Fascia (Cima della) da Limone Piemonte

La gita

Giudizio Complessivo :: ***** / ***** stelle

neve (parte superiore gita) :: Primaverile/Trasformata

neve (parte inferiore gita) :: Primaverile/Trasformata

note su accesso stradale :: Parcheggio ad inizio sterrata

quota neve m :: 1300
Parto alle 7.20 con 8 gradi e metto le racchette dopo una decina di minuti sulla stradina; la vera neve continua inizia poco a monte di Casali Braia, a circa 1300 m (mezz'ora di portage). C'è poi una interruzione di qualche metro sul traverso per raggiungere la conca a circa 1500 m,dove si dividono gli itinerari con il pendio dei paravalanghe. Questa volta per accedere alla prima conca superiore del Cros passo dal pendio a dx (senso di marcia) sotto la bastionata rocciosa, che é meno ripido di quello diretto (e infatti le tracce di sci sono qui). Poi proseguo tutto in racchette e facilmente fino al pendio finale per il colletto,dove sul tratto più ripido uso anche la picca,ma senza mettere i ramponi. Discesa nella conca est su neve già marcia (sono passate le 10), ma é l'unico tratto di tutta la gita dove trovo queste condizioni. Svolta a dx verso il pendio sommitale,faticoso ma non tanto ripido, e su neve ancora bella portante sono in vetta alle 11.15. Questa volta non c'è vento, ma mi fermo solo una ventina di minuti, temendo che la neve molli troppo sul pendio finale. In realta' trovo le stesse condizioni della salita,ma la discesa in racchette è abbastanza tecnica e devo fare una breve rampa più ripida faccia a monte. Segue una faticosa risalita al Colletto del Cros, discesa su neve ancora bella grippante nella conca NO (in racchette, con la luce di fine mattinata riesco a vedere meglio le pendenze e passare dove é più facile). Qui mi fermo per mangiare qualcosa e poi riprendo la discesa. Impegnativa ma non particolarmente difficile la discesa dalla conca superiore a quella a quota 1500, il cui successivo attraversamento comporta vari buchi (ma era già così all' andata). Inaspettatamente trovo una piacevolissima neve sul pendio verso Casali Braia e infine sono all' auto alle 14.30 (27 gradi nell' abitacolo dell' auto). Oggi giornata caldissima come previsto,ma é valsa l'intuizione di fare una gita quasi tutta all' ombra (in gran parte anche al ritorno). Dunque alla fine ho trovato condizioni ottime con buona portanza su quasi tutto l' itinerario; ovviamente nessuno in giro.
Oggi completo la magnifica trilogia degli itinerari per la Fascia, con la variante del Colletto Sud del Cros.

Gita caricata il 26/02/20

Le foto

Conca NO alla base del Colletto Sud del Cros a sx e il canale nord a dx
Il ripido pendio finale per il Colletto del Cros
Colletto Sud del Cros
Il colletto visto dal pendio finale per la vetta
Pendio sommitale; vetta in alto al centro
Vetta
In discesa sul pendio sommitale
In discesa verso la prima conca superiore
Discesa dalla prima conca superiore a quella inferiore (1500 m)
La breve mancanza di neve sul traverso per la parte superiore
Descrizione completa dell'itinerario

Caratteristiche itinerario

tipo itinerario: attraversa pendii ripidi
difficoltà: OR :: [scala difficoltà]
esposizione: Nord-Ovest
quota partenza (m): 1087
quota vetta/quota massima (m): 2495
dislivello totale (m): 1408