Bucìe (Bric) canale Sud da Villanova

La gita

sciabilità :: ***** / ***** stelle

osservazioni :: visto valanghe a pera esistenti

neve (parte superiore gita) :: polverosa

neve (parte inferiore gita) :: primaverile

note su accesso stradale :: con Panda 4x4, fino al divieto

quota neve m. :: 1700
Descrizione: Da Villanova, si sale ancora con la macchina sullo sterrato, fino a poco prima del divieto. Si continua sci a spalle, occhio alla strada ghiacciata; si gira a destra seguendo il sentiero per l'Alpe Crosenna 1653 m, dove si mettono (per poco) gli sci.
Passare le case, dirigersi a sinistra (poco evidente nella notte, meglio conoscere il posto), seguendo il sentiero estivo che, con 22 tornanti e quindi un piccolo traverso, porta nel valloncello dominato dal Col di Boina 2393 m.
Si traversa per andare verso il Col Bucie e il bivacco Soardi (completamente sommerso dalla neve), quasi al colle si entra nel canale, poi si tende a dx.
Pensavamo di fare una prima ripetizione o qualcosa del genere, ma vediamo tracce dalla Francia (scopro oggi da skitour.fr, 6 febbraio), non ci disturbano affatto.
C'è una strettoia che puzza di 60°, poi da lì il percorso è evidente verso destra, si vedono in alcuni casi le catene, 45° abbondanti-50.
Si esce dal canale verso sx, verso il Colletto del Cavallo, quindi in breve si raggiunge la vetta, breve tratto in polvere, e si arriva in vetta.

Discesa: sull'itinerario di salita, con le condizioni attuali non si tolgono mai gli sci.
Naturalmente mi si rompe un gancio dello scarpone, mentre li stringo in vetta... vabbè, colpa del gatto nero di stamattina.
La parte alta è la meno ripida, quindi permette di "riscaldarsi", in ottima farinella.
Poi si entra nel canale, neve béton, dura dura, ma con buon grip.
L'ultimo tratto è il più dritto, 2 metri in scaletta, poi si scia molto più rilassati.
Esposizione totale, da cima a fondo non si vede mai il fondo del tratto che si scia, vietato cadere.
Poi si scende, si ripella fino al Col di Boina per un centinaio di metri, quindi gran neve primaverile; ci sono passaggi obbligati lungo i 22 tornanti, poi ancora bel pendio primaverile fino all'Alpe Crosenna, firn da urlo!;
al ponte sul fiume Crosenna, veloce discesa sci in spalle fino alla macchina.
NOTE:consiglierei di partire assolutamente presto, i pendii a sud si scaldano molto, tra il Col di Boina al col Bucie in particolare c'è tratto più "rognoso"; ma vedere francesi sul conoide del canale che salivano alle 10.45... fa riflettere.
Qualche piccola scarica di pietre alle quote più basse, nei canaloni al sole.
Nostri tempi: sci ai piedi 4.30, Alpe Crosenna 5.30, 100 m sotto il col Bucie ci toccano i primi raggi del sole, vetta ore 9, Col di Boina 10.30.
Dislivello da altimetro 1804 m.
Il Canale della Gran Gorgia lo facciamo un'altra volta... ottime condizioni in tutto il vallone superiore, invece,per la Fionira, c'è neve solo sul sentiero, in alto credo di più.
Condizioni ottimali, da approfittarne!
Valutazione: qui
-bouchet,32102.html#sortie
i galli la danno 5.2.
Non ho esperienza, secondo me 5.1 ci sta bene, di sicuro, E4 assolutissimamente, e oggi c'era neve durissima nel tratto ripido ed esposto.

Con il local Luca, che con i nuovi scarponi ha le ali ai piedi, e si fa le emotrasfusioni mentre studia.
Per me, prima volta al Bucie (mi vergognavo un po' a non averlo in curriculum), prima volta sul quinto grado, alla grande!
Grand chapeau agli apritori, dal basso il percorso non è per nulla evidente!

Gita caricata il 12/02/11

Le foto

Verso il Col Bucie
Alba sul Col di Boina, e Ovest Monviso in lontananza
béton
tratto iniziale canale
non si vede mai il fondo
ultimo tratto, farina
in vetta
il canale NE della Gran Gorgia ci osserva
primo tratto di canale
tratto mediano, profonde tracce dei galli
ultimo tratto
sicuramente oltre 45°
chi va alla strettoia?
due metri in scaletta
il Col di Boina non prende sole, i pendii alla sua destra si
grand ski
parete
qui la prima deve ancora arrivare...
sul sentiero
toboga sul sentiero, non si tolgono gli sci
sentiero per la Fionira
Alpe Crosenna, firn da favola
Pegasus, a detta del proprietario, gran scarpone
la cascata di Crosenna c'è ancora, per poco
in salita
la "calotta" in farina
Descrizione completa dell'itinerario

Caratteristiche itinerario

difficoltà: 5.1 :: E4 :: [scala difficoltà]
esposizione preval. in discesa: Varie
quota partenza (m): 1225
quota vetta/quota massima (m): 2998
dislivello totale (m): 1750