Tète Noire (Pointe de la) o de la Mandette dal Col du Lautaret per il versante Sud

La gita

Sciabilità :: / ***** stelle

osservazioni :: nulla di rilevante

neve (parte superiore gita) :: primaverile

neve (parte inferiore gita) :: primaverile

note su accesso stradale :: OK, colle Lautaret aperto

quota neve m :: 2000

attrezzatura :: scialpinistica

Saliti su ottima crosta portante (no rampant) su pendii poco lavorati dai precedenti passaggi, effettuato una prima discesa su bella primaverile divertente, risaliti e scesi subito per godere ancora dell’ottima qualità della neve, in totale sono 1200 m di ottima sciata, solo gli ultimi 100 m risentivano delle alte temperature odierne. Per le condizioni della salita vale il precedente e preciso commento di gionotav. Il poco tempo a disposizione da parte di entrambi ci ha fatto scegliere questo bell’itinerario che , avendo un esposizione soleggiata, ci avrebbe permesso di trovare neve già completamente trasformata,
L’idea originale era il Pic Blanc ma abbiamo poi pensato che i pendii più sostenuti della Tete Noire potessero dare una migliore garanzia di una bella discesa oltre ad essere meno frequentati ( oggi oltre a noi solo 6 skialp), e così è stato.
Bella giornata di skialp condivisa con il socio Enzo

Gita caricata il 22/03/19

Le foto

Belle vedute sulle Meije
I Combeynot
La Tete Noire a sinistra
Verso la Barre e i Pelvoux
In vista della cima
Ultimi metri
Vedute sulle Aig. d'Arves
Discesa
idem
Descrizione completa dell'itinerario

Caratteristiche itinerario

tipo itinerario: pendii ampi
difficoltà: BS :: [scala difficoltà]
esposizione preval. in discesa: Sud-Est
quota partenza (m): 1933
quota vetta/quota massima (m): 2842
dislivello totale (m): 909