Rossa (Rocca) da Forno di Coazze, anello valloni Ricciavré e della Balma

La gita

Giudizio Complessivo :: **** / ***** stelle

Parcheggiato al santuario.
Salita nelle nebbie fino a a Rocca Rossa, dove sono sbucato oltre le nubi. Per salire alla Rocca consiglio quando si è sotto la cima (aiutarsi magari con il gps se c'è) tirare su dritto per i prati. Poi, per fare l'anello, seguire la cresta fino alla sua fine naturale. Arriverete a pochi metri dal sentiero per proseguire.

Fino a Pian Real non c'è neve. Al piano dovete pestarne poca, nessun problema.
Sono quindi risalito verso il colletto per andare nel vallone della Balma. Arrivato al colletto Ciarmgranda ho seguito le indicazioni per la Ciarmgranda. Ho seguito quindi la cresta fino ad arrivare alla Punta del Lago Nord (un pezzetto a metà da fare con attenzione). Sono quindi ridisceso per la cresta, tagliando a un certo punto giù per il vallone che finisce nel grande pianoro. Per pietraie e nevaie mi sono ricollegato al sentiero per il Robinet. L'ho quindi percorso fino a poco sotto il colletto, dove un nevaio e la stanchezza mi hanno fatto desistere. Se qualcuno vuole salire tenga in conto di pestare un po' di neve, ma a me fin li non ha dato problemi.
Sono quindi ridisceso passando dal rifugio Balma e quindi a Molè.

Questo bel giro panoramico ha un dislivello di 2000 metri e parecchi km (non avevo modo di tracciarli, come ordine di grandezza immagino una ventina).
Ne vale la pena.

In solitaria.

Gita caricata il 22/05/20
Descrizione completa dell'itinerario