Musinè (Monte) e Mont Curt da Caselette per la Pista Tagliafuoco e sentiero Bruno Giorda

La gita

Giudizio Complessivo :: **** / ***** stelle

tipo itinerario :: faticoso

tipo clima :: corretto

note su accesso stradale :: senza problemi

Percorso umido per la pioggia recentissima, per il resto nessun problema particolare.

Oggi mi ero prefissato una quasi maratona in zona Musinè, ma così non sarà.
Da Caselette salgo in direzione Pian Dumini e prima di arrivarci prendo il bivio per il Musinè dal lato Sud. Traverso poi in discesa per tornare sulla tagliafuoco fin poco prima di Morsino dove svolto per andare a prendere la pista più in alto, per riscendere nuovamente sulla tagliafuoco verso Pera Pluc. Poi Pilone della Costa e su fino alla Madonna della Neve. Fin qui tutto bene, ma avevo deciso di proseguire in cresta per il Truc del Faro, Bassa della Val (in questa zona era un vero disastro), Cima Bassa della Val e M. Curt (discesa problematica col bagnato). Alla prima tagliafuoco che incontro scendo nuovamente al Pilone della Costa. Scendo ancora su tagliafuoco per piuntare al Colle della Bassetta ed il Pian d'la Sisterna. Qui decido per la vetta con ritorno dal Pian d'la Feja.
L'intenzione era di evitare la vetta per scendere direttamente dal Pian d'la Feja e salire in vetta da S. Abaco e discesa verso Milanere con rientro con tagliafuoco. Comunque saranno 35km e 2200D+. Se avessi fatto l'ulima risalita ne venivano fuori quasi 3000D+ e sinceramente non me ne ero reso conto prima di partire.
Oggi problemi di sfregamento con le gambe, peccato!

Gita caricata il 13/04/19
Descrizione completa dell'itinerario