Argentera (Cima Sud) Canale della Forcella

La gita

Giudizio Complessivo :: **** / ***** stelle

note su accesso stradale :: Libero fino al Gias delle Mosche

Salita prettamente su neve fino alla forcella, poi su roccette e neve per raggiungere le vette nord e sud dell'Argentera. Il canale si presenta in neve portante e consente una progressione di conserva. La cascata presenta 2 m in ghiaccio, appena più ripidi del resto del canale. Se non si resta nella pista da bob creata dagli scaricamenti e dai passaggi, la neve è leggermente più morbida. Dalla forcella per la cima sud (quella da cui si scende al Rif. Remondino) si prosegue per cengia evidente, dapprima in leggera discesa poi dopo una decina di metri:
-si sale un vago diedro, che porta in cresta, (chiodo e cordini)
-oppure si prosegue su cengia fra piccoli sali-scendi fino contro ad una lingua di neve che si sale (più sicure le rocce a sinistra....) giungendo all'ultima sosta a spit di "etoiles noire". Da qui 10 m della via normale (che si percorre anche in discesa) adducono alla vetta.

Il canale è molto percorso, ma le condizioni sono rapidamente mutevoli. La cascata all'uscita è bucata per 30 cm - 40 cm (passo comodo su roccia per uscire). Senza neve l'avvicinamento al Bozano; ancora bianco, nella seconda metà, quello per il Remondino. Alcune vie di roccia, in zona, sembrano pulite. Rifugi aperti.

Abbiamo poco allenamento e si vede. Non siamo certo stati delle schegge, né in salita né in discesa. La giornata era calda (15 °C alle 5.15 al Bozano), ma comunque siamo usciti prima che la neve mollasse. Gita scelta all'ultimo ma che si è rivelata molto piacevole. Come sempre il gestore del Bozano è amichevole e simpatico. Molte persone in zona e 3 cordate (oltre a noi) sulla via.

Gita caricata il 10/06/10
Descrizione completa dell'itinerario

Caratteristiche itinerario

difficoltà: AD+ :: [scala difficoltà]
esposizione prevalente: Nord-Ovest
quota partenza (m): 1591
quota vetta (m): 3297
dislivello complessivo (m): 1706