Monte Rosa Hutte da Cervinia per il Colle del Teodulo

La gita

Sciabilità :: *** / ***** stelle

osservazioni :: nulla di rilevante

neve (parte superiore gita) :: primaverile/firn

neve (parte inferiore gita) :: primaverile/firn

quota neve m :: 2000
Prima tappa di una lunga e indimenticabile traversata ideata dal vulcanico amico Ettore che ci permette di raggiungere il Rifugio Monte Rosa Hutte base per le salite alla Punta Dufour e Nordend attraverso i ghiacciai Triftjigletscher in discesa e Gornergletscher in salita.
Partiti da Cervinia abbiamo risalito le piste su neve ottima fino al Colle Teodulo. Tolte le pelli siamo scesi prima sul ghiacciaio del Teodulo su ottimo firn che ci aveva illuso. Siamo poi scesi sul ghiacciaio “Triftjigletscher” piegando decisamente a destra su neve sempre più molle ed impegnativa fino ad arrivare alla confluenza con il “Gornergletscher”. La risalita del ghiacciaio fino alla Monte Rosa Hutte (spettacolare per i panorami al contorno) si è rivelata più lunga e faticosa del previsto, sia per il caldo per lo sviluppo e probabilmente per gli zaini pesanti a cui non eravamo più abituati. Con gli amici Attilio, Alberto, Carlo, Ettore, Luciano, Nicola ,Stefano. In 8 del CAI ULE di Ge – Sestri. Le 3 stelle sono dovute alla qualità della neve in discesa nella seconda parte. Per ambiente e qualità della traversata 5 stelle non bastano.Il rifugio Monte Rosa Hutte si è dimostrato ospitale con personale cortese e disponibile .Per i soci CAI la mezza pensione costa 40 euro al giorno. Colazioni abbondanti al mattino alle 3:30.


Gita caricata il 22/05/09

Le foto

Discesa dal Teodulo
discesa sul Triftjigletscher
Risalendo il ghiacciaio
Nordend e Dufour sullo sfondo
Descrizione completa dell'itinerario