Noire (Tete) cima Ovest Canale NO

La gita

sciabilità :: **** / ***** stelle

osservazioni :: visto valanghe lastroni esistenti

neve (parte superiore gita) :: fresca (24-48 h) asciutta

neve (parte inferiore gita) :: crosta portante

note su accesso stradale :: strada pulita fino al ponte Rately

quota neve m. :: 1800
Davvero una gran gita! Abbiamo fatto il giro che segue: dal ponte Rately (Nevache) risalito il vallon de Buffere fino ai pressi del Lac de Privè mt 2304 Di qui appaiono evidenti due canali: il couloir NE alla Tete Noire ed il cosiddetto Couloir Est du Diabolo ai Rocher de Privè (4.3). Abbiamo risalito quest'ultimo. In buone condizioni, anche se alla strozzatura mediana presentava ca 3/4 mt di neve ghiacciata a 55/60 gradi. Giunti in cresta ci siamo diretti verso la T. Noire. Sulla vetta dei Rocher de Privè incontriamo i nostri amici che stanno per scendere il versante N, dopo essere saliti dal Canale Est della T Noire. Noi invece proseguiamo sulle loro tracce fino alla cima Ovest della Tete Noire mt 2898. Panorama spettacolare. Di qui, viste le buone condizioni che sembrano imperversare in tutta l'area, decidiamo di tuffarci con la dovuta prudenza nel canale Nord ovest, veramente invitante. Un bel po' di curve su ottima farina. Poi un tratto di neve più irregolare. Tenendoci sempre sulle contropendenze in ombra però, ci godiamo un'ottima discesa di 500 mt di ripido. Il canale è davvero splendido! Le condizioni, anche se non perfette, sono ottime. Alla fine del conoide (un po' duro in alto, poi in firn perfetto), a quota 2350 ca., ripelliamo per risalire la comba superiore di Moulette. Sono circa 500 mt fino al colletto mt 2830 ca, non nominato, che immette nella comba Nord de la Grande Manche e dove ritroviamo alcuni dei nostri amici, che ci hanno aspettato. Di qui ancora 1100 mt di ottima discesa, prima su bella farina e poi su primaverile rinvenuta, senza passare dalla crosta. Parecchie tracce ma evitabili. Dal Ref. Chardonnet rientro comunque ben sciabile , la neve tiene ancora bene, fino al ponte de la Souchere: di qui una gradevole passeggiate defatigante fino all'auto. Che meraviglia.
Partiti alle 7,30. Iniziamo la discesa del canale NO verso le 11,15. Ripelliamo verso le 12. Iniziamo la discesa dal colletto de la G. Manche verso le 13.30. All'auto verso le 15. Dislivello totale ca 1650 mt
Una gran bella giornata di sci e di montagna. Partiti in 11, con l'idea della Tete Noire, ma senza avere un itinerario preciso, ci dividiamo in 2 gruppetti. ORFEO e suoi paladini faranno il giro che potete leggere nella sua relazione. Fabricino , Rickyalp e io questa bella galoppata. Concordiamo con la relazione precedente che il canale NO è più 5.1 che 5.2 come difficoltà.
Parecchia gente in giro , ma nessuno sul nostro itinerario, Giornata spettacolare. Limpida e fresca. Silenzi e solitudine incantata. Ululati di quando in quando. Dal colle G. Manche crediamo di aver avvistato un gallo cedrone in lontananza, ma forse era Ricky che si era un po' attardato... Fabri si è tracciato tutto il canale di salita, come è logico...

Gita caricata il 15/04/19

Le foto

Dalla conca del Lac de Privè
Il Coul. du Diabolo dalla sua uscita in cresta
Dall'uscita del canale la cresta e i Rochers de Privè
Dalla cima Ovest della T. Noire il panorama dai Re Magi al Seguret
Un po' di scena....
I due enfants terribles all'ingresso del coul. NO. Cosa ci aspetta?
Mentre l'anziano cerca di stare al passo...
Nella parte centrale del canale. Ricky esegue una delle sue rare curve.
Dal Colletto della G. Manche. Il versante nord dei R. de Privè tracciato dai nostri amici e dietro la T. Noire
Inizia la seconda discesa nella Combe Nord de la Grande Manche
Descrizione completa dell'itinerario

Caratteristiche itinerario

tipo itinerario: canale
difficoltà: II :: 5.2 :: E3 :: [scala difficoltà]
esposizione preval. in discesa: Varie
quota partenza (m): 1495
quota vetta/quota massima (m): 2898
dislivello totale (m): 1403