Servatun (Monte) da Roaschia per il Colle Balur

La gita

Giudizio Complessivo :: ***** / ***** stelle

note su accesso stradale :: ok

Bellissima gitarola sul magico Monte Servantun,(antiche leggende narrano che questo monte fosse uno dei luoghi di ritrovo dei Servàn, folletti dai piedi caprini, burloni ma non cattivi). Partenza dai Tetti Vittora, poi su nella faggeta, su un bel sentiero accompagnati...o "meglio" divorati da una moltitudine di insetti vari. In breve arriviamo al Colle Balur, dove accanto alla vecchia capanna in lamiera, hanno quasi ultimato una bella grangia. Quindi scendiamo nel Vallone Ciapusa, giungendo ai piedi del Servantun, dove cè ancora una lingua di neve(un pò molliccia) che dalla cima scende fino infondo al Valloncello,(rivelandosi ottima per la discesa) risaliamo evitando la neve un pò marcetta, raggiungendo la vetta(ometto), dove comincia ad annuvolarsi , quindi dopo un oretta decidiamo di scendere, visto che per oggi pomeriggio e prevista qualche precipitazione occasionale. Incontrato una decina di escursionisti nei pressi del Colle Balur.

Gita caricata il 23/05/11
Descrizione completa dell'itinerario

Caratteristiche itinerario

difficoltà: EE :: [scala difficoltà]
esposizione prevalente: Nord-Est
quota partenza (m): 822
quota vetta/quota massima (m): 2277
dislivello salita totale (m): 1545

Novità! I preferiti

Aggiungete con un clic sul cuoricino bianco l'itinerario ai vostri preferiti. Li ritroverete tutti nella vostra pagina personale