Zupò (Piz), Argient (Piz) per vadret da Morterasch

La gita

Sciabilità :: * / ***** stelle

osservazioni :: visto valanghe a pera esistenti

neve (parte superiore gita) :: crosta rigelo non portante

neve (parte inferiore gita) :: recente umida/pesante

quota neve m :: 1900
Partiti in 2 alle 7:00. Neve scorrevole (per fortuna!), dopo 1h30 attacchiamo il primo pendio degno di essere chiamato con questo nome. E subito pensiamo: a scendere ci divertiremo tantissimo! Dopo 3 ore di salita formiamo un gruppetto di 4 persone con altri 2 solitari e si comincia a battere visto che il vento ha cancellato tutte le tracce. Qui perdiamo almeno 30' che ci risulteranno fatali per il raggiungimento della cima. Infatti una volta arrivati a quota 3700 una nuvolaglia compatta supera, da sud, la cresta e ci copre in un amen. Timorosi di un cambiamento repentino del tempo stacchiamo le pelli e scendiamo subito.
E qui inizia il calvario: prima neve crostosa da vento... ma qualche curva si fa. Poi da 3100 a 2400 neve crostosa da rigelo non portante, di quella che ti rompe le gambe (vedere le foto per esempio di curva). Poi in 200 m di dislivello si passa dalla crosta alla neve umidissima del Morterash... e vabbe, stavolta è andata cosi.
Un saluto ad Andrea e Alberto, incontrati sull'itinerario, con i quali abbiamo condiviso gran parte della gita.

Gita caricata il 10/05/09

Le foto

Vista del gruppo del Bernina da Morterash
Vista del versante di salita alla fine (quasi) del piano
Il pendio finale che da accesso alle Belleviste
Primi accenni di nuvolaglia
Esercizio del giorno!
Descrizione completa dell'itinerario

Caratteristiche itinerario

tipo itinerario: ghiacciaio
difficoltà: OSA :: PD :: [scala difficoltà]
esposizione preval. in discesa: Nord
quota partenza (m): 1896
quota vetta/quota massima (m): 3995
dislivello totale (m): 2200