Traversata M. Rosa Hutte-Porta Nera-C.le Breithorn-Cervinia

La gita

Sciabilità :: **** / ***** stelle

neve (parte superiore gita) :: primaverile/firn

neve (parte inferiore gita) :: primaverile/firn

quota neve m :: 2000

Alle prime luci siamo scesi dal rifugio sci ai piedi fino alla confluenza con il ghiacciaio Schwarzegletscher a quota 2480 m (sulla descrizione erroneamente riportato 4280)). Moltissime tracce di discesa nessuna di salita. Siamo saliti seguendo le tracce di discesa tenendoci leggermente a sinistra per piegare decisamente a destra raggiunta quota 3500. La neve bagnata purtroppo faceva zoccolo e nonostante la sciolinatura ha rallentato molto la progressione. Arrivati al colle un po’ di perturbazione e nebbiolina a conferma del meteo che dava brutto tempo dalle 14. Il lungo traverso fino al colle del Breithorn con il tempo ormai chiuso e un po’ con l’aiuto del GPS e un po’ seguendo le tracce esistenti siamo arrivati ad incrociare lo skilift del Piccolo Cervino. Dalla parte italiana tempo decisamente migliore. Discesa fino al Rif. delle Guide con birra e poi finalmente il Ventina su neve un po’ molle ma sciabilissima fino al piazzale. Tre giorni indimenticabili passati con gli amici di sempre Attilio, Alberto, Carlo, Ettore, Luciano, Nicola ,Stefano. Una menzione particolare al decano Nicola che con i suoi 67 anni ha ancora voglia di mettersi in gioco su una traversata di 5000 m di dislivello in 3 giorni. In 8 del CAI ULE di Ge – Sestri.


Gita caricata il 22/05/09

Le foto

In salita sullo Schwarzegletscher
In marcia verso la Porta Nera
Porta Nera
Colle del Breithorn nella nebbia
Descrizione completa dell'itinerario

Caratteristiche itinerario

tipo itinerario: ghiacciaio
difficoltà: BSA :: [scala difficoltà]
esposizione preval. in discesa: Sud-Ovest
quota partenza (m): 2795
quota vetta/quota massima (m): 3831
dislivello totale (m): 1450