PaoloMa


Le mie gite su gulliver

Giudizio Complessivo :: / ***** stelle
note su accesso stradale :: Nessuna
Tornato dopo qualche anno su questa bella ferrata disegnata su lame di roccia e placche con passaggi aerei ed esposti, Nessun problema riscontrato sul percorso, cavi e gradini in ordine.
Giudizio Complessivo :: / ***** stelle
note su accesso stradale :: Ok fino a Grange della Valle
Sentiero ben segnalato da ometti e tacche rosse bianche, nella parte bassa si notano i passaggi delle valanghe che hanno "pettinato" la vegetazione, in alto alcuni punti sono sporchi da ghiaietta e pietrisco dove è necessario prestare attenzione. Arrivato fino alla croce, per dare un occhiata al glacionevaio Ferrand che risulta ancora ben imballato, anche il versante nord verso il lago d'Ambin presenta nevai consistenti. Partito alle 8, sul percorso incontrati parecchi stambecchi per nulla spaventati. Bella sgambata per iniziare le meritate vacanze.
Sciabilità :: / ***** stelle
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: fresca (24-48 h) asciutta
neve (parte inferiore gita) :: fresca (24-48 h) umida
note su accesso stradale :: da Frais ai condomini neve pressata
quota neve m :: 1100
attrezzatura :: scialpinistica
Partiti alle 8 con 0°, bella traccia fino in cima che in alto a tratti era coperta dal vento freddo che dal col di Naia ci ha accompagnati. Discesi lungo la spalla fino al colle delle Vallette dove ci siamo portati sotto la l'omonima cima e bella discesa su farina nella Comba Scura.
In compagnia dei granitici Enzo e Renato!

quasi al colle delle Vallette

la dorsale che porta in cima

discesa
Giudizio Complessivo :: ***** / ***** stelle
Prima volta nella Vallèe Blanche, percorrendola lo scenario è incredibilmente meraviglioso.
Le condizioni del ghiacciaio, già descritte da soci Sergio e Renato, non sono mai banali e richiedono sempre attenzione, la cresta finale per arrivare all'Aiguille du Midi è in buone condizioni ma da affrontare con la giusta concentrazione.

Un ringraziamento ai soci per la compagnia.


Giudizio Complessivo :: ***** / ***** stelle
Bel 4000 inserito in un ambiente fantastico circondato da vette e ghiacciai che lasciano senza fiato.
Dislivello impegnativo per arrivare al rifugio e salita in cima su ghiacciaio con pendenza costante che presenta nella parte bassa qualche crepaccio a cui porre attenzione, uscita in vetta dopo aver superato un bel seracco in buone condizioni ma per i dettagli ha descritto tutto e bene il socio Renato con il quale da tempo avevamo questa gita in progetto.
Un saluto a Sergio che non ha potuto esserci e a Franco che invece si è piacevolmente aggiunto all'ultimo momento.
Giudizio Complessivo :: / ***** stelle
note su accesso stradale :: Ok fino al Pramand
Abbiamo percorso a piedi la galleria dei Saraceni perché il sentiero esterno è franato, dopodiché il percorso è evidente in particolare modo è molto ben segnalato e tracciato sotto la punta dove diventa ripido su terreno friabile. In punta abbiamo potuto apprezzare un fantastico panorama ed il bivacco restaurato ed accogliente, complimenti a chi ha dedicato tempo e risorse per questo lavoro.
Insieme a nonno Franco, Stefy e coach Frank
Giudizio Complessivo :: / ***** stelle
In discesa dalla Zumstein, passato il colle Gniffetti e aggirata l'omonima punta, scendiamo al colle Sesia su ghiacciaio sempre in ottime condizioni, iniziamo la salita della spalla est del Parrot e percorriamo la splendida e docile cresta in direzione ovest. Le condizioni sono ottime, traccia larga, bella neve e panorama mozzafiato, superate alcune roccette scendiamo al colle di Piode e dopo pochi metri di salita su bella e facile traccia siamo in punta al Ludwigshohe a completare il poker di 4000 di questa 2 giorni sul Monte Rosa. Infine discesa verso Indren a metà mattinata incrociando tante cordate e skialp su ghiacciaio in buone condizioni ma che che richiede sempre attenzione.
Condiviso questa supergita con Sergio e Renato.
Giudizio Complessivo :: / ***** stelle
Partiti dalla Margherita, bellissima salita sulla spalla ben innevata che verso la fine si assottilia e lascia spazio a qualche metro di roccette. In cima ancora neve e panorama favoloso, incrociate tante cordate in traversata verso Dufour e Nordend. Primo 4000 della giornata con Sergio e Renato.
Giudizio Complessivo :: / ***** stelle
Con Sergio e Renato, saliti con la prima corsa delle 7.30 da Staffal, all'arrivo della Funifor c'è ancora tanta neve, si calzano ramponi e poi su per il canalino in buone condizioni preso d'assalto da alpinisti e skialp. Arrivati sul ghiacciaio in ottime condizioni senza crepacci aperti anche se ai bordi qualche fessura si inizia a vedere, dopodichè su fino al colle del Lys in ambiente magnifico. Proseguito fino al colle Gniffetti e poi alla Capanna Margherita dove il panorama è mozzafiato. Siamo stati ben accolti dai ragazzi gentili e disponibili, ottima cena e nottata da "sballo" in tutti sensi. Comunque dopo la colazione e una buona boccata d'aria eravamo pronti per i 4000 che avevamo in programma di salire
Sciabilità :: ***** / ***** stelle
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: primaverile
neve (parte inferiore gita) :: primaverile
quota neve m :: 2400
attrezzatura :: scialpinistica
Cielo terso e temperatura perfetta (2 gradi al parcheggio alle 6), un oretta di portage e dal rifugio in un avanti ci accoglie un paesaggio invernale e neve in abbondanza. Ottimo rigelo e alla fine del pianoro salita su pendii dolci e costanti, dal colle delle Disgrazie cambiano le pendenze. Discesa spettacolare, 1000 mt di disilivello su neve perfetta, in sostanza...SENZA PAROLE (Vasco docet).
Grazie ai soci per la compagnia, l'affiatamento e la scelta della gita.
Non puoi contattare gli altri gulliveriani se non sei un utente registrato. Vai alla pagina di registrazione .

Tutte le sue gite

  • Clari (Rocca) Ferrata Mario Perona - Aldo Saglia (11/08/18)
    Blais Walter (Bivacco) al Colle Est d'Ambin da Grange della Valle (10/08/18)
    Ciantiplagna (Cima) da Frais (17/02/17)
    Vallèe Blanche traversata Punta Helbronner-Aiguille du Midi (13/09/16)
    Bishorn e Pointe Burnaby Via Normale da Zinal (03/08/16)
    Vallonetto (Cima del) dal Colletto Pramand (30/07/16)
    Zumstein (Punta) Via Normale da Indren (07/07/16)
    Parrot (Punta), Ludwigshohe, CornoNero, Balmenhorn, Vincent, Traversata da Indren (07/07/16)
    Gnifetti (Punta) - Capanna Regina Margherita Via Normale dal Rifugio Gnifetti (06/07/16)
    Francesetti (Punta) da l'Ecot per il Refuge des Evettes (10/06/16)
    Almiane (Punta di) dal Ponte d'Almiane (20/04/16)
    Tsa (Mont de la) da Buthier (26/02/16)
    Jafferau (Monte) dai Bacini Frejusia (06/01/16)
    Crete Seche (Colle di) da Ruz (06/12/15)
    Rossa (Guglia) o Aiguille Rouge da Grange di Valle Stretta (06/09/15)
    Alphubel Cresta SE - Eisnase (28/07/15)
    Roma (Punta) Via Normale da Pian del Re (24/07/15)
    Niblè (Monte) Via Normale da Grange della Valle, possibile anello (04/07/15)
    Chaberton (Monte) da Montgénevre per il Colle dello Chaberton (28/06/15)
    Ludwigshohe - Corno Nero - Balmenhorn Traversata da Indren (26/06/15)
    Vincent (Piramide) e Balmenhorn via Normale da Indren (26/06/15)
    Mangioire (Passo delle) anello da Pian della Mussa per il Rifugio Gastaldi e il Lago della Rossa (24/06/15)
    Sommeiller (Punta) da Rochemolles per il Passo dei Fourneaux Settentrionale (01/06/15)
    Rasciassa (Punta) da Meire Bigoire (21/04/15)
    Dormillouse (Cima) da Thures (08/03/15)
    Bocciarda (Monte) da Strada di Pian Neiretto (22/02/15)
    Tovetto (Colle Sud del) da Balme (24/01/15)