Lagginhorn Cresta Sud

La gita

Giudizio Complessivo :: ***** / ***** stelle

La cresta è in ottime condizioni, si percorre tranquillamente senza i ramponi, assenza di verglass e tempo mite; la discesa per la via normale è su sfasciumi con poca neve fresca che date le temperature dovrebbe sciogliersi in fretta. E' assolutamente necessario correggere la descrizione di questa gita: a meno di essere superuomini in grado di correre come lepri, senza alcuna protezione (mi complimento per questo con i gulliveriani che hanno scritto su questa gita, devono essere veramente tosti), la gita non è assolutamente fattibile in giornata in tempo per prendere l'ultima funivia. Questi i nostri tempi: ore 7.50 arrivo in alto, ore 8.45 arrivo colle (quindi meno dell'ora indicata nella relazione), 2 ore per i primi 200 m di dislivello di cresta (slegati e veloci, è decisamente facile), 6 ore per i successivi 300 m legati in conserva protetta, in quanto le difficoltà aumentano, ci sono 4 doppie da fare ed è possibile incontrare altre cordate che si possono superare solo ove possibile. Noi arrivati in vetta alle 18, scesi subito ed usciti dal ghiacciaio della normale (okkio che ci sono dei buchi anche lì) alle 20, arrivati con un filo di luce alla Weissmieshutte e poi con pile frontale a piedi fino a Saas Grund. E pensare che non siamo proprio delle schiappe (fatta cresta Barre in 2 ore l'anno scorso) e soprattutto dietro di noi c'erano ancora almeno 3 cordate di cui una con una guida alpina. Consiglio quindi vivamente di dormire in quota e partire all'alba, anche perché noi abbiamo trovato meteo stupendo per tutto il giorno, ma se le condizioni peggiorano durante la giornata possono esserci seri problemi.
In compagnia di Roberto, un grande amico di cordata, e non solo.

Gita caricata il 24/08/10

Le foto

Descrizione completa dell'itinerario

Caratteristiche itinerario

difficoltà: AD- :: [scala difficoltà]
esposizione prevalente: Sud
quota partenza (m): 3098
quota vetta (m): 4010
dislivello complessivo (m): 912