ale-dan73


Le mie gite su gulliver

Giudizio Complessivo :: **** / ***** stelle
saliti al bivacco passando per la Gorgiassa in buonissime condizioni quindi sicura,dal bivacco saliti sulla morena e da al canalone del monte nero che presenta la parte intermedia e quella finale completamente prive di neve e quindi franose.il ghiacciaio della Roccia Viva non presenta problemi se un crepaccio ben visibile che lo attraversa in corrispondenza del cambio di pendenza (e' quasi una terminale ma molto staccata dalla parete)la salita alla cime si svolge in ambiente franoso e sabbioso come molte cadute di massi,e' indispensabile il casco .dalla cima ottimo panorama su tutto il Gran Paradiso.
Gita effettuata in ottima compagnia di Danilo Fabrizio e flavio

salita alla bocchetta di monte nero

in cima

in cima

[visualizza gita completa]

Giudizio Complessivo :: **** / ***** stelle
Gita non difficile fino all'inizio della cengia poi diventa un po' delicata per la qualita' del terreno ,indispensabili casco corda ramponi quanche cordino e quanche friend
oggi gita da appassionati con Danilo,la neve portante inizia sopra il bivacco il canale del monte nero e' ormai privo di neve negli ultimi 50 metri,sul ghiacciao si intravedono alcuni crepacci ma abbastanza piccoli la crepaccia terminale e' assente la cengia di salita a tratti e' sabbiosa e franosa e a tratti nevosa.Dal colletto noi abbiamo seguito fedelmente la cresta ma se si aggirano i salti sulla destra la salita risulta molto facile e sicura.

io dopo la bocchetta in giallo la discesa

ometto costruito per evitare la cresta

la vetta

[visualizza gita completa]

Giudizio Complessivo :: **** / ***** stelle
Assenza di neve fino al rifugio,dal rifugio si continua ancora fin sotto il canalone di salita senza neve,il canalone e tutto ben innevato e al mattino portante anche se da 2800 in su la nevicata di ieri ha messo uno strato di farina che man mano si sale aumenta fino a circa 20cm sul ghiacciaio.il traverso attualmente non da problemi anche se ci sono gia' due punti con ghiaccio vivo nascosto sotto 10cm di neve fresca.In salita sul ghiacciaio abbiamo fatto alcuni repentini cambi di direzione per la presenza di alcuni crepi abbastanza nascosti.E' probabile che abbiamo sbagliato il secondo tratto di cresta comunque siamo giunti in cima senza grossi problemi dopo un traverso di una ventina di metri un po esposto.Il discesa la neve ha mollato parecchio ma comunque era nel conto
Oggi altro grande giro con danilo (ubitre) ines e tiziana

il traverso

sul ghiacciaio

il traverso sotto la vetta
Giudizio Complessivo :: **** / ***** stelle
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: crosta portante
neve (parte inferiore gita) :: molto bagnata
quota neve m :: 2000
La meta originaria era la Gran Traversiere ma viste le condizioni meteo incerte e la qualita' della neve abbiamo deciso di fare questa cima.Scelta azzecata anche se fino a meta' canale si sprofondava veramente molto gia' alle 8 del mattino,essendo attorniati da skialp ci siamo (ho meglio la battuta dany) battuti una traccia nuova per evitare spiacevoli discussioni.In discesa da meta' canale in giu' si navigava a vista.
Nulla da aggiungere a quanto scritto da Emma (pr18) consiglio vivamente a chi decide di fare questa cima di non lasciare nulla all'attacco della cresta in quanto secondo me il giro ad anello fino alla Maurin non sembra molto impegnativo per quello che si e' visto dalla punta centrale.
Un saluti a Emma e ai suoi compagni di gita
Oggi con Danilo e Tiziana

percorso per la Maurin visto dal centrale

primi metri in discesa dalla cima
Giudizio Complessivo :: **** / ***** stelle
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: crosta portante
neve (parte inferiore gita) :: crosta non portante
quota neve m :: 1900
Percorso descritto nella relazione.Oggi giornata perfetta per questa gita neve portante e ben assestata.La salita fatta un po' a naso visto che non si trovano relazioni su questa montagna comunque la salita del ripido pendio che porta sul ghiaccio proprio sotto la verticale della punta oltre ad evitare buona parte del ghiaccio accorcia abbastanza la gita.La salita dal colle alla vetta no e' da sottovalutare sia con neve abbondante (molto pericolosa) sia se molto secca oggi era in condizioni perfette.Dalla vetta bellissimo panorama.Gita di grande soddisfazione su una montagna di che secondo me non vede molta gente anche se ieri oltre noi uno skyalp che e' arrivato fino a pochi metri dalla vetta sci ai piedi.Discesa effetuata lungo il ghiaccio e aggiramento del Truc di S. Elena in quanto la neve non era piu' quella del mattino.
Oggi grande gita con danilo (ubitre) tiziana e ines che ancora una volta ci ha dimostrato che con la volonta' si puo' fare tutto o quasi

il roc du fond visto dal imbocco del vallone

il valloncello a S che porta al pendio

il ripido pendio che porta sul ghiacciao

[visualizza gita completa]

Giudizio Complessivo :: **** / ***** stelle
osservazioni :: osservato fratture nel manto
neve (parte superiore gita) :: crosta portante
neve (parte inferiore gita) :: molto bagnata
quota neve m :: 1900
Partiti da Pont alle 4,10 temperatura intorno 0°su neve durissima infatti abbiamo dovuto mettere i ramponi per fare alcuni traversi prima del rifugio,dal rifugio con le racchette fino in cima giunti alle 10,10 .Cima affollata e molto fredda infatti dopo un po di attesa per raggiungere la modonnina abbiamo deciso di scendere.Dal rifugio a Pont un calvario si profondava a tratti fino alla cintola
Oggi con Tiziana e danilo

affolamento in cima

Giudizio Complessivo :: *** / ***** stelle
osservazioni :: sentito assestamenti
neve (parte superiore gita) :: fresca (24-48 h) umida
neve (parte inferiore gita) :: crosta portante
quota neve m :: 1800
Gita scelta viste le condizioni di pericolo generalizzato ,partiti sotto una leggera nevicata comunque giornata che ci ha regalato numerosi squarci di sole.Gita con poco dislivello ma con modesto sviluppo che attraversa un ampio vallone con bel panorama sui due versanti dal colle buon panorama.Nel complesso gita consigliabile soprattutto per racchetari che cercano un itinerario tranquillo e di soddisfazione.

il vallone di salita

verso il colle

panorani
Giudizio Complessivo :: **** / ***** stelle
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: crosta portante
neve (parte inferiore gita) :: polverosa
Tornati al Fourchon in quanto la volta precedente la gita era stata rovinata dalla nebbia.La strada e' chiusa piu' in basso rispetto al solito .Alla partenza poca neve max 10cm di fresca a zone,il pendio che porta alla casa Cantoniere e' pressoche' pulito poi la neve e' abbondante ma non piu' di 20cm di fresca.Molti svizzeri in salita .Saliti al Fourchon e poi visto che era battuto salito anche il Pan de Sucre ,traccia fino a meta' pendio poi un breve tratto molto ripido fatto senza racchette e breve crestina per la vetta.La discesa e' po' delicata ma nulla di difficile (gli svizzeri hanno messo giu' una corda)noi siamo scesi agevolmente usando solo la picca per sicurezza .Rientro lunghissimo ma ne vale la pena.La gita se non nevica attualmente e' molto sicura e non puo' che migliorare (per le racchette)
Oggi con Danilo e Tiziana

il fourchon oggi

gli svizzeri che aprono il Pan de Sucre

sulla breve crestina del Pan de Sucre

[visualizza gita completa]

Giudizio Complessivo :: **** / ***** stelle
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: fresca (24-48 h) asciutta
neve (parte inferiore gita) :: fresca (24-48 h) asciutta
quota neve m :: 1000
Visto il bollettino Aineva che dava un pericolo 2 su quasi tutta la Vda abbiamo deciso di provare questa cima e la scielta e' stata azzeccata .A Bonne non ci sono piu' di 5cm di fresca mentre sul percorso varia dai 10 ai 15 massimo tutta su fondo portante.I pendii del ghiacciaio di Lepere non sono poi cosi' ripidi ma comunque tira abbastanza.Dal colle il percorso e' evidente e tranquillo a parte gli ultimi 100 metri che sono un po' piu' dritti.
Oggi gran gitone con Danilo che ci ha dato mezzora arrivando in cima in 4 ore scarse mentre noi in 4,30 (io Ines e Tiziana) gita consigliatissima con buon allenamento e dimistichezza con i pendii ,sviluppo da non sottovalutare

nei pressi del rifugio

il colle di Lepere 2991mt

la cima vista dal colle

[visualizza gita completa]

Giudizio Complessivo :: **** / ***** stelle
osservazioni :: nulla di rilevante
neve (parte superiore gita) :: fresca (24-48 h) asciutta
neve (parte inferiore gita) :: crosta non portante
quota neve m :: 1000
Gran gitone se non nevica ottimo per ciaspole.Oggi freddo intenso (-13 alla macchina )tutto il giorno con forti folate di vento sull'ultimo pendio sotto la cima.A parte la noiosa strada per raggiungere Thuras 1950 gita spettacolare.Traccia presente fino a meta' bosco poi a causa del vento piu' nulla comunque 10cm di farina su fondo portante non danno problemi.Non abbiamo visto anima viva per tutto il giorno quindi pendii firmati solo da noi.Segnalo che il pendio nel bosco che porta al colletto e' da affrontare con molta cautela in caso di recenti nevicate e che in caso di neve dura e' probabile che i ramponi non guastano,una volta passato il colletto nessuna difficolta' fino in cima.
Un'altra grande giornata con danilo ines e tiziana

la parte nel bosco vista da Thuras

arrivo al colletto

il vallone immacolato

[visualizza gita completa]

Non puoi contattare gli altri gulliveriani se non sei un utente registrato. Vai alla pagina di registrazione .

Tutte le sue gite

  • Money (Testa di) dalla Diga di Teleccio (09/08/11)
    Pazienza (Becco della) dal Lago di Teleccio (10/07/11)
    Grande Traversière Via Normale o Via del Corridoio (28/05/11)
    Ormelune Ovest (Monte) da Bonne (25/04/11)
    Fond (Roc du) da Thumel (17/04/11)
    Gran Paradiso da Pont Valsavarenche (03/04/11)
    Trois Freres Mineurs (Col des) da Monginevro (19/03/11)
    Fourchon (Mont) da Saint Rhemy en Bosses (06/03/11)
    Forciaz (Mont) da Valgrisenche (19/02/11)
    Terra Nera (Monte) da Thures (22/01/11)
    Telliers (Mont) da Bourg Saint Bernard (15/01/11)
    Sbaron (Punta) da S.Antonio e la Tomba di Matolda (31/12/10)
    Palasina (Punta) da Estoul (18/12/10)
    Jervis Guglielmo (Rifugio) da Villa (05/12/10)
    Grand Etret (Testa del) da Pont Valsavarenche (06/11/10)
    Gran Becca du Mont Cresta Nord (04/09/10)
    Tersiva (Punta) da Gimillian (31/08/10)
    Unghiasse (Monte) da Alboni per il Vallone d'Unghiasse (28/08/10)
    Grande Sassière (Aiguille de la) dalla Diga di le Saut (25/08/10)
    Piccolo Monte Bianco o Petit Mont Blanc da La Visaille (22/08/10)
    Roeses (Tète des) dalla Diga di Place Moulin (07/08/10)
    Tseucca (Aouille) Via Normale da Chamen (25/07/10)
    Gran San Pietro (Torre del) da Diga del Teleccio (10/07/10)
    Monciair (Becca di) da Ceresole Reale (04/07/10)
    Pigne d'Arolla Via Normale da Arolla (27/06/10)
    Grande Traversiere da Useleres (02/06/10)
    Basagne (Roc) da Thumel (24/05/10)
    Rutor (Testa del) da Bonne (16/05/10)
    Fasce (Cima delle) da Chiapili di Sotto (01/05/10)
    Trouma des Boucs da Ruz (24/04/10)
    Rabuigne (Punta di) da Bonne (17/04/10)
    Gontier (Bivacco) da Vieyes (28/03/10)
    Flassin (Mont) da Flassin (14/03/10)
    Quinzeina o Quinseina (Punta Sud) da Santa Elisabetta (27/02/10)
    Gollies (Testa) da Lillaz (12/02/10)
    Nivolet (Colle del) da Chiapili di Sopra (06/02/10)
    Frà (Testa dei) da Morge per il Colle Fetita (31/01/10)
    Bocon Damon o Punta Giasset da Mont Blanc, anello (16/01/10)
    Chaligne (Punta) da Buthier (05/01/10)
    Jervis Guglielmo (Rifugio) da Villa (06/12/09)
    Mares (Cima) da Nero (02/12/09)
    Tsan (Bivacco) da Etirol (28/11/09)
    Miserin (Lago) da Mont Blanc (14/11/09)
    Viou (Becca di) da Blavy (01/11/09)
    Valletta (Punta) da Pila Sentiero Attrezzato Panorama (17/10/09)
    Bianca della Grivola (Punta) da Tignet (05/10/09)
    Percià (Punta) o Pertcha da Creton per il Colle di Entrelor (28/09/09)
    Avic (Monte) traversata versante Nord-Est - cresta Ovest da Villa (07/09/09)
    Oyace (Colle) Ferrata Crète Seche (29/08/09)
    Gelé (Mont) Via Normale da Ruz per il Rifugio Crête Sèche (29/08/09)
    Bianco (Monte) Via Normale dal Refuge du Gouter (24/08/09)
    Budden (Colle) e Bivacco Paolucci dalla Diga di Place Moulin (17/08/09)
    Grand Assaly Via Normale da La Joux (09/08/09)
    Valaisan (Monte) dal Colle del Piccolo San Bernardo, anello (01/08/09)
    Eveque (l') Via Normale dalla Diga di Place Moulin (04/07/09)
    Allalinhorn Via Normale dal Mittelallalin (21/06/09)
    Verra (Monte Rosso di) da Saint Jacques per il Palon di Resy (18/06/09)
    Carro (Cima del) da Chiapili di Sopra per il Vallone del Carro (07/06/09)
    Tsanteleina (Punta) Parete Nord da Thumel (02/06/09)
    Lesache (Aiguille de) o des Sasses da Saint Remy (29/05/09)
    Furggen (Cima del) o Tète de la Forclaz da Cervinia (23/05/09)
    Tsa (Tour de la) da Chamen (09/05/09)
    Fourchon (Mont) da Saint Rhemy en Bosses (02/05/09)
    Entrelor (Cima di) da Bruil (25/04/09)
    Croce (Monte) o Brun da Saint Jacques (13/04/09)
    Arp Vieille (Mont) da Bonne (22/03/09)
    Cordella (Testa) da Flassin (20/02/09)
    Morion (Mont) o Mont Rion da Lignan per il Col du Salvè (14/02/09)