Balconcrest


Le mie gite su gulliver

Sciabilità :: **** / ***** stelle
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: primaverile/firn
neve (parte inferiore gita) :: primaverile/firn
...e per la terza domenica consecutiva mi ritrovo a calpestare la neve della Valle Tanaro.

Bellissima giornata, caldo a dir poco primaverile, a parte sulla vetta dove tirava il solito gelido vento. Ho incontrato molta gente, almeno una 50ina di persone. Il percorso e' bello, ma la mia preparazione ancora troppo modesta, il che mi ha fatto sudare non poco.
Arrivato sulla cima ho incontrato Sonia, Daniele, Alberto e Emiliano in arrivo dal rif. Savona: venivano su che sembravano indemoniati, maledetti agguerritissimi atleti!!! :)

La neve era tutta molto sciabile, fin troppo molle nella parte piu' bassa. Se continuano queste temperature tra pochi giorni si dovra' partire con gli sci in spalla...

la cresta finale verso la vetta

Il Pizzo di Ormea, salendo all'Antoroto
Sciabilità :: **** / ***** stelle
neve (parte superiore gita) :: crosta da vento dura
neve (parte inferiore gita) :: crosta rigelo portante
Bella gita!! Le 3 stelle le merita gia' solo x il fatto che si vede il mare, la 4^ è per la giornata splendida con otiima neve, non ho messo la 5^ solo perche a voler essere pignoli c'era quel po' di foschia che impediva la vista della Corsica.:)
Salito dalla strada che parte a fianco del vecchio albergo (Baita del Castoro) sono arrivato al colle Berlino in circa 1 ora. Proseguito fino all' arrivo dello skilift e poi ho proseguito alla volta del Monte Grosso. Sul ritorno ho fatto una "puntatina" fino sul M.te Berlino, dopodiche' sn ridisceso giu' dalle piste.

Sono sempre piu' convinto che le montagne di queste zone siano decisamente sottovalutate, anche quando le condizioni non sono eccezionali si può godere di spettacoli incantevoli.
Sciabilità :: *** / ***** stelle
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: recente leggera/asciutta
neve (parte inferiore gita) :: recente leggera/asciutta
Prima gita della vita di scialpinsmo!! Non a casoscelgo una meta adatta allemie possibilita' e priva di pericoli. La giornata non è delle migliori, il cielo e' grigio ma nlla prima parte della gita la visibilità è buona e la natura ffre uno spettacolo eccllente: si può vedere il mare sotto un cielo plumbeo ma col riflesso dorato sullo specchio d'acqua, impagabile!! Oltrepassata la zona alberata comincio la parte alta delpercorso completamente immerso nella nebbia fitta: la croce non si vede assolutamente e gli altri riferimentisono veramnte minimi. Non mi perdo d'animo e continuo a prendere quota procedendo a zig-zag. Se la croce è sulla cima a forza di fare la troverò, penso... :)
Cosi' dopo poco meno di 2 ore arrivo ai piedi della grande croce, con enorme soddisfazione. Tempo di togliere le pelli e scattar qualche foto e la nebbia si alza, agevolandomi la discesa su neve abbastanza sciabile, basterebbe essere capaci... eheh.
La discesa si svolge bene e sono nuovamnte a Garessio 2000 in circa mezz'ora.



Sciabilità :: *** / ***** stelle
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: recente leggera/asciutta
neve (parte inferiore gita) :: recente leggera/asciutta
Classica notturna salendo per le piste. Partiti (Andrea e io) da Artesina alle 21:45 in direzione Turra (strada a dx) abbiamo poi deciso di imboccare la strada che porta verso la seggiovia del canalone a causa del forte vento segnalatoci da 2 scialpinisti gia' di ritorno. L'itinerario scelto si e' rivelato eccellente, poco vento, luna piena, nessun incontro (eheh, sono amante della solitudine). Arrivati a Cima Durand panorama stupendo verso la pianura padana, leggermente meno limpido verso la Liguria, ma pur sempre moooolto appagante, nonostante il forte vento e il freddo intenso!!! Discesa sulle piste, 1000 scuse ai "gattisti", ma essendo solo in 2 ne abbiamo limitato i danni quasi a zero ;) CIAO.
Non puoi contattare gli altri gulliveriani se non sei un utente registrato. Vai alla pagina di registrazione .