti SO e SE (25/06/13)
    Garin (Punta) Canale Ovest e versante Nord-Est (13/06/13)
    Broglio (Dente meridionale del) Per la parete N e lo spigolo NE (06/06/13)
    Dormillouse (Pic de) dalla Combe du Riou (23/05/13)
    Bersaio (Monte) Canalone san Giuliano (09/02/13)
    Piure (Punta) Canale N (26/01/13)
    Mongioie (Monte) Canalone del Porco (27/12/12)
    Rosso (Monte) Cresta Nord (19/12/12)
    Rossa (Rocca) Parete SO (23/11/12)
    Bissort (Rocca della) cresta SO e traversata al Dente della Bissort (23/10/12)
    Politri (Monte) o Bric Rosso Cresta Est (18/10/12)
    Orsiera (Monte, Punta Nord) da Pra Catinat per la Cresta Ovest (10/10/12)
    Orsiera (Monte, Punta Sud) Cresta NO (10/10/12)
    Chaberton (Monte) cresta SE - via Mario Perona (05/10/12)
    Paur (Rocca della) per il versante Ovest (28/09/12)
    Matto (Monte, Cime Est, Centrale, Bobba, Verani) traversata delle cime da Est a Ovest (18/09/12)
    Grivola (La) Via Normale parete SE cresta ENE dal Rifugio Vittorio Sella (28/08/12)
    Barifreddo (Monte) traversata di cresta della Costa Lungin (25/08/12)
    Roma (Punta) - Punta Udine Traversata Gagliardone (23/08/12)
    Arves (Aiguille Settentrionale d') Corno sud da Bonnenuit (26/07/12)
    Arves (Aiguille Centrale d') Via normale (26/07/12)
    Cornus (Rocher) Traversata NO - SE dal Rifugio Scarfiotti (17/07/12)
    Grand Cordonnier Cresta sud parete est (via Barale) (10/07/12)
    Vens (Cime di) Cima Las Blancias - Monte del Vallonetto - Cime di Vens - traversata nord-sud (05/07/12)
    Ciamarella (Uja di ) Parete Nord (dx) (27/06/12)
    Chambeyron (Brec de) Couloir Nord (21/06/12)
    Argentera (Cima Sud) Canale della Forcella (13/06/12)
    Maubert (Cima) dal Canale De Cessole per la Cresta Est (04/06/12)
    Savina (Punta) Canalone NNO (29/05/12)
    Gran Bagna Canale NNO (24/05/12)
    Chalanson (Punta) Parete SSO (15/05/12)
    Brocan (Cima di) Canale SE (08/05/12)
    Bresses (Testa Nord di) Canale N (07/04/12)
    Piz (Becco Alto del) Canale N e canale NO del Becco delle Scolettas (01/04/12)
    Las Blancias (Cima) canale ESE (17/03/12)
    Velan (Mont) Couloir Annibal (13/03/12)
    Petit Golliaz da Mottes per Canale Sud in traversata al Grand Golliaz (07/03/12)
    Sautron (Monte) Canale Est (19/01/12)
    Caprera (Punta) dal canale S del Passo Guillemin e dalla cresta SO (14/01/12)
    Meidassa (Monte) Canale SO e Cresta S (27/12/11)
    Bussaia (Monte) canale N (19/12/11)
    Chersogno (Monte) Canale SE e Parete S (06/12/11)
    Oronaye (Monte) Canale Sud di Destra (25/11/11)
    Bucie (Bric) Via Accademica (18/10/11)
    Asta Sottana Via normale per il Canale est (12/10/11)
    Cristalliera (Punta) Cresta Sud-Est o Accademica (01/10/11)
    Malinvern (Testa di) Cresta SO alla cima NO e traversata (24/09/11)
    Tribolazione (Becco Meridionale della) Cresta SSO integrale (19/09/11)
    Viso di Vallanta Via Normale parete SE da Pian del Re (08/09/11)
    Asti (Pic d') Cresta SE, via normale (03/09/11)
    Visolotto Via Normale della Parete Sud (31/08/11)
    Agugliassa (Punta) traversata per cresta Sud-Nord (20/08/11)
    Pourri (Mont) da Les Lanches via normale dal Glacier du Geay (15/07/11)
    Agneaux (Montagne des) Via Normale da Pré de Madame Carle (30/06/11)
    Chambeyron (Aiguille de) dal vallone di Chauvet (20/06/11)