Mulattiera (Punta della) da Melezet

La gita

Sciabilità :: *** / ***** stelle

osservazioni :: nulla di rilevante

neve (parte superiore gita) :: fresca (24-48 h) umida

neve (parte inferiore gita) :: crosta non portante

quota neve m :: 1300

attrezzatura :: scialpinistica

La pioggia ed il vento di ieri hanno reso la neve fuori dalle piste battute piuttosto variabile e complicata, perciò il socio Paolo suggerisce di salire verso Punta Mulattiera da Melezet, per sfruttare la presenza delle piste da sci per il rientro alle quote inferiori. Partiamo con calma quasi alle 10 dal piazzale di Melezet tenendoci alla destra della pista primavera sino a raggiungere la zona Chesal a quota 1.800 m, poi ci spostiamo verso ovest e raggiungiamo il vecchio ski-lift del Bosco, ora smantellato. Decidiamo di salire verso Punta Mulattiera percorrendo la risalita dello ski-lift del Bosco, ora libera: salita diretta e redditizia ma molto faticosa, visto che i primi 200 m di dislivello sono su crosta non portante e successivamente in farina pesante, che ci costringono ad alternarci alla battitura per raggiungere la vecchia stradina che attraversava lo ski-lift del Bosco per consentire il rientro verso il Seba. Una volta raggiunto l'arrivo del vecchio ski-lift del Bosco sfruttiamo la comoda traccia fatta dal gatto delle nevi per raggiungere i ripetitori sulla cresta che culmina a Punta Mulattiera. Decidiamo di non raggiungere la vetta in quanto la parte alta presenta neve particolarmente dura, rimaneggiata dal vento e solcata da molti sastrugi, e quindi davvero poco sciabile in discesa. Cambio di assetto al sole in attesa di Giuliano e Cristian, e poi attacchiamo la discesa sui pendii che riportano al pianoro soprastante il vecchio ski-lift del Valllon Cross. La neve è leggermente ventata ma comunque il sole ha ammorbidito le ondulazioni del manto nevoso causate dal vento di ieri, e la discesa risulta piacevole su crosta non portante comunque bel sciabile. Dal pianoro sfruttiamo la parte battuta dal gatto delle nevi sino ad incrociare la salita del vecchio ski-lift del Bosco, che decidiamo di percorrere in discesa, per oltre 200 m di dislivello su farina abbondante e pesante, ma ottimamente sciabile che ci regala le curve in neve fresca migliori della gita. Intorno a quota 2000 ci imbattiamo nella crosta insciabile che la pioggia di ieri ed il rigelo notturno hanno creato alle quote più basse, per cui guadagniamo il vecchio sentiero di servizio allo ski-lift del Bosco che, nonostante la crosta infida ed insciabile, ci riconduce agevolmente alla pista da sci del Seba per un comodo rientro a Melezet con le piste da sci
Nonostante le pessime condizioni del manto nevoso anche oggi ne è venuta fuori una una sciata oltre le aspettative.
In compagnia del socio Paolo con cui ho condiviso la battitura della risalita dello ski-lift, e di Giuliano e Cristian in discesa: grazie per l'ottima compagnia e la bella sgambata sulle montagne di casa. Alla prossima

Gita caricata il 15/12/19

Le foto

La conca di Bardonecchia
Guglia del Mezzodì
Meije
Valle di Susa
Punta Charrà
Barre des Ecrins
Valle Stretta
Tracce di salita
Tracce di salita e di discesa
Verso lo Jafferau
Descrizione completa dell'itinerario