Verosso (Cima) da Graniga

La gita

Sciabilità :: *** / ***** stelle

osservazioni :: nulla di rilevante

neve (parte superiore gita) :: recente leggera/asciutta

neve (parte inferiore gita) :: recente leggera/asciutta

note su accesso stradale :: Oggi si arrivava anche senza catene a San Bernardo facendo attenzione.

quota neve m :: 1300
Gita scelta per la sicurezza visto che il bollettino di ieri assegnava rischio 2 alla Valdossola e 3 sul resto delle Alpi Occidentali. In realtà vista la quantità di neve compresi i 20-30 cm di neve nuova e gli accumuli presenti fanno secondo noi salire il pericolo al grado 3. Saliti per la ripida dorsale est alternando ripidi pendii nel bosco a passaggi più dolci abbiamo raggiunto la lunga cresta che porta in vetta. A quota circa 2360 m abbiamo abbandonato gli sci ed in 4 abbiamo proseguito con i ramponi fino alla vetta su neve inconsistente , qualche cornice e qualche passaggio non banale. Grandioso panorama dalla vetta sulle più famose cime Svizzere. Vista la poca sciabilità del percorso in salita e la pericolosità del classico anello di discesa verso il pianoro del Tschavinersee abbiamo optato per il vallone che da Nord porta verso il lago di Ragozza e da lì fino alla strada che porta a San Bernardo. Discesa su neve che alternava tratti di ottima farina a neve più crostosa ma sempre sciabile. Sconsigliato scendere da dove si sale (sassi e poca sciabilità). Molto bella la panoramica ed alpinistica cresta finale che ha reso più interessante la gita. In 8 del CAI ULE Ge-Sestri.Aggiunto traccia GPS

Gita caricata il 12/03/10

Le foto

Ripidi pendii di salita
Uscita dal bosco
La lunga cresta
Arrivo in vetta
La cresta aerea
Discesa parte alta
Descrizione completa dell'itinerario