Maria (Punta) quota 3245 m da Avérole

La gita

Sciabilità :: **** / ***** stelle

osservazioni :: visto valanghe a pera esistenti

neve (parte superiore gita) :: polverosa

neve (parte inferiore gita) :: umida

note su accesso stradale :: Ok

quota neve m :: 2300

attrezzatura :: scialpinistica

Gita sociale del Cai Torino, sotosezione Geat, 21 partecipanti.
Al venerdi' mattina ci dicono che il Colle del Moncenisio e' chiuso, così passiamo dal Frejus.
In realta' e' stato aperto al venerdi' pomeriggio e passandoci al ritorno ci accorgiamo che al Moncenisio non c'e' piu' un filo di neve.
Controllo documenti a Val Cenis, tutto ok.
Il gestore dell'Averole ci dice che si puo' parcheggiare l' auto in prossimita' del rifugio nonostante sia vietato, in realta' al ritorno della gita la Gendarmerie vorrebbe farci 1500 euro di multa o almeno 22 euro di "avvertissement".
Ma dopo 1000 discussioni il giovane poliziotto ci grazia e va a controllare altri automobilisti.
Portage fino al rifugio, ed anche 100 m oltre.
Al rifugio c'e' l'assiccatoio caldo.
Alle 6.00 non trovo i miei bastoncini, così prendo un altro paio di Black Diamond identici ai miei con il patema di essere redarguita in qualsiasi momento.
Conclusa la gita mi becca il legittimo proprietario, un francese alto 2 metri, neanche troppo incavolato, che aveva fatto la gita coi bastoncini miei ( mi ha rintracciato in quanto scrivo il mio nome ovunque), ed ognuno si riprende così la propria attrezzatura.
Ci sono alcuni saliscendi, dislivello totale quasi 1200 m.
A 2500 m canale con neve molto dura, ripido, vento freddo, all'ombra, per me impegnativo.
Poi finalmente, usciti al sole, tempertura gradevole, pendii piu' dolci, neve morbida, visibilita' perfetta.
2 partecipanti ripiegano al Colle d'Arnas.
Incontrati la scuola skialp Cai Uget Torino che arrivava dal Gastaldi, alcuni addirittura dal Pian della Mussa in giornata.
Il Diretur faceva ripetere 2 volte il pendio finale agli allievi piu' volonterosi + il mitico Livio Berta.
In discesa in alto bella neve farinosa( peccato mi si sia formato un enorme zoccolo), in basso la neve mi era piu' congegnale, marcia e morbida; no problem nel temuto canale.
Un saluto alla piacevole compagnia, in particolare ai disponibilissimi capigita: Savore', Gillio, l' esuberante Marchionni senjor + lo scatenato Marchionni junior!

Gita caricata il 02/05/11
Descrizione completa dell'itinerario

Caratteristiche itinerario

tipo itinerario: ghiacciaio
difficoltà: BS :: [scala difficoltà]
esposizione preval. in discesa: Nord
quota partenza (m): 2070
quota vetta/quota massima (m): 3245
dislivello totale (m): 1232