Grawal


Le mie gite su gulliver

Giudizio Complessivo :: ** / ***** stelle
tipo itinerario :: poco faticoso
tipo clima :: al limite del freddo
Veloce Trail che, dalla Valle Cervo attraverso il valico Bocchetto Sessera, introduce nella selvaggia Val Sessera. Relativamente ai punti di appoggio, occorre informarsi sull'apertura degli stessi. In particolare quella del Rifugio Piana del Ponte.
A giudicare dalle stesse parole dell'organizzatore, questa tredicesima edizione è stata la più difficile. In effetti la pioggia battente e continua, dal mio punto di vista avrebbe dovuto, prudentemente consigliare l'interruzione a Bocchetto Sessera. L'anello successivo, a parte il disagio del fango e dei sentieri tramutati in torrenti, presentava degli oggettivi pericoli di esondazione degli affluenti del Sessera ( sia di destra che di sinistra), oltre a possibili smottamenti. E' andata bene e sono contento di averlo concluso. In compagnia della sempre tenace Grazia.

Immagine di allenamenti precedenti


Passerella sul Sessera

[visualizza gita completa]

Giudizio Complessivo :: *** / ***** stelle
note su accesso stradale :: Accesso senza problemi dal Colle della Dieta raggiungibile da Viù o da Mezzenile
Itinerario declassificabile ad EE+ se si aggirano tutti i torrioni (ovviamente sul versante Nord). Rimane comunque una gita di una certa complessità e lunghezza.
Quarta volta su questa cresta, oggi in buona compagnia di Grazia e Massimo.


A circa metà cresta l'unico passaggio esposto

[visualizza gita completa]

Giudizio Complessivo :: *** / ***** stelle
:: poco faticoso
:: al limite del freddo
note su accesso stradale :: Al momento senza problemi
Condizioni quasi invernali. Consigliabili i ramponi. Da 20 a 30 cm. di neve fresca oltre i 2600 mt.
Ripercorro integralmente l'anello effettuato in stile trail running a fine luglio con Roberto. Questa volta però con amici che non corrono e quindi in assetto escursionistico. La recente nevicata ha però trasformato i luoghi, la nebbia, il freddo ed il vento hanno contribuito a dare un tocco di severità alla gita. In montagna non dare mai nulla per scontato...

Colle della Terra

Dalla vetta verso il colle

Ometto della vetta

[visualizza gita completa]

Giudizio Complessivo :: *** / ***** stelle
note su accesso stradale :: Senza problemi sino a Molera
Salita sempre interessante, da affrontare, dalla placca di inizio della parte rocciosa, con la dovuta attenzione. Ricostruito alcuni ometti nei punti strategici. Sarebbero da riverniciare i classici bolli bianco-rossi ( soprattutto il bianco), e, da sistemare un ancoraggio spezzato della prima corda fissa (salendo).
Ennesima salita all'Uja in piacevole compagnia di amici vecchi e nuovi. Incontrato una simpatica e curiosa stambecca.


Giudizio Complessivo :: *** / ***** stelle
note su accesso stradale :: Si percorre tutta la Val di Viù sino alla diga di Malciaussia
L'isolamento di questa massiccia montagna rende la gita piuttosto faticosa. Tenere presente che dal Colle Coupe in avanti, non esistono praticamente indicazioni. Obbligatoria una giornata senza nebbia e consigliabile un buon allenamento per affrontare un paio di importanti perdite di quota e successive risalite.
Molto utile la guida FRA LE UJE DI LANZO Edizioni L'Arciere, di Sergio Marchisio.
A distanza di qualche settimana ritentiamo, e concludiamo, la salita alla Grand' Uja. Dopo aver pernottato alla Capanna Sociale Aurelio Ravetto, percorriamo, tenendo costantemente le direzione Est, il panoramico sentiero 531, raggiungendo in sequenza il Colle Costa Fenera, il Colle Coupe ed il Colle Coupe Trape. Raggiunta la cresta della Grand' Uja, la seguiamo lungamente cercando i passaggi migliori sino in cima. Veniamo raggiunti in discesa da laura, Filippo, Carlo e Beppe con i quali risaliremo al Colle Costa Fenera per scendere a Malciaussia percorrendo il suggestivo valloncello dei laghi del Turlo. (Vedi traccia)
Nel complesso una gran bella gita, appagante, faticosa e d'ambiente. Con la sempre piacevole compagnia di Massimo in ottima forma.

Giudizio Complessivo :: *** / ***** stelle
note su accesso stradale :: SR23 sino a Pragelato. Comodo parcheggio prima o dopo il ponte per Pradamont
Interessante escursione che permette di alzarsi di oltre 1500 mt. in soli 5,5 chilometri. La parte finale della cresta è da classificare EE.
Ritorno sull'Albergian dopo circa 25 anni. Un tardivo plauso ai ragazzini che, in qualità di responsabile dell' escursionismo giovanile del gruppo Scandere UET, "trascinai" sino in cima, nel lontano 1993.
Senza correre salito con Filippo e Beppe in 2h45'. Qualche minuto dopo ci raggiungono i più "contemplativi" Carlo, Laura e Grazia.
Un saluto al collega di trail Baudracco incontrato in cima, ed un augurio per il suo prossimp Tor...

Giudizio Complessivo :: *** / ***** stelle
tipo itinerario :: poco faticoso
tipo clima :: corretto
note su accesso stradale :: Accesso stradale interrotto all'ultimo tornante prima del bivio per il Truc, da lavori di messa in sicurezza della strad
In questo periodo sono presenti resti di valanghe nell'attraversamento dei torrenti e, nella parte alta, estesi nevai. Equipaggiarsi di conseguenza.
Si decide per un allenamento in montagna e, non essendo mai saliti al Ravetto dal versante Valsusino, l'occasione ci pare buona. Purtroppo, mancheremo l'obbiettivo per un soffio. Gli ultimi duecento metri ci richiedono di percorrere un inclinato nevaio con neve ancora dura. Con i ramponi sarebbe una banalità, ma noi ai piedi abbiamo solo scarpe da trail . Proveremo ad aggirare l'ostacolo sulla sinistra salendo su di un ripido costolone terroso ma alla fine l'esito sarà nuovamente negativo : quella che da sotto pareva una facile cengia rocciosa si rivela un infido, ripidissimo pendio di sfasciumi, inoltre la nebbia complicherà ulteriormente la cosa. Optiamo pertanto per una prudente ritirata.

A distanza di mesi dall'incendio

Il verde brillante dell'erba è un simbolo di riscossa

Un abitante dei boschi

[visualizza gita completa]

Giudizio Complessivo :: *** / ***** stelle
tipo itinerario :: faticoso
tipo clima :: corretto
note su accesso stradale :: Già descritte
Gara ben organizzata; percorso ottimamente segnalato e punti ristoro adeguati con personale gentile e disponibile.
Però non fare trovare neanche una medaglia (anche di latta...) ai finisher non è stato bello.
Non è mia abitudine inserire la gita quando già sufficientemente descritta da altri compagni di avventura. Trasgredisco a questa mia regola, unicamente per congratularmi "ufficialmente" con Roberto (rfausone). Nonostante si sia avvicinato solo di recente a questa attività, ha dimostrato notevole tenacia e resistenza ad un passo superiore alla consuetudine per più di 50 km. e notevoli impennate.

Ultimi km.

IL Ciucarun
Giudizio Complessivo :: *** / ***** stelle
note su accesso stradale :: SS 24 sino a Condove poi seguendo indicazioni Layetto si raggiunge Pratobotrile
Seguito il 569 in salita e il 552 in discesa.Neve continua e abbondante, ma poco sfondosa.
Effettuato tutto il percorso senza ciaspole.
Con il solito collaudato gruppo, immersi nella nebbia, con visibiltà prossima allo zero, abbiamo raggiunto la meta unicamente grazie all'aiuto del GPS. Nessuno sul nostro percorso, ma, al colle, numerose tracce di ciaspolatori provenienti dal versante opposto. (valle di Viù).

Verso il bivio 569/552

Curiose conformazioni tipiche dei pascoli erosi da acqua di disgelo

Apparizione gradita (anche per i non credenti...)

[visualizza gita completa]

Giudizio Complessivo :: **** / ***** stelle
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: crosta portante
neve (parte inferiore gita) :: primaverile
note su accesso stradale :: Da Viù a Tornetti poi strada senza neve sino all' Alpe Bianca (Ecomostro)
quota neve m :: 1400
Salita effettuabile senza l'ausilio di ciaspole su evidente traccia.
L'invidia verso i numerosi skialp che si godevano la discesa è stata mitigata dalla soddisfazione per avere salito e sceso il Ciarm "tutto di gambe".
In piacevole compagnia di amici di vecchia (vecchissima...) data.

Scrutando l'orizzonte oltre le creste.

Grazia e Laura impegnate sui pendii intermedi.

la determinazione di Massimo

[visualizza gita completa]

Non puoi contattare gli altri gulliveriani se non sei un utente registrato. Vai alla pagina di registrazione .

Tutte le sue gite

  • Casto (Monte) da Andorno Micca (28/10/18)
    Moross (Rocca) Schiena del Drago - Cresta SE (21/10/18)
    Rocchetta (Punta) e Colle della Terra dall'Alpe Renarda (14/10/18)
    Mondrone (Uja di) Via Normale da Molera (09/09/18)
    Grand'Uja da Malciaussia per il Colle delle Coupe (02/09/18)
    Albergian (Monte) da Pragelato (22/07/18)
    Aurelio Ravetto (Capanna) dal Trucco (15/06/18)
    Trailaghi XL Anello dei Mirtilli (15/04/18)
    Colombardo (Colle del) da Pratobotrile (08/04/18)
    Ciarm del Prete da Tornetti (02/04/18)
    Madonna del Cotolivier (Cappella) da Beaulard (25/03/18)
    Madonna della Bassa (Santuario) da Caselette per la Pista Tagliafuoco (24/03/18)
    Cumarial (Plan) Piste di fondo (22/03/18)
    Sassi, San Mauro, Superga, Sassi (Anello) (03/03/18)
    Colletta (Parco della) a Gassino (13/02/18)
    Pelvo (Rocce del) da Chiesa per il Colle della Bicocca (11/02/18)
    Ciarm del Prete da Tornetti (21/01/18)
    Cialma (la) o Punta Cia da Carello (18/01/18)
    Serena (Punta) da Losa, anello per Chiaves, Tortore e Santuario S.Ignazio (11/01/18)
    Sagnasse (Laghi di) da Rivotti (01/01/18)
    Cives (Torre) da Baldissero Canavese, anello dei Monti Pelati (20/10/17)
    Colombo (Monte) da Schiaroglio per il Vallone di Ciaval (15/10/17)
    Trail del Moscato (24/09/17)
    Forno Alpi Graie da Ceres per il Sentiero Natura Stura Valgrande (16/09/17)
    Mondrone (Uja di) Via Normale da Molera (25/08/17)
    Arnas (Colle d') e Lago della Rossa da Pian della Mussa per il Rifugio Gastaldi (20/08/17)
    Verzel (Punta) e Punta Quinzeina da Santa Elisabetta, anello di cresta (16/07/17)
    Marguareis Trail (07/07/17)
    Verzel (Punta) e Punta Quinzeina da Santa Elisabetta, anello di cresta (18/06/17)
    Morenic Trail 109 km (01/10/16)
    Avic (Monte) Via Normale da Villa per la Cresta Ovest (03/07/16)
    Trail dei gorrei (17/04/16)
    Torino - Saint Vincent (11/10/14)
    Rocciamelone da Mompantero (15/07/14)
    Maratona di Torino (17/11/13)
    Punt del diau (Gran Fondo Trail) (05/10/13)
    Maratona alpina Val della Torre (14/09/13)
    San Domenico (Cappella) Kilometro Verticale da Ru (31/08/13)
    Nuvient (Alpe) Anello da Almesio per Mezzenile, Vana, Almesio, Chiampernotto, Ala di Stura (21/07/13)
    Lera (Monte) da Varisella per Colle della Bassa delle Sette (05/05/13)
    Soglio (Monte) da Forno, Trail del Monte Soglio (16, 36, 71 km) (02/05/13)
    Val della Torre Tour dei 50 km (02/03/13)
    Marmottere (Monte) da Tornetti (02/09/12)
    Grange Balma Massiet (Grange) Sentiero natura da Cantoira (19/08/12)
    Cibrario Luigi (Rifugio) da Villaretto (15/07/12)
    Daviso Paolo (Rifugio) da Pialpetta (08/07/12)
    Maratona alpina Val della Torre (22/04/12)
    Momello (Monte) da Pessinetto, anello per Lanzo, Sant'Ignazio, Chiaves (01/04/12)
    Val della Torre Tour dei 50 km (11/03/12)
    Cantoira Borgate Missirola-Urtire Cantoira (04/12/11)
    Musinè (Monte) e Mont Curt da Caselette per la Pista Tagliafuoco e sentiero Bruno Giorda (13/11/11)
    Ultratrail Puntdaldiau (10/09/11)
    Chalanson (Punta) Parete SSO (02/07/07)
    Alta Via dei Monti Liguri Tappa 12: da Prato Rotondo a Cascina Miera (22/04/07)
    Baita San Giacomo da Chiamorio (22/04/07)
    Rossa (Monte la) e Punta dell'Aggia dal Colle della Forchetta (01/04/07)
    Bonatti Walter (Rifugio) da Plampincieux (25/03/07)
    Corno (Monte, Croce del) da Cafasse (24/03/07)
    Herbetet (Casolari dell') da Valnontey (18/03/07)