Gregorio (Monte) da Prà di Vico, anello per i Monti Betogne, le Colme e Cavallaria

La gita

Giudizio Complessivo :: *** / ***** stelle

Partito in solitaria alle 7.40 dal tornante dove finisce la strada asfaltata, c'è un cartello delle Regione Piemonte. Imboccato la sterrata a sinistra, si supera un'area pic nic e giunti ad un rudere salire a destra (NON FARSI INGANNARE DAL SENTIERO CHE PROSEGUE DRITTO). Si prosegue su sentiero non sempre evidente fino a raggiungere la pietraia, qui ci sono degli ometti che aiutano a raggiungere prima la Torretta delle Cime e poi il Betogne. Con direzione Nord/Est si arriva al Gregorio. Per la discesa ho seguito per un tratto il sentiero 724b e poi mi sono inventato sia la salita a Le Colme e la discesa fino alla strada asfaltata. Seguendola si raggiunge ad un tornante la sterrata (quota 1100) che diventa poi sentiero che porta, prima a Verna di sopra, poi alla Font. dell'Acquabella e alle baite Caras. Da qui su sterrata fino al tornante di partenza (ore 11.40). Un grosso grazie a Franco che ha pubblicato delle ottime indicazioni e a chi ha messo gli ometti. Gita comunque un pò impegnativa per i sentieri non segnati e poco evidenti; oggi avevo il tracciato su GPS, parte della Carta Tecnica Reigonale e la cartina 02 Alpi Canavesane MU Edizioni (allego foto), ma non mi sono dovuto distrarre e in alcuni punti giù per prati ripidi tenendo la strada per riferimento. Le tre stello sono per questi motivi e per la foschia. Bellissima fioritura, ci voleva dopo 6 mesi di racchette da neve..... Dimenticavo, la fanciulla (credo) che ha lasciato il suo perizoma rosso a mo di bandiera in vetta al Gregorio, se lasciava anche il telefono......... Da non sottovalutare sia il dislivello m. 1050 e lo sviluppo 11 km. non esistono fontane lungo il percorso.


Gita caricata il 23/05/09

Le foto

Cartina con il tracciato
Il Gregorio visto dal Betogne
Laggiù il Cervino
Narcisi
Descrizione completa dell'itinerario