Giornalet (Monte) da Ponte Terribile

La gita

Sciabilità :: *** / ***** stelle

osservazioni :: visto valanghe lastroni esistenti

neve (parte superiore gita) :: crosta non portante

neve (parte inferiore gita) :: primaverile

note su accesso stradale :: in auto fino a Brusà del Plan quota 1829

quota neve m :: 2200

attrezzatura :: scialpinistica

Partenza sci in spalla da Brusà del Plan (quota 1829) confidando in un portage intorno ai 300 m di dislivello, attacchiamo a salire praticamente "dritto per dritto" nel bosco a tratti fitto soprastante le baite di Brusà del Plan. Saliamo di buon passo, ma di neve nemmeno l'ombra, ed arriviamo sci in spalla sino al bivacco Ugo Rattazzo (località 7 Fontane a quota 2242). Da qui Andrea e Luca proseguono ancora sul sentiero che costeggia per un pò il Rio Colombiera sulla destra orografica del torrente, mentre Andrea ed il sottoscritto si portano sulla sinistra orografica del Rio Colombiera, raggiungendo così pendii con esposizione nord dove mettere finalmente gli sci ai piedi. Il gruppo si ricompatta sci ai piedi intorno a quota 2350 nel bel vallone superiore che porta sotto la pala del Giornalet. Nella strettoia che porta alla pala finale le pendenze aumentano, noi saliamo con i coltelli mentre Luca si mette gli sci in spalla e sale direttamente su una balza di terra e roccia alla sinistra della strettoia (sic ... imprinting dello scalatore). La pala finale si presenta su neve piuttosto dura, nonostante sul versante nord ovest sia già presente un distacco di valanga a lastroni sceso sicuramente nei giorni scorsi. A circa metà della pala Luca ed Andrea mettono gli sci in spalla e salgono sulla massima pendenza (con o senza ramponi ... c'è chi ne ha :)) mentre noi comuni sci alpinisti mortali saliamo ad inversioni muniti di coltelli. Raggiungiamo la cima dove il sole, la totale assenza di vento ed il panorama splendido ci inducono a compiere le operazioni di cambio assetto con grande calma.
Primi 250 metri di discesa compiuti ad est della valanga su crosta non completamente portante, che obbliga a sciare con leggerezza per non spaccare troppo in curva, ci regala comunque una serpentina piuttosto piacevole. Ci riportiamo sulla pala subito al di sotto della valanga e troviamo crosta portante dura ma ben sciabile, e ci possiamo permettere qualche bella curva in velocità stile pista. Arrivati alla strettoia la neve diventa primaverile e trasformata, una vera goduria, peccato che questi pendii durino troppo poco. Ci portiamo quindi sul versante sottostante la Costa Colombiera e facciamo ancora un pò di curve su splendida primaverile mentre ci portiamo nel vallone che scende su Brusà del Plan. Continuiamo a tenerci sulla sinistra orografica del Rio Colombiera e riusciamo a scendere nel bosco sempre più fitto e sempre meno sciabile sino a quota 2100 circa, poi nuovamente sci in spalla. Attraversiamo il Rio Colombiera e ripercorriamo in discesa il fitto bosco fino a Brusà del Plan.
In compagnia degli Andrea e di Luca per una gita da me a lungo desiderata. Purtroppo portage superiore a quanto previsto e prima parte della pala con neve in condizioni non ottimali, ma nel complesso una bellissima gita in ambiente selvaggio e poco frequentato di grande bellezza.
Conclusione in piola come di rito con pranzo completo ed abbondanti libagioni a Casa Cesana.
P.S. Arrivato a Torino mi accorgo scaricando l'auto di non trovare il mio zaino: giro di telefonate ai soci di gita (grazie per la pazienza ed il supporto) e ripartenza "a cannone" per Brusà del Plan, che raggiungo alle 20.50 circa con luce diurna quasi assente: il mio zaino giace ancora placidamente sulla montagnola di terra accanto a dove avevo parcheggiato l'auto al mattino. Per le prossime gite invece di integratori salini dovrò munirmi di integratori di fosforo per la memoria :)

Gita caricata il 02/05/19

Le foto

Partenza da Brusà del Plan
Bivacco Ugo Rattazzo
FInalmente si inizia a salire sci ai piedi
Vallone superiore di salita e pala del Giornalet
Parte finale della salita
Quasi in vetta sci in spalla
Dalla cima del Giornalet vista verso la Rognosa
Descrizione completa dell'itinerario

Caratteristiche itinerario

difficoltà: BS :: [scala difficoltà]
esposizione preval. in discesa: Ovest
quota partenza (m): 1642
quota vetta/quota massima (m): 3063
dislivello totale (m): 1421

Novità! I preferiti

Aggiungete con un clic sul cuoricino bianco l'itinerario ai vostri preferiti. Li ritroverete tutti nella vostra pagina personale