Mare (Palon de la) dall'Albergo dei Forni

La gita

Sciabilità :: ***** / ***** stelle

osservazioni :: visto valanghe lastroni esistenti

neve (parte superiore gita) :: Primaverile/Trasformata

neve (parte inferiore gita) :: Assente

note su accesso stradale :: Biglietto da comprare a 5€/giorno a inizio strada

quota neve m :: 2300

attrezzatura :: scialpinistica

Seguito l'itinerario della morena che arriva al Branca dopo aver attraversato un ponticello sul torrente glaciale. Ambiente spettacolare tra conifere, rododendri e tantissima acqua da disgelo sul sentiero. Un'ora circa di portage senza correre. La neve inizia sulla morena nei pressi del laghetto del rifugio Branca. Il primo tratto aveva neve così dura, gelata e svalangata che non ho ritenuto saggio mettere gli sci. Rigelo potentissimo. Affrontato un traverso coi coltelli, si giunge a un altro pianoro poco prima di affrontare il canale di accesso ai pendii superiori. Il canale era in neve durissima ma fattibile coi rampant. Dopo aver sceso un paio di metri a piedi a fine morena, si prendono i ripidi canali che finalmente danno accesso al ghiacciaio/pianoro. Preso il canale di sinistra, la neve era così gelata da farmi fare tutta una serie di inversioni sulle uova. Il pianoro è un biliardo, così come liscio è il pendio ripido (quello col crepaccione al centro). Qui la neve è trasformata e dura e le inversioni sono belle toste. Altro trasferimento per arrivare in cresta. Questa è in neve dura, ma la salgo tutta in sci. Arrivo in vetta sci ai piedi e panorama grandioso. Vento a tratti che gela il sangue, visti i 3700m...Discesa dalla cresta in sci, tranne un breve punto in cui, spaventato dal mix esposizione/neve dura, mi fermo e mi rampono. Rimessi gli assi, scendo su neve portante e trasformata sul pianoro alto, su neve solo leggermente ammorbidita nei pressi del seracco sospeso. Più si scende e più è morbida ma sempre portante e facile. Si può spaziare in lungo e in largo su bel firn fino ai canali ripidi e stretti. Qui si sente l'acqua sotto e le curve le ho fatte piano piano ma sempre su bella neve. Tratto morenico finale su marcione compatto e poi sgambata relax fino ai Forni. Una ventina di persone in giro, ma solo altri due ragazzi al Palon. Gite in zona ancora fattibili al netto di scaldate varie e la voglia di camminare sci in spalla.

Gita caricata il 23/05/20
Descrizione completa dell'itinerario

Caratteristiche itinerario

difficoltà: BS :: [scala difficoltà]
esposizione preval. in discesa: Sud-Ovest
quota partenza (m): 2178
quota vetta/quota massima (m): 3704
dislivello totale (m): 1526

Novità! I preferiti

Aggiungete con un clic sul cuoricino bianco l'itinerario ai vostri preferiti. Li ritroverete tutti nella vostra pagina personale