Galibier (Pic Blanc du) dalla strada del Col du Lautaret

La gita

Sciabilità :: *** / ***** stelle

osservazioni :: nulla di rilevante

neve (parte superiore gita) :: crosta portante

neve (parte inferiore gita) :: crosta portante

attrezzatura :: scialpinistica

Siamo i primi al curvane, gli altri salgono dopo il tunnel ... è presto e -7° con vento ... non ci si pensava ma fa freddo ...
Si sale ancora senza togliere gli sci, percorso iper-segnato, il vento ci accompagna fino in cima, dove qualcuno ci ha preceduto, ma tolti i runners, con gli altri non abbiamo sfigurato. Panorama infinito fino al Bianco e più vicino sugli Ecrins, neppure una nuvola.
Scendiamo per un centinaio di metri sul pendio NW quasi in polvere. poi rientriamo sul percorso di salita su neve dura e lavorata: e aspettiamo a scendere nella speranza che il sole faccia il suo dovere, inutilmente, il vento tiene la temperatura bassa e la neve non molla di una virgola (per questo solo 3 stelle.)
Allora su fondo duro cerchiamo i pendii che scendono dalla cresta a dx, meno segnati e decisamente divertenti, seguiamo la forra che ci porta quasi fino in fondo e poi sci fino alla macchina.
Il versante Valloire a NW è molto ben innevato.
Il percorso del Pic Ouest du Combeynot segnato da molti passaggi, sembra in ottime condizioni (ma sempre impressionante); il percorso per la Mandette / Tête Noire è praticamente in erba nella parte bassa ed invece è ancora fattibile la salita al Cairn du Galibier, ma siamo agli sgoccioli.
In 4 del CAI ULE GE Sottosez. Sestri P: con Marcella, Marco e Renzo. Ottima cumpa e si replica la birra all'Eden bar.

Gita caricata il 15/04/19

Le foto

dalla cima
Descrizione completa dell'itinerario

Caratteristiche itinerario

tipo itinerario: in canalone
difficoltà: MS :: [scala difficoltà]
esposizione preval. in discesa: Sud-Est
quota partenza (m): 1985
quota vetta/quota massima (m): 2955
dislivello totale (m): 970