Margherita Dolcevita


Chi sono

Cia a tutti, ho 40 anni e una grande passione per le escursioni in montagna!
Sto cercando compagni di escursioni (e di ciaspolate in inverno) per gite il sabato nelle zone del torinese e del cuneese.
Sono abbastanza allenata (in genere, vado sia il sabato sia la domenica), quest'anno ho fatto le mie prime F (ma teleguidata) e le mie prime ferrate.

"Sulle cime più alte ci si rende conto che la neve, il cielo e l’oro hanno lo stesso valore"

Le mie gite su gulliver

Giudizio Complessivo :: ***** / ***** stelle
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: crosta non portante
neve (parte inferiore gita) :: molto bagnata
quota neve m :: 2000
Questa volta abbiamo deciso di raggiungere la cima partendo da Pattemouche, all'imbocco della Val Troncea, dietro il Club Med e salendo sulle piste, fino a raggiungere l'Anfiteatro e ricongiungerci con la traccia che arriva da Sestriere Borgata. Calzate le ciaspole a quota 2000 su neve marcia, siamo stati sorpresi da trovare a quote più alte una neve ancora molto bella. Incredibilmente, sole in cima. In salita, alcuni scialpinisti e altri due ciaspolatori.
Giudizio Complessivo :: *** / ***** stelle
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: umida
neve (parte inferiore gita) :: molto bagnata
quota neve m :: 1800
Salita nella nebbia, sotto una leggera pioggia nella parte inferiore della gita. Ciaspole indossate dal parcheggio. Temo però che la pioggia di ieri abbia sciolto la neve in basso: peccato.
Giudizio Complessivo :: *** / ***** stelle
Siamo saliti da Rhuilles verso la cima Furgon per poi chiudere l'anello passando da Cima del Bosco.
Sconsigliato in caso di nebbia perchè il percorso di salita è segnato da ometti non sempre evidenti. Peccato che il meteo non ci abbia permesso di godere della vista dalla vetta, che deve essere splendida. Avvistati numerosi camosci. La valle di Thures in autunno regala colori magnifici.
Giudizio Complessivo :: **** / ***** stelle
Abbiamo rinunciato alla salita in vetta per neve ghiacciata su sfasciumi, ripiegando sul colle di Rocce Platasse, molto più agevole anche da innevato. Avvistati camosci. Il Bivacco Ugo Rattazzo, pur non avendo riscaldamento, è molto bello. Per usufruirne bisogna chiedere le chiavi al ristornate di Bessen Haut, 5 euro a persona.
Giudizio Complessivo :: **** / ***** stelle
Bella escursione, ben segnalata. Sulla cima del Gran Queyron abbiamo avvistato uno stambecco maschio, unico nostro compagno di gita oltra a due grifoni. Un po' noiosa la salita per pratoni fino al colle Frappier. Di lì siamo saliti al Gran Queyron, ridiscesi al colle e risaliti alla Frappier. Un comodissimo sentiero di discesa permette di scendere direttamente al colle della Longia (molto più comodo del sentiero di salita) per poter continuare l'anello.
Giudizio Complessivo :: ***** / ***** stelle
Bellissimo giro panoramico senza alcuna difficoltà tecnica, ottimamente segnalato.
Giudizio Complessivo :: **** / ***** stelle
Percorso l'anello salendo al rifugio pagarì (dove ovviamente abbiamo pranzato e soprattutto bevuto) e scendendo dai laghi. Il sentiero è franato poco dopo il Pagarì, si tratta di pochi metri che si superano con facilità. Il sentiero di ritorno è stato ripulito, soprattutto nella parte bassa, dove gli arbusti tendono a crescere e a coprire il sentiero: un ringraziamento ai volontari che ci hanno lavorato.
Accoglienza speciale in rifugio, ottimo pranzo e soprattutto ottima birra. Una visita non poteva mancare, durante la mia permanenza in valle gesso.
Giudizio Complessivo :: **** / ***** stelle
Bella gita facilissima. Il sentiero è tenuto, come tutti i sentieri che portano in rifugio in valle gesso, benissimo. Ottima accoglienza. Piacevole la vista sul Corno Stella, peccato non saper arrampicare.
Giudizio Complessivo :: ***** / ***** stelle
Come rinunciare a chiudere il giro passando dal rifugio questa? Itinerario lungo, ma interessante sia per la bellezza dei tratti di strada militare sia per i laghi. In cima abbiamo ammirato il panorama, la croce (originale e molto bella) e due stambecchi (femmina e cucciolo) che sono scesi molto meglio di me.
Abbiamo cenato al Valasco per ritornare con il buio.
Giudizio Complessivo :: **** / ***** stelle
Il meteo non prometteva molto (infatti abbiamo preso pioggia al ritorno), questo non ci ha impedito però di raggiungere il lago soprano e pranzare al livio bianco. Ottima accoglienza.
Non puoi contattare gli altri gulliveriani se non sei un utente registrato. Vai alla pagina di registrazione .

Tutte le sue gite

  • Banchetta (Monte) da Sestriere Borgata (11/11/18)
    Banchetta (Monte) da Sestriere Borgata (03/11/18)
    Furgon (Monte) Via Normale da Thures (14/10/18)
    Giornalet (Monte) da Bessen Haut (13/10/18)
    Gran Queyron e Cima Frappier da Bout du Col, anello (30/09/18)
    Mezove, Eyele e Fussy (Colli) da Mont Blanc, giro dei laghi del parco dell'Avic (23/09/18)
    Federici Marchesini al Pagarì (Rifugio) da San Giacomo, anello per il Lago Bianco del Gelas (05/09/18)
    Malinvern (Monte) da Terme di Valdieri per la Bassa del Druos (02/09/18)
    Bozano Lorenzo (Rifugio) da Gias delle Mosche (02/09/18)
    Soprano della Sella (Lago) da Sant'Anna (01/09/18)
    Ghiliè (Cima) dal Piano della Casa del Re (31/08/18)
    Ciamberline (Punta) dal Lago della Rovina per il versante SO (30/08/18)
    Argentera (Cima Sud) Via Normale per il Rifugio Remondino (28/08/18)
    Fremamorta (Cima di) dal Gias delle Mosche per i Laghi di Fremamorta, anello (26/08/18)
    Ciamarella (Uja di) Via Normale da Pian della Mussa (20/08/18)
    Bucie (Bric) Via Normale del Canalone Sud da Villanova (15/08/18)
    Homme (Tète de l') e Tete de la Frema da Grange Collet, anello per il Passo Terre Nere e Colle Infernetto (09/08/18)
    Oronaye (Monte, Cima Est o Cima Dronero) Ferrata degli Alpini (01/08/18)
    Vincent (Piramide) e Balmenhorn via Normale da Indren (15/07/18)
    Breithorn Occidentale Via Normale da Plateau Rosà (08/07/18)
    Savine (Lac de) da Col du Petit Mont Cenis (07/07/18)
    Chaberton (Monte) da Montgénevre per il Colle dello Chaberton (30/06/18)
    Gimont (Mont) o Grand Charvia dal Lago Nero (24/06/18)
    Envie (Lago di) da Indritti (23/06/18)
    Vergia (Punta) e Monte Vantacul da Bessè (17/06/18)
    Gran Serin (Punta del) da Grand Puy per Col Lauson e Colle dell’Assietta (16/06/18)
    Curbasiri (Punta) e Monte Bocciarda da strada Pian Neiretto (10/06/18)
    Agnellino (Bric dell') - Costa Balzi Rossi Ferrata degli Artisti (02/06/18)
    Curbasiri (Punta) e Monte Bocciarda da Gran Faetto per il Colle della Roussa (27/05/18)
    Vandalino (Monte) da Ponte Barfè (26/05/18)
    Quattro Denti (Cima) o Denti di Chiomonte da S. Antonio di Ramats, anello (12/05/18)
    Palmaria (Isola) da Portovenere, anello (29/04/18)
    Roussa (Colle della) da Strada di Pian Neiretto (28/04/18)
    Aigle (Pitre de l') da Villardamond (25/04/18)
    Giulian (Monte) da Giordano (21/04/18)
    Madonna del Cotolivier (Cappella) da Oulx (18/03/18)
    Midi o Muret (Punta) da Peirone (18/02/18)
    Traversagn (Vallone di) da Sant'Anna (17/02/18)
    Blegier (Monte) da Grand Puy per il Col Lauson (11/02/18)
    Ronce, Varisello (Forti) da Piano San Nicolao, giro dei Forti del Moncenisio (10/02/18)
    Fournier (Cima) da Bousson, anello per Thures, Col Chabaud, Lago Nero (04/02/18)
    Serrù (Diga del) da Chiapili di Sopra (03/02/18)
    Moncrons (Punta di) da Grand Puy (28/01/18)