Croux (Aiguille) Cresta SO, Via Cheney

La gita

Giudizio Complessivo :: ***** / ***** stelle

note su accesso stradale :: Tutto a posto

Ferrata su al Monzino una colata d'acqua unica (fino solo a un paio d'ore prima ancora pioveva), comunque ben riattrezzata che non ricordavo piu' a 34 anni di distanza dalla seconda volta su di qui' dopo la prima nel 79, con partenza piu' spostata al centro della bastionata e principalmente su catene.
Nessun problema individuare il punto d'attacco delle maggiori difficolta', grazie alla presenza di bolli verdi ravvicinati impressi sulla roccia, ometti, e corde fisse in nylon (le stesse che si usano per scalare) piazzate nei tratti piu' esposti.
Arrampicata divertente con spittatura ariosa dove facile, piu' ravvicinata dove il grado di difficolta' aumenta sensibilmente.
Avevamo dei friend, tuttavia non abbiamo avvertito la necessita' di dover integrare.
Sostenuti i passaggi finali in comune con la Ottoz di pura aderenza, sul bel granito compatto di questo estremo bastione della cresta dell'Innominata che la grandiosita' dell'ambiente che la circonda, fa apparire modesta.
Al contrario e' invece una splendida cima granitica che vanta itinerari di pregio tra il classico e il moderno, di tutto rispetto.
Doppie con calate mediamente sui 30 metri su soste nuove di zecca, (e' la riprova che le guide non vogliono nella maniera piu' assoluta prendersi dei rischi.)
L'ultima di 60m (avevamo due mezze da 60) per avere modo dall'ultima sosta, (questa su maillon, tutte le precedenti quattro su sei su anello saldato) di uscire dal tratto piu' ripido del ghiacciaio e poterlo cosi scendere con le sole scarpette da trekking in un punto dove gia' decisamente minore era la pendenza.
La neve aveva smollato giusto quel tanto da poterci consentire di scendere abbastanza in sicurezza, quest'ultima garantita grazie all'utilizzo intelligente del bastoncino.


Con Patrizio in giornata dal basso, il solito sbattone di sempre.

Gita caricata il 09/09/19

Le foto

prima vera spolverata in quota in stagione ormai avanzata..
rime meraviglie quando dal rifugio si elevano gli occhi verso l'alto..
al sommo dell'avancorpo con la Noire alta e imponente sulla dx..
piu' che cresta..una parete..
terrazzo panoramico..
gli ultimi tiri in comune con la Ottoz..
dames angles e Noire dalla Croux..
Descrizione completa dell'itinerario